Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Categoria: "Scoperte"

HUMAN DESIGN

HUMAN DESIGN
Human Design é uno strumento relativamente nuovo, un originale e potente sistema di conoscenze che combina saggezza antica e scienza moderna.

Questo sistema fornisce non solo una chiave per capire la vita umana di per sé, ma soprattutto, una conoscenza specifica della meccanica di ogni singolo individuo, incluso tutto ciò che riguarda la salute, la psicologia personale, i talenti, oltre alle vulnerabilità ed i doni particolari che lo contraddistinguono come individuo unico.

Le origini del sistema di Human Design risalgono al gennaio del 1987 quando Ra Uru Hu, canadese di origine, ricevette la struttura di questa conoscenza. Dopo un periodo d’investigazione empirica con il proprio Disegno, Ra si decise a rendere pubblico il Sistema nel 1992. Da quel momento e con l’evolversi dell’espansione di Human Design nel mondo, questa conoscenza si è sviluppata fino a divenire un logico e completo strumento operativo con svariate applicazioni pratiche.

Nel settore pubblico, terapeuti, psicologi e counsellor sia di medicina ufficiale sia di medicina alternativa lo stanno già utilizzando con successo. E’ inoltre iniziata l’applicazione di questo sistema nel campo delle consulenze finanziarie per grandi aziende.

Gli esperimenti condotti statisticamente hanno definito Human Design System come uno strumento valido (con un 99% di probabilità) per lo studio e la comprensione della specie umana. Parallelamente alla fase di ricerca è cresciuta la necessità di creare infrastrutture professionali capaci di rispondere alle domande dei clienti, degli studenti e dei professionisti di questo Sistema.

Quattro tipi di disegno
I quattro Tipi
Applicando la strategia adatta si riduce questa sensazione di disagio.

Nonostante le varianti individuali siano praticamente infinite, visto nel suo insieme, ci sono solo quattro tipi di disegno, così come ci sono solo quattro gruppi sanguigni. Questi tipi sono chiamati:

Manifestatore
Generatore
Proiettore
Riflettore

I primi due sono tipi energetici mentre i secondi sono tipi non-energetici.
Ad ogni tipo è associata una strategia semplice da comprendere.

In accordo con il Sistema, quando non si agisce in linea con la propria strategia specifica, s’incontra resistenza. Con il tempo questo debilita e crea un sentimento di sfiducia nei confronti della vita.

Applicando la strategia corrispondente al proprio tipo si elimina questa resistenza inappropriata e si rafforzano le possibilità di mantenersi sani.

Ogni tipo soffre inoltre di una particolare sensazione negativa predominante, come risultato dell’incontro con continue resistenze a causa dell’aver vissuto in disaccordo con il proprio Disegno.

Essere energetico

Il Manifestatore
Una minoranza della popolazione (circa 8%) sono Manifestatori.
I Manifestatori sono puri esseri energetici.

Sono specificatamente disegnati per non essere controllati e sono i veri ed unici iniziatori. Dispongono della loro energia con una autonomia totale.
Hanno un centro motore connesso alla gola e questo gli permette di manifestare per proprio conto e rischio, senza nessuna necessità reale di raggiungere il consenso degli altri. Da bambini non informano o chiedono permesso per fare ciò di cui hanno voglia, è questo li porta spesso ad essere puniti e castigati, creando la base della loro rabbia. Il bambino Manifestatore si sente ingiustamente trattato, quando gli si nega irrazionalmente il permesso per manifestare gli impulsi che nascono nel suo interno. Si sente represso e condannato senza capire quello che gli sta succedendo. Il Manifestatore impara così a non chiedere mai nulla e ha non fidarsi di nessuno, in modo da assicurarsi che nessuno abbia la possibilità di negargli niente.

Ogni tipo incontra nella comprensione della propria meccanica naturale una strategia vitale con la quale rompere il circolo vizioso del programma condizionante acquisito. Ai bambini Manifestatori bisogna insegnare a chiedere il permesso e, al tempo stesso, assicurarsi di non negare mai niente senza dare ragioni obiettive o spiegazioni. Da adulti la loro strategia passa da chiedere il permesso a: Informare gli altri prima di agire… I Manifestatori, devono informare gli altri delle loro intenzioni prima di agire. Entrando in azione senza informare prima, incontrano resistenza perchè le persone coinvolte nelle loro vite si sentono ignorate, non si sentono tenute in considerazione e vivono l’autonomia del Manifestatore come una minaccia.

Informando, i Manifestatori eliminano la resistenza degli altri che finalmente riconoscono la considerazione dimostrata per loro. Eliminando la resistenza si evitano gli attacchi di rabbia tipici dei manifestatori.
Come tutti i tipi, una volta compresa la semplice legge che governa la loro natura, la vita improvvisamente diventa molto più semplice.

Sensazione negativa predominante: Rabbia.
Strategia: Informare prima di agire.


Essere energetico
Il Generatore

Il secondo dei tipi energetici è il Generatore.
La maggior parte della popolazione (circa 70%) appartiene a questo tipo.
I Generatori sono disegnati per rispondere alla vita.

Al contrario dei Manifestatori, non hanno idea di dove stanno andando fino a quando non rispondono. Per questo devono aspettare che la vita inizi per prima. Il tema dei Generatori è la frustrazione. Anche la frustrazione dei Generatori affonda le radici nell’infanzia. Il bambino Generatore ha bisogno di essere informato delle possibilità attuabili, cosi da poter rispondere a quella che meglio si adatta alla sua natura.

I Generatori sanno cosa è adeguato o giusto per loro attraverso la risposta a qualcosa. La loro risposta proviene dal profondo, dall’addome. E’ sacrale, ovarica o testicolare, è una risposta tonale e spesso si manifesta attraverso dei suoni non verbali: “mm..mm”, “haaaa”,”unun”, “ahunh”. Attraverso mugugni, gemiti, sbuffi, interminabili sfumature con le quali l’energia sacrale (fonte di vita) acconsente o dissente a qualsiasi proposta concreta che riceve.

La frustrazione dei Generatori proviene dal fatto che invece di ricevere proposte o scelte, fin da piccoli, sono stati spesso comandati da altri e forzati ad essere “come bisogna essere”. Questo insano condizionamento si converte in un costante schiacciare sé stessi che porta i Generatori a vivere nello stretto compimento del proprio dovere con gli altri e con il mondo, privandoli dell’opportunità di affrontare la loro vera responsabilità: l’abilità di rispondere a tutto ciò che la vita offre, attraverso la propria autorità interiore. La strategia vitale attraverso la quale un Generatore può rompere la schiavitù del circolo vizioso della frustrazione è quella di rinunciare a perseguire qualunque tipo di obiettivo, per idealistico o seduttore che sembri, e dedicarsi invece a veder arrivare le opportunità concrete che la vita ha in serbo per lui. Partendo da questa ricettività, i Generatori hanno l’opportunità di vedere le cose per come sono realmente e di rispondere ad esse in modo naturale. Se insistono ad iniziare, si compromettono spesso nelle cose sbagliate che poi abbandonano frustrati. Incontrano molta resistenza quando iniziano. Quando invece un Generatore si implica con qualcosa in risposta dal suo centro sacrale, nessun ostacolo può impedirgli di avanzare e non ci sono avversità che lo possono frustrare. Il suo avanzare diviene lento e inesorabile come la vita stessa.

Tutti i Generatori hanno dentro il seme della vita e nessuno deve mai imporgli dove piantarlo, visto che questa è precisamente la loro specialità. Il Generatore, le cui condizioni sono rispettate, è un essere fertile e benefico per tutto il suo intorno. Uno specialista e maestro della sua personale esperienza di vita.

Esistono due tipi di generatori; Generatori Puri e Generatori Manifestantii. La differenza fra i due consiste principalmente nella velocità e capacità di azione dopo aver risposto a qualcosa. I generatori manifestanti sono capacitati ad agire in modo immediato dopo aver risposto. Generatori Puri Sensazione negativa predominante: Frustrazione. Strategia: Aspettare una situazione che richiede una risposta.

Non iniziare. Aspettare la chiarezza necessaria prima di rispondere.

GENERATORI MANIFESTANTI

Sono Generatori con alcune capacità da Manifestatori, possiedono infinite risorse di energia e amore per poter essere in sintonia con la vita. La grande sfida che devono affrontare è quella di imparare che il loro vero potere risiede nell’aspettare che le opportunità arrivino e non in cercare di farle succedere. Se cercano attivamente di raggiungere i loro sogni o propositi incontrano solo resistenza e dolore. Quando si rilassano la loro vita diventa poesia in movimento.

Sensazione negativa predominante: frustrazione in combinata a rabbia.
Strategia: Aspettare una situazione che richiede una risposta. Non iniziare.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Essere energetico

Il Riflettore
I Riflettori (meno del 2% della popolazione) sono i più aperti alle influenze esterne e planetarie.

I Riflettori non hanno niente di definito nella loro natura a cui fare riferimento, (nessuno dei 9 centri è colorato) e perciò l’adattabilità e l’ ambiguità verso il mondo esterno sono per loro due caratteristiche inevitabili. Il tema che sempre si riscontra nelle loro vite è la disillusione con tutto. Al momento della nascita i Riflettori sono aperti a tutto, e tutto gli provoca la stessa eccitazione e lo stesso sgomento, ma parallelamente alla loro crescita, il tutto incomincia a dividersi in più e più parti, lasciandoli delusi. Il Riflettore incarna l’identità della nostra comunità essendone il più fedele riflesso. Sono aperti al mondo in tutti i sensi, ed accolgono gli altri in profondità.

I Riflettori possono essere seriamente turbati dalla mancanza d’auto-conoscenza o da condizioni avverse, ma allo stesso tempo possono diventare molto saggi se capiscono le loro aperture e come viverle. I tipi non-energetici hanno bisogno, e cercano stabilità, nell’intorno sociale. Di conseguenza le decisioni più importanti della loro vita gravano intorno alla scelta dei compagni di viaggio.

Nessuno percepisce con tanta nitidezza la natura di quello che ha intorno come un Riflettore. L’unico requisito per fare in modo che la sua chiarezza sia obiettiva è quello di lasciar maturare le decisioni il tempo sufficiente perché siano filtrate da tutti i livelli della sua vita. Il ciclo lunare di 28 giorni si ripete 13 volte l’anno con una sequenza fissa, convertendosi nel referente più solido di un Riflettore per prendere decisioni che rispettano l’integrità della sua individualità. Il libro delle effemeridi grafiche del Rave serve come un calendario personale con il quale il Riflettore si può ubicare in ogni fase del ciclo mensile. I Riflettori possono essere i più saggi di tutti, dato che un corpo celeste, la luna, governa direttamente i ritmi della loro vita. Ma se non conoscono profondamente se stessi e non capiscono come funziona il proprio Disegno, possono sentirsi profondamente persi, sopraffatti, e tremendamente delusi dalla vita.

I Riflettori hanno bisogno di studiare in modo approfondito il proprio Disegno e il Sistema dell’Human Design per applicare con successo la propria strategia.

Sensazione negativa predominante: Delusione.
Strategia: Aspettare il ciclo della luna (28 giorni) prima di prendere una decisione importante

Essere energetico

Il Proiettore
I tipi non-energetici hanno un problema opposto ai primi due.

I primi due finiscono per essere vittime del proprio potere personale, quando non lo sanno usare in modo appropriato. Il problema del Proiettore e del Riflettore non è mai il potere che hanno ma quello di cui sono sprovvisti. I Proiettori (21% della popolazione) sono persone con il dono specifico di guidare e dirigere le energie altrui ma solo una volta che gli altri riconoscono questa loro abilità unica. Il Proiettore non si arrabbia né si frustra. Il suo tema è l’amarezza ed il risentimento causato dalla mancanza di riconoscimento con il quale è stato trattato e spesso, anche il sentimento di vittimismo che lo sommerge nel circolo vizioso del dover essere riconosciuto dagli altri.

Il bambino Proiettore nasce con ancor meno autonomia del generatore. Richiede attenzione costante ed ha bisogno che gli siano mostrate, e che lo si inviti, alle dolcezze del mondo e della vita. Da bambino è cosciente della sua fragilità nell’interazione con il mondo e della necessità di armonia nel suo ambiente. Per preservare l’armonia e la sicurezza che ha bisogno di ricevere dall’ambiente, il Proiettore costruisce intorno a sé un tessuto sociale che determina il suo modo di funzionare nel mondo. Ricerca la costanza ma la sicurezza e l’armonia si tramutano in un risentimento che gli avvelena il sangue ogni qualvolta qualcuno fraintende o ignora i suoi attributi naturali.

Proiettore
L’amarezza dei Proiettori non si deve al fatto che non sono riconosciuti, ma al fatto che non sono riconosciuti per quelli che sono i loro attributi naturali. L’amarezza del Proiettore è simile a quella del padrone di un negozio di ferramenta nel quale tutti entrano solo per chiedere articoli appartenenti ad altri tipi di commercio. Per evitare che un Proiettore si sbagli al momento di selezionare il tessuto sociale che andrà a configurare il suo intorno, la sua strategia vitale è quella di aspettare di sentirsi formalmente invitato. Di conseguenza tutto ciò che è nuovo gli deve arrivare per mano di altri sotto forma di un invito formale. Se è un invito genuino il Proiettore si sentirà libero di accettarlo o declinarlo con sicurezza, dato che si sente riconosciuto per ciò che è. In un intorno nel quale i suoi attributi naturali sono riconosciuti, il Proiettore da il meglio di sé, compattando e coordinando quell’ambiente sociale, ed ottimizzando, come guida, il dispiego della forza energetica dei Manifestatori e dei Generatori. La strategia vitale che permette al Proiettore di poter rompere il circolo vizioso del risentimento e della amarezza, è quella di aspettare di sentirsi invitato (mai obbligato) in qualsiasi decisione che deve prendere. La scelta della professione, le relazioni amorose, il posto dove vivere, devono essere frutto della risposta ad un qualche invito formulato da qualcuno che riconosce il Proiettore per i veri suoi attributi naturali. I Proiettori hanno bisogno di una conoscenza più approfondita del proprio Disegno rispetto ai Manifestatori e ai Generatori per poter utilizzare la propria strategia e distinguere quale invito sia il più idoneo per loro.

Senza riconoscimento sono senza potere. Una volta riconosciuti, possono raggiungere qualsiasi cosa, riuscendo finalmente ad accedere al proprio potenziale reale. Se tentano di agire o partecipare a qualcosa senza un invito, incontrano solo resistenza.

Sensazione negativa predominante: Amarezza.
Strategia: Aspettare un invito speciale per la carriera, il matrimonio, l’amore, la famiglia, etc.

Non iniziare o inseguire qualcosa.


https://humandesignitalia.it/i-quattro-tipi/
🌟
Il Human Design System

è un sistema logico, mistico nelle sue origini. Nel Gennaio del 1987 un uomo, Ra Uru Hu, visse un'esperienza mistica nel corso della quale fu istruito sulla natura meccanica dell'universo e sulla vita nel nostro pianeta.

Il Human Design System incorpora parte di questa conoscenza. Il nucleo del Sistema è una particella sub-atomica che gli scienziati chiamano Neutrino. Nel 1987, anche se a Ra fu rivelato durante il citato incontro mistico, non era ancora stato provato che questa minuscola particella sia composta sia da energia che da massa.

Oltre tre trilioni di Neutrini passano attraverso ogni centimetro quadrato del nostro corpo, ogni secondo, portandoci informazioni riguardo ad ogni cosa che hanno precedentemente penetrato e raccogliendo informazioni su di noi.

CHE TIPO DI HUMAN DESIGN ABBIAMO?

Il nostro codice
La tua verità basica
All’interno di noi stessi esiste un codice che determina quello che siamo ed il modo con il quale interagiamo con il mondo esterno. Equivalente ad un codice genetico della personalità, è la nostra impronta originale, irripetibile ed inconfondibile, è il nostro Disegno individuale.

Human Design può essere specifico quanto la tua personale formula genetica. Human Design si basa su di un sistema che decodifica l’impronta registrata nei geni al momento della nascita, svelando così le meccaniche comportamentali coscienti ed incoscienti.

I Centri rappresentano la mente, le emozioni, il cuore, l’istinto, l’adrenalina, l’ego e svelano i modelli ed i ritmi che governano la nostra vita.
Il Grafico può essere usato come una “mappa,” per riconoscere i meccanismi basici che operano nella nostra vita.

Human Design non è un sistema per credenti. È un sistema adatto a persone che vogliono avere una mappa orientativa per sperimentare personalmente, piuttosto che seguire come un atto di fede la parola di un altro.

È un potente strumento d’auto-conoscenza che permette di essere la guida di se stessi.

Con l’uso di tecnologia informatica e di un sistema binario estratto dall’I-CHING della tradizione cinese, i dati di nascita sono filtratida una matrice universale ( o ruota degli esagrammi). Quello che emerge è una sequenza di numeri che è poi trasferita ad una mappa del corpo conosciuta come Corpo Grafico del Rave; uno schema formato da nove Centri.

Come iniziare
Anche se HDS è un potente strumento di comprensione della vita umana in generale, si utilizza al meglio il suo potenziale pratico quando si usa per analizzare la propria vita a qualsiasi livello.
Osserva cosa succede, quando non segui la tua strategia. Molte persone notano una profonda differenza già solo osservando questo semplice processo. Per qualcuno seguire la strategia è abbastanza per cambiare la qualità della propria vita. Altri vogliono sapere di più riguardo al proprio disegno personale.

https://humandesignitalia.it/benvenuti/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Il ruolo dei mitocondri nell'agopuntura i punti dell'agopuntura cosa sono in questa ottica?

Il ruolo dei mitocondri nell’agopuntura è una delle vostre scoperte…i punti dell'agopuntura cosa sono in questa ottica?

INTERVISTA AL DOTTOR FABIO BURIGANA

Ho studiato a lungo i mitocondri, hanno tantissime funzioni. Non li si deve immaginare solo nel ruolo di produttori di ATP, ma come grandi regolatori dell’espressione genica, della vita della cellula. Noi abbiamo trovato, inoltre, un’altra funzione. Il gruppo internazionale Water, il direttore è Pollack, riunisce diversi specialisti, biologici, fisici, e lavora un caro amico, Roberto Germano, fisico dell’acqua.

Roberto alcuni anni fa mi ha fatto conoscere un lavoro del 2019 di un ricercatore cinese di questo Gruppo, pubblicato su Free Radical Research. In questo esperimento è andato a marcare i Ros, i radicali liberi, prodotti durante la fosforilazione ossidativa, quando c’è la formazione dell’Atp a livello delle creste dei mitocondri.
Ha visto che questi Ros si formavano nelle zone di maggiore attività metabolica, ma andavano a finire nei punti di agopuntura.

Che implicazioni ha questo studio?

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Con altri amici fisici abbiamo capito che i Ros non sono altro che i trasportatori degli elettroni attivati. Durante la fosforilazione ossidativa, che è un passaggio degli elettroni a diversi livelli di energia, questi passano da un complesso proteico all’altro. Alla fine, dalla molecola di glucosio si arriva alla formazione dell’Atp: in questo passaggio, da una parte abbiamo la liberazione dei protoni e dall’altra lo scorrere di elettroni.

L’ipotesi che facciamo noi, supportata da diversi esperimenti, è che organi diversi danno a questi elettroni vibrazioni diverse. Gli elettroni che escono dai mitocondri dello stomaco hanno oscillazioni diverse da quelli che escono dai mitocondri della vescica, per esempio. Una volta che escono, per un fenomeno probabilmente di risonanza, vanno a finire nei punti di agopuntura della medicina tradizionale cinese.

Cosa sono allora i punti di agopuntura?
Probabilmente sono modulatori di frequenza, a seconda dei punti dove vanno a finire questi elettroni ricevono frequenze di altro tipo. Dopo vanno a finire in tutto il corpo anche per un fenomeno di entanglement. Vanno nell’acqua e le danno vibrazioni particolari per facilitare le particolari reazioni biochimiche. Un problema energetico non è più cosa vaga, ma frequenza specifica degli elettroni che provengono dai mitocondri di un organo particolare.


https://www.medicinaintegratanews.it/biodinamica-una-nuova-visione-della-fisiologia-e-della-fisiopatologia/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Biodinamica Biochimica MERIDIANI CINESI, MOLECOLE DELL'ACQUA

Biodinamica, una nuova visione della fisiologia e della fisiopatologia

Fabio Burigana, medico gastroenterologo, racconta studi ed esperimenti condotti come presidente di AMeC che possono dare nuovo spessore alle medicine energetiche

Fabio Burigana, medico gastroenterologo, da tempo si occupa e pratica le medicine non convenzionali.

Siamo agli inizi, ai fondamenti della medicina energetica. Queste cose possono essere il substrato di una base della medicina fondata sulla teoria quantistica dei campi, che abbracci l’omeopatia,l'agopuntura cinese e tutte le terapie energetiche REIKI compreso e la medicina tradizionale cinese. Naturalmente la medicina convenzionale non va certo buttata via, ci sono cose che funzionano molto bene.

Stiamo entrano in una nuova fase?
Cerchiamo di fare una rete, ma i clinici non hanno grande interesse: difficilmente intraprendono strade nuove sia nel convenzionale sia nel non convenzionale.

MERIDIANI CINESI, MOLECOLE DELL'ACQUA
BIOCHIMICA E BIODINAMICA

I punti dei meridiani di agopuntura, sulla base delle ricerche effettuate, sarebbero zone di modulazione delle oscillazioni degli elettroni che originano a livello dei mitocondri dei diversi organi.

Le molecole si incontrano grazie al ruolo mediatore dell’acqua su un sottofondo elettromagnetico: dalla biochimica alla biodinamica. Gli elettroni attivati nei mitocondri e modulati nei punti di agopuntura, dunque, grazie alla fisica dell’acqua, attivano particolari vie metaboliche cellulari.

Alterazioni delle oscillazioni elettroniche si ripercuotono in alterazioni biochimiche e dunque in situazioni patologiche. Se viene invertito lo spin dell’elettrone, che può essere valutato come sensibilità a un campo magnetico debole, siamo di fronte a situazioni patologiche più serie.

Studi ventennali sperimentali che hanno portato a una nuova visione della fisiologia:
“Siamo agli albori di una nuova fisiologia del rapporto corpo e mente” ha detto intervenendo al secondo convegno di biofisica informazionale, è corretto?

Le implicazioni sono tante, è un campo nuovo, non esistono altri gruppi che si occupano di aspetti di questo genere. Dal grosso lavoro svolto coi pazienti tumorali, la prima cosa di cui mi ero accorto era la diversa sensibilità al campo magnetico di questi pazienti.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

A partire da questo fenomeno, basandomi sugli studi dell’acqua di Emilio Del Giudice, abbiamo realizzato un modello fisiopatologico, non più solo biochimico, ma elettromagnetico biochimico.

L’80% delle reazioni biochimiche che conosciamo deriva dal gruppo di Albert Szent-Györgyi, scienziato ungherese naturalizzato americano, Premio Nobel per la Fisiologia e Medicina nel 1937, uno dei padri della biochimica. A lui dobbiamo un concetto essenziale: conosciamo la maggior parte delle reazioni biochimiche che avvengono nel corpo, cosa fondamentale per la farmacologia, ma non sappiamo cosa esattamente succede in vivo. Le reazioni avvengono a livello biochimico per termodinamica o diffusione, dice la teoria classica. Györgyi sostiene che le cose non possono stare così: ogni molecola nel vivente incontra esattamente la molecola precisa e miliardi di reazioni avvengono contemporaneamente senza sbagliare un colpo (a parte qualcuno, ma questo significa malattia o morte).

Qual è, dunque, il segreto?

Györgyi lo dice: è la natura oscillatoria delle molecole. Il campo è complesso e vastissimo e meriterebbe un volume. Ogni molecola ha una sua vibrazione, le molecole che hanno oscillazioni simili in un certo range, con una certa frequenza, tendono a incontrarsi.

L’acqua fa da grande mediatrice in questo incontro grazie ai suoi elettroni che oscillano pure a certe frequenze. Sono elettroni “quasi liberi”, come nei metalli, quelli dell’acqua presente nei tessuti organici.

È acqua “attivata”, di cui parla Gerald Pollack nella Quarta fase dell’acqua, che si sposa con le teorie di Del Giudice. Questa ha una serie di caratteristiche fisico-chimiche, Pollack la chiama EZ (Exclusive Zone Water). Questi elettroni quasi liberi hanno oscillazioni differenti e sono quelle che attraggono o respingono certe molecole per far sì che si incontrino o non si incontrino.

Montagnier ha ricostruito delle molecole del Dna di una clamidia, nucleotidi eccetera, dando il segnale elettromagnetico nell’acqua.

Era la dimostrazione che quando si parla di energia si riferisce a qualcosa di molto preciso: frequenze specifiche che avvicinano o allontanano le molecole, facendo sì che si formino o meno dei legami chimici.

Questo l’aveva intuito Györgyi: dietro la biochimica c’è l’elettromagnetismo dell’acqua Purtroppo non aveva ancora le conoscenze fisiche per dimostrarlo. Per esempio certe considerazioni dello spin elettronico: bisogna entrare nella fisica quantistica dei campi. La nostra fortuna è quella di collaborare con fisici che se ne occupano.



https://www.medicinaintegratanews.it/biodinamica-una-nuova-visione-della-fisiologia-e-della-fisiopatologia/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

I ritorni dell'etere e dell'armonia

I ritorni dell'etere e dell'armonia 

Perché i venti di guerra crescono? Perché stanno emergendo le prove che qualsiasi potere è impotente, incapace di spiegare i profondi cambiamenti in atto e di comprendere il ruolo della Vita, la Forza che sta risvegliando la coscienza dell’uomo.

Mentre il mondo sembra prepararsi a una guerra mondiale o a una catastrofe totale, eventi imprevisti appaiono in cielo e in terra e dimostrano un fatto poco noto: il “sapere” non sa spiegarli e perciò si comporta come la volpe con l’uva, li considera insignificanti. Invece hanno profondi effetti sul corpo e la mente di chi sente gli inganni di un “potere” impotente a garantire benessere e giustizia per tutti. Gli eventi non sono trascurabili, anche se i media li citano di sfuggita.

Uno è l’evidenza della massiccia energia oscura, circa il 70 per cento dell’universo, secondo le Scienze dello Spazio; è energia che pullula dal “vuoto” ed è usata dalla porzione più cospicua del nostro cervello – la materia bianca – che è sede della coscienza per le neuroscienze.

Un altro evento ignorato è la rivelazione del Web Cosmico ovvero dei fili invisibili che legano le rotazioni di milioni di galassie e svelano l’istantanea coerenza dei movimenti, “distanti” milioni di anni luce.
“Credere alle categorie di spazio e di tempo è stupidità manifesta”, diceva Giordano Bruno che invitava a usare la Mente Superiore (materia bianca) sensibile all’infinito e non solo quella minore (materia grigia) credente alla solitudine della Terra su cui l’umanità, piena di limiti è “costretta” a “lavorare con il sudore della fronte” per… sopravvivere.

Il Web e l’energia oscura smentiscono tutti i limiti e svelano il ruolo cruciale delle rotazioni, i moti che generano i tempi e svelano la tirannia di cui siamo schiavi. E’ il nostro stesso credo in un unico tempo lineare, simile a un “dio” misterioso in base al quale si calcola tutto, l’evoluzione dell’universo, i profitti per pochi e i debiti per tanti.
Energia oscura e Web Cosmico smentiscono tutti i limiti.

Una prima prova del Web c’è stata nel 1954, a Parigi. Maurice Allais aveva osservato i moti di un pendolo di Foucault, per 30 giorni e notti consecutivi. Si sa che il piano di oscillazione di questo pendolo è legato alla rotazione della Terra. Nell’emisfero Nord gira in senso orario e, alla latitudine di Parigi, fa un giro completo in 32 ore. In quei 30 giorni c’era un’eclisse solare che, per la fisica nota, non avrebbe avuto effetti. Invece, appena iniziata l’eclisse, il piano di oscillazione del pendolo fece una brusca svolta di 13,5° e il suo moto da orario divenne antiorario e tornò orario solo alla fine dell’eclisse.

La terra si era comportata come un*Back clock* (un orologio che va indietro). Il fenomeno fu osservato anche nell’eclisse dell’11 agosto 1999 dalla NASA e in quella del 26 gennaio 2009, da due postazioni distinte in Ucraina e Romania .
L’inversione del tempo – il back clock – non è quindi la favola di Alice nel Paese delle Meraviglie; è osservata durante le eclissi in cielo ed è una tecnica usata a terra (in ottica e con gli ultrasuoni); è anche l’abilità umana a realizzare progetti e a soddisfare il grande bisogno: un mondo ricco di gioia, prosperità e benessere per tutti. Non è un sogno perduto, bensì il credo pressoché globale nella “separazione della luce dalle tenebre” che vale per le sonde spaziali (fi e non per il cervello umano. Nelle nostre teste c’è una segregazione della materia grigia, la neo-corteccia che usa la luceelettromagnetica e ha, tuttavia, molte connessioni con la materia bianca che usa le “tenebre” ovvero l’energia oscura .

I due generi di materia organica – grigia e bianca – sono collegati anche lungo la colonna vertebrale fino ai genitali, potrebbero unire eros ed emozioni se… il cervello emozionale non fosse paralizzato .

Ben sappiamo che le emozioni si manifestano a momenti cruciali, in alcuni casi, simili in tutta la storia conosciuta e… discontinui. Le religioni hanno diviso le emozioni tra vizi e virtù e le hanno unite tutte a una paura costante:
– il terribile giudizio di “Dio” o peggio ancora quello dei suoi presunti “rappresentanti”;
– i nemici da combattere e i pericoli da temere,
– i limiti dell’uomo e quelli delle risorse.
Il bisogno di accaparrare le risorse è la causa vera delle guerre, svolte ipocritamente in “nome di dio” o di una “libertà” concessa ai mercati e non ai popoli.

La scienza sa poco dell’energia oscura che pullula dal “vuoto”, accelera l’espansione dell’universo ed è usata però dalla materia bianca presente nel cervello e nella spina dorsale.
Arte e musica, ricerca e creatività, intelligenza e anelito alla libertà, sono tracce di una coscienza sempre presente, utilizzata e sfruttata, persino perseguitata.
La scienza ha bisogno della coscienza e non sa cos’è. Nessun “sapere” sa cos’è il senso di identità che ci accompagna sempre, cosa sono il pensiero, le idee o gli ideali che ci spingono a lottare e che, in molti casi, non comportano la libertà agognata. Molti sono stufi di combattere il “nemico” che cambia sempre e non manca mai. Oltre al terrorismo oggi c’è il “nemico” globale: il cambio climatico. E’ un pericolo che richiede azioni urgenti secondo i governi “buoni”.

“Una conversione ecologica globale è necessaria” per il papa che chiede una nuova alleanza tra scienze e religioni per combattere il cambio climatico, “provocato dall’uomo”. E se fosse provocato, invece, dall’energia oscura che pullula dal “vuoto”, espande e pervade tutto?

Per il “sapere” sarebbe una catastrofe, per chi è cosciente, cioè sente l’energia oscura, è la libertà da tutti i limiti, tanto temuti quanto falsi.
Il “vuoto” è ciò che tanti saggi e scienziati hanno chiamato “etere”.

“L’etere riporterà l’armonia nel mondo”, diceva Aristotele (384-322 a.C.). Per Cartesio (1596-1650) l’etere è un mare pieno di vortici e, secondo teorie recenti, è un superfluido denso di moti ruotanti che hanno una peculiarità: sono quantizzati, posti su una scala universale i cui gradini hanno una precisa e ben nota unità di misura . Da pochi decenni l’energia oscura sta accelerando l’espansione dell’universo secondo le comuni interpretazioni . Il cambio c’è, ma riguarda tutto e non solo il clima della superficie terrestre; può essere un salto quantico dell’etere, un’ascesa annunciata che non riguarda lo spazio.
L’ascesa è la coerenza tra le azioni oggi e i fini che vogliamo raggiungere domani; è anche la collaborazione pratica tra donne e uomini coscienti che le vere risorse sono le abilità e i talenti quelle doti di ogni essere umano che la cultura dominante ha finora represso, coltivando il credo nei limiti e, soprattutto, nella “realtà” oggettiva del denaro e del debito.

Il salto quantico dell’etere cambia le rotazioni e quindi, tutti i tempi; non è il salto promosso dalla fisica quantica ordinaria che, come la nebbia, lascia il tempo che trova, cioè il tempo lineare creato dal campo elettromagnetico, il lato oscuro, cui è inchiodata la mente grigia che… mente.

Non essendo cosciente dell’immane energia oscura usata dalla Mente Superiore, la mente grigia si comporta come la volpe con l’uva; trascura il lato luminoso che i fisici scoprono al CERN nel 1974 e che, non a caso, dimenticano.

Troppo celere, quindi, troppo “debole” da osservare, ma capace di smuovere tutti gli spin nucleari, inclusi quelli del corpo umano, di trasmettere ciò che organi sensibili, quali i nostri cervelli, possono sentire come emozioni e sensazioni e tradurle in azioni pratiche e concrete (3).
L’ascesa dell’umanità non è un fatto spirituale, ma l’effetto della “Volontà del padre che è nei cieli”, cioè nelle teste di quelli che vogliono il bene comune.

* E usare il lato luminoso non è fantascienza, ma coscienza di ciò che siamo: terminali speciali* del Web Cosmico.
I fili invisibili del Web possono essere percorsi da quella corrente “debole” ed è la componente neutra della Forza che i fisici chiamano “Elettrodebole”.!!!!

Il risveglio della Forza è oggi provato da un fenomeno che le scienze osservano, ma non spiegano e che i media non riportano. E’ la comparsa di antimateria che sarebbe scomparsa più di tredici miliardi di anni fa, secondo la teoria del Big Bang .

L’antimateria può produrre antigravità ovvero ascensione e altri back clock. Cambio climatico?No, cambio epocale
Così il tempo lineare su cui si basa quasi tutto il “sapere” si sta svelando per ciò che è: un bluff colossale. Sta emergendo il ruolo cruciale della coscienza che rende reale… la “realtà”. Quale? Quella che si vede o quella che si sente, quella dipinta dalle scienze, che non possono osservare il 95% di ciò che le stesse scienze calcolano, o quella delle religioni che hanno sempre sostenuto l’interesse di “dio” per la sessualità umana?
Se i fili del Web Cosmico sono le Vie della Forza percorse dalla “corrente neutra debole”, il lato luminoso, emerge il ruolo cruciale di chi cerca e, quindi, trova l’accesso all’iperspazio, al Web Cosmico .
Legato ai debiti – contratti dai governi e scaricati sulle spalle dei popoli – il tempo lineare è servito alla distribuzione iniqua della ricchezza.

Chi vuole davvero giustizia, deve eliminare la causa dell’ingiustizia che si protrae da millenni: il credo nel tempo lineare vincolato alla crescita degli interessi bancari, quindi ai profitti dei pochi che possiedono beni e alla miseria dei tanti che non hanno nemmeno gli occhi per piangere.

Instillato a scuola da bambini, tale credo è subconscio e pochi, da adulti, sentono la Forza, “l’Amor che move il sole e le altre stelle” e accende gli animi in un attimo, pochi s’immergono nel mare in cui “è dolce naufragar” e sentono l’infinito. Tuttavia, grazie anche alle dure esperienze storiche, i pochi non sono più così pochi e non si fidano delle belle e sante parole dei potenti che dicono di voler “salvare la Terra”.
La Terra si è sempre salvata da sola; è il potere sta perdendo consenso, la base necessaria alla sua sussistenza, e perciò sfodera la sua “arma” migliore: la paura.

Alla base di una terza guerra mondiale o della catastrofe globale temuta dai buoni , c’è un “sapere” che ignora gli infiniti universi celati alla vista, ma sempre narrati e dipinti, oggi persino calcolati. Chi usa il lato luminoso della FORZA – la corrente neutra “debole” – partecipa al Web Cosmico che lega l’intero Universo e sa che la morte non esiste !!!!!.
All’insaputa degli “esperti” il ritorno dell’etere sta accrescendo la sensibilità dei tanti che cercano la verità e non si fidano più di un “sapere” che, in fondo, non regge alla verifica dei fatti.
Il riscaldamento globale è peraltro negato da chi, invece, prevede una nuova era glaciale
Nella scienza c’è dissenso. La coscienza sente il vincolo d’amore con la FONTE della Vita, il Cuore della Terra che sta cambiando con inattesa celerità come l’universo.

Lo provano ricerche geofisiche molto serie e poco diffuse. Il cambio è possente, perché la corrente debole è la forza nucleare più celere e capace di generare l’alchimia dell’intero Universo e non solo del poco (5%) osservato dalle sonde spaziali.

Con il salto quantico dell’etere, la Forza si risveglia e può cambiare tutto in tempi brevi… Quando? Per me è imminente, ma non so dire quando. Varie profezie parlano del 2027, ma se i tempi cambiano, anche le date cambiano.
La Via per accelerarli è comunque quella Verità nascosta che è la VITA –

il lato luminoso della Forza Elettrodebole – che può allineare gli spin nucleari del corpo umano e guarirlo dalle malattie e dalla sindrome della scarsità, agitata da un potere da sempre impotente a dare benessere ai popoli (la salute del nostro corpo dipende dall’orientamento dei suoi spin nucleari, dimostra la Risonanza Magnetico Nucleare).

Promuovendo la lotta tra bene e male, il potere ha esasperato il bipolarismo tipico del campo elettromagnetico, il lato oscuro o bipolare della Forza Elettrodebole.
Con l’inattesa comparsa dell’antimateria possiamo riconoscere il ruolo sovrano della VITA, cogliere l’occasione per vivere in prosperità, ritrovare la libertà da qualsiasi lotta e dal “sapere” artificiale finora funzionale al potere.

https://www.giulianaconforto.it/post/4708

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Il telescopio James Webb ci mostra l'infinita' degli universi

Il telescopio James Webb ci mostra l'infinita' degli universi

JWST: CHE COS'È E COME FUNZIONA. Il James Webb Space Telescope, frutto della collaborazione tra la Nasa, l'Esa e l'Agenzia spaziale canadese, è uno strumento ai limiti delle possibilità tecnologiche attuali che permetterà di studiare ogni fase della storia dell'Universo, dall'interno del Sistema Solare fino alle galassie più antiche, e rispondere a domande irrisolte sulla storia del cosmo e sul ruolo della Terra in esso.

Scienza
Anatomia del James Webb Space Telescope

MACCHINA DEL TEMPO. Sarà in grado di osservare una parte di spazio e di tempo mai visti prima, arrivando a 13,5 miliardi di anni fa, l'epoca in cui si sono formate le prime stelle e le prime galassie. La luce di quei primi oggetti celesti si è allungata ("spostata verso il rosso") per effetto dell'espansione dell'Universo, e arriva oggi a noi come radiazione infrarossa. Il James Webb Space Telescope è stato studiato apposta per vedere questa luce infrarossa con una risoluzione e una sensibilità senza precedenti.

La luce nel vicino infrarosso rivela come si sono formate le galassie e permette di sbirciare al di là degli involucri di polvere che avvolgono le stelle appena nate. Quella nel medio infrarosso penetra le fredde regioni di polveri stellari dove si assemblano gli astri e mostra come le stelle massicce e i buchi neri plasmano il loro vicinato celeste. Al momento le osservazioni cosmologiche che arrivano più indietro nel tempo si spingono fino a 330 milioni di anni dopo il Big Bang, ma con le capacità di questo nuovo telescopio si spera di infrangere anche questo record.


I telescopi osservano soltanto una parte dello spettro elettromagnetico. In questo confronto si notano le frequenze di osservazione di tre telescopi spaziali: Webb, Hubble e Spitzer (un telescopio all'infrarosso ormai in pensione). Lo specchio primario del James Webb ha un potere di catturare la luce sei volte maggiore di quello di Hubble: una caratteristica particolarmente importante per captare le lunghezze d'onda più lunghe e fioche, quelle in cui il nuovo osservatorio è specializzato. Anche Hubble riesce in parte a vedere nell'infrarosso, ma è stato ottimizzato per cogliere soprattutto lunghezze d'onde più corte dello spettro elettromagnetico, l'ultravioletto e la luce visibile. In un certo senso i due telescopi sono complementari.
C'È VITA LÀ FUORI? Anche se il James Webb Space Telescope è stato pensato per osservare le galassie lontane, permetterà anche di studiare origine ed evoluzione dei pianeti del nostro sistema e confrontarle con quelle degli pianeti extrasolari: il telescopio esplorerà quelli nella zona abitabile delle loro stelle e usando una tecnica chiamata spettroscopia a trasmissione esaminerà la luce della loro stella filtrata dalla loro atmosfera, per risalire alla loro composizione chimica e annusare eventuali tracce di vita.

Con il suo specchio primario di 6,5 metri di diametro quasi 3 volte più largo di quello del suo predecessore, e sensori molto più sofisticati, il JWST potrà raccogliere molta più luce di Hubble ed estendere il campo di indagine astronomica a distanze e a lunghezze d'onda maggiori, che ci permetteranno di osservare oggetti più freddi e più antichi di quelli che Hubble poteva rilevare.

Scienza
La foto più grande mai scattata dal telescopio Hubble

IL VANTAGGIO DEL FREDDO. Per essere capace di osservazioni così precise nell'infrarosso, è necessario che il telescopio e i suoi strumenti lavorino a temperature estremamente basse: il James Webb Space Telescope funziona a -233 °C, cioè a soli 40 gradi sopra lo zero assoluto. A queste temperature, può osservare la radiazione infrarossa prodotta dalle sorgenti celesti che sulla Terra è nascosta da quella generata dall'atmosfera, ed essere sicuro di non emettere a sua volta radiazioni che possano interferire con i segnali inviati dagli oggetti che osserva.

Questa "freddezza" è una delle ragioni dell'orbita singolare scelta per il telescopio: a differenza di Hubble, il James Webb Space Telescope non orbita attorno alla Terra ma attorno al Sole, in un punto di osservazione privilegiato chiamato L2 (punto Lagrange L2). Si tratta di un luogo gravitazionalmente stabile tra il Sole e la Terra, a 1,5 milioni di km da noi, particolarmente favorevole per un satellite. È qui che il JWST è stato parcheggiato.


https://www.focus.it/scienza/spazio/james-webb-space-telescope-prime-foto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli