Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


GLI ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI :


- Gurdjieff. I segreti della legge del sette o dell’ottava ...

- Se cado mi rialzo, se cadi tu ti offro la mia mano ...

- MEDITAZIONE SONORA DI RIGENERAZIONE CELLULARE ...

- LE INVERSIONI DEL POLO MAGNETICO ...

- Come riattivare il pavimento pelvico per aiutare la sessualita', riproduzione, e ...

- Sincronicita' : Nulla Succede per Caso : le coincidenze che cambiano la nostra v ...

- CAMBIAMENTI CLIMATICI: SOLO IL 5% DI POSSIBILITA' DI SALVARE DAVVERO LA TERRA. M ...

- Greenwashing : l'abuso dei termini sostenibile e sostenibilita' ne compromette i ...

- Mantenere i segreti fa male alla salute ...

- 8 segni inconfondibili per riconoscere gli oli essenziali falsi ...

UNA LEGGE PER LE MEDICINE NON CONVENZIONALI : FIRMA ANCHE TU
INDICE GENERALE ARTICOLI :



Per vedere INDICE CON TUTTI GLI ARTICOLI [ click qui ]

Vuoi inserire nel tuo sito gratuitamente
il preview dei nostri ultimi 15 articoli

PREMI QUI
per scaricare il box interattivo !
CORSI ED EVENTI SPAZIOSACRO.IT
 
NOME DEL CORSO
Vai
 
NOME DEL CORSO
Vai
aromaterapia
AROMATERAPIA
Armonia nella vita quotidiana
massaggio do-in
MASSAGGIO DEL BAMBINO
MASSAGGIO NEONATALE
aurasoma
AURASOMA
massaggio do-in
MASSAGGIO DO-IN
MERIDIANI CINESI E MOXA
breathwork
BREATHWORK - Il Potere del Respiro
massaggio messaggio
MASSAGGIO-MESSAGGIO
camminata sul fuoco
CAMMINATA SUL FUOCO
linguaggio aura
MASSAGGIO AYURVEDICO
costellazioni familiari
COSTELLAZIONI FAMILIARI
linguaggio aura
MASSAGGIO SONORO E BAGNI DI SUONO
credenze gemelle
CREDENZE GEMELLE
Trasmutare le paure e vivere in equilibrio
meditazione
MEDITAZIONE
cristalloterapia auyrvedica
CRISTALLOTERAPIA AYURVEDICA
Gli Individui Cristallo
morfopsicologia
MORFOPSICOLOGIA
cromoterapia
CROMOTERAPIA
musicoterapia
MUSICOTERAPIA
dendroterapia
DENDROTERAPIA ENERGETICA
Energie degli Alberi
numerolgia tantrica
NUMEROLOGIA TANTRICA
Il Divino attraverso i numeri
enneagramma
ENNEAGRAMMA
oligoelementi
OLIGOELEMENTI
giardini terapeutici e antenna di lecher
GIARDINI TERAPEUTICI E ANTENNA DI LECHER
pnl umanistica
PNL UMANISTICA
giardini terapeutici e antenna di lecher
GUARIGIONE DELLA CELLULA MADRE
qi gong
QI GONG
fiori di bach
FIORI DEL CAMBIAMENTO
FIORI DI BACH
radiestesia scientifica
RADIESTESIA SCIENTIFICA
(Antenna di Lecher)
fiori di bach
FIORI DEL CAMBIAMENTO
FIORI AUSTRALIANI
reiki e scuola di reiki gratuita
REIKI 1° e 2° livello
SCUOLA DI REIKI
Potente arte di cura con le mani
ching
I CHING
riflessologia plantare
RIFLESSOLOGIA PLANTARE
il dono della terza lingua
IL DONO DELLA
TERZA LINGUA

La comunicazione
nel linguaggio dello Spirito
riflessologia plantare
SUONI TAOISTI DI GUARIGIONE
linguaggio aura
IL LINGUAGGIO DELL'AURA - Foto dell'Aura e Digitoscopia Kirlian
tamburi sacri
TAMBURI SACRI (ritmi per corpo e spirito)
casa come nido anima
LA CASA COME NIDO DELL'ANIMA
tai chi
TAI-CHI
iridologia
IRIDOLOGIA
visualizzazioni creative
VISUALIZZAZIONI CREATIVE e YOGA NIDRA
mandala e mantra
MANDALA E MANTRA
visualizzazioni creative
YOGA SHARIRA
MUDRA e ARTE MUDRA
scuola di naturopatia sciamanica

SCUOLA DI NATUROPATIA
[ visita la scuola con un click qui ]
Abbiamo pubblicato il nuovo programma !

cura con le preghiere
LA CURA CON LE PREGHIERE :
"Quando preghiamo per gli altri, l'universo prega per noi." - Amma - 
Leggi ed invia le preghiere con un [ click qui ]
IL LINGUAGGIO DELLA CURA : LE SEGNATURE
IL LINGUAGGIO DELLA CURA : LE SEGNATURE
Iniziazioni della Notte di Natale
e lista di persone che segnano
il Fuoco Sacro in Italia [ click qui ]

Gurdjieff. I segreti della legge del sette o dell’ottava

E’ necessario comprendere alcune cose sulla legge del sette o legge dell’ottava e sulla legge del tre.

La legge dell’ottava è la seconda legge cosmica fondamentale. Essa genera, regola, interconnette e determina il posto di tutti i processi in qualsiasi scala, tuttavia, prima di avere dei processi è necessario ottenere dei fenomeni.

La legge cosmica del tre
Tutti i fenomeni hanno luogo per mezzo della legge del tre, che è quindi considerata come prima legge cosmica fondamentale. La legge del tre dimostra che qualsiasi fenomeno può essere prodotto soltanto se avviene l’incontro di tre forze: una attiva, una passiva e una di conciliazione. La scienza attuale ignora l’esistenza di questa terza forza. La chimica ignora che un catalizzatore costituisce la terza forza. La meccanica non sa nulla che nel principio della leva, il fulcro costituisce la terza forza, e che senza la terza forza non si può avere alcuna leva. L’esistenza stessa di una materia, di un atomo o di una molecola è dovuta all’incontro di tre forze. (vedasi “okidanokh”). Per questa ragione, ogni materia contiene già dentro se stessa tutte e tre le forze, tuttavia, viene manifestata una soltanto in base agli eventi che accadono. Se una materia di una data densità incontra una materia di densità minore, la prima sarà conduttrice della forza passiva o, in altri termini, si manifesterà come forza passiva, la seconda meno densa come forza attiva, e se quest’ultima incontra una materia con una densità ancor più minore, da attiva si manifesterà come passiva.

 
La terza forza, di cui sempre s’ignora l’esistenza, può essere trovata nel risultato, nell’ambiente o nel punto di applicazione. Quando il cibo arriva nel nostro stomaco incontra i succhi gastrici, l’incontro produce una trasformazione del cibo, in questo caso la terza forza è trovata in questo risultato derivante. Un esempio che mostra la terza forza trovata nell’ambiente è costituito dall’utero (ambiente), nel momento in cui un ovulo (forza passiva) è fecondato da uno spermatozoo (forza attiva). Se non ci fosse l’utero come ambiente (terza forza), le sole due forze prese in considerazione non riuscirebbero a produrre alcun fenomeno. Svariati esempi, invece, per scorgere la terza forza nel punto di applicazione, li troviamo in meccanica. E’ bene, dunque, tenere presente che una forza da sola non può esistere e che due sole forze non possono mai produrre alcun fenomeno.

Leggi cosmiche fondamentali
Queste due leggi sono dette cosmiche e fondamentali. Cosmico e fondamentale sono due proprietà inseparabili; se qualcosa è cosmica, è allo stesso tempo fondamentale, e viceversa. Cosmica significa che il suo dominio e le sue manifestazioni si estendono dall’infinitamente grande all’infinitamente piccolo, dai mondi delle galassie ai mondi subatomici. Una legge con una tale estensione, al punto da comprendere tutto, ci indica che essa proviene dal mondo delle cause, dal mondo da cui ogni cosa ha avuto origine, ossia dall’assoluto, per questo è detta anche Fondamentale. Ciò significa che è una legge di prim’ordine, la causa prima dalla quale sorgono tutti gli altri effetti, cioè tutte le altre leggi di secondo ordine, di terzo ordine, di quarto ordine, e così via.

La legge di gravitazione universale, l’interazione elettromagnetica, l’ipotetica interazione nucleare forte e l’interazione nucleare debole, tutte le quattro interazioni che la scienza attuale o scienza soggettiva considera erroneamente come fondamentali, sono leggi di secondo, terzo, quarto e quinto ordine. Su grande scala, nei mondi delle galassie, delle stelle, dei pianeti, domina la forza di gravità, dopodiché, arrivati al mondo degli atomi, la sua forza diviene irrilevante e deve cedere il posto all’interazione elettromagnetica, che a sua volta deve cedere il posto all’interazione nucleare forte nel momento in cui ci addentriamo nella scala molto più ridotta dei nuclei atomici. Questo dimostra che abbiamo a che fare con leggi secondarie, terziarie, e così via, ossia leggi che sono effetti le cui cause risiedono nelle leggi fondamentali. Non si può comprendere l’universo studiando gli effetti a prescindere dalle cause reali. Equivarrebbe a studiare un elefante conoscendo solo la sua proboscide. Confondere gli effetti con le cause è uno degli errori più frequenti della scienza attuale.

 
La legge cosmica dell’ottava
La legge del sette, o legge dell’ottava, ha molti aspetti che vanno compresi. L’universo è un organismo vivente, esattamente come il nostro corpo. Nell’universo abbiamo innumerevoli materie che vibrano. Dove c’è materia, troviamo che essa è sempre in vibrazione, in essa è presente un’energia, e viceversa, dove c’è energia, c’è in ogni caso della materia. L’implicazione è che persino i pensieri e le emozioni sono materia, e per questo possono essere pesati e misurati. Il fatto che la scienza non possa compiere tali misurazioni dipende dal fatto che essa ignora gran parte della materia esistente nell’universo. La cosiddetta “massa mancante” dei fisici, da cui ha origine l’ipotesi della materia oscura. Le rocce, l’acqua, l’aria, i pensieri e le emozioni sono tutti composti da atomi in vibrazione. Affermare che nell’universo tutto è materia, oppure dire che tutto è energia, equivale a dire la stessa identica cosa; in effetti sarebbe più preciso dichiarare che nell’universo tutto è materia in vibrazione. In altre parole, materia ed energia sono inseparabili, sono due aspetti di uno stesso ed inseparabile fenomeno.

La densità di ciascuna materia è inversamente proporzionale alla frequenza di vibrazioni. Il numero di vibrazioni (frequenza) degli atomi di acqua è maggiore se essa è allo stato gassoso, diminuiscono se la portiamo allo stato liquido e continuano a diminuire se l’acqua è portata allo stato solido. In ragione dell’aumentare della densità dell’acqua diminuisce il numero di vibrazioni o frequenza. La vibrazione presente nella materia è una conseguenza delle vibrazioni che in essa vengono prodotte da materie più sottili che la compenetrano. Nel momento in cui la materia acquista maggiore densità, abbiamo un incremento della forza di resistenza che si oppone alla forza attiva delle vibrazioni prodotte da una materia più sottile. La densità di una materia è inversamente proporzionale alla sua estensione nell’universo. Meno densa è una materia più essa è diffusa nell’universo. La materia più sottile dell’universo deve avere necessariamente la maggior estensione.

Loading...
Più una materia è densa più è confinata entro un determinato spazio. Non a caso, l’idrogeno che è considerato come l’elemento meno denso è anche l’elemento più diffuso nell’universo. Tuttavia, esistono materie innumerevoli volte meno dense dell’idrogeno che hanno di conseguenza una diffusione molto più elevata. La materia acquista più densità in ragione del suo allontanamento dalla fonte originaria di queste vibrazioni. Nel constatare che la materia è in vibrazione, ci rendiamo conto che questo è un effetto, e poiché dietro ad ogni effetto c’è sempre una causa, è facile capire che dev’esserci un punto di origine dal quale queste vibrazioni sono state prodotte. Questo punto di origine, essendo la causa degli effetti che osserviamo, dev’essere necessariamente caratterizzato da un forza d’impulso maggiore, da un maggior numero di vibrazioni che diminuiscono in ragione dell’allontanamento da esso. Se lanciamo una pietra, la forza d’impulso si esaurisce man mano che si allontana dall’origine. Questo significa che una materia più densa possiede un numero minore di vibrazioni, e dunque è più lontana dalla fonte originaria che produce tale forza d’impulso. La materia di una roccia è più densa della materia che costituisce la miscela di aria in cui siamo immersi, quindi la materia rocciosa ha una frequenza di vibrazioni minore rispetto a quella dell’aria.

Nell’universo ogni cosa è viva e provvista d’intelligenza, persino le rocce. Più una materia è densa e più il suo grado d’intelligenza è basso, e viceversa. Questo significa che nell’universo abbiamo diversi gradi d’intelligenza e che l’origine da cui tutti i movimenti prendono forma dev’essere più intelligente di ogni altra cosa esistente. Detto ciò, è facile comprendere come il Sole del nostro sistema solare sia l’essere provvisto di maggior intelligenza, e che una galassia ha un grado d’intelligenza ancor più superiore, fino ad arrivare al centro dove tutte le galassie ruotano intorno, e che sarà il più alto grado d’intelligenza dell’intero universo. Possiamo chiamarlo Dio, purché lo concepiamo come un reale corpo astronomico a noi invisibile e attorno al quale ruotano tutte le galassie dell’universo. Questo corpo astronomico è, allo stesso tempo, il cervello fisico e la mente di Dio.

Nell’intero universo, tutte queste materie in vibrazione e di diverse densità evolvono ed involvono continuamente. Immaginate due “scale mobili” che si muovono in direzioni opposte; la prima va in discesa, ed è quella in cui le materie provenienti dall’alto subiscono l’involuzione acquistando più densità; la seconda “scala mobile”, quella evolutiva, procede nel verso opposto e conduce le materie verso l’alto che perdendo densità, acquistano un maggior numero di vibrazioni. Queste materie in vibrazione non possono involvere o evolvere senza l’aiuto di “macchine trasformatrici di sostanze”. Ogni concentrazione esistente nell’universo, una galassia, una stella, un pianeta, una pianta, un animale, un essere umano, una molecola, un atomo, un microbo, ecc., è una macchina che ha la funzione di trasformare un certo numero di sostanze, sia in senso evolutivo che in quello involutivo. A loro volta, tutte queste concentrazioni o fabbriche per la trasformazione delle sostanze subiscono loro stesse un processo d’involuzione o di evoluzione. Immaginate l’universo come un’immensa fabbrica dove tutte le galassie, i soli, i pianeti e gli esseri umani sono macchine specializzate nella trasformazione di determinate sostanze. Una stella può trasformare un certo tipo di sostanze, mentre per altre sostanze è necessario avere una macchina come l’essere umano, o come il microbo.

Nel mondo delle piante, ad esempio, esistono tre categorie di piante, che corrispondono a tre diverse macchine per la trasformazione di specifiche sostanze. Queste tre categorie sono generate dalla legge del tre e sono una sua manifestazione. La prima categoria di queste piante è formata da macchine specializzate nel trasformare solo il complesso di sostanze prodotte dal pianeta Terra. La seconda categoria di piante serve per trasformare sia l’insieme di sostanze che hanno origine sul pianeta Terra che quelle provenienti dagli altri pianeti del sistema solare e dal Sole stesso. La terza ed ultima categoria di piante, è costituita da macchine che riescono a trasformare anche le sostanze più sottili provenienti dai mondi delle galassie. Alla terza categoria di macchine appartengono tutte quelle piante contenenti alcaloidi e materie molto sottili che producono effetti molto marcati sull’essere umano, come il caffè, il tabacco, l’oppio, la canapa, ecc.

Noi stessi siamo macchine che trasformano svariate sostanze. Il cibo che introduciamo subisce trasformazioni notevoli, così come l’aria che respiriamo. Le materie che entrano in queste macchine subiscono vari processi di trasformazione sia in senso evolutivo che in quello involutivo. Si hanno così, tre tipi di utilizzo di queste sostanze trasformate. Il primo tipo di sostanze trasformate restano nella macchina e sono indispensabili per il funzionamento ulteriore della macchina stessa. Il secondo ed il terzo tipo di sostanze, sia involutive (gli scarti), sia evolutive, vengono espulse dalla macchina che non è specializzata per ulteriori trasformazioni e trasferite ad altre macchine che provvederanno a loro volta a continuare il processo di trasformazione. In questo modo, avviene il nutrimento ed il sostentamento reciproco di tutto ciò che esiste.

Tutti questi processi involutivi ed evolutivi di trasformazione delle materie sono determinati, regolati ed interconnessi dalla legge del sette. La legge del sette viene espressa matematicamente secondo i seguenti rapporti: 1/1 – 9/8 – 5/4 – 4/3 – 3/2 – 5/3 – 18/5 – 2/1 Sono gli stessi rapporti matematici fondamentali che la teoria musicale utilizza per ottenere l’intonazione naturale dei suoni armonici che vanno a costituire la scala naturale. I lettori che non hanno familiarità con questi principi della scienza oggettiva, penseranno che stiamo cercando di spiegare i processi che avvengono fra tutti i fenomeni nell’universo utilizzando in un modo bizzarro la musica. Per questa ragione, è fondamentale comprendere fin da subito che è precisamente il contrario. E’ la legge dell’ottava, una legge che regola tutti i processi esistenti nell’intero universo, ad essere utilizzata per creare i rapporti armonici nell’ambito della musica, ossia nel mondo delle vibrazioni acustiche. Questo perché, come abbiamo già spiegato, la legge del sette è una legge matematica cosmica fondamentale che regola tutti i processi vibratori della materia presente nell’universo, ed è sempre per mezzo di questa legge che, una volta applicata alla musica, ossia ad un altro tipo di processi vibratori, quelli acustici, possiamo ottenere quei suoni armonici che caratterizzano la musica. La cosa bizzarra, piuttosto, è che tutti i musicisti cosiddetti “esperti”, così come tutti gli ascoltatori di musica, ignorano che le fondamenta della musica sono interamente basate su precisi rapporti matematici, che non sono altro che la formula di una legge che governa tutti i processi esistenti nell’universo.

Pitagora di certo non ignorava tutto ciò quando parlava di armonia delle sfere, ossia della “musica” dei corpi celesti. Per non crearvi confusione, tralasceremo per adesso la questione riguardante l’ignoranza di quei teorici musicali che per facilitare i cambi di tonalità hanno elaborato il sistema di accordatura chiamato temperamento equabile.

La comprensione della legge dell’ottava attraverso la musica
Adesso cerchiamo di entrare nei dettagli di questa legge cosmica fondamentale che è stata applicata successivamente alla musica. Per farlo, potremo utilizzare la musica stessa. Utilizzerò un linguaggio più semplice possibile, poiché quest’articolo è indirizzato soprattutto a coloro che in genere trovano difficoltosa la comprensione di questa legge. I rapporti matematici che esprimono questa legge, ossia: 1/1 – 9/8 – 5/4 – 4/3 – 3/2 – 5/3 – 18/5 – 2/1 corrispondono, in ambito musicale, alle note Do – Re – Mi – Fa – Sol – La – Si – Do

Ma cosa esprimono effettivamente questi rapporti? In musica, esprimono quante volte vibra una corda di un qualsiasi strumento al passare di un secondo, e quante volte vibra il mezzo elastico, cioè l’aria, in cui questo movimento vibratorio viene trasferito.

Il primo rapporto 1/1 (Do) è uguale a 1 (uno diviso uno fa uno), in altre parole, la corda vibra una volta sola ogni secondo, e così anche le vibrazioni prodotte nell’aria avranno lo stesso numero di vibrazioni.

9/8 (Re) sarà uguale a 1,125 vibrazioni al secondo (Nove diviso otto fa 1,125); 5/4 (Mi) a 1,25 vibrazioni al secondo; 4/3 (Fa) a 1,33… vibrazioni al secondo; 3/2 (Sol) a 1,5 vibrazioni al secondo; 5/3 (La) a 1,66… vibrazioni al secondo; 15/8 (Si) a 1,875 vibrazioni al secondo; e infine 2/1 (Do) che corrisponde a 2, ossia al doppio della frequenza del primo rapporto 1/1 (Do). Come avrete osservato, abbiamo ottenuto un aumento della frequenza. Quindi, procedendo dal primo Do (1/1) al secondo Do (2/1) otteniamo un graduale incremento della frequenza, ossia del numero di vibrazioni. Dimezzando la lunghezza di una corda e mantenendo la stessa tensione, otteniamo un raddoppiamento della frequenza. Questo fenomeno è pressoché analogo al discorso che abbiamo fatto al principio quando dicevano che diminuendo la densità di una qualsiasi materia nell’universo si verifica un aumento del numero di vibrazioni. Un altro modo per aumentare la frequenza di una corda, è aumentare la sua tensione, che allo stesso modo equivale approssimativamente a diminuirne la densità e quindi ad aumentarne il numero di vibrazioni.

I principi che potete osservare per mezzo della musica avvengono nello stesso modo in tutto l’intero universo. Ciò che abbiamo detto fin’ora è solo una premessa per farvi familiarizzare con questo argomento, adesso parleremo della legge dell’ottava o legge del sette. L’intera ottava, ovvero la successione di note Do – Re – Mi – Fa – Sol – La – Si – Do, in relazione alle trasformazioni che subiscono le materie presenti nell’universo, ci mostra chiaramente in che modo queste trasformazioni procedono. Adesso dovrete considerare ciascuna nota musicale come un punto che vi indica la situazione esatta di un qualsiasi processo in corso. Prendiamo nuovamente come esempio il processo di trasformazione che subiscono tutte le sostanze presenti nell’universo. Esaminando tutti i punti dell’ottava, cioè tutte le note, osserveremo in che modo evolve il processo che stiamo considerando. Do Re Mi Fa Sol La Si Do 1/1 – 9/8 – 5/4 – 4/3 – 3/2 – 5/3 – 18/5 – 2/1 (Rapporti) 1 – 1,125 – 1,25 – 1,33 – 1,5 – 1,66 – 1,875 – 2 (Frequenza al secondo) La prima cosa che salta subito agli occhi è che il processo non avviene uniformemente, non avviene con la stessa velocità. tra Re e Do otteniamo 9/8 diviso 1/1 = 9/8 = 1,125 tra Mi e Re otteniamo 5/4 diviso 9/8 = 10/9 = 1,111 tra Fa e Mi otteniamo 4/3 diviso 5/4 = 16/15 = 1,066 tra Sol e Fa otteniamo 3/2 diviso 4/3 = 9/8 = 1,125 tra La e Sol otteniamo 5/3 diviso 3/2 = 10/9 = 1,111 tra Si e La otteniamo 15/8 diviso 5/3 = 9/8 = 1,125 tra Do e Si otteniamo 2/1 diviso 15/8 = 16/15 = 1,066

E’ sufficiente aver imparato a contare fino a dieci per comprendere che 1,125 è maggiore del numero 1,111 e che quest’ultimo è maggiore del numero 1,066. Abbiamo constatato che i rallentamenti maggiori nello sviluppo di qualsiasi processo in qualsiasi scala, sono collocati in due punti precisi. Il primo tra Mi e Fa ed il secondo tra Si e Do. Come potete constatare voi stessi, questi due intervalli davano come risultato il numero 1,066. In effetti, questi due intervalli corrispondono sulla tastiera del pianoforte ai punti dove manca il tasto nero, il cosiddetto semitono. In questi intervalli i processi subiscono un rallentamento notevole e non possono proseguire senza un aiuto dall’esterno. Tutti gli altri punti del processo possono proseguire grazie all’aiuto dei semitoni (tasti neri), mentre nei due punti dove la progressione dei processi subisce il rallentamento più notevole (1,066) e mancano i semitoni (tasti neri), il processo non può proseguire senza un aiuto esterno, senza l’intervento di un’ottava laterale che intersecando quei punti aiuta il Mi a passare a Fa, e il Si a passare a Do.

Tutti i processi nell’universo necessitano di un aiuto esterno
Che significano questi punti di rallentamento nei processi? La formula rivelata da questa legge mostra che tutti i processi che avvengono nell’universo necessitano di un aiuto esterno per potersi sviluppare completamente, altrimenti nei punti tra Mi e Fa, e tra Si e Do, avvengono delle deviazioni nella linea originaria, in questo modo il processo deviando continuamente, si ritrova a procedere nella direzione opposta a quella iniziale.

In altre parole, un processo inizia dal Do, prosegue al Re grazie al semitono nero, dal Re passa al Mi grazie al secondo semitono nero, ma arrivato al Mi, se non interviene un aiuto esterno (il famoso shock addizionale), allora il processo cammina a ritroso fino a ritornare al Do di partenza. Il processo non può avanzare dopo il Mi e quindi non può realizzarsi in maniera completa.

Se in una camera isolata acusticamente accordiamo un pianoforte secondo l’intonazione naturale e suoniamo la nota Mi o la nota Si, le vibrazioni di queste note cesseranno molto presto rispetto alle altre, proprio per il principio che abbiamo appena spiegato; il Mi, dunque, ritornerà al Do, mentre il Si scenderà e arrivato al Fa, cesserà di vibrare.

Tutti i processi esistenti sono sottoposti all’azione della legge dell’ottava
Ribadiamo, che tutti i processi esistenti sono sottoposti all’azione della legge dell’ottava: dai processi di trasformazione di tutte le sostanze chimiche, ai processi di trasformazione che subiscono le macchine stesse (stelle, pianeti, piante, esseri umani, ecc.), nascendo, crescendo, invecchiando e infine morendo, ai processi che avvengono nella nostra sfera fisica e psico-emotiva, ossia il processo di associazioni automatiche dei pensieri e delle emozioni, come tutti i processi metabolici del corpo, il processo di nascita, di progresso e di declino delle civiltà, fino ad arrivare ai processi di evoluzione oppure di involuzione interiore. Tutto è in movimento, se una cosa non evolve, necessariamente involverà, sarà costretta a degenerare. Tutti i processi, nessuno escluso, sono determinati dalla legge dell’ottava.

Adesso potete ben comprendere che è proprio grazie a questi punti d’interruzione che i vari processi nell’universo vengono connessi fra loro. Altrimenti, come dimostrato, non potrebbero svolgersi. Viceversa, questi stessi punti d’interruzione o di rallentamento delle vibrazioni, se non vengono colmati, determinano la non riuscita di un processo qualsiasi, come accade sovente nella nostra vita, e noi, invece di comprendere che tutto ciò che accade è il risultato di queste leggi cosmiche, ci lamentiamo invano; è l’equivalente di un uomo che, per assurdo, non conoscendo la forza di gravità, aprendo la sua mano e lasciando cadere un oggetto, si lamentasse dell’avvenuta caduta.

Se adesso ritorniamo a considerare i processi di trasformazione che avvengono nell’intero universo e prendiamo come esempio l’essere umano quale macchina trasformatrice di sostanze, vedremo quanto segue. Nella macchina umana entrano le materie che costituiscono il cibo. Queste materie, una volta entrate nella nostra macchina, iniziano a subire un processo di trasformazione evolutivo ed involutivo; prenderemo in considerazione quello evolutivo, seguendo i punti Do, Re, Mi. Una volta arrivate al Mi, a questo punto di evoluzione, non potrebbero essere trasformate ulteriormente senza l’aiuto di un altro processo distinto, ossia un’ottava esterna (uno shock supplementare), che in questo caso è costituito dall’aria che respiriamo. L’aria entrando nell’organismo, si unisce al Mi e lo aiuta a proseguire. In questo modo, la trasformazione procede, Fa, Sol, La, Si. (Poiché questa progressione di note, come ormai sapete bene, o almeno si spera, implica un aumento della frequenza, allo stesso tempo, significa che le materie in questione stanno diventando più sottili, stanno diventando meno dense, dunque più vive e più intelligenti). Avete potuto notare che questo primo aiuto esterno è avvenuto in maniera automatica (meccanica). L’entrata dell’ottava dell’aria nel punto tra Mi e Fa dell’ottava del cibo, avviene senza che voi facciate nulla, avviene automaticamente. Anche se state dormendo nel letto a sonno pieno, l’aria entra e va a colmare il rallentamento in quel punto del processo di evoluzione del cibo.

Nel punto di rallentamento successivo, invece, quello tra Si e Do, è necessario che l’aiuto sia volontario, cioè un atto cosciente da parte nostra, altrimenti le sostanze non potranno subire un’ulteriore trasformazione in materie ancora più sottili, che sono poi le materie che andranno a formare il nostro secondo corpo, o corpo astrale. Quest’atto cosciente consiste nell’essere presenti quando riceviamo le impressioni dal mondo esterno. Le impressioni costituiscono un’altra serie di materie (o di nutrimento) che entrano attraverso l’apparato sensoriale.

Nel momento in cui consideriamo l’ottava nel verso opposto, ossia Do – Si – La – Sol – Fa – Mi – Re – Do, ci stiamo riferendo ad un processo involutivo. Ricordate l’esempio delle scale mobili? Il processo involutivo rappresenta l’aumento di densità delle sostanze che situate inizialmente in un punto alto della scala vengono rese grossolane man mano che passano attraverso le macchine. Il processo involutivo equivale al processo di creazione dell’universo. Per farci un’idea semplice di come avviene la creazione, prenderemo l’esempio di un “raggio” di luce bianca che passando attraverso un prisma viene suddiviso in 7 “raggi colorati”. Il “raggio” di luce bianca sarà il verbo di Dio, il logos, la sua emanazione, e consideriamo Dio come un corpo astronomico (sole assoluto) intorno al quale ruotano tutte le galassie. Dio emana il suo raggio creativo, questo raggio viene rifratto e si scompone in sette “raggi” colorati. Questi sette “raggi colorati” corrispondono alle 7 scale cosmiche contenute l’una dentro l’altra come in una matrioska e costituite dall’assoluto (Do), tutte le galassie (Si), la nostra galassia (La), il nostro Sole (Sol), e così via. In questo caso, è bene osservare un altro aspetto della legge del sette.

La legge del sette, attraverso il principio di scala, determina anche il posto che occupa ogni cosa nell’universo. Vengono così prodotte sette scale l’una dentro l’altra. L’esempio del raggio di luce bianca, che rifratto nel prisma si scompone in sette colori, conferma ciò che dicevamo sopra, ovvero che la legge del sette è una legge cosmica fondamentale che domina qualsiasi processo. Come potete vedere, lo spettro visibile elettromagnetico è anch’esso determinato dalla legge del sette. Abbiamo visto, dunque, l’azione di questa legge cosmica nell’ambito della musica, adesso, la ritroviamo nell’ambito di vibrazioni molto più elevate rispetto alle vibrazioni acustiche. La legge dell’ottava è anche la struttura interna di ogni cosa esistente. Così, anche in questo tipo di vibrazioni, ritroviamo la stessa legge che governa la musica. Rosso (Do), Arancione (Re), Giallo (Mi), Verde (Fa), Ciano (Sol), Blu (La), Violetto (Si). Le frequenze sono innumerevoli volte più elevate rispetto a quelle acustiche, siamo nell’ordine dei Tera Hertz.

La legge del sette governa anche gli elementi chimici della tavola periodica che sono pressoché in rapporto d’ottava, come aveva ben intuito il chimico John Newlands che fu tuttavia deriso dalla comunità scientifica, e l’imprecisione dei pesi atomici è dovuta ad un errore della chimica moderna. Un altro modo per raffigurarsi la creazione è l’immagine di un albero capovolto, le cui radici poste in alto, rappresentano la fonte originaria, Dio, l’assoluto. Il tronco rappresenta l’ottava fondamentale cosmica. I rami sono le ottave secondarie, terziare, le ottave parallele che vengono create dall’ottava fondamentale, fino alle foglie, e nelle stesse foglie osserviamo le venature che sono altrettante ottave supplementari. Gli anelli concentrici del tronco, rappresenteranno svariati tipi di materie di densità diversa che si compenetrano a vicenda. Qualsiasi materia grossolana è penetrata da una materia più sottile, la quale a sua volta è penetrata da altre materie ancor più sottili, e così via, fino ad un certo grado. Gli anelli concentrici del tronco saranno le ottave interiori. Molti associano erroneamente le ottave interiori agli armonici naturali, ma in realtà, c’è una differenza notevole. Gli armonici naturali sono frequenze multiple di un suono fondamentale che si propagano solo nell’aria fin quando non si esaurisce la forza iniziale che le ha prodotte. Le ottave interiori, invece, sono vibrazioni che si producono nell’aria e contemporaneamente anche nelle materie più sottili che compenetrano l’aria, per questa ragione il derviscio bukhariano Hadij-Asvatz-Truv le chiama “vibrazioni creatrici“, mentre riserva alle vibrazioni ordinarie e ai loro armonici naturali l’espressione di “vibrazioni inerziali“.

Queste due denominazioni, se avete seguito attentamente il discorso che abbiamo fatto precedentemente, spiegano già ogni cosa in modo chiarissimo. Una singola nota su un piano di materie di una certa densità, è un’intera ottava su un piano superiore costituito da un insieme di materie più sottili rispetto al piano precedente. Un altro aspetto ancora della legge dell’ottava è che ogni nota può rappresentare una concentrazione cosmica, di qualsiasi tipo ed in qualsiasi scala. Un sole, ad esempio, può essere rappresentato come Do. E’ bene notare adesso che se consideriamo il raggio bianco come Do, ci rendiamo conto che ogni nota contiene dentro di se un’ottava completa (i 7 raggi colorati). E’ indispensabile, a questo punto, realizzare che per mezzo della legge del sette è possibile comprendere l’unità di ogni cosa, l’unità nella molteplicità. Gli intervalli dove sono presenti i rallentamenti che necessitano dell’aiuto di un altro processo esterno e distinto che entrando in connessione con il primo permettono il suo ulteriore sviluppo, sono ciò che determinano l’interdipendenza precisa tra ogni cosa distinta nell’universo.

Attraverso questa legge è possibile comprendere in che modo ogni cosa è connessa con un’altra e quale posto occupa ciascuna nell’ordine cosmico. Potremo comprendere l’unità di ogni cosa. Questa è la differenza capitale tra la scienza oggettiva e la scienza attuale o scienza soggettiva. La scienza oggettiva possiede la conoscenza e la profonda comprensione dei principi che hanno creato la molteplicità, e gli stessi principi che hanno creato la molteplicità ci permettono di comprendere l’unità di tutto ciò che esiste.

Questo capitolo è stato un tentativo di adattamento alla comprensione di coloro che avvicinandosi per la prima volta a queste idee, trovano difficoltà nell’afferrare i principi di questa scienza oggettiva. Ad ogni modo, i lettori alle prime armi e coloro che già da tempo hanno tentato di capire queste leggi senza riuscirci, devono comprendere che, per quanto si possano fare dei tentativi per semplificare queste leggi, senza dei notevoli sforzi da parte loro, non sarà possibile penetrare l’essenza di questi principi. Il primo passo è comprendere bene queste leggi a livello teorico. Dopodiché, sarà necessario sforzarsi di osservare la loro azione nel mondo esterno e, in maggior misura, nel nostro mondo interiore, poiché riuscendo ad osservarle dentro di noi, sarà più semplice osservarle nel mondo esterno. E’ indispensabile, infine, tenere presente che una persona che non conosce o che pur conoscendo queste leggi non le ha comprese a fondo, non potrà mai comprendere l’essenza di alcun fenomeno che osserva, sia nel mondo esterno, che nel suo mondo interiore. Un uomo simile potrà solo avere l’illusione di comprendere.

Estratto da “Gurdjieff e i segreti di Belzebù” di Egidio Maria Bruno Presta

di Egidio Maria Bruno Presta

https://www.dionidream.com/legge-ottava/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Se cado mi rialzo, se cadi tu ti offro la mia mano

Nel nostro percorso a volte ci sono dei tratti accidentati, momenti difficili

ed alcuni disagi che non ci permettono un cammino fluido. Questi momenti ci 

servono per confrontarci con noi stessi, per apprendere e per mettere in pratica

quanto sia necessario per forgiare in noi sensibilità ed elasticità di fronta

ai cambiamenti della vita. 

E' poi importante ascoltare il nostro cuore, non mettere in atto antagonismo

o quella spinta egotica che ci faccia sentire gli altri come un pericolo.

Più si soffre, ci si sente fragili e maggiore è l'apertura del cuore che ci

insegna a prestare ascolto a chi, come noi, si trova in situazioni difficli.

Ma se cado mi rialzo

Se cadi tu ti offro la mia mano

 

Tu come reagisci di fronte agli ostacoli?

La paura riesce a prevalere?

Ti sei stupito/a delle tue inaspettate capacità nel fornire aiuto ad altri?

 

Solitamente sai mettere in pratica le esperienze e sai dare la tua mano ad altri

o hai difficoltà?

 

Un sorriso

Daniela

 

***

 

...Un sant'uomo ebbe un giorno da conversare con Dio e gli chiese :
Signore, mi piacerebbe sapere come sono il Paradiso e
l'Inferno.
Dio condusse il sant'uomo verso due porte.
Ne apri' una e gli permise di guardare all'interno.
C'era una grandissima tavola rotonda.
Al centro della tavola si trovava un grandissimo recipiente contenente cibo
dal profumo delizioso.
Il sant' uomo senti' l'acquolina in bocca.
Le persone sedute attorno al tavolo erano magre, dall'aspetto livido e
malato.
Avevano tutti l'aria affamata.
Avevano dei cucchiai dai manici lunghissimi, attaccati alle loro braccia.
Tutti potevano raggiungere il piatto di cibo e raccoglierne un po', ma
poiche' il manico del cucchiaio era piu' lungo del loro braccio
non potevano accostare il cibo alla bocca.
Il sant'uomo tremo' alla vista della loro miseria e delle loro
sofferenze.
Dio disse: "Hai appena visto l'Inferno".

 
Dio e l'uomo si diressero verso la seconda porta.
Dio l'apri'.
La scena che l'uomo vide era identica alla precedente.
C'era la grande tavola rotonda, il recipiente che gli fece venire
l'acquolina.
Le persone intorno alla tavola avevano anch'esse i cucchiai dai lunghi
manici.
Questa volta, pero'erano ben nutrite, felici e conversavano tra di
loro sorridendo.
Il sant'uomo disse a Dio :
Non capisco!
- E' semplice, - rispose Dio, - essi hanno imparato che il manico del
cucchiaio troppo lungo, non consente di nutrire se' stessi....ma permette di
nutrire il proprio vicino. Percio' hanno imparato a nutrirsi gli uni con gli
altri !
Quelli dell'altra tavola, invece, non pensano che a loro stessi...
Inferno e Paradiso sono uguali nella struttura...La differenza la portiamo
dentro di noi!!!
Mi permetto di aggiungere...
"Sulla terra c'e' abbastanza per soddisfare i bisogni di tutti ma non
per soddisfare l'ingordigia di pochi.
I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false
fintanto che non vengono trasformati in azioni.
Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo".

(Mahatma Gandhi)

 
 

SAGGEZZA DEI NATIVI AMERICANI                      

Un uomo Sacro ama il silenzio, ci si avvolge come in una coperta: un silenzio che parla, con una voce forte come il tuono, che gli insegna tante cose. Uno sciamano desidera essere in un luogo dove si senta solo il ronzio degli insetti. Se ne sta seduto, con il viso rivolto a ovest, e chiede aiuto. Parla con le piante, ed esse rispondono. Ascolta con attenzione le voci degli animali. Diventa uno di loro. Da ogni creatura affluisce qualcosa dentro di lui. Anche lui emana qualcosa: come e che cosa io non lo so, ma è così. Io l’ho vissuto. Uno sciamano deve appartenere alla terra: deve leggere la natura come un uomo bianco sa leggere un libro.
Cervo Zoppo Sioux

Servire gli altri, essere di qualche utilità alla famiglia, alla comunità, alla nazione o al mondo, è uno degli scopi principali per i quali gli esseri umani sono stati creati. Non ti riempire di affari personali dimenticando i tuoi compiti più importanti. La vera felicità è solo per chi dedica la propria vita al servizio degli altri.
Codice Etico dei Nativi Americani

Ci sono quattro strade che possono portarti dove vuoi andare.
La prima ti conduce dove ti manda il tuo primo pensiero.
Non è la strada giusta. Rifletti un poco.
Affronti allora la seconda.
Rifletti nuovamente ma non scegli ancora.
Finalmente, alla quarta riflessione tu sarai sulla strada giusta.
Così non rischierai più nulla.
Qualche volta, lascia passare una giornata prima di risolvere il tuo problema.

Gli anziani meritano il massimo rispetto, perché ci hanno tramandato le tradizioni, la cultura e la Lingua. Essi ancora oggi, con la loro saggezza, ci aiutano a rendere migliore la nostra vita.
Sinta Glesha

Lungo il cammino delle vostra vita fate in modo di non privare gli altri della felicità. Evitate di dare dispiaceri ai vostri simili ma, al contrario, vedete di procurare loro gioia ogni volta che potete!

Sioux

Quando al mattino ti svegli, ringrazia il tuo Dio per la luce dell’aurora, per la vita che ti ha dato e per la forza che ritrovi nel tuo corpo. Ringrazia il tuo Dio anche per il cibo che ti dà e per la gioia della vita. Se non trovi un motivo per elevare una preghiera di ringraziamento, allora vuol dire che sei in errore.

Tecumseh Shawnee

 

Non perseguitare mai un tuo simile, a causa
della sua religione. Rispetta invece ciò in cui gli
altri credono, se vuoi che loro, in cambio, rispettino te.

Tecumseh

Pace non è solo il contrario di guerra, non è solo lo spazio temporale tra due guerre….
Pace è di più. E’ la legge della vita. E’ quando noi agiamo in modo giusto e quando
tra ogni singolo essere regna la giustizia.

Detto irochese

Solo quando l’ultimo fiume sarà prosciugato,
solo quando l’ultimo albero sarà tagliato,
solo quando l’ultimo animale sarà ucciso,
solo allora capirai (uomo bianco) che il denaro non si mangia.

indiani Creek

Questo noi sappiamo: la terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla terra. Tutte le cose sono collegate, come il sangue che unisce una famiglia. Non è stato l’uomo a tessere la tela della vita, egli ne è soltanto un filo. Qualunque cosa egli faccia alla tela, lo fa a se stesso.
capo Seattle

***

 

Sul sentiero del cuore

 

A tentare di cambiare se stessi perchè il giudizio degli altri diventa un

disagio,si rischia di procurarsi un disagio peggiore, infatti,ad andare contro la

propria natura sensibile,coprirla di razionale ” buonsenso”,si invade quello

che vorrebbe emergere,bloccandolo.

 

Se un seme sta per scostare lo strato di terriccio che lo ricopre, per

trovare la luce che lo faccia sviluppare bene,aggiungere una barriera con altra terra

ne fa sprecare le energie e poi cresce male.

 

Quindi si deve essere contenti,semplicemente,del fatto che malgrado gli

altri non comprendano,si possa essere se stessi.

 

Quale migliore soddisfazione e sensazione di armonia nell’essere capaci di

portare fuori il meglio di sè?

 

Mostrare ad esempio aggressività , quasi a dover difendere un territorio,

non è detto che sia manifestazione di coraggio ma spesso nascondono le paure.

 

Chi dunque è sereno, allegro,capace di entusiasmo e soprattutto di dono di sé

agli altri, malgrado sia consapevole di non cercare nulla in cambio,

credo si possa ritenere maggiormente generoso e sereno rispetto a chi,

per paura ed egoismo, tiene stretto il poco che è, nel timore

di perdere approvazione ed attenzione esterna.

 

Dunque si matura attraverso un cammino che non blocchi il livello di

crescita interiore ma, malgrado i previsti ostacoli non fa reagire

chiudendosi in se stessi.

 Chi consiglia o giudica,

chi interferisce sulle scelte degli altri o sul loro modo di essere

che è espressione di sensibilità ed esperienze di vita,

relativamente alla necessità di chiudersi, ritenendo sciocco

il continuare a dare, direi che si ci arrende e si fugge

e non si ascolta il coraggio del cuore.

 

Si,è la mente che confonde e desidera lanciare messaggi ” terroristici” che

facciano vedere come,malgrado si sia dato qualcosa non si è ottenuto nulla in cambio,

ma chi si ferma ad attendere qualcosa non segue la via della generosità libera

e spontanea,questa ma aspettativa: Essere schiavi delle aspettative è chiudersi in una prigione,

dimenticando dove sono le chiavi,

essere capaci di non avere alcuna aspettativa è essere liberi

nel seguire il coraggio,lasciando alle spalle le paure ed essere capaci

di scegliere di camminare – qui ed ora – sul sentiero del cuore.

 

POETYCA

 
 

Gli amici di Oscar Wilde

 

Scelgo i miei amici non per la pelle o altro archetipo qualsiasi, ma per lo sguardo.
Voglio avere un eccellente interlocutore e un tono inquietante.
A me non interessano i buoni di spirito ne’ i malvestiti.


Sto con quelli che fanno di me un matto e un santo.
Da loro non voglio risposta, voglio il mio contrario.


Che mi portino dubbi e angustia e tollerino quello che c’è di peggio in me.   Per questo, sono solo pazzo.

Amo i santi, Perchè non dubitano delle differenze e chiedono perdono per le ingiustizie.


Scelgo i miei amici per l’anima pura e per la faccia aperta.


Non amo solo le spalle e il seno, amo anche la loro allegria.

I miei amici sono tutti così: Metà sciocchezze metà serietà.
Non amo risate prevedibili, ne’ pianti pietosi.

Amo gli amici seri, quelli che fanno della realtà la loro fonte di apprendimento, ma lottano affinchè la fantasia non scompaia.


Non amo amici adulti ne’ fastidiosi.       Li amo metà bambini e l’altra metà vecchi!


Bambini, perchè non dimenticano il valore del vento sul viso; e vecchi, perchè non hanno fretta.

Ho amici per comprendere chi sono.

Quindi li vedo Pazzi e santi, scherzosi e seri, bambini e vecchi, non dimenticherò mai che la "normalità" è una illusione imbecille e sterile.

        (Oscar Wilde)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

MEDITAZIONE SONORA DI RIGENERAZIONE CELLULARE

Rigenerazione

Nel Febbraio dello scorso anno, trasmettemmo un messaggio intitolato Destabilizzazione. Con il vostro ingresso nel 2017, la destabilizzazione globale di cui parlavamo in quel messaggio accelererà ulteriormente.

L’obiettivo di questo messaggio, tuttavia, non è il processo di destabilizzazione, ma, piuttosto, una nuova meditazione sonora che desideriamo condividere con voi. È un antidoto energetico che può aiutarvi a contrastare le conseguenze negative della destabilizzazione sul vostro corpo/mente e spirito.

Questa nuova meditazione sonora si chiama Rigenerazione. È, in pratica, un coro celeste proveniente dai regni più alti della luce, che può donarvi energie profondamente nutrienti e ricostituenti.

Affinché possiate trarre il massimo beneficio da Rigenerazione, desideriamo parlare brevemente della natura olografica del vostro universo, compreso il vostro corpo fisico.

Dalla nostra prospettiva, l’intero universo fisico è di natura illusoria, una proiezione olografica di luce.

Anche il vostro corpo fisico è una proiezione olografica ed è parte integrante di un ologramma più ampio, che voi chiamate cosmo. Perciò, ci sono delle stringhe di energia che vi collegano all’universo e ai regni più elevati della luce. Queste connessioni tra voi, il cosmo e i regni di luce fanno parte della vostra natura innata.

Quando raggiungete degli strati di coscienza più elevati, la natura illusoria dell’esistenza fisica e la vostra realtà come esseri di luce, diventa più chiara. Ma, come esseri incarnati, la vostra coscienza è ancorata nella percezione sensoriale. Dunque, voi vivete contemporaneamente in due mondi – un mondo di squisita libertà, senza i limiti del tempo e dello spazio, e la vostra esistenza incarnata, che vi lega alla Terra.

Mentre la vostra Terra si trasforma in nuove realtà ed entra in stati ancora più caotici, il vostro complesso corpo/mente viene messo a dura prova.

Anche quelli di voi che sono chiaramente sul cammino che ascende a stati più elevati della coscienza, potrebbero, a volte, trovare difficoltà nell’affrontare le sfide della destabilizzazione globale.

La meditazione sonora del Rigenerazione può aiutarvi a ristabilirvi di fronte alle difficoltà personali e globali. Ma, per poter beneficiare più a fondo di questa meditazione sonora, desideriamo spiegare meglio che cosa avviene quando l’ascoltate.

I suoni che compongono questa meditazione sono dei codici. Essi pulsano di vitalità proveniente dai regni più elevati della luce. E, se ascoltate per bene la meditazione sonora, la vitalità di questi suoni sarà trasferita nel vostro corpo fisico – nella matrice cellulare stessa.

Vi suggeriamo tre diverse modalità di ascolto. Ciascuno livello di ascolto susseguente vi svelerà la magia e il potere profondi di questa meditazione sonora. Iniziate con il livello che vi sembra più comodo e, andando avanti, potrete sperimentare il livello successivo.

Livello Base

Vi consigliamo caldamente di ascoltarlo con le cuffie stereo o gli auricolari, in modo che i codici sonori siano il primo input uditivo. Vi suggeriamo anche di ascoltarlo a occhi chiusi, affinché la musica sia l’esperienza sensoriale principale.

Con un atteggiamento di concentrazione rilassata, entrate nella architettura del suono. Seguite la progressione delle energie vibratorie e sentite in che modo agiscono su di voi. Con questo metodo, siete interamente concentrati sul paesaggio sonoro. Quando la mente divaga, riportatela semplicemente sul suono.

Livello Intermedio

In questa modalità di ascolto siete ancora concentrati sul paesaggio sonoro, ma l’attenzione include anche il vostro corpo fisico. È come se l’intero corpo ascoltasse i codici sonori e i coro celeste. Quando ascoltate la meditazione sonora in questa maniera, il trasferimento di vitalità e il rigenerazione andranno più a fondo nel vostro corpo.

Quelli tra voi che hanno un senso cinestetico sviluppato, sapranno intuitivamente come fare. Per chi ha meno familiarità con la consapevolezza del corpo, abbiamo qualche consiglio.

Comportatevi come se il vostro corpo fisico stesse effettivamente udendo i suoni. Anche se sapete che i suoni sono recepiti dalle orecchie e dai percorsi uditivi del vostro cervello, immaginate e sentite che anche il vostro corpo senta i suoni.

Percepite come i codici sonori vibrano e risuonano nelle diverse zone del vostro corpo. Per qualcuno, questi codici sonori faranno vibrare anche il campo energetico, quello che gli antichi chiamavano “aura”.

Livello Avanzato

In questa modalità di ascolto percepite il vostro corpo come una galassia di stelle.

Ogni cellula del vostro corpo è una stella che emette luce. Questo tipo di luce a base biologica è stato identificato come Biofotoni, nella nuova scienza della Biofotonica. Non si tratta di una metafora, è una realtà fisica della vostra natura corporea.

Proprio come nelle modalità precedenti, l’attenzione è sul paesaggio sonoro e sul corpo fisico. Aggiungerete semplicemente un elemento: l’impressione chiara che il vostro corpo sia una galassia di stelle.

Quando raggiungete la sensazione che il vostro corpo sia una galassia di luce, ogni stella o cellula del vostro corpo riceverà la vitalità pulsante dai codici sonori a un livello molto più profondo.

Dovete capire che questa meditazione sonora è un dono dai mondi celesti. Il coro celeste e tutte le voci si combinano per creare dei vortici pulsanti di energia.

I suoni che udite sono analoghi ai cambiamenti vibratori nei regni di luce.

Quando ascoltate la meditazione sonora nella maniera descritta, la matrice cellulare del vostro corpo entrerà in uno stato elevato di ricettività vibrazionale.

A seconda di quanto riuscite a entrare in questo stato di consapevolezza mentale e fisica, la meditazione sonora può offrirvi delle straordinarie energie ricostituenti.

La meditazione dura circa nove minuti. Speriamo che questo consenta a coloro che hanno l’agenda molto piena, di ritagliarsi un lasso di tempo così breve per il rigenerazione personale.

Se avete la fortuna di avere del tempo extra, vi consigliamo di sperimentare con l’ascolto della meditazione sonora più volte, in un’unica sessione di ascolto. Questo vi rivelerà i livelli più profondi di nutrimento e rigenerazione, che risiedono nei codici sonori.

Mentre il mondo si addentra ulteriormente in stati caotici e destabilizzanti, è nostra speranza che questa meditazione sonora si dimostrerà un mezzo che vi aiuti a navigare le acque insidiose del cambiamento globale.

Vi inviamo, dal più profondo del nostro Cuore Collettivo, l’impulso per la nuova creazione, nel mezzo della distruzione.

Gli Hathor

2017


PENSIERI E OSSERVAZIONI DI TOM

C’è davvero una magia di trasformazione, in questa meditazione sonora, ma, probabilmente, vi si rivelerà solo se ne fate l’unico oggetto della vostra attenzione mentale. In altre parole: non fate più cose contemporaneamente.

Gli Hathor hanno creato questa meditazione sonora al solo fine di dare al vostro corpo/mente e spirito delle energie ricostituenti.

Sento di dover precisare, nel contesto di questa meditazione, che il termine “spirito” non ha alcuna connotazione religiosa. Anzi, è più legato alle sue origini latine, come nella parola spiritus. Come molti termini derivanti da lingue antiche, la parola spiritus ha vari significati, compreso, in questo caso, respiro, coraggio e vigore. Quando ci sentiamo ispirati da qualcosa, facciamo spesso un respiro profondo – un’espressione fisiologica del rapporto tra il nostro respiro e le emozioni potenti.

Gli Hathor hanno menzionato un rapporto interessante e profondo tra questa meditazione sonora e la rete di luce Biofotonica del corpo. Per chi non ha familiarità con la scienza della Biofotonica, consiglio il lavoro di Fritz-Alfred Popp. Potete trovare ulteriori informazioni sulla Biofotonica, compresi link ad altri documenti, andando nella sezione Articoli del nostro sito web (www.tomkenyon.com) e cliccando su Biophotonics – Class Handout (Dispensa sulla Biofotonica).

http://tomkenyon.com/biophotonics-class-handout

Ci sono davvero molti modi per trovare la vera Rigenerazione. Quest’ultima meditazione sonora degli Hathor è soltanto uno di essi. Se risuona con voi, credo che la sua efficacia sarà una benedizione.

E, se scegliete altre modalità, non importa, purché troviate un mezzo per rinnovarvi a livello psico-spirituale, in questi tempi sempre più difficili.

Qualunque sentiero prendiate verso la Rigenerazione, vi auguro che sia agile e che sia una benedizione per voi, per i vostri cari e per tutti gli esseri senzienti.

Tom Kenyon

 

Nota: Questa Meditazione Sonora è, in realtà, l’estratto revisionato di una Canzone delle Stelle, che gli Hathor cantarono attraverso me, durante un seminario intensivo Hathor del 2015, dal titolo La Spirale dell’Ascensione. La registrazione base di quella meditazione sonora era un brano precedente da me registrato, dal titolo Le Voci di Iona, che compare nel CD Voci da Altri Mondi.

La Meditazione Sonora Rigenerazione

Dopo aver cliccato sul link, arriverete alla pagina Termini e Condizioni della Sezione Ascolto. Dopo aver accettato i termini di Ascolto, avrete libero accesso a un gran numero di meditazioni sonori, lezioni e video. Vi prego di notare che questi file audio e video sono esclusivamente per il vostro utilizzo personale. Sono protetti dal diritto d’autore e non possono essere pubblicati o inseriti in altre creazioni.

Per ascoltare e/o scaricare la Meditazione Sonora Rigenerazione [in inglese "Restoration"] cliccare qui http://tomkenyon.com/restoration-listening

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

LE INVERSIONI DEL POLO MAGNETICO

“Una volta, l’umanità pensava che la Terra fosse piatta. Se cercavate di spiegarla in un altro modo, la gente scuoteva il capo e diceva che eravate pazzi. Poi, Colombo salpò per trovare un “Mondo Nuovo”. Oggi......... molta dell’umanità pensa al Pianeta Terra come a una singola e oggettiva “realtà di massa”. Tutti viviamo qui (condividiamo), e dove la Terra va, vanno anche tutti gli altri. Adesso lo spirito stabilisce che un tale concetto è tanto arcaico e limitato come quando credevamo che la Terra fosse piatta”. (Daniel Jacob)

 

-------------------------------------------------------------------------------------

Miei Cari Amici,

Il Pianeta Terra, come è stato detto in precedenza……… LA GRANDE STAZIONE CENTRALE DI TRASFORMAZIONE……… ha cominciato a spezzarsi in “frammenti” (come ceramica scagliata contro un muro di pietra). Ogni coccio (o frammento) parte per un viaggio che è composto e formato dalle varie anime che desiderano esplorare destinazioni e contesti specifici di realtà che sono appostati lungo il suo itinerario.

L’esperienza di ciò che chiamate “I Tempi Finali”, sarà lasciata alla scelta personale. Non stiamo semplicemente parlando di una selezione dell’ego, sebbene l’ego avrà una certa voce in capitolo. Stiamo parlando, invece, di una “ firma vibratoria”…… l’insegna dell’anima, che desidera raggiungere i livelli successivi della sua esperienza e realizzazione. Quando i viaggi saranno completi, TUTTI saranno soddisfatti, sebbene i dettagli circostanti ogni partenza possano portare un po’ di disagio iniziale, finché non ci si stabilizzi lungo l’itinerario scelto.

 

In ogni universo visto dalla vostra Nave Multidimensionale, c’è un campo magnetico che attrae, nutre e ancora ogni viaggiatore ai copioni della vita che vengono rappresentati in quel contesto di realtà. Ognuno di voi “atterra” esattamente dove ha bisogno di atterrare, e rimane lì fino a quando il proprio campo magnetico si contrappone a ciò che si vede ed è praticato in quell’ambiente. Per capire di più come funziona, potreste voler rivedere la nostra trasmissione “Come si Formano gli Universi” prima di leggere oltre.

Il raggiungimento della Neutralità Vibratoria è il biglietto che vi porta dentro e fuori da ogni universo che è rappresentato lungo il Corridoio Quadridimensionale. Le forze dell’attrazione e della repulsione personale sono il “carburante” che guidano il vostro viaggio. Non vi è alcun “giusto” o “sbagliato” nella vita, tranne ciò che si sceglie di credere. E c’è sempre almeno un universo che onora ogni singola convinzione immaginabile.

UN PO’ DI “AIUTO” DAGLI AMICI

Man mano che per l’umanità si avvicina il momento di imparare una “nuova danza”, spezzando i legami con i vecchi schemi vibratori – il vostro meccanismo interno di guida installa degli aggiornamenti energetici per aiutarvi a passare ai livelli d’esperienza successivi. Questi si stanno manifestando nella forma come “Inversioni del Polo Magnetico”.

Nel loro approccio alla vita, alcune persone sono caratteristicamente “positive”. Così tanto da non riuscire a immaginare come potrebbe essere sperimentare la paura, il dubbio, la tragedia o dipendere da qualcuno. Quando vogliono qualche cosa, vanno a prendersela. Quando sono pronte per il cambiamento, questo avviene. Per loro la vita è una formula 1-2-3, e nessuno riesce a convincerli altrimenti.

Ci sono altri tipi di persone che si muovono da un posto completamente diverso. Per loro, la vita è tutto uno scappare da qualcosa di terribile che sta per succedere. Prosperano con il caos, sono esageratamente non-lineari e la maggior parte del tempo si sentono turbati ……… perché la vita (per loro) non è altro che un continuo attacco da parte di forze clandestine, che operano appena oltre il loro immediato controllo.

Ci rendiamo conto che nel vostro spettro planetario queste descrizioni rappresentano estremi. La maggior parte della gente esiste in mezzo a questi estremi, con variazioni tutte loro. E ovunque le collochiamo su questo grafico, formano un’unica “firma energetica”, che registra chi sono e che cosa sono venuti a esplorare nello spazio 3D.

IL TRASCINAMENTO CON MADRE TERRA

In giorni passati abbiamo parlato di un trascinamento energetico che sta avendo luogo tra il vostro corpo fisico e Madre Terra. State diventando microcosmi del macrocosmo che è il vostro pianeta. Non è letterale, certamente, perché nessun corpo potrebbe sostenerlo tutto. Ma ogni individuo rappresenta un pezzo del puzzle che si incastra comodamente in quell’Intero. E ogni pezzo individuale del puzzle ha un accesso energetico a TUTTI GLI ALTRI pezzi del puzzle. Questo è ciò che vi rende Esseri Olografici.

In ogni universo percettuale, i MOLTI esistono per servire l’UNO, attraverso i riflessi che recano. Non è preciso dire che il mondo vi deve una vita. Ma si può dire che il vostro mondo vi deve un riflesso. E a vostra volta anche voi. Quando sperimentate nuova vita e saggezza, anche tutti gli altri presenti nel vostro mondo cominciano a sperimentarla. A quel punto, gli altri hanno una scelta. Possono scegliere sia di rimanere attaccati alla loro vecchia modalità ed erigere uno scudo, che aprire la propria versione della nuova vita e accelerare insieme a voi.

 

Per il vostro universo percettuale, siete la “Centesima Scimmia”. Come tali, siete gli steward di un prezioso tono trasformativo. Utilizzate quel tono: nei vostri pensieri, nelle vostre azioni, quando avete a che fare con i vostri compagni umani…… perciò tutto e tutti possono osservare la vostra modalità e anche scegliere di funzionare come esseri nuovi. Non è qualcosa che richiede uno sforzo. È semplicemente la COSA SUCCESSIVA che sentiamo vi ritroverete a volere e a fare…… e ci aspettiamo di vederla fluire ovunque abbastanza presto.

Man mano che completate il vostro trascinamento noterete che i campi magnetici della Terra cominceranno a spostarsi e a cambiare – secondo i vostri bisogni di “adattamento” nel pensiero e nell’azione. Ciò che è stato considerato “positivo” in giorni passati, all’improvviso può cominciare a ripugnarvi. E ciò che era visto come “negativo” assume un nuovo splendore – o, forse, vi respinge due volte tanto. Non lasciatevi scuotere da questo. Il TU-niverso sta semplicemente lavorando per adattare il vostro pensiero e distogliere la focalizzazione dall’azione intenzionale e “de-liberante”, e vi sta ri-dirigendo verso qualcosa che fluisce facilmente ed è più naturale. In questo modo, imparate come ci si sente a trovare una “neutralità” energetica. Questo esercizio, di per sé, sta attualmente avendo un potente impatto sulla vostra densità personale.

Più vi spingete o vi forzate a fare qualcosa, più il Campo Magnetico della Terra vi resisterà in quel tentativo. <Vi ricordo, che questo è SOLTANTO per gli esseri che hanno completato il loro trascinamento> Sembrerà che le “mete” scelte si stiano allontanando da voi.

Viceversa, più combattete o vi allontanate da qualcosa, più quell’idea sembrerà darvi la caccia, dovunque andiate. Alcuni scrittori esoterici si riferiscono a questa dinamica come “La Caccia del Cielo”. Nel momento in cui applichiamo il termine, è molto importante rendersi conto che ciò che dà la caccia a una persona non è affatto significativo quanto ciò che la fa correre.

ENERGIA “CAPRICCIOSA”

In giorni a venire, scoprirete che il più efficace mezzo di propulsione attraverso lo Spazio Multiversale si manifesta nella forma di Energia “Capricciosa”. Non vi è mai capitato di stare a casa dal lavoro un giorno, in cui non avevate nessun piano reale, ma avete lasciato che l’energia del momento vi guidasse dove e quando voleva? Non è un modo meraviglioso di vivere? Leggero e Facile. Sembra proprio una lunga vacanza. Questa è la Fonte del Potere Multiversale elementare necessario per spostarsi nello spazio e nel tempo.

In un universo singolo, soprattutto uno che è sovraccaricato dalla Coscienza “Etica del Lavoro”, l’idea dell’operosità, della diligenza e della focalizzazione negli affari è spesso esaltata – mentre qualità come il rilassamento, la spontaneità, la giocosità e la gioia, sono trattati come difetti caratteriali. E così è come deve essere considerato il contesto in cui queste dinamiche vengono esplorate.

Ma VOI, miei Cari Amici NON siete PIÙ prigionieri in universi simili (a meno che non lo troviate piacevole). Siete eredi di un’INFINITÀ di variabilità e possibilità… CITTADINI DEL MULTIVERSO. Invece di funzionare in un’esistenza la cui formula è 1-2-3, adesso avete il potere di saltare da una parte all’altra – dove e quando scegliete di farlo. Ricordate come si spostava il Maestro Gesù quando grandi folle si accalcavano intorno a lui? Egli semplicemente scompariva e si trasferiva ovunque dovesse essere. Puf! In un batter d’occhio. Le folle rimanevano là confuse, e la gente si domandava dove fosse finito.

Se nel Multiverso l’Unità [di misura ndt] Principale di Scambio è la Focalizzazione della Consapevolezza, la Principale Fonte di Potere è il CAPRICCIO. Più è oscuro il nuvolone che vi può circondare in qualche denso universo, più avete bisogno di CAPRICCI per districarvi dalla sua influenza. Il capriccio è l’antidoto per gli impulsi di “lotta o fuga”. È stato introdotto per la prima volta dai Leprechaun [vedi: http://it.wikipedia.org/wiki/Leprechaun] durante l’Era degli Tuatha dé Danann [vedi: http://it.wikipedia.org/wiki/Tuatha_De_Danann]. Come il lavaggio delle patate dolci nella sopraccitata storia della “Centesima Scimmia”, la pratica si è diffusa rapidamente. Dopo poco tempo, tutti gli esseri magici lo usavano con grande esuberanza.

Man mano che le energie si elevano, vi permetterete sempre di più di fare cose “per capriccio” solo per scoprire di aver “colpito il centro” di un bersaglio che non sapevate neanche di star mirando! Poiché non siete dipendenti da un universo di “problemi e duro lavoro” e siete completamente aperti a universi che funzionano per mezzo della magia, dell’amore e della gioia…… le vostre intenzioni transitorie cominciano a scricchiolare e scoppiare con una precisione miracolosa.

Se durante queste giornate molte cariche energeticamente, siete stanchi, a pezzi, o state molto male, è perché…… a qualche livello…… siete ancora “dipendenti” da leggi di “causa ed effetto” che sono state piantate a martellate nella vostra testa quando eravate giovani. E quelle leggi funzionavano, finché l’itinerario della vostra vita era focalizzato sull’inganno del mondo degli affari e vi godevate la vostra Vacanza nella Limitazione. Adesso, però, la vacanza è finita! È tempo di RITORNARE A GIOCARE…… lasciando indietro il duro lavoro e l’infelicità.

Quindi, se cominciate a vivere la vostra vita nella lotta e irritabilità, i Poli Magnetici del vostro Veicolo Planetario resisteranno automaticamente a quello che tentate di fare. Per quanto tentiate, quelle familiari FORZE DELLA VOLONTÀ che arruolate per realizzare le vostre mete smetteranno di funzionare. Non sarà utile neanche tentare di proteggersi da “terrori improvvisi” che potrebbero aspettarvi proprio dietro l’angolo. Un grande esempio di questo è la “Guerra al Terrore” degli USA. Per voi, in che modo funziona, amici miei?

Lasciate che vi prendano. Lasciate che TUTTO vi prenda! Ce n’è un sacco di VOI che girano. Siete così tanto di più di quello che pensate di essere. Non potete essere uccisi, potete soltanto fermarvi e qualsiasi cosa desideriate veramente ottenere si manifesterà in un tempo ragionevolmente breve… finché non usate la modalità “lotta o fuga” per acquisirlo.

Perciò ecco che ce l’avete: L’ULTIMO CAPRICCIO. Siete pronti, Amici Pronti? Pronti a LASCIARE ANDARE TUTTO? Pronti a far sì che la vita ritorni di corsa nelle vostre mani (aperte), portando moltissimi amici con sé per amplificare l’energia? è così che funziona.

Verrà da voi, a poco a poco. L’aspetto del tempo non è altro che illusione. Trattate anche quello con un batter d’occhio e un colpetto al cappello. Se funziona per il “Piccolo Popolo” funzionerà sicuramente anche per quelli grandi.

Siamo sempre qui.

http://www.stazioneceleste.it/recon/Trasmissioni/Trasmissioni.htm

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Come riattivare il pavimento pelvico per aiutare la sessualita', riproduzione, evacuazione

I Benefici del Perineo. Come riattivare il pavimento pelvico nell’uomo e nella donna con 6 tecniche

Il perineo è il centro anatomico ed energetico del pavimento pelvico, situato per ambo i sessi tra l’ano e gli organi genitali, è una piccola regione anatomica che svolge una funzione importantissima.

Il perineo costituisce un punto molto significativo del corpo, oltre ad avere funzione di sostegno, di contenimento e protezione, è legato alle principali funzioni neurovegetative: sessualità, riproduzione, evacuazione ed è anche il luogo delle sensazioni ed emozioni più profonde.

Soprattutto le donne dovrebbero portare attenzione al perineo perché durante la gravidanza può modificarsi profondamente. E’ possibile fare degli esercizi prima della gravidanza per renderlo più elastico e facilitare il parto, ed altri esercizi post-parto per rafforzarlo. Chi ha problemi di incontinenza ed in generale con la vescica (inclusa cistite) potrà avere notevoli miglioramenti prendendosi cura del perineo.

Il perineo è collegato al primo Chakra e corrisponde al nostro radicamento, al senso d’identità e all’autostima. Lavorare su questo muscolo aiuta quindi a migliorare anche la nostra centratura psico-emotiva.

 
Cos’è il perineo?
Il perineo è una sottile fascia di tessuto connettivo, che copre, collega e supporta i muscoli e gli organi della regione pelvica tra i quali il muscolo pubococcigeo, considerato come il muscolo più importante del pavimento pelvico poiché circonda ed organizza tre aperture essenziali: le aperture della vescica, degli organi genitali e del retto.

Può essere utile visualizzare il perineo e il pavimento pelvico come una rete di sicurezza per sostenere gli organi dell’apparato urogenitale. La flessibilità e la forza di questa rete dipendono da una serie di muscoli e legamenti intrecciati nelle pareti pelviche.

Per vari motivi, il perineo può essere sovraccaricato, allentato o strappato, e la rete di sicurezza non può più fornire il giusto supporto, ciò può portare ad una serie di sintomi e problematiche da non sottovalutare.

 
Sintomi di un perineo indebolito
Il pavimento pelvico può essere compromesso quando i suoi muscoli, tendini, legamenti o nervi sono indeboliti. Ciò può avvenire a seguito di diverse circostanze: gravidanza, episiotomia, taglio cesareo, fibromi uterini, fumo, tosse cronica, tensioni intestinali, obesità, dieta scorretta, menopausa, isterectomia… Anche la semplice inattività può portare alla diminuzione del tono, della forza e della flessibilità del pavimento pelvico.

Quando indebolito si possono verificare alcuni dei seguenti sintomi:
Incontinenza urinaria e fecale
Costipazione
Diminuzione della soddisfazione sessuale
Rapporti sessuali dolorosi
Mestruazioni dolorose
Incapacità di raggiungere l’orgasmo
Cedimento o prolasso dell’utero, della vescica o del retto
Dolori addominali
Quando accade qualcosa di grave al pavimento pelvico, come una rottura del perineo o un prolasso, le opzioni diventano più limitate, ma se ci prendiamo cura del nostro perineo abbiamo maggiori probabilità di evitare lacerazioni, prolassi ed interventi chirurgici.

Come riattivare il perineo? 6 Metodi per il benessere del pavimento pelvico
1. Esercizi di Kegel. Il Dott. Arnold Kegel alla fine degli anni ‘40 ha scoperto che si possono rinforzare e tonificare gli importanti muscoli del pavimento pelvico. I suoi esercizi sono stati appositamente studiati per la tonificazione e la salute della zona del perineo. Abbiamo descritto una guida pratica su come eseguire gli esercizi di Kegel nell’articolo Gli Esercizi di Kegel per migliorare la vita sessuale e molto altro.

2. Yoga. Lo Yoga offre molte posizioni specifiche per rinforzare il pavimento pelvico, in particolare il Mula bandha. Mula significa “radice”, “sostegno” e bandha significa “blocco” o “chiusura”. Mula bandha è spesso descritto come una contrazione interna che coinvolge il perineo. Gli yogi utilizzano questo tipo di pratica per stimolare ed energizzare i nervi pelvici, il sistema genitale, il sistema endocrino, e il sistema escretore. Il pavimento pelvico è energicamente legato al primo chakra, il chakra della radice, noto come il nostro “centro energetico primordiale”, rappresentato dal colore rosso è chiamato muladhara, è connesso alla nostra energia propriamente terrena, rappresenta lo scambio con le energie e le risorse terrene ed è legato al nostro sostegno.

3. Dieta bilanciata. Una dieta ricca di proteine e bassi livelli di alimenti trasformati aiuta a sviluppare e mantenere il tono muscolare. Specialmente se avete una cicatrice perineale o se siete state sottoposte ad episiotomia, abbondanti proteine nella vostra dieta aiuteranno i muscoli e i tessuti del pavimento pelvico a guarire più rapidamente. Una dieta sana può anche aiutarti a mantenere un peso sano, che proteggerà il tuo pavimento pelvico dallo stress continuo di dover sostenere un peso maggiore di quello per cui è stato progettato.

4. Riabilitazione perineale. La chinesiterapia pelvi-perineale con un professionista, che può includere massaggi esterni ed interni, allenamenti specifici, rafforzamento ed esercizi domestici per aumentare la tonicità dei muscoli pelvici è una fisioterapia specifica che può essere estremamente utile per ripristinare perineo e pavimento pelvico con disfunzioni anche gravi.

5. Bagni derivativi. Una tecnica antichissima formalizzata dal medico tedesco Louis Kuhne, consiste nel praticare sciacqui di acqua fredda direttamente sul perineo. I bagni derivativi si possono effettuare con acqua fresca (direttamente nel bidet o nella vasca da bagno) oppure con apposite poche refrigerate. Questa tecnica è molto efficace, agisce sul tessuto connettivo coinvolgendo direttamente il perineo, riattivandone le sue molteplici vitali funzioni.

6. Massaggio perineale nelle donne. Il massaggio perineale consiste nel massaggiare direttamente il perineo. Il massaggio perineale è una tecnica che aiuta la riconnessione con gli importanti muscoli del pavimento pelvico, aumenta la circolazione del pavimento pelvico e lo rende più elastico e tonico. Il massaggio perineale viene fatto per allungare e aumentare la flessibilità del perineo, molto utile in gravidanza per preparare il corpo della donna al parto, è dimostrato che aiuta a minimizzare i traumi perineali durante il travaglio, utilissimo per evitare l’episiotomia (incisione perineale) secondo l’Organizzazione mondiale della sanità la quale può aumentare il rischio di danni perineali e l’insorgere di complicazioni. Il massaggio perineale prevede la lubrificazione dei pollici ed il loro inserimento nella vagina, esercitando una pressione verso il basso nella la parte posteriore della colonna vertebrale. L’elasticità aumenta con la pratica e il pavimento pelvico diventa sempre più flessibile. Può essere eseguito non solo in gravidanza ma da qualsiasi donna che cerca di migliorare la flessibilità del pavimento pelvico.

Benefici di un perineo sano
1. Favorisce una buona sessualità. Il pavimento pelvico è chiamato da alcuni come l’insieme dei “muscoli dell’amore”, Questo perché i muscoli del pavimento pelvico abbracciano i nostri organi genitali, di conseguenza un buon funzionamento di tali muscoli porterà benefici alle prestazioni sessuali e alla soddisfazione sessuale. La tonicità del pavimento pelvico aumenta e favorisce la stimolazione femminile durante il rapporto sessuale, grazie dell’aumentato flusso di sangue, della sensibilità nervosa e della circolazione nell’area che determina una maggiore sensibilità al contatto. Le donne con muscoli vaginali forti ottengono migliori, più lunghi e più intensi orgasmi.

2. Previene incontinenza e prolassi. Durante la menopausa, le donne possono avere una diminuzione dell’estrogeno. La caduta estrogenica tipica della menopausa può provocare l’indebolimento dei muscoli pelvici e del tessuto connettivo. Questo può diminuire il tono e l’elasticità dei tessuti del pavimento pelvico, provocando incontinenza e prolassi (sia vescicali che uterini).

3. Previene le emorroidi. Migliorando la circolazione nella zona sacrale si favorisce la prevenzione e la cura delle emorroidi, anche croniche, evitando così quando possibile di ricorrere alla chirurgia.

4. Migliora la postura. Un buon funzionamento muscolare del pavimento pelvico è implicato nella nostra corretta postura, un’insufficienza muscolare del pavimento pelvico come conseguenza può determinare squilibri posturali e dolori lombari.

5. Aiuta la gravidanza. Il massaggio perineale aiuta a sostenere il parto prevenendo il taglio del perineo e le derivanti complicazioni. Inoltre, aumentando la forza e la tonicità dei muscoli connessi alla vagina si facilita il travaglio e la nascita naturale del bambino.

6. Contrasta lo stress. Durante i periodi di stress e cambiamento il pavimento pelvico sopporta molto peso ed è sottoposto ad uno sforzo continuo. Rafforzare questa nostra rete di sicurezza può aiutare oltre che fisicamente anche emotivamente, favorendo apertura e cambiamento.

L’importanza del perineo e del pavimento pelvico nel nostro benessere fisico e mentale è poco conosciuta. Se, sulla base delle informazioni fornite in questo articolo, si ritiene di avere un perineo indebolito è importante prendersene cura e vedere se i sintomi negativi scompaiono.

https://www.dionidream.com/perineo/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli