Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Terapia del del suono per gli acufeni - aiuto nella App Tinnitus Calmer

Terapia del del suono per gli acufeni 

La Sound Therapy (terapia del suono) è uno dei trattamenti più noti dell’acufene. Implica l’introduzione del suono in relazione agli acufeni. La Sound Therapy può essere introdotta in molti modi per mezzo di oggetti di uso quotidiano tra cui TV, radio, lettori musicali portatili, apparecchi acustici con generatore di suoni di acufene, app specializzate (come l’app Tinnitus Calmer), ventilatori, cuscini sonori e generatori di suoni da tavolo. Infine, grazie ai progressi tecnologici nel settore degli apparecchi acustici, è possibile utilizzare gli accessori 

wireless per personalizzare un piano di Sound Therapy (terapia del suono). 

Il Beltone Tinnitus Breaker Pro negli apparecchi acustici Beltone ha un’opzione per generare un rumore bianco a basso volume o suoni della natura, rendendo meno evidente il fastidioso rumore dell'acufene e inizia a riqualificare il cervello per filtrare il suono dell'acufene. Poiché il cervello si adatta gradualmente a un livello più alto di attività acustica, il segnale dell’acufene è percepito come meno importante e gradualmente la mente gli presta meno attenzione.

Questo tipo di Sound Therapy (terapia del suono), associata a un servizio di consulto informato, si è rivelata molto efficace nel trattamento dell'acufene.

Rompi il circolo vizioso

La severità dell'acufene dipende dal grado di attenzione che il paziente rivolge ad esso. Quando l'acufene suscita sensazioni negative, il paziente può reagire prestando maggiore attenzione al fenomeno. La terapia dell'acufene serve a rompere questo circolo vizioso.

 

L’ analogia con la candela
Pensa all’acufene come a una candela in una stanza buia. La luce della candela attira naturalmente la tua attenzione. All’improvviso qualcuno aziona un interruttore e la stanza è illuminata dalla luce. Ora la luce della candela diventa insignificante e puoi concentrarti più facilmente su altre cose nella stanza. 
L’idea alla base della terapia del suono è quella di diminuire il contrasto tra il suono dell'acufene e l'ambiente acustico in cui si trova "accendendo la luce":

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

La tua attenzione attirata da una candela in una stanza buia è simile al modo in cui una persona può finire concentrandosi sul loro acufene. 

Accendendo la luce, la candela non è più al centro dell'attenzione. Proprio come il bagliore di una candela in una stanza illuminata diventa praticamente invisibile, così la Sound Therapy (terapia del suono) fa sì che l'acufene si confonda con i suoni di sottofondo. Il circolo vizioso si rompe e provi sollievo.

App Tinnitus Calmer Calmer
Beltone ha sviluppato una speciale app gratuita per l’acufene per iPhone, iPad, iPod e dispositivi Android. L’app utilizza una Sound Therapy (terapia del suono) ed esercizi rilassanti al fine di distrarre il paziente dal suo acufene. Con l’app Tinnitus Calmer puoi riprodurre suoni dalla libreria dell’app, creare mix audio personalizzati e persino aggiungere la tua musica al mix. Puoi rendere questa app parte della tua terapia quotidiana per l'acufene. Disponibile in determinati paesi. Scaricalo gratuitamente da App Store o Google Play. 

https://www.beltone-hearing.com/it-it/hearing-loss/tinnitus/tinnitus-relief

 

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Le quattro diatesi e l'oligoelemento corrispondente

Le quattro diatesi

Le diatesisono terreni costituzionali caratterizzati da specifiche tendenze patologicheche vengono corrette attraverso la somministrazione dell'oligoelemento corrispondente.

MANGANESE (Allergica): tendenza all'eccessodelle funzioni biologiche, i sintomi sono molto accentuati, ma di brevedurata. Tale soggetto proietta molta energia verso l'esterno e quindidisperde molte energie (ipereattività).

Segni caratteristici:

• emotivo, nervoso, irrequieto, presenta spiccata astenia mattutina,ha difficoltà nella prima parte della mattinata ad essere attivo,ed al contrario la sera fa fatica ad addormentarsi.
• Risulta essere un soggetto entusiasta della vita, affascinato dall'azionee non sopporta l'inattività. Spesso vi è un'aggressivitàlatente.
• Fra le patologie più frequenti: riniti; alterazioni cutanee;emicrania che non ha una causa apprezzabile, ma presenta una sua ciclicità;algie; artrite; disturbi digestivi (acidità); in generale comparsadi dolori che arrivano con una certa irruenza e velocemente regrediscono.
• Questa diatesi può essere ricondotta all'elemento legno dellaMedicina Tradizionale Cinese (MTC), infatti la fase allergica ècollegata al fegato.


MANGANESE-RAME (Ipostenica): Tendenza all'affaticamento,tale soggetto non reagisce molto alle situazioni della vita e quindi èspesso sopraffatto dal mondo esterno. Di base vi è un'iposteniacronica. Tendenza all'infiammazione cronica e debole risposta immunitaria.

Segni caratteristici:
•riflessivo, emotivo, difficoltà a prendere decisioni, pessimista,irritabilità a causa della stanchezza, metodicità.
• Caratteristiche fisiche: pallore, magrezza, freddolosità.
• Tendenza ad una diminuzione della vitalità con scarsa resistenzafisica.
• Ha bisogno di varie pause quotidiane, in quanto non ha molte energiea disposizione.
• Fra le patologie più frequenti: alterazioni cutanee; affezionirespiratorie; patologie infettive, osteoarticolari, e debolezza a caricodell'intestini grasso; ipotiroidismo; reazioni linfatiche; dismenorrea.
• Questa diatesi può essere ricondotta all'elemento metallo della MTC e l'organo corrispondente è il polmone.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]


MANGANESE-COBALTO (Distonica): Tendenza afasi di "iper" e "ipo" in alternanza fra loro; èconsiderata la diatesi della confusione. Qui si ha il confine di passaggiotra lo stato funzionale e quello lesionale, il terreno costituzionalesi è alterato. E' caratterizzato da un senso di confusione trala realtà soggettiva interiore ed oggettiva esteriore. Scarsa capacitàdi recupero. In questa diatesi il ritorno alla diatesi precedente èproporzionale al danno tissutale.

Segni caratteristici:
• iperemotività, angoscia anche con manifestazioni fisiche,ansietà, forme depressive, impazienza, vuoti di memoria, pesantezzaagli arti inferiori, paura di non essere all'altezza dei propri compiti.
• Tendenza ad un progressivo affaticamento nel corso della giornata,fatica di vivere.
• Fra le patologie più frequenti: difficoltà di deglutizione;tachicardia; spasmi; disturbi vasomotori; costipazione e diarrea alternate;spasmi biliari; segni neuromuscolari.
• Spesso si ha un'insonnia da stress, confusione fra sogno e realtà.
• Questa diatesi è ricondotta all'elemento fuoco (MTC) e l'organoè il cuore.


RAME-ORO-ARGENTO (Anergica): ridotta resistenzaall'agente stressante, diminuzione rapida della vitalità, qui siha lo stress cronico. L'individuo ha difficoltà a difendersi daaggressioni microbiche e psicologiche. In questa diatesi la personalitàha difficoltà a rapportarsi con l'esterno.

Segni caratteristici:
• Astenia, disturbi della memoria, confusione mentale, disinteresseper tutto ciò che circonda l'individuo,desiderio di solitudine,disgusto per la vita, pensieri suicida, forte depressione.
• La stanchezza raggiunge il suo picco massimo a metà mattinae metà pomeriggio, il sonno non è ristoratore e sono frequentigli incubi.
• Soggetto bloccato, che non riesce a comunicare con l'esterno.
• Fra le patologie più frequenti: otiti; angine; reumatismi;osteomieliti; infezioni ricorrenti; disturbi neuroendocrini; micosirecidivanti; patologie autoimmuni.
• Questa diatesi è ricondotta alla loggia dell'acqua, l'organocorrispondente è il rene.


Accanto alle quattro diatesi ve ne è anche un'altra, che non èproprio una diatesi, ma raccoglie sintomi clinici ed inclinazioni patogene.Prendono il nome di sindrome di adattamento zinco-rame (Tipo A) e sindrome di adattamento zinco-nichel-cobalto (Tipo B). Si traducono in sintomatologiaa carico dell'ipotalamo, pancreas, surreni ed organi genitali.
•zinco-rame disfunzione ipofisi-gonadica
• zinco-nichel-cobalto disfunzione ipofisi-pancreatica

http://www.scienzenoetiche.it/holos/energia_vitale/oligoterapia.php

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Il cardo mariano in erboristeria...e per i disturbi epatobiliari

Il cardo mariano 

è una pianta diffusa nell'Italia centro-meridionale e nelle isole

Parti Utilizzate
La droga è costituita dalle sommità fiorite e dai semi.

Costituenti chimici
·         Flavolignani (questi componenti formano un fitocomplesso denominato silimarina, prevalentemente costituito da tre molecole: silibina, silicristina e silidianina);

·         Flavonoidi (apigenina, quercetina, kaempferolo);

·         Tocoferoli;

·         Steroli (sitosterolo, campesterolo);

·         Tannini;

·         Sostanze amare;

·         Amine (istamina, tiramina);

·         Oli (acidi linoleico, oleico e palmitico).

Cardo Mariano In Erboristeria: Proprietà Del Cardo Mariano
La silimarina presente nel cardo mariano possiede un'azione antiossidante ed epatoprotettrice, che la rende indicata nelle forme di sofferenza epatocellulare di varia origine (accelera il processo di rigenerazione del fegato aumentando l'attività metabolica delle cellule epatiche; stimola la sintesi proteica; esplica una funzione di difesa contro parecchie sostanze epato-tossiche, incluso l'alcol).

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Attività biologica
Al cardo mariano vengono attribuite diverse proprietà, fra cui spiccano in particolar modo quelle epatoprotettive ed antiossidanti. Più nel dettaglio, tali attività sono imputate alla silimarina contenuta nella pianta.
Diversi sono gli studi clinici che hanno confermato le sopra citate proprietà attribuite alla pianta, tanto che il suo utilizzo è stato ufficialmente approvato per il trattamento di disturbi epatobiliari.
L'azione epatoprotettiva svolta dalla silimarina si esplica attraverso differenti meccanismi d'azione. Innanzitutto, la silimarina - in particolar modo, la silicristina e la silidianina in essa contenute - è in grado di proteggere il fegato da sostanze per esso tossiche (come alcool e tossine), attraverso una modificazione delle membrane cellulari degli epatociti. Tale modificazione, infatti, impedisce alle sostanze tossiche e alle tossine di penetrare all'interno delle cellule epatiche.
La silibina, invece, svolge la sua azione epatoprotettiva attraverso la diminuzione della produzione di anioni superossidi da parte delle cellule di Kupffer e attraverso l'inibizione della sintesi di leucotrieni a livello epatico. Pertanto, al silibina svolge un ruolo antiossidante e di free-radical scavenger.
La silimarina, inoltre, aumenta i livelli epatici di glutatione (un importante agente antiossidante endogeno), ne diminuisce l'ossidazione e stimola la RNA polimerasi I a livello del nucleo degli epatociti, favorendo così la rigenerazione epatica.
Molte ricerche sono state condotte sulle sopra citate proprietà della silimarina, dalle quali è emerso che questa sostanza è particolarmente efficace nel proteggere il fegato dall'azione di diversi tipi di agenti tossici, quali tioacetammide, tetracloruro di carbonio, galattosamina, amanitina e falloidina (quest'ultime due molecole si trovano all'interno di fughi velenosi).
Inoltre, un recente studio, ha anche dimostrato che la silibina e la silicristina sono capaci di esercitare un effetto protettivo sui reni dal danno cellulare provocato da paracetamolo, vincristina(  e cisplatino, attraverso l'aumento del tasso di proliferazione, la stimolazione della sintesi di proteine e DNA e l'incremento dell'attività della lattato deidrogenasi nelle cellule renali.
I frutti di cardo mariano, inoltre, vengono utilizzati in infusi per il trattamento - anche a lungo termine - di lievi disturbi dispeptici (utilizzo che, per altro, è stato approvato).

Cardo mariano contro i disturbi epatobiliari
Grazie alle proprietà antiossidanti ed epatoprotettive che la silimarina e i suoi componenti presenti all'interno del cardo mariano hanno dimostrato di possedere, questa pianta può essere impiegata come coadiuvante nel trattamento di disturbi epatobiliari, quali: danni epatici causati da agenti tossici, cirrosi epatica e patologie infiammatorie croniche del fegato.
Per il trattamento di questi disturbi, il cardo mariano viene assunto internamente, generalmente, sotto forma di estratto secco. La quantità di prodotto da assumere può variare in funzione della quantità di silimarina in esso contenuto.
A titolo indicativo, da alcuni studi condotti, è emerso che un dosaggio giornaliero di circa 140-420 mg di silimarina, da assumersi in dosi frazionate, può essere efficace nel trattamento dei suddetti disturbi epatici.

 

N.B.: quando il cardo mariano viene utilizzato per fini terapeutici, è essenziale utilizzare preparazioni definite e standardizzate in principi attivi (silimarina calcolata come silibina rispetto alla droga essiccata), poiché solo così si può conoscere la quantità esatta di sostanze farmacologicamente attive che si stanno assumendo.
Quando si utilizzano preparazioni a base di cardo mariano, le dosi di prodotto da assumere possono variare in funzione della quantità di silimarina contenuta. Tale quantità, solitamente, è riportata direttamente dall'azienda produttrice sulla confezione o sul foglietto illustrativo dello stesso prodotto, pertanto, è molto importante seguire le indicazioni da essa fornite.
In qualsiasi caso, prima di assumere per fini terapeutici un qualsiasi tipo di preparazione contenente cardo mariano, è bene rivolgersi preventivamente al proprio medico.

Cardo mariano nella medicina popolare e in omeopatia
Le proprietà benefiche del cardo mariano nei confronti del fegato sono conosciute da tempo dalla medicina popolare che  utilizza la pianta (frutti e foglie) proprio per il trattamento di disturbi epatici. Inoltre, il cardo mariano viene usato anche come antidoto in caso di avvelenamento da funghi velenosi del genere Amanita.
Il cardo mariano viene sfruttato anche dalla medicina omeopatica, dove trova impieghi in caso di ittero, coliche biliari, epatiti, mal di stomaco, ulcere peptiche e insufficienze circolatorie venose. Il cardo mariano come rimedio omeopatico, generalmente, lo si può trovare sotto forma di tintura madre, gocce o granuli.
La dose di rimedio da assumere può essere diversa fra un individuo e l'altro, anche in funzione del tipo di disturbo che si deve trattare e della tipologia di preparazione e di diluizione omeopatica che s'intende utilizzare.

 Controindicazioni
Evitare l'assunzione di cardo mariano in caso d'ipersensibilità accertata verso uno o più componenti, nei pazienti cardiopatici ipertesi (per la presenza di tiramina nei semi) e nei pazienti affetti da ostruzione delle vie biliari.

Interazioni Farmacologiche
Il cardo mariano può instaurare interazioni farmacologiche con:

·         Metronidazolo, poiché l'assunzione concomitante della pianta o sue preparazioni può diminuirne l'efficacia.

·         Aspirina, poiché il metabolismo del farmaco è alterato dalla contemporanea assunzione della silimarina.

Avvertenze
Attenzione perché la silimarina presente nel cardo mariano può attivare i recettori per gli estrogeni.

 

https://www.my-personaltrainer.it/erboristeria/cardo-mariano.html

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

La Menta piperita

La Menta piperita ha, in rapporto agli altri tipi di menta, un più alto contenuto di mentolo ed è una delle piante officinali più utilizzate. Dalle proprietà anestetiche, antisettiche, depurative e carminative, è molto usata anche nella cosmesi. Scopriamola meglio.

 

Proprietà della menta piperita
La menta piperita ha le seguenti proprietà terapeutiche:

·         Azione anestetica: sulle mucose e sulla pelle provoca un’iniziale vasocostrizione seguita successivamente da una vasodilatazione, in questo modo si ha un’azione anestetica locale. Questo può avvenire anche a livello gastrico, inducendo un’azione antiemetica.

·         Azione analgesica: l’estratto di menta è un’importante rimedio contro le cefalee e emicranie di tipo tensivo, con significativa riduzione del dolore. Applicata sulla fronte e sulle tempie, una soluzione di mentolo, allevia tutti i sintomi dell’emicrania come nausea, vomito e intolleranza alla luce e ai rumori.

·         Azione antisettica: la menta ha forti proprietà antisettiche, antiparassitiche e germicide grazie al suo contenuto di polifenoli.

·         Azione antilitica: alcuni studi hanno evidenziato una possibile capacità nella dissoluzione di calcoli nella cistifellea. 

·         Azione decongestionante e balsamica: la menta ha un’azione rinfrescante, decongestionante e fluidificante delle secrezioni dell’apparato respiratorio, pertanto viene utilizzata per curare il raffreddore, la febbre e la tosse.

·         Azione cosmetica: in cosmesi la menta ha un’azione rinfrescante, tonica, e purificante. 

·         Azione carminativa: la menta agisce rilassando lo sfintere esofageo, riducendo il volume dei gas intestinali.

·         Azione aromatica: la menta viene utilizzata in cucina e anche per la produzione di bevande, liquori e prodotti dolciari.

·         Azione depurativa: molto utile nei casi di alito cattivo.

I componenti principali della menta sono:

·         Un olio essenziale ricco di mentolo e mentone.

·         Enzimi (ossidasi e perossidasi).

·         Vitamina C.

·         Acido fenolico e acido caffainico.

·         Flavonoidi.

·         Tannini.

 

Modalità d’uso
Della menta si utilizzano le foglie fresche o essiccate e l’olio essenziale. La menta trova i seguenti utilizzi: sotto forma di estratti secchi titolati, olio essenziale, polvere, estratto fluido e tintura madre. 

·         Tisana di menta: aiuta a digerire e rende fresco l’alito. Fare bollire 1 litro d’acqua e versarla su una manciata di foglie fresche (oppure 2 cucchiaini di menta secca). Lasciare in infusione 5 minuti, poi filtrare. Bere la tisana tiepida e senza zucchero. La tisana alla menta, per il suo contenuto di mentolo, viene consigliata per le sue proprietà digestive e tonificanti. Può essere d'aiuto per rilassare la muscolatura dell'intestino e per favorire la secrezione della bile e i processi di digestione degli alimenti attraverso l'apparato digerente. L'assunzione di tisana alla menta è sconsigliata nelle ore serali, poiché potrebbe disturbare il sonno, fino a provocare episodi di insonnia. La tisana di menta piperita, bevuta a piccoli sorsi, aiuta a combattere la nausea, anche durante la gravidanza o durante i viaggi. Sia l'infuso caldo sia l'essenza sono rimedi efficaci nella cura di malattie da raffreddamento, per esempio influenza accompagnata da febbre. Possono essere consumati fino a 500 millilitri di tisana alla menta al giorno. 

·         Massaggio tonificante: utilizzare 3-5 gocce di olio essenziale di menta diluite in 30 cc di olio di mandorle dolci o di semi di sesamo. L'impiego dell'olio essenziale di menta è consigliato per effettuare dei suffumigi nel caso di raffreddore. È sufficiente versarne poche gocce in un litro d'acqua bollente e respirare i vapori che si sprigionano. L'olio essenziale di menta non deve essere applicato sulla pelle dei bambini, ma può essere utilizzato in forma molto diluita nella preparazione di cosmetici o oli da massaggio destinati agli adulti. L'olio essenziale di menta viene utilizzato per la preparazione di rimedi erboristici utili a combattere i reumatismi. Può essere, infine, utilizzato diluito in olio vegetale per effettuare dei massaggi rilassanti e anti-stress sulle tempie e sulla nuca. 

·         In caso di punture di insetti: frizionare la zona interessata con 1 goccia di olio essenziale.

·         Per allontanare gli insetti: pestare leggermente alcune foglie di menta e passarle sulla pelle.

·         Un collutorio alla menta, per rinfrescare l'alito e dall'azione antisettica per il cavo orale, può essere preparato lasciando in infusione per dieci minuti in 200 millilitri d'acqua bollente un cucchiaino di foglie di menta essiccate. L'infuso così ottenuto dovrà essere filtrato e lasciato raffreddare prima di essere utilizzato come collutorio.

·         In cucina la menta è utilizzata per aromatizzare salse, aceto, sciroppi. Può essere utilizzata sia fresca che essiccata come erba aromatica da impiegare per insaporire le pietanze. È ottima come condimento per le insalate, per le verdure, i legumi e i cereali. Viene utilizzata per insaporire i piatti a base di carne o i dolci come ad esempio la famosa salsa di menta inglese. Le foglie di menta essiccate possono essere utilizzate insieme a del succo o della scorza di limone per creare una bevanda aromatica estiva, semplicemente preparando una tisana che verrà poi lasciata raffreddare. Strofinare sulle dita delle foglioline di menta fresca può aiutare ad eliminare i cattivi odori eventualmente lasciati sulle dita da aglio o cipolla. La menta, infine, fornisce materia prima soprattutto per l’industria liquoristica in quanto gli estratti ottenuti dalle foglie esplicano un’attività eupeptica, cioè favoriscono la digestione e, come tali, entrano nella composizione di molti amari. 

 

Controindicazioni della Menta piperita
La menta deve essere usata con precauzione dalle persone affette da gastrite e ulcere. Può produrre effetti collaterali come: irritazioni delle mucose, nausea, vomito vertigini ed aumento del reflusso gastroesofageo.

A scopo cautelativo, l'impiego della Menta è sconsigliato in gravidanza, in allattamento e in caso di gastrite, glaucoma, disfunzioni alla tiroide e ipersensibilità verso uno o più componenti della droga. Il mentolo ad alte dosi può essere neurotossico ed è quindi sconsigliato in caso di favismo.

Nonostante l'olio essenziale di Menta sia molto irritante, sia per la cute che per le mucose, rappresenta un valido complemento terapeutico per le persone con ulcera peptica.

 Descrizione della pianta
La Menta (Mentha piperita) è una pianta erbacea, perenne, appartenente alla famiglia delle Labiate. Le parti utilizzate sono le foglie e le sommità fiorite. Si tratta di una pianta eretta, con fiori disposti in verticilli; il fusto è peloso e le foglie ovate sono molto aromatiche.

Le corolle dei fiori sono di colore rosato. È una pianta da giardino che fiorisce in estate e si riproduce dai polloni. Per il loro utilizzo erboristico, i fiori e le foglie di menta vengono raccolti tra luglio ed agosto e lasciati essiccare all'aria aperta. 

 

Habitat della menta piperita
La Menta è originaria dell'Europa ed è diffusissima in tutto il mondo. Cresce bene in zone con clima temperato, mentre è assente in quelle con clima tropicale.

La menta piperita è un erba aromatica perenne e resistente, che cresce e si sviluppa facilmente se coltivata nel proprio giardino o in vaso, in modo da poter avere sempre a portata di mano le sue foglie fresche e profumate. Tollera suoli sabbiosi e l'esposizione in pieno sole, che deve essere controbilanciata da annaffiature frequenti.

 Cenni storici

La Menta piperita è nata nel 1996, anno in cui il botanico inglese John Ray, nel corso della sua opera di classificazione dei vari tipi di menta, scoprì un esemplare derivato da un incrocio naturale di diverse varietà selvatiche (Mentha rotundifolia e Mentha aquatica), che si distingueva in modo netto dagli altri per un profumo di gran lunga più intenso.

La coltivazione di questa pianta, che il botanico denominò peppermint, si diffuse rapidamente in tutta l’Europa e poi anche in America e Giappone, proprio grazie al suo straordinario aroma. Inoltre, quando nel secolo scorso si imparò a distillare il mentolo, si vide che la menta piperita conteneva una concentrazione molto elevata di questa sostanza.

La richiesta di mentolo, che trova largo impiego nell’industria farmaceutica, dolciaria, liquoristica (fabbricazione di dentifrici, colluttori, caramelle, gomme da masticare) portò a una diffusione ulteriore della coltivazione di questa pianta.

www.cure-naturali.it

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Strana scoperta sul vulcano Kilauea: il suo campo magnetico va in direzione opposta al pianeta, ecco cosa significa

Strana scoperta sul vulcano Kilauea: il suo campo magnetico va in direzione opposta al pianeta, ecco cosa significa
Gli esperti sono riusciti a spiegare il perché di questo evento insolito ed è più incredibile di quanto si possa pensare: migliaia di anni fa e’ avvenuta un’inversione dei poli che potra’ ripetersi visto che la forza del campo magnetico terrestre si sta riducendo rapidamente. 

Il vulcano Kilauea, sulla Grande Isola delle Hawaii, ha un campo magnetico che va in direzione opposta al resto del pianeta, hanno svelato gli scienziati. La bizzarra scoperta, che ha mandato in tilt le bussole, ha lasciato perplessi gli esperti, mentre i residenti locali hanno collegato il caso alla tradizione hawaiana che conferisce un significato spirituale al vulcano.

Ora gli esperti sono riusciti a spiegare il perché di questo evento insolito ed è più incredibile di quanto si possa pensare.

Secondo i geologi, la roccia fusa al di sotto della caldera del Kilauea contiene grandi quantità di ferro ed è effettivamente un mare di magneti in movimento. Circa 780.000 anni fa la roccia si è raffreddata e allo stesso tempo il campo magnetico della Terra si è inspiegabilmente capovolto: il Polo sud è diventato Polo nord e viceversa. Ma il mare di magneti di ferro sotto il Kilauea è ora raffreddato e intrappolato nella roccia solida, con i poli rivolti nella direzione opposta rispetto a qualunque altra cosa sul pianeta.

Gli studi sui flussi di lava sopra e sotto la superficie della Terra stanno lentamente svelando le ragioni dell’inversione del campo magnetico del pianeta.  Brad Singer, professore di geologia dell’Università del Wisconsin-Madison, ha spiegato: “Quando i flussi di lava eruttano e si raffreddano, acquisiscono una “registrazione” del campo magnetico di quel periodo. Questa è molto difficile da distruggere in un flusso di lava una volta che si è formata”.

Singer ha aggiunto che l’inversione si verifica durante periodi di riduzione della forza del campo magnetico terrestre e che il pianeta si sta rapidamente avvicinando ad uno di questi periodi. Singer e Kenneth Hoffman (Polytechnic State University at San Luis Obispo e UW–Madison) si stanno concentrando sulle rocce che contengono le prove delle volte in cui il principale campo nord-sud si è indebolito, che rappresenta un segno che la polarità potrebbe cambiare direzione.

Singer ha spiegato: “Le prove attuali suggeriscono che ci stiamo avvicinando ad uno di questi stati di transizione poiché il principale campo magnetico è relativamente debole e sta diminuendo rapidamente. Mentre l’ultima inversione di polarità si è verificata diverse centinaia di migliaia di anni fa, la prossima potrebbe avvenire entro poche migliaia di anni. Proprio ora, le registrazioni storiche mostrano che la forza del campo magnetico si sta riducendo molto rapidamente.


Per approfondire http://www.meteoweb.eu/2018/06/vulcano-kilauea-campo-magnetico/1104207/#FJKEW1sAHJ7Zi4LB.99

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli