Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


camminare il labirinto e camminare sul fuoco

🔥🔥🔥 

Il labirinto di Chartres

Sul pavimento della cattedrale gotica di Chartres, in Francia, è disegnato il labirinto riprodotto da LUCIA GIOVANNINI la nostra insegnante, su di un tappeto pesante 60 kg e che lei si porta dietro in vari continenti per far camminare le persone e PORTARLE AL LORO CENTRO

La sua forma è circolare e il diametro misura 12,87 m.

Per andare dall'ingresso indicato con A, al punto di arrivo indicato con B bisogna percorrere 261,5 m.

Vuoi raggiungere la saggezza? Vuoi diventare veramente abile in qualche arte? La musica, lo sport, la coltivazione dell'orto, la conoscenza delle persone, l'amore, la matematica,...?

Questo labirinto ti può insegnare molte cose. C'é un ingresso e il tuo obiettivo è arrivare al centro del labirinto.

Ma poi devi saper tornare indietro, in questo mondo normale da cui sei partito. Solo in questo mondo infatti, ciò che hai imparato può essere utile per tutti. Labirinto di Chartres Appena partito, la Via ti porta subito vicinissimo alla meta.

Ti sembra di essere già arrivato, basta fare un salto e sei al centro del labirinto. Ma il salto è impossibile. Devi seguire la Via.

Labirinto di Chartres

La Via ora si allontana un po' dal centro. Ciò che sembrava facile comincia a mostrare le sue difficoltà. Ciò che sembrava conquistato, è perso. Stai forse scoraggiandoti? Vorresti rivederlo da vicino? Labirinto di Chartres La Via ti porta nuovamente a sfiorare la meta. Credi di essere quasi arrivato. Dopo tutto hai già fatto un bel pezzo di strada! Ma ancora una volta non puoi entrare nel cerchio.

Labirinto di Chartres

Inesorabilmente la tua presunzione è punita. La Via ti porta lontano, ai limiti dell'universo. Vedi il sole là in fondo, come una piccola stella. Labirinto di Chartres La Via ti mantiene lontano dalla meta. Devi sperimentare percorsi lunghi, freddi e difficili. Ma il desiderio di raggiungere il tuo obiettivo aumenta. Labirinto di Chartres Hai camminato abbastanza. Hai affrontato e superato quasi tutte le difficoltà. Sei ormai un esperto. Ben pochi possono insegnarti qualcosa che tu non sappia già. Improvvisamente, la Via, dai confini dell'universo, ti porta al centro dell'universo. C'è solo una piccola deviazione, come una foglia su un ramo prima del fiore. E' un'illuminazione. Labirinto di Chartres Ricorda la partenza. Assomiglia all'arrivo, ma è tutt'altra cosa.

Labirinto di Chartres

Alcuni si sono fermati ai primi passaggi e continuano a guardare il fiore credendo di essere arrivati. Se vuoi arrivare devi percorrere tutta la strada, non esistono scorciatoie.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

CAMMINARE SUL FUOCO E' ENERGIA YANG MENTRE NEL LABIRINTO E' ENERGIA YIN, QUINDI UN PERFETTO CONNUBIO

la camminata sul fuoco si e' tenuta da sempre e in tutte le parti del mondo specialmente in alcune era tenuta dai "sacerdoti" o maestri per LA GUARIGIONE dei villaggi delle terre , per la guarigione di tutti. Anche se non ti sentivi di camminare sul fuoco, solo a vedere i camminatori sul fuoco, influenzava anche la guarigione dei presenti Si cammina sul fuoco non per dimostrare coraggio, bensì per imparare a conoscere e a valorizzare se stessi. In tutto il mondo, la camminata è considerata uno strumento efficace per superare i propri limiti e paure, per raggiungere obiettivi e ritrovare motivazione ed entusiasmo nella vita di tutti i giorni.

La Camminata sul Fuoco ha origini nella Preistoria, in molti paesi gli antichi camminavano sul Fuoco durante potenti rituali per il cambiamento e da allora è sempre stata parte integrante della cultura umana. Ora è praticata da milioni di persone in tutto il mondo come strumento di crescita e di "potenziamento". Rosso, ardente e curatore...da sempre gli uomini di tutti i tempi e di tutte le latitudini hanno utilizzato il Fuoco come elemento di trasformazione poichè le cerimonie del Fuoco segnavano momenti sacri di connessione con il Divino dell'intera razza umana.

La prima camminata sul Fuoco di cui si hanno notizie risale a circa 4000 anni fa in India ed è nata come "gara"tra due bramini per vedere chi riusciva a camminare più a lungo sui carboni ardenti : uno dei due ha vinto,dell'altro non si sono più avute notizie....! ahahahaah Da allora l'essere umano ha camminato sul Fuoco in tutto il globo: dai Nativi d'America ai Monaci tibetani, dalla Cina all'Argentina, da Bali alle Hawaii,dove i Kahuna camminavano sulla lava incandescente.

Per avvicinarci geograficamente a noi, in alcuna zone della Grecia tuttora vi sono processioni in onore di San Costantino che prevedono la pirobazia,e persino i Celti usavano questo rituale durante l'incoronazione di un nuovo re affinché il suo regno fosse illuminato e guidato dallo Spirito per il bene del popolo. Nella simbologia alchemica occidentale il Fuoco(Spirito e Passione) è l'elemento che trasforma il piombo in oro (la tenebra in Luce,l'inconsapevolezza in Illuminazione...)e in tutte le celebrazioni ecclesiastiche il Fuoco interviene per purificare attraverso l'accensione di incensi e candele.

Fiamme eterne sono brillate in ogni epoca a testimoniare l'immortalità, l'onore e il ricordo di nobili azioni. I rituali del Fuoco, in tutte le culture e religioni,sono dunque legate alle pratiche di interezza fisica, mentale, emotiva e spirituale. Questo è tutt'ora l'unico motivo per cui camminare sul Fuoco: creare un forte cambiamento interiore che si riflette in un potente miglioramento delle aree della nostra vita che lo necessitano:facendo o semplicemente assistendo a qualcosa che si credeva difficile o addirittura impossibile,ogni cellula del nostro corpo impara come infrangere le credenze,i limiti e le paure ed abbracciare un sostanziale,positivo cambiamento.

Peggy Dylan, "madre" della camminata sul Fuoco nel mondo contemporaneo insegna:"La Spiritualità non ha alcun senso se poi non può essere applicata alla tua vita,per migliorare la tua salute,il lavoro,rendere le relazioni soddisfacenti,permetterti di creare delle basi solide e meravigliose per i tuoi figli,aiutare il pianeta a diventare ecologicamente bilanciato".

Riaccendendo il Fuoco della passione e dello spirito creativo troviamo l'energia per affrontare blocchi e paure che finora ci hanno impedito la realizzazione di ciò in cui crediamo. Provare paura -davanti al Fuoco come nella vita- non vuol dire fermarsi,significa semplicemente sentire una forte energia nel corpo che possiamo imparare ad utilizzare a nostro favore.

Un uomo di medicina una volta disse:"Ci sono momenti in cui la Vita ti offre un centimetro quadrato di possibilità,se hai coraggio,in quel momento di afferrare quel centimetro quadrato,la Tua Vita si trasformerà in un istante!"

 

GIANFRANCO BO

e www.spaziosacro.it

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

LA MORTE IL BARDO PIU' IMPORTANTE DELLA VITA

PENSIERI SULLA MORTE

La morte non e' la fine della vita. La vita e' un processo che non ha fine. La morte e' soltanto un passaggio fenomenico e necessario. La dissoluzione del corpo non e' diversa dal sonno. Proprio come un uomo dorme e poi si sveglia cosi' devono essere considerate la nascita e la morte. La morte e' come il sonno, la nascita come il risveglio

  (Swami Shivananda)

*

LA MORTE, SPIEGATA DA UNA BAMBINA DI UNDICI ANNI, AL SUO ONCOLOGO

Quando sarò morta, penso che la mia mamma avrà nostalgia, ma io non ho paura di morire. Non sono nata per questa vita!” -  “Cosa rappresenta la morte per te, tesoro?”, le chiesi.-  “Quando siamo piccoli, a volte andiamo a dormire nel letto dei nostri genitori e il giorno dopo ci svegliamo nel nostro letto, vero? “È così. Un giorno dormirò e mio Padre verrà a prendermi. Mi risveglierò in casa Sua, nella mia vera vita!”  Rimasi sbalordito, non sapendo cosa dire. Ero scioccato dalla maturità con cui la sofferenza aveva accelerato la spiritualità di quella bambina.  “E la mia mamma avrà nostalgia”, aggiunse.- Emozionato, trattenendo a stento le lacrime, chiesi:  “E cos'è la nostalgia per te, tesoro?”   “La nostalgia è l'amore che rimane!”

Dr. Rogério Brandão, oncologo

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

*

"In verita', io non sono il mio corpo, la mia razza, la religione o altre credenze e nemmeno gli altri lo sono. Il vero Se' e' infinito e molto piu'potente: una entita' completa e integra che non e' mai corrotta o danneggiata. il mio Se' infinito possiede tutte le risorse di cui ho bisogno per navigare attraverso il mare della vita perche' sono un tutt'uno con l'energia Universale. In effetti, io sono Energia Universale. Ma l'energia Universale, come il nostro puro stato di consapevolezza, deve restare illimitata e informe per poter diventare tutt'uno con noi e creare la guarigione, la magia e i miracoli.  Dal mio se' infinito e dalla consapevolezza che non sono disgiunta dalla fonte ne' da tutto il resto, la paura svanisce. Non ho piu' paura della vita percio' non ho piu' paura della morte. Nell'altra dimensione c'e' solo puro incondizionato amore."

(Anita Moorjani)  dopo la sua esperienza pre-morte

*

La morte e' il solo fenomeno rimasto che non sia stato inquinato dall'uomo: per il resto l'uomo ha corrotto ogni cosa, ha inquinato tutto ! Solo la morte e' rimasta intatta nella sua verginita', libera da qualsiasi manipolazione o corruzione umana. L'uomo non sa cosa fare di fronte alla morte:non e' in grado di comprenderla, non e' capace di farne una scienza; ecco perche' la morte resta libera da qualsiasi contaminazione umana, ed e', attualmente, la sola cosa "pulita" che sia rimasta al mondo.

(OSHO)

*

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Cos'e' l'orizzonte degli eventi ?

Cos’è l’orizzonte degli eventi ?

PAOLO SIRTOLI ASTRONOMIA · STELLE E BUCHI NERI

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Per sfuggire all’attrazione gravitazionale di un corpo celeste occorre
possedere una velocità minima detta velocità di fuga. L’orizzonte degli
eventi è una superficie immaginaria che circonda ogni buco nero, ed è
caratterizzata dal fatto che in ogni suo punto la velocità di fuga equivale
alla velocità della luce. All’interno di questa superficie la velocità
della luce non è più sufficiente a sfuggire al buco nero, e dato che non
esiste in natura una velocità maggiore, giungiamo alla conclusione che
da ogni punto interno all’orizzonte degli eventi non può uscire nulla.
Sebbene in realtà il buco nero vero e proprio sia un punto matematico,
privo di dimensioni, di solito si considera il raggio dell’orizzonte degli
eventi come il raggio del buco nero stesso.

https://www.vialattea.net/content/1107/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

MAGNESIO: UN MINERALE FONDAMENTALE PER LA TUA VITA specie in quest

MAGNESIO: UN MINERALE FONDAMENTALE PER LA TUA VITA specie in questo periodo

Il magnesio è il minerale dal quale dipende la tua piena efficienza, fisica e mentale. Insieme al calcio, al sodio e al potassio è un componente fondamentale per il tuo equilibrio acido-base. E’ alcalinizzante ed è uno dei componenti della clorofilla, la sostanza che permette alle piante di utilizzare la luce del sole per trasformare l’acqua e l’anidride carbonica in zuccheri, producendo anche ossigeno. Svolge una funzione biochimica essenziale come fattore che permette l’attività di numerosi enzimi che assimilano i nutrienti. La sua carenza è particolarmente evidente oggi: è quasi scomparso dai cibi di cui ci nutriamo abitualmente. I suoli sono impoveriti di questo minerale a causa delle coltivazioni intensive, complici anche i diserbanti e i pesticidi, l’inquinamento in generale. Secondo molti ricercatori, la colpa di molte patologie degenerative provocate dall’attuale dieta alimentare sta proprio nella carenza di magnesio. Come se non bastasse, anche lo stile di vita “stressante” riduce ancor più la presenza di questo prezioso minerale nel tuo corpo che deve adattarsi agli stressor quotidiani. Più adrenalina produci per le tensioni e lo stress e più magnesio elimini dal corpo. Il frequente uso di medicine contribuisce ancor di più al deficit di magnesio nell’organismo.

A cosa serve il magnesio?
Il magnesio contribuisce a molti processi fisiologici basilari:

trasforma i grassi e gli zuccheri in energia (1)
permette gli scambi a livello cellulare (2)
è indispensabile per il corretto funzionamento dell’attività cardiaca, del sistema nervoso e muscolare (3)
aiuta a regolare il pH (4)
serve a fissare il calcio (5)
Vediamoli nel dettaglio:

E’ indispensabile al tuo metabolismo (1)
Il magnesio occorre al corretto funzionamento di oltre 300 enzimi (=sostanze proteiche che favoriscono ed accelerano importanti reazioni biochimiche nell’organismo). Consente le reazioni metaboliche e permette la produzione di energia, sotto forma di ATP, a partire dagli zuccheri e dai grassi. Attiva infatti gli enzimi che “bruciano” i lipidi per dare energia e contrasta l’insulina, l’ormone “ingrassante”, aiutando così a combattere il sovrappeso.

Regola il passaggio nelle cellule (2)
Immagina il magnesio come una sentinella sulla membrana che circonda la cellula: permette l’ingresso o l’uscita degli ioni di sodio, potassio e calcio che sono all’origine di tutti i meccanismi che permettono la vita cellulare. Il magnesio ristabilisce il normale rapporto tra calcio e magnesio all’interno delle cellule.

Regola il battito cardiaco ed ha un effetto rilassante sui muscoli ed il sistema nervoso (3)
Il magnesio è fondamentale per la regolazione dell’attività cardiaca e protegge la circolazione sanguigna (dilata i vasi, aiuta a tenere la pressione bassa, contrasta l’aterosclerosi). Riduce inoltre la secrezione dell’adrenalina e le conseguenze che provoca su cervello, cuore, muscoli ed apparato digerente. Regola la contrazione dei muscoli: rilassa le fibre muscolari e contrasta l’ipereccitabilità nervosa. Agisce a livello del sistema nervoso attraverso la stimolazione dei neuroni che controllano la contrazione e il rilascio dei muscoli.

E’ determinante nella regolazione del pH corporeo (4)
Il magnesio è un efficace alcalinizzante che combatte gli stati di acidosi. Permette la produzione di anticorpi e consente i meccanismi di autodifesa dell’organismo (attraverso l’azione globuli bianchi) che fagocitano i corpi estranei e i microrganismi patogeni. Ostacola inoltre la penetrazione di sostanze tossiche all’interno delle cellule.

Rafforza lo scheletro (5)
La salute delle tue ossa dipende da questi tre fattori: magnesio + calcio + vitamina D Il magnesio fissa il calcio alle ossa ed è uno dei componenti principali del tuo apparato scheletrico, assieme al calcio. L’organismo ne contiene circa 25-20g. Nelle tue ossa si trova più della metà di tutto il magnesio che hai nel corpo (il 60%), il 27% nei muscoli e il restante nei tessuti, nei liquidi organici e nel plasma.

Cosa succede quando sei in deficit di magnesio?
Puoi riscontrare diversi sintomi, spesso non collegati alla carenza di questo prezioso minerale:

affaticamento
debolezza
crampi e tremori (mioclonie: contrazioni muscolari involontarie. Ad esempio il tremolio delle palpebre, il singhiozzo, i movimenti improvvisi della gamba poco prima di addormentarti: possono essere tutti segnali di mancanza di magnesio)
irregolarità cardiache
insonnia
irritabilità
maggior stress
carenza di calcio e potassio: di solito se hai carenza di questi minerali sei anche carente di magnesio. Se aumenti il magnesio si riequilibrano anche calcio e potassio

Che benefici ha il corpo quando l’apporto di magnesio è sufficiente?
Maggiore energia
Ringiovanimento cellulare
Effetto protettivo sul cuore e sulla circolazione
Regolazione del peso corporeo
Contrasta il diabete e l’aterosclerosi
Ossa rinforzate (combatte l’osteoporosi)
Minori disturbi legati al ciclo mestruale (nella Donna l’azione di estrogeni e progesterone durante il periodo dell’ovulazione all’inizio del ciclo favorisce una carenza di magnesio)

Piccola (interessante) storia del magnesio
Il primo sale del magnesio conosciuto e utilizzato anche in campo medico fu il solfato di magnesio, estratto dal chimico inglese Grew nel 1694 dalle acque minerali di Epsom. Questo composto è ancora oggi usato e noto come Sale di Epsom. Chi mi conosce sa che uso di Sali di Epsom come disintossicante per il corpo nei miei bagni settimanali. Ne parlerò più approfonditamente la prossima settimana nel post dedicato al magnesio e alla bellezza e salute della pelle. All’inizio i sali di magnesio erano ritenuti utili solo come lassativi. Vennero poi utilizzati contro l’acidità e solo successivamente vennero scoperte le sue numerose virtù. Il solfato di magnesio veniva usato nel ‘700 per le sue proprietà lassative. L’idrossido di magnesio comparve nel ‘900 con effetto purgante e antiacido. Prese il nome di “magnesia”. Questo nome è stato registrato ed è usato ancora oggi. Il grande pioniere del magnesio fu il medico francese Pierre Delbet, internista, primario e docente universitario. Sperimentò nel ‘900 le proprietà terapeutiche del cloruro di magnesio. Delbet attribuiva le guarigioni prodigiose a quella che lui stesso definì citofilassi, cioè l’efficacia del cloruro di magnesio nel potenziare l’attività delle cellule e la loro capacità di autoguarigione. Condusse altre ricerche insieme al Dottor Neveu. Curarono infiammazioni della gola, asma, malattie allergiche, broncopolmoniti, influenze, intossicazioni alimentari, gastroenteriti, coliti, ascessi e foruncoli, febbri puerperali e parotiti. Il professore francese si dedicò anche allo studio dei rapporti fra magnesio e cancro, arrivando alla conclusione che questa sostanza svolge un’azione preventiva contro il tumore. Il magnesio si dimostrò efficace anche per la cura di numerosi disturbi legati alla pelle: acne, eczema, psoriasi, verriche e geloni. Ne parlerò settimana prossima in un post dedicato.

Quali tipi di magnesio esistono?
Trovi il magnesio in forma organica ed inorganica. Le forme inorganiche dei sali di magnesio sono: cloruro di magnesio, carbonato di magnesio, ossido di magnesio, solfato di magnesio Le forme organiche dei sali di magnesio sono: citrato di magnesio, lattato, succinato, aspartato, glicinato, taurinato, pidolato, gluconato, piruvato, l’orotato, malato, ecc. In generale le forme organiche sono più facilmente assorbibili rispetto a quelle inorganiche, ad eccezione del cloruro di magnesio. Ci sono in commercio integratori che uniscono diversi sali di magnesio, organici ed inorganici, formulati per aiutare il corpo ad assorbire meglio questo minerale ed evitare effetti collaterali (di solito nausea e diarrea: non tutti gli organismi sono uguali e ognuno di noi ha una propria tolleranza al singolo sale). Te ne parlo alla fine del post!

Qual è il fabbisogno giornaliero di magnesio?
In linea generale, il fabbisogno giornaliero di magnesio è pari a 6mg x kg di peso corporeo. Un uomo adulto necessita di circa 400mg magnesio al giorno, le donne intorno ai 320mg. Donne: 19-30 anni > 310mg 31-70 anni > maggiore di 320mg Gravidanza > 350mg Uomini: 19-30 anni > 400mg 31-70 anni > 420mg 71-99 anni > maggiore di 420mg Abitudini e stile di vita modificano il fabbisogno quotidiano di magnesio.

Chi ne ha più bisogno?
Gli sportivi (fornisce energia, aiuta a combattere la stanchezza, i crampi e l’acido lattico)
Le Donne in gravidanza e allattamento
Gli anziani. Sono spesso carenti di magnesio (IPOMAGNESEMIA)
Chi fa uso regolare di lassativi e diuretici: questi farmaci inibiscono l’assorbimento del magnesio e ne facilitano l’eliminazione attraverso feci e urine. Anche antibiotici e chemioterapici agiscono allo stesso modo
Chi fa spesso uso di alcolici
Le persone che soffrono del Morbo di Crohn o celiachia perdono grosse quantità di magnesio

I benefici del magnesio
Ogni organo beneficia di un apporto ottimale di magnesio, vediamoli nel dettaglio:

CERVELLO
Il magnesio è un potente alleato del cervello, perché lo mantiene in salute migliorando l’afflusso sanguigno e nello stesso tempo serve a garantire l’attività neuronale. Per queste ragioni il magnesio è considerato un rimedio efficace nella prevenzione delle demenze senili e dei disturbi nervosi che possono insorgere con il passare degli anni. Serve a contrastare i depositi di sostanze dannose nel cervello, tra cui l’alluminio, che possono essere tra i fattori che provocano le demenze e il morbo di Alzheimer, come è risultato dagli esami autoptici sulle persone che ne soffrivano. In più l’effetto rilassante del magnesio è utile per contrastare l’ipereccitabilità nervosa e i tic che ne possono derivare. Aiuta anche a garantire una migliore qualità del sonno e ad aumentare il tono generale dell’umore. Il magnesio riesce in questo modo a contrastare molti degli effetti negativi causati dall’invecchiamento. Utile per la mente Il magnesio migliora l’irrorazione del cervello e favorisce l’attenzione. Regola l’umore, favorisce la concentrazione mentale, combatte l’ipereccitabilità e il nervosismo, contrasta la depressione e favorisce il sonno. Attenua il mal di testa Alcuni tipi di cefalea sono dovuti a tensione muscolare (cefalea muscolo-tensiva), stress, clima umido-rigido. Favorisce il sonno Se soffri di insonnia, il magnesio può aiutarti. Sonno multifasico = prendi sonno ma ti svegli tante volte = hai carenza di magnesio Fatichi ad addormentarti = carenza di calcio. Assumere magnesio ti aiuta anche a riequilibrare il calcio.

INTESTINO
Il magnesio stimola il sistema biliare e aumenta l’apporto di bile nell’intestino. Questo facilita la digestione e la peristalsi intestinale. Ogni ione magnesio attrae nel tubo intestinale circa 800 molecole d’acqua, che facilitano il transito e l’espulsione delle feci. L’assunzione di magnesio è utile anche in caso di colite cronica e spasmi digestivi. Agisce sulla parete intestinale alleviando lo stato infiammatorio e riportando il pH ai valori basici.

SINDROME METABOLICA
È utile per prevenire il diabete STIMOLA LE CELLULE AD “ASCOLTARE” I MESSAGGI INVIATI DALL’INSULINA E QUINDI A “CATTURARE” IL GLUCOSIO Il diabete è un disturbo dovuto a una produzione insufficiente di insulina oppure a una reazione inadeguata del corpo agli stimoli di questo ormone. L’insulina interviene nell’organismo quando il livello di glicemia è elevato e attiva i meccanismi per la riduzione del glucosio circolante. Il magnesio ha un ruolo importante nel contrastare il diabete, perché è in grado di influire sul rilascio dell’insulina e sulla reazione che essa provoca nelle cellule. Se il magnesio è carente, l’organismo non reagisce adeguatamente all’ormone. In particolare, una quantità insufficiente di magnesio impedirebbe ai recettori dell’insulina, posti sulle cellule, di funzionare correttamente; questo fa sì che esse non reagiscano “catturando” il glucosio, che resta in circolazione aumentando la glicemia nel sangue e di conseguenza il rischio di diabete. Si tratta del fenomeno di insulinoresistenza, caratteristico del diabete di tipo 2, quello che subentra in età adulta e non è dovuto alla mancata produzione di insulina. Una ricerca USA è stata condotta su 127.000 persone di cui 85.000 donne sane. Le Donne sono state seguite per 18 anni, gli uomini per 12 anni. Lo studio ha evidenziato che un livello insufficiente di magnesio nell’organismo aumenta la percentuale di rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Aumentare apporto di magnesio è importante perché riduce effetti negativi dell’iperglicemia sul corpo. Con l’iperglicemia i reni possono perdere la capacità di trattenere il magnesio: una ragione in più per aumentarne l’apporto.

UN ALLEATO PER DIMAGRIRE
Sono molte le azioni che può svolgere per il controllo del peso corporeo e favorire il dimagrimento. Magnesio e insulina svolgono ruoli diversi: mentre l’insulina stimola le cellule ad assimilare il glucosio in eccesso, trasformandolo in grasso e immagazzinandolo come energia di riserva (che si trasforma in sovrappeso), il magnesio invece attiva l’enzima che serve a trasformare il glucosio in modo che diventi energia di pronto consumo, da bruciare subito. Il magnesio cioè attiva il processo di lipolisi (“consumo” dei grassi) mentre l’insulina avvia la lipogenesi (cioè la produzione di grassi). Il magnesio agisce a livello mentale ed emotivo abbassando i livelli di stress: riducendo lo stress, si dimagrisce. Ricordiamo che il cortisolo ci spinge a mangiare più del bisogno. Riduce quindi la fame nervosa.

RIDUCE COLESTEROLO E GRASSI
Aumentando l’apporto di magnesio in media il colesterolo si abbassa di circa il 20%. Agisce sul metabolismo dei lipidi e aiuta a ridurre il colesterolo cattivo. Aumenta del 10% il colesterolo buono. Riduce fino al 30% i trigliceridi.

PROTEGGE LO STOMACO
I composti di magnesio sono alcalini e contrastano l’acidità di stomaco

RIDUCE CELLULITE E GONFIORI
Il magnesio è essenziale per eliminare i liquidi in eccesso e per stimolare lo smaltimento dei grassi. E’ molto utile per combattere la cellulite, stimolando la circolazione sanguigna periferica. Rivitalizza i tessuti e smuove i cuscinetti. Aiuta anche la digestione e l’attività intestinale e riduce i gonfiori addominali.

COMBATTE ARTRITE E INFIAMMAZIONI
In presenza di calcificazioni, il magnesio aiuta ad assorbire i depositi di calcio e contrasta artrite.

ALLEVIA I DISTURBI DELLA MENOPAUSA
Allevia alcuni disturbi come ansia, sudorazione notturna, sonno disturbato, sbalzi d’umore, difficoltà di concentrazione. Aiuta a stabilizzare l’umore, a combattere le tensioni e riduce il rischio di pressione alta.

RIDUCE IL CALCIO IN ECCESSO
Se il calcio si deposita nelle articolazioni provoca infiammazioni e depositi che risultano dolorosi e ostacolano i movimenti articolari. Se non viene espulso dai reni può facilmente formare calcoli.

RIDUCE I CALCOLI BILIARI E RENALI
Per un’azione preventiva che riduca il rischio della formazione di calcoli nella cistifellea si dimostra utile l’azione del magnesio. Infatti l’aggiunta di magnesio nella dieta favorisce la riduzione dei trigliceridi in circolazione, aiuta l’espulsione del colesterolo, perché lo rende più solubile, e agisce potenziando la secrezione della bile. Così riduce il deposito di grassi della cistifellea e nei dotti biliari e minimizza i disturbi sulla cistifellea. È utile anche quando la cistifellea è già densa di depositi e riduce il rischio di infezioni alle vie biliari. Il magnesio ha un ruolo importante anche per la prevenzione dei calcoli renali, perché protegge l’organismo dall’accumulo di calcio nelle vie urinarie.

Magnesio e alimentazione

Quali sono gli alimenti ricchi di questo minerale?
I cibi ricchi di magnesio sono: cacao, vegetali a foglia verde, frutta secca, cereali integrali, spezie. La raffinazione dei cereali, le cotture lunghe e le alte temperature riducono la presenza di magnesio negli alimenti di circa il 60-65%. E’ Utile seguire semplici accorgimenti:

Bere acqua che contenga magnesio
Cuocere i vegetali con cotture veloci che preservino la clorofilla in essi contenuta
Utilizzare l’acqua di cottura dei vegetali
Usare sale marino integrale, non raffinato
Ne sono particolarmente ricchi gli ortaggi come spinaci, biete, i cereali integrali (in particolare crusca, grano saraceno), cacao, frutta secca (noci e mandorle), legumi (fagioli e ceci). E’ presente anche in frutta fresca (arance, prugne, mele, pere), nel parmigiano, nel pollo e nel tacchino, nelle patate, nel riso bianco, nelle carni rosse e nel pesce (soprattutto di acqua dolce). Molto presente anche nelle alghe, consigliata la wakame. Datteri, albicocche e fichi secchi sono ideali x chi fa sport, da mangiare dopo l’allenamento per reintegrare preziosi minerali. Spezie come il dragoncello, aneto, peperoncino, basilico e prezzemolo, zafferano e cumino ne sono ricchi.

Quale integratore scegliere?
Io ti consIglio MAGNESIO 8 – Mg8. E’ un integratore che contiene 8 sali di magnesio formulati per ottenere un elevato assorbimento a livello organico.
NOI UTILIZZIAMO QUELLO L'AXIMAGNESIO DELLA PEGASO IN FARMACIA

https://www.vitalmentebio.com/magnesio-un-minerale-fondamentale-per-la-tua-vita/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Nostro Signore degli anarchici

Nostro Signore degli anarchici

Diciassettesima domenica Tempo Ordinario anno 2021

Piaccia o non piaccia l’incanto si schianta alla fine, nel momento esatto in cui la folla, come sempre, chiede un re. Nessun re è possibile nel cuore dell’Anarchico.

Piaccia o non piaccia l’incanto si schianta, alla fine ogni tentativo di Cristo di costruire uno straccio di comunità si sfascia sotto i colpi di un potere che chiede di entrare a sfruttare lo stupore.

Piaccia o non piaccia il cristianesimo è da duemila anni che procede passo dopo passo legittimato da re e concorde al potere. Ed è questa cosa che svuota l’Evento di tutta la sua portata rivoluzionaria. No, non pensate subito al Vaticano e ai suoi intrallazzi, pensiamo a noi, al potere ambiguo del sorriso, ai nostri preti seduttivi ed ammiccanti, pensiamo a come gestiamo le parrocchie, pensiamo a noi, alla nostra immatura e continua ricerca di un re. Piaccia o non piaccia questo brano non lascia molto spazio alla poesia e al sogno, piaccia o non piaccia, alla fine, Cristo è solo, su un monte, con gente che vuole farlo re, e questo amici miei non è altro che l’anticipo del Calvario: un monte su cui lui solo rimane, con la gente che lo ha appena incoronato re. Mentre l’Anarchico muore.

Anarchico non è il caos, non è l’egoismo di chi vuol vivere da solo. Questa è propaganda.

Anarchico è un bambino non ancora succube degli schemi, non ancora “educato”, ed è proprio da un bambino che nasce il miracolo, è lui la Genesi della condivisione dei pani, è la parte non ancora piegata alle ideologie, è la parte libera dalle imposizioni del potere e dalla contrapposizione del contropotere. Un ragazzino con pochi pani e pochi pesci, perché solo un ragazzino è abilitato alla disobbedienza. Lui non vuole nessun re e nessun controllo. Lui chiede solo di essere interpellato, a lui non interessano i grandi modelli di sviluppo, lui dice solo di sì all’appello della vita. Se non torniamo qui noi del cristianesimo non sapremo mai nulla. Staremo a combattere sui riti in latino o in italiano per non avere il coraggio di ammettere che è solo l’apice della battaglia più profonda: che tipo di Dio abbiamo in mente? Che tipo di Chiesa? Quale potere stiamo cercando? Il ragazzino se ne fotte dei giochi di potere. Ed è curioso, vuole proprio vedere cosa succede del suo poco, si fida di un sogno che sembra utopia.

“Fateli sedere” nostro Signore degli anarchici ci chiede di fare nulla, ma proprio nulla, a un certo punto bisogna solo avere il coraggio di sedersi. “Lavorare lavorare lavorare, preferisco il rumore del mare” scriveva Dino Campana. Far sedere gente nel cuore di un luogo deserto è già un miracolo. Lontani da tutto e privati del cammino, l’erba era alta, serviva a rendere più morbido l’adagiarsi sulla consapevolezza della propria inutilità. Quando non sappiamo o non possiamo fare nulla, quando non riusciamo a strappare vita dalla vita, quando la malattia, la morte, l’insuccesso, la mancanza ci spezza il fiato in gola, quando la tachicardia accelera la nostra ansia, quando non sappiamo cosa fare ci sono solo due modi di reagire, il primo è lavorare lavorare lavorare, è esaurirsi di illusioni attive per strappare almeno la retorica patente dell’eroe che non si arrende. La seconda è coraggiosa è libera, anarchica appunto, è una preghiera, un affidamento allo Stupore, una possibilità concessa ad un Senso che chiede solo di essere accolto: ci si siede. E si mette in atto l’atto di coraggio più grande che ci sia concesso, ci si svela impotenti. Ci si svela per quel che si è. Poveri cristi affamati e senza nulla che possa garantire il futuro. Sedersi e prendere coscienza che ogni uomo non è altro che un bisogno che chiede di essere amato.

Ed è qui che nasce l’incomprensione. Il bisogno fa paura e spera in un re capace di cancellare il bisogno. Nostro Signore degli Anarchici non vuole per nulla cancellare il bisogno perché sarebbe come cancellare noi stessi. L’altro giorno un giornalista mi chiedeva del volto di Dio, io non so altro che una grande fame. Fame di respirarlo, quella che ho visto negli occhi di mio padre morente. Fame di riabbracciarlo, quella che vedo negli smarrimenti di mia madre, fame di incontrarlo, quella che sento nelle Assenze che mi chiamano a eternità. Nostro signore degli anarchici non propone un re ma di sedersi nel cuore delle proprie miserie.

E ringraziare. E io non vedo niente di più rivoluzionario. Si smette di fare, si smette di contare, si inizia a ringraziare.

E poi, colpo finale, si distribuisce pane e non c’è limite, il pane non finisce. Ma rimane la fame, alla fine il pane dura il tempo di qualche ore. Perché questo è solo un segno e non l’annullamento eterno delle fami, sarebbe annullare se stessi, questa è profezia dell’Eterno. E quello la folla non riesce a capirlo, non vuole capirlo, perché in Cristo vede solo la fine dei problemi e non si accorge del coraggio e della profezia del Cristo che con quel miracolo non ha solo moltiplicato il pane ma ha fatto sparire la competizione e l’invidia tra gli uomini, ha cioè anticipato ciò che sarà. Pane per tutti, nessuno che ha più di un altro, fame abitata dal Pane del Cielo.

Capite che un mondo così è lontano anni luce dal modello capitalistico, anni luce da un mondo gerarchico? Nessun padrone, nessun re, nessun papa, nessun parroco, cardinale, principe… solo un ragazzino può crederci.

Forse bisognerebbe morire da ragazzini. O forse attendere il gran finale, quando torneremo bambini nel Padre.

Oppure avere il coraggio di morire liberi. Gesù fallisce, anche in questo caso fallisce, la folla non lo capisce, non resta che la solitudine di un monte e una scia di delusione lasciata dietro di sé.

Mi stupisce la fede, la fede di Gesù, che non smette di credere in noi uomini nonostante noi uomini. E ci crederà fino alla fine. Quando su quel monte chiamato Calvario, in solitudine, non smetterà di amare, dopo aver moltiplicato gesti di cura e parole d’amore ad una cena ultima con amici che di lì a poco inizieranno le inevitabili lotte per il potere. E dopo aver smesso di lasciare dietro di sé ceste di pane difficili da interpretare.

Non rimane che provare. Smettere di fare, smettere di contare, smettere di gareggiare. E ringraziare. Anche solo per un istante, per un momento. Sarà come l’anticipo di quel che sarà. Quando non ci sarà più solitudine perché saremo attirati tutti a Lui.

ALESSANDRO DEHO' eremita

www,alessandrodeho'.com

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli