Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Categoria: "Crescita spirituale"

TI PERDONO O MEGLIO DIRE : TI LIBERO E MI LIBERO

TI PERDONO O MEGLIO DIRE :”TI LIBERO E MI LIBERO”

 

Ti darò una visualizzazione.

Voglio che raduni intorno a te tutti i parenti che hanno vissuto su questo pianeta, sia che tu li stia ricordando o che li stia ora percependo.

Portati là. Raduna anche tutte le persone con cui hai dei problemi, che siano vive o morte.

Circondati di tutti loro. Sono tutti realmente qui in attesa che tu faccia questo a livello interdimnsionale.

Crea questa realtà, se vuoi. Rendila molto concreta per te stesso. Sentila!

 

Ora voglio che li guardi negli occhi e, a quelli cui spetta, dì loro: "ti perdono" E TI LIBERO.

 

Circondati di tutti quelli che lavorano con te, e fai lo stesso.

 

Guarda la famiglia negli occhi e lascia andare l'irritazione che porti per ciò che fu detto, o per quella situazione dove ti sei sentito fare torto.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

 

Voglio che vi circondiate della famiglia al completo e diventiate interdimensionali! Lasciate che la densità di questo perdono si diffonda su di loro. Non siate sorpresi se la cosa è reciproca, perchè questo è il catalizzatore dell'essere amati.

 

E' un processo necessario se volete passare al passo successivo del vostro viaggio evolutivo spirituale. Non potete portare con voi questi vecchi sentimenti in una zona vergine. Usate la compassione della conoscenza spirituale che avete per creare questo perdono.

Poi sentite la gioia della liberazione!

 

* * *

 

estratto da:

 

[L'Umano Interdimensionale - estratto dal libro 8 di Kryon "Varcare la Soglia" - Macro Edizioni]

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Parabole di Gesu' trascritte da Didimo Tommaso (la chiesa lo ha fatto San tommaso)

1. E lui disse: "Chiunque trova l'interpretazione di queste parole non conoscerà la morte". 2. Gesù disse: "Coloro che cercano cerchino finché troveranno. Quando troveranno, resteranno turbati. Quando saranno turbati si stupiranno, e regneranno su tutto." 3. Gesù disse: "Se i vostri capi vi diranno: il Regno è nei cieli, allora gli uccelli dei cieli vi precederanno. Se vi diranno è nei mari, allora i pesci vi precederanno. Invece, il Regno è dentro di voi e fuori di voi. Quando vi conoscerete sarete riconosciuti, e comprenderete di essere figli del Padre vivente. Ma se non vi conoscerete, allora sarete la miseria stessa." 4. Gesù disse: "L'uomo di età avanzata non esiterà a chiedere a un bambino di sette giorni dov'è il luogo della vita, e quell'uomo vivrà. Perché molti dei primi saranno ultimi, e diventeranno tutt'uno." 5. Gesù disse: "Sappiate cosa vi sta davanti agli occhi, e quello che vi è nascosto vi sarà rivelato. Perché nulla di quanto è nascosto non sarà rivelato." 6. Gli chiesero i discepoli: "Vuoi che digiuniamo? Come dobbiamo pregare? Dobbiamo fare elemosine? Quale dieta dobbiamo osservare?" Gesù disse: "Non mentite, e non fate ciò che odiate, perché ogni cosa è manifesta in cielo. Alla fine, nulla di quanto è nascosto non sarà rivelato, e nulla di quanto è celato resterà nascosto." 7. Gesù disse: "Fortunato è il leone che verrà mangiato dall'umano, perché il leone diventerà umano. E disgraziato è l'umano che verrà mangiato dal leone, poiché il leone diventerà comunque umano." 8. E disse: "L'uomo è come un pescatore saggio che gettò la rete in mare e la ritirò piena di piccoli pesci. Tra quelli il pescatore saggio scoprì un ottimo pesce grosso. Rigettò tutti gli altri pesci in mare, potendo scegliere il pesce grosso con facilità. Chi ha buone orecchie intenda!" 9. Gesù disse: "Un seminatore uscì, prese una manciata di semi e seminò. Alcuni caddero sulla strada, e gli uccelli vennero a raccoglierli. Altri caddero sulla pietra, non misero radici e non produssero spighe. Altri caddero sulle spine, e i semi soffocarono e furono mangiati dai vermi. E altri caddero sulla terra buona, e produssero un buon raccolto, che diede il sessanta per uno e il centoventi per uno." 10. Gesù disse: "Ho appiccato fuoco al mondo, e guardate, lo curo finché attecchisce." 11. Gesù disse: "Questo cielo scomparirà, e quello sopra pure scomparirà. I morti non sono vivi, e i vivi non morranno. Nei giorni in cui mangiaste ciò che era morto lo rendeste vivo. Quando sarete nella luce, cosa farete? Un giorno eravate uno, e diventaste due. Ma quando diventerete due, cosa farete?" 12. I discepoli dissero a Gesù: "Sappiamo che tu ci lascerai. Chi sarà la nostra guida?" Gesù disse loro: "Dovunque siate dovete andare da Giacomo il Giusto, per amore del quale nacquero cielo e terra." 13. Gesù disse ai suoi discepoli: "Paragonatemi a qualcuno e ditemi come sono." Simon Pietro gli disse: "Sei come un onesto messaggero." Matteo gli disse, "Sei come un filosofo sapiente." Tommaso gli disse: "Maestro, la mia bocca è totalmente incapace di esprimere a cosa somigli." Gesù disse: "Non sono il tuo maestro. Hai bevuto, e ti sei ubriacato dell'acqua viva che ti ho offerto." E lo prese con sé, e gli disse tre cose. Quando Tommaso tornò dai suoi amici questi gli chiesero: "Cosa ti ha detto Gesù?" Tommaso disse loro: "Se vi dicessi una sola delle cose che mi ha detto voi raccogliereste delle pietre e mi lapidereste, e del fuoco verrebbe fuori dalle rocce e vi divorerebbe." 14. Gesù disse loro: "Se digiunate attirerete il peccato su di voi, se pregate sarete condannati, e se farete elemosine metterete in pericolo il vostro spirito. Quando arrivate in una regione e vi aggirate per la campagna, se la gente vi accoglie mangiate quello che vi offrono e prendetevi cura dei loro ammalati. Dopo tutto, quello che entra nella vostra bocca non può rendervi impuri, è quello che viene fuori dalla vostra bocca che può rendervi impuri." 15. Gesù disse: "Quando vedrete uno che non è nato da una donna, prostratevi e adoratelo. Quello è il vostro Padre." 16. Gesù disse:"La gente pensa che io sia venuto a portare la pace nel mondo. Non sanno che sono venuto a portare il conflitto nel mondo: fuoco, ferro, guerra. Perché saranno in cinque in una casa: ce ne saranno tre contro due e due contro tre, padre contro figlio e figlio contro padre, e saranno soli." 17. Gesù disse: "Vi offrirò quello che nessun occhio ha visto, nessun orecchio ha udito, nessuna mano ha toccato, quello che non è apparso nel cuore degli uomini." 18. I discepoli chiesero a Gesù: "Dicci, come verrà la nostra fine?" Gesù disse: "Avete dunque trovato il principio, che cercate la fine? Vedete, la fine sarà dove è il principio. Beato colui che si situa al principio, perché conoscerà la fine e non sperimenterà la morte." 19. Gesù disse: "Beato colui che nacque prima di nascere. Se diventate miei discepoli e prestate attenzione alle mie parole, queste pietre vi obbediranno. Perché vi sono cinque alberi per voi in Paradiso; non mutano, inverno ed estate, e le loro foglie non cadono. Chiunque li conoscerà non sperimenterà la morte." 20. I discepoli chiesero a Gesù: "Com'è il Regno dei Cieli?" E lui rispose loro: "È come un seme di senape, il più piccolo dei semi, ma quando cade sul terreno coltivato produce una grande pianta e diventa un riparo per gli uccelli del cielo." 21. Maria chiese a Gesù: "Come sono i tuoi discepoli?" Lui disse: "Sono come bambini in un terreno che non gli appartiene. Quando i padroni del terreno arrivano, dicono, 'Restituiteci il terreno.' E quelli si spogliano dei loro abiti per renderglieli, e gli restituiscono il terreno. Per questo motivo dico, se i proprietari di una casa sanno che sta arrivando un ladro staranno in guardia prima che quello arrivi e non gli permetteranno di entrare nella loro proprietà e rubargli i loro averi. Anche voi, quindi, state in guardia nei confronti del mondo. Preparatevi con grande energia, così i ladri non avranno occasione di sopraffarvi, perché la disgrazia che attendete verrà. Che fra voi ci sia qualcuno che comprenda. Quando il raccolto fu maturo, lui arrivò subito con un sacco e lo mieté. Chi ha orecchie intenda!" 22. Gesù vide alcuni neonati che poppavano. Disse ai suoi discepoli, "Questi neonati che poppano sono come quelli che entrano nel Regno." E loro: "Allora entreremo nel Regno come neonati?" Gesù disse: "Quando farete dei due uno, e quando farete l'interno come l'esterno e l'esterno come l'interno, e il sopra come il sotto, e quando farete di uomo e donna una cosa sola, così che l'uomo non sia uomo e la donna non sia donna, quando avrete occhi al posto degli occhi, mani al posto delle mani, piedi al posto dei piedi, e figure al posto delle figure allora entrerete nel Regno." 23. Gesù disse: "Sceglierò fra voi, uno fra mille e due fra diecimila, e quelli saranno come un uomo solo." 24. Dissero i suoi discepoli: "Mostraci il luogo dove sei, perché ci occorre cercarlo." Lui disse loro, "Chiunque qui abbia orecchie ascolti! C'è luce in un uomo di luce, e risplende sul mondo intero. Se non risplende, è buio." Allora chiesero: "Quando verrà il Regno dei Cieli?" Rispose: "Non verrà cercandolo. Non si dirà: 'Guarda, è qui!', oppure: 'Guarda, è lì!' Piuttosto, il Regno del Padre è sulla terra, e nessuno lo vede." 25. Gesù disse: "Amate il vostro amico come voi stessi, proteggetelo come la pupilla del vostro occhio." 26. Gesù disse: "Voi guardate alla pagliuzza nell'occhio del vostro amico, ma non vedete la trave nel vostro occhio. Quando rimuoverete la trave dal vostro occhio, allora ci vedrete abbastanza bene da rimuovere la pagliuzza dall'occhio dell'amico." 27. Gesù disse: "Ho preso il mio posto nel mondo, e sono apparso loro in carne ed ossa. Li ho trovati tutti ubriachi, e nessuno assetato. Il mio animo ha sofferto per i figli dell'umanità, perché sono ciechi di cuore e non vedono, poiché sono venuti al mondo vuoti, e cercano di andarsene dal mondo pure vuoti. Ma nel frattempo sono ubriachi. Quando si libereranno dal vino, cambieranno condotta." 28. Gesù disse: "Se la carne fosse nata a causa dello spirito sarebbe una meraviglia, ma se lo spirito fosse nato a causa del corpo sarebbe una meraviglia delle meraviglie. Eppure mi stupisco di come questa grande ricchezza si sia ridotta in tale miseria." 29. Gesù disse: "Dove ci sono tre divinità, esse sono divine. Dove ce ne sono due o una, io sono con lei." 30. Gesù disse: "Nessun profeta è benvenuto nel suo paese; i dottori non curano i loro conoscenti." 31. Gesù disse: "Una città costruita su un’alta collina e fortificata non può essere presa, né nascosta." 32. Gesù disse: "Quanto ascolterete con le vostre orecchie, proclamatelo dai vostri tetti ad altre orecchie. Dopo tutto, nessuno accende una lampada per metterla in un baule, né per metterla in un posto nascosto. Piuttosto, la mette su un lampadario così che chiunque passi veda la sua luce. Se un cieco guida un cieco, entrambi cadranno in un fosso."" 33. Gesù disse: "Nessuno può entrare nella casa di un uomo robusto e prenderla con la forza se prima non gli lega le mani. A quel punto uno può sottrargli la casa." 34. Gesù disse: "Non vi tormentate dalla mattina alla sera, al pensiero di cosa indossare." 35. I suoi discepoli chiesero: "Quando ci apparirai, e quando tornerai a visitarci?" Gesù rispose: "Quando vi spoglierete senza vergognarvi, e metterete i vostri abiti sotto i piedi come bambini e li distruggerete, allora vedrete il figlio di colui che vive e non avrete timore." 36. Gesù disse: "Spesso avete desiderato ascoltare queste parole che vi dico, e non avevate nessuno da cui ascoltarle. Vi saranno giorni in cui mi cercherete e non mi troverete." 37. Gesù disse: "I Farisei e gli accademici hanno preso le chiavi della conoscenza e le hanno nascoste. Non sono entrati, e non hanno permesso a quelli che volevano entrare di farlo. Quanto a voi, siate furbi come serpenti e semplici come colombe." 38. Gesù disse: "Una vite è stata piantata lontano dal Padre. Poiché non è robusta, sarà sradicata e morrà." 39. Gesù disse: "Chiunque ha qualcosa in mano riceverà di più, e chiunque non ha nulla sarà privato anche del poco che ha." 40. Gesù disse: "Siate come passanti." I suoi discepoli gli chiesero: "Chi sei tu per dirci queste cose?" Allora rispose: "Non comprendete chi sono da quello che dico, perché siete diventati come i Giudei, che amano l'albero ma odiano i frutti, o amano i frutti ma odiano l'albero." 41. Gesù disse: "Chiunque bestemmia contro il Padre sarà perdonato, e chiunque bestemmia contro il figlio sarà perdonato, ma chiunque bestemmia contro lo Spirito Santo non sarà perdonato, né sulla terra né in cielo." 42. Gesù disse: "L'uva non si coglie dai rovi, né i fichi dai cardi, poiché essi non danno frutti. I buoni producono bene da quanto hanno accumulato; i cattivi producono male dalla degenerazione che hanno accumulato nei loro cuori, e dicono cose malvagie. Poiché dal traboccare del cuore producono il male." 43. Gesù disse: "Da Adamo a Giovanni il Battista, fra quanti nacquero da donna nessuno è tanto più grande di Giovanni il Battista da non dover abbassare lo sguardo. Ma vi dico che chiunque fra voi diventerà un bambino riconoscerà il Regno e diventerà più grande di Giovanni." 44. Gesù disse: "Un uomo non può stare in sella a due cavalli o piegare due archi. E uno schiavo non può servire due padroni, altrimenti lo schiavo onorerà l'uno e offenderà l'altro. Nessuno beve vino stagionato e subito dopo vuole bere vino giovane. Il vino giovane non viene versato in otri nuovi, altrimenti si guasta. Non si cuce un panno vecchio su un abito nuovo, perché si strapperebbe." 45. Gesù disse: "Se due persone fanno pace in una stessa casa diranno alla montagna: spostati! e quella si sposterà." 46. Gesù disse: "Beati coloro che sono soli e scelti, perché troveranno il Regno dei Cieli. Poiché da lì venite, e lì ritornerete." 47. Gesù disse: "Se vi chiederanno da dove venite, rispondete: 'Veniamo dalla Luce, dal luogo dove la Luce è apparsa da sé, si è stabilita, ed è apparsa nella sua immagine.' Se vi chiederanno: 'Siete voi?' dite: 'Siamo i suoi figli, e siamo i prescelti del Padre vivente.' Se vi chiederanno: 'Qual è la prova che il Padre è in voi?' dite loro: 'È il movimento e la quiete.' " 48. I suoi discepoli gli chiesero: "Quando riposeranno i morti, e quando verrà il nuovo mondo?" Lui disse: "Quello che aspettate è già venuto, ma non lo sapete." 49. I discepoli gli dissero: "E' utile o no la circoncisione?" Lui rispose: "Se fosse utile, il loro padre genererebbe figli già circoncisi dalla loro madre. Invece, la vera circoncisione nello spirito è diventata vantaggiosa da ogni punto di vista." 50. Gesù disse: "Beato il povero, perché suo è il Regno dei Cieli. Beato l'uomo che si è impegnato e ha trovato la vita." 51. Gesù disse: "Chi non odierà suo padre e sua madre non potrà essere mio discepolo, e chi non odierà fratelli e sorelle, e porterà la croce come faccio io, non sarà degno di me. "Chiunque non odia padre e madre come me non può essere mio discepolo, e chiunque non ama padre e madre come me non può essere mio discepolo. Poiché mia madre è solo una parola, ma la mia vera madre mi ha dato la vita." 52. Gesù disse: "Chi è arrivato a conoscere il mondo ha scoperto una carcassa, e di chiunque ha scoperto una carcassa il mondo non è degno." 53. Gesù disse: "Il regno del Padre è come un uomo che ha dei semi. Il suo nemico di notte gli ha piantato erbacce fra i semi. L'uomo non ha voluto che i braccianti gli strappassero le erbacce, ma ha detto loro, 'No, altrimenti per strappare le erbacce potreste finire per strappare anche il grano.' Poiché il giorno del raccolto le erbacce saranno molte, e saranno strappate e bruciate. 54. Gesù disse: "Guardate colui che vive finché vivete, altrimenti potreste morire e poi cercare di scorgere colui che vive, e non ne sareste capaci." 55. Vide un samaritano che portava un capretto e andava in Giudea. Disse ai suoi discepoli, "Quell'uomo sta portandosi dietro il capretto fino in Galilea." Loro gli dissero: "Così da ucciderlo e mangiarlo." Lui disse loro: "Non lo mangerà finché è vivo, ma solo dopo averlo ucciso e ridotto a cadavere." Loro risposero, "Non potrebbe fare altrimenti." Lui disse loro: "Allora anche voi cercatevi un posto per riposare, o potreste diventare cadaveri e venire mangiati." 56. Gesù disse: "In due si adageranno su un divano; uno morirà, l'altro vivrà." Disse Salomè: "Chi sei tu signore? Sei salito sul mio divano e hai mangiato dalla mia tavola come se qualcuno ti avesse inviato." Gesù le disse: "Sono quello che viene da ciò che è integro. Mi sono state donate delle cose di mio Padre." Disse Salomè: "Sono tua discepola." E Gesù rispose: "Per questa ragione io ti dico, se uno è integro verrà colmato di luce, ma se è diviso, sarà riempito di oscurità. Io rivelo i miei misteri a coloro che ne sono degni. Che la vostra mano sinistra non sappia cosa fa la destra." 57. Gesù disse: "C'era un ricco che aveva molto denaro. Disse: 'Investirò questo denaro così da poter seminare, mietere e riempire i miei magazzini con il raccolti, in modo che non mi manchi nulla.' Questo pensava in cuor suo, ma quella stessa notte morì. Chi fra voi ha orecchie intenda!" 58. Gesù disse: "Un uomo organizzò un ricevimento. Quando ebbe preparato la cena, mandò il suo servo a invitare gli ospiti. Il servo andò dal primo e gli disse: 'Il padrone ti invita.' E quegli rispose: 'Ci sono dei mercanti che mi devono dei soldi, e vengono da me stasera. Devo andare a dar loro istruzioni. Lo prego di scusarmi ma non posso venire a cena.' Il servo andò da un altro e disse,:'Il padrone ti ha invitato.' Quegli disse al servo: 'Ho comprato una casa, e devo assentarmi per un giorno. Non avrò tempo per la cena.' Il servo andò da un altro e gli disse: 'Il padrone ti invita.' Quegli disse al servo: 'Un mio amico si sposa, e devo preparargli il banchetto. Non potrò venire. Lo prego di scusarmi se non posso venire.' Il servo andò da un altro e gli disse: 'Il padrone ti invita.' Costui rispose: 'Ho comprato una proprietà, e sto andando a riscuotere l'affitto. Non potrò venire, Lo prego di scusarmi.' Il servo ritornò e disse al padrone: 'Quelli che avevi invitato a cena chiedono scusa ma non possono venire.' Il padrone disse al servo: 'Vai per la strada e porta a cena chiunque trovi.' Acquirenti e mercanti non entreranno nei luoghi del Padre mio." 59. Lui disse, Un uomo che possedeva una vigna, l'aveva affittata a dei contadini, così che la lavorassero e gli cedessero il raccolto. Mandò il suo servo dai contadini per farsi consegnare il raccolto. Quelli lo afferrarono, lo picchiarono, e quasi l'uccisero. Poi il servo ritornò dal padrone. Il padrone disse: 'Forse non ti conosceva.' Mandò un altro servo, e i contadini picchiarono anche quello. Quindi il padrone mandò suo figlio e disse: 'Forse verso mio figlio mostreranno un qualche rispetto.' Poiché i contadini sapevano che lui era l'erede della vigna, lo afferrarono e lo uccisero. Chi ha orecchie intenda!" 60. Gesù disse: "Mostratemi la pietra scartata dai costruttori; quella è la pietra angolare." 61. Gesù disse: "Quelli che sanno tutto, ma sono carenti dentro, mancano di tutto." 62. Gesù disse: "Beati voi, quando sarete odiati e perseguitati; e non resterà alcun luogo, dove sarete stati perseguitati. I cieli e la terra si apriranno al vostro cospetto, e chiunque è vivo per colui che vive non vedrà la morte." Non dice Gesù: "Di quelli che hanno trovato se stessi, il mondo non è degno?" 63. Gesù disse: "Beati i perseguitati nei cuori, perché sono arrivati a conoscere veramente il Padre. Beati coloro che patiscono la fame, perché il bisognoso potrà essere saziato." 64. Gesù disse: "Se esprimerete quanto avete dentro di voi, quello che avete vi salverà. Se non lo avete dentro di voi, quello che non avete vi perderà." 65. Gesù disse: "Distruggerò questa casa, e nessuno sarà più in grado di ricostruirla" 66. Un uomo gli disse: "Dì ai miei fratelli di dividere con me i loro averi." Lui chiese all'uomo: "...e chi mi ha nominato spartitore?" Si girò verso i discepoli e disse: "Non sono uno spartitore, vero?" 67. Gesù disse: "Il raccolto è enorme ma i braccianti sono pochi, perciò pregate il mietitore di mandare i braccianti nei campi." 68. Lui disse: "Signore, sono in molti attorno all'abbeveratoio, ma non c'è nulla nel pozzo." 69. Gesù disse, "In molti si affollano davanti alla porta, ma sarà il solitario ad entrare nella camera nuziale." 70. Gesù disse: "Il regno del Padre è come un mercante che ricevette un carico di mercanzia e vi trovò una perla. Il mercante fu accorto; vendette la mercanzia e si tenne solo la perla. Così anche voi, cercate il tesoro che è eterno, che nessuna tarma divora e nessun verme guasta." 71. Gesù disse: "Io sono la Luce che è su tutte le cose. Io sono tutto: da me tutto proviene, e in me tutto si compie. Tagliate un ciocco di legno; io sono lì. Sollevate la pietra, e mi troverete." 72. Gesù chiese: "Perché siete venuti nella campagna? Per vedere una canna scossa dal vento? E per vedere un uomo vestito in abiti raffinati, come i capi e i potenti? Quelli sono vestiti in panni raffinati, e non sanno cogliere la verità." 73. Una donna nella folla gli disse: "Fortunato il grembo che ti generò e il seno che ti nutrì." Lui le disse: "Fortunati coloro che hanno ascoltato la parola del Padre e l'hanno veramente conservata. Poiché vi saranno giorni in cui direte, 'Fortunato il grembo che non ha concepito, e il seno che non ha allattato.' " 74. Gesù disse: "Chi è arrivato a conoscere il mondo ha scoperto un cadavere, e chi ha scoperto un cadavere è al di sopra del mondo." 75. Gesù disse: "Lasciate che chi è diventato ricco regni, e che chi ha il potere vi rinunci." 76. Gesù disse, "Chi è vicino a me è vicino al fuoco, e chi è lontano da me è lontano dal regno." 77. Gesù disse: "Le immagini sono visibili alla gente, ma la loro luce è nascosta nell'immagine della luce del Padre. Lui si rivelerà, ma la sua immagine è nascosta dalla sua Luce." 78. Gesù disse: "Quando vedete ciò che vi somiglia siete contenti. Ma quando vedrete le immagini che nacquero prima di voi e che non muoiono né diventano visibili, quanto dovrete sopportare!" 79. Gesù disse: "Adamo è partito da un grande potere e una grande ricchezza, ma non era degno di voi. Perché se fosse stato degno, non avrebbe conosciuto la morte." 80. Gesù disse: "Le volpi hanno tane e gli uccelli hanno nidi, ma gli esseri umani non hanno un posto dove stendersi e riposare." 81. Gesù disse: "Quanto è misero il corpo che dipende da un corpo, e quanto è misera l'anima che dipende da entrambi." 82. Gesù disse: "I messaggeri e i profeti verranno da voi e vi daranno ciò che vi appartiene. Voi, da parte vostra, date loro quello che avete, e dite a voi stessi: 'Quando verranno a prendere quello che gli appartiene?'" 83. Gesù disse: "Perché sciacquate l'esterno della coppa? Non capite che quello che ha creato l'interno è anche quello che ha creato l'esterno?" 84. Gesù disse: "Venite a me, perché il mio giogo è confortevole e il mio dominio è gentile, e troverete la vostra pace." 85. Gli dissero: "Dicci chi sei così che possiamo credere in te." Lui disse loro: "Voi esaminate l'aspetto di cielo e terra, ma non siete arrivati a comprendere colui che è di fronte a voi, e non sapete come interpretare il momento attuale." 86. Gesù disse: "Cercate e troverete. Nel passato, comunque, non vi ho rivelato le cose che allora mi chiedeste. Ora vorrei dirvele, ma voi non le chiedete più." 87. Gesù disse: "Non date cose sacre ai cani, e non gettate perle ai porci, perché potrebbero gettarle sullo sterco." 88. Gesù disse: "Colui che cerca troverà, e chi bussa entrerà. Se avete denaro, non prestatelo a interesse. Piuttosto, datelo a qualcuno da cui non lo riavrete." 89. Gesù disse: "Il Regno del Padre è come una donna. Prese un po’ di lievito, lo nascose nell'impasto, e ne fece grandi forme di pane. Chi ha orecchie intenda!" 90. Gesù disse: "Il Regno è come una donna che portava una giara piena di farina. Mentre camminava per una lunga strada, il manico della giara si ruppe e la farina le si sparse dietro sulla strada. Lei non lo sapeva; non si era accorta di nulla. Quando arrivò a casa, posò la giara e scoprì che era vuota." 91. Gesù disse: "Il Regno del Padre è come quell'uomo che voleva uccidere un potente. Prima di uscire di casa sfoderò la spada e la infilò nel muro per provare se il suo braccio riusciva a trapassarlo. Poi uccise il potente." 92. I discepoli gli dissero: "I tuoi fratelli e tua madre sono qui fuori." Lui rispose: "Quelli che fanno il volere del Padre mio sono i miei fratelli e mia madre. Sono quelli che entreranno nel Regno di mio Padre." 93. Mostrarono a Gesù una moneta d'oro e gli dissero: "Gli uomini dell'imperatore romano ci chiedono le tasse." Lui disse loro: "Date all'imperatore quello che è dell'imperatore, date a Dio quello che è di Dio, e date a me quel che è mio." 94. Gesù disse: "Maledetti i Farisei! Sono come il cane che dorme nella mangiatoia: il cane non mangia, e non fa mangiare il bestiame. Maledetta la carne che dipende dall'anima. Maledetta l'anima che dipende dalla carne." 95. Gesù disse: "Beati quelli che sanno da dove attaccheranno i ribelli. Possono organizzarsi, raccogliere le risorse imperiali, ed essere preparati prima che i ribelli arrivino." 96. Dissero a Gesù: "Vieni, oggi preghiamo e digiuniamo." Gesù disse: "Quale peccato ho commesso o di quale impurità mi sono macchiato? Quando lo sposo lascia la camera nuziale, allora fate che la gente digiuni e preghi." 97. Gesù disse: "Quando farete dei due uno diventerete figli di Adamo, e allora, se direte: 'Montagna, spostati!' si sposterà." 98. Gesù disse: "Il Regno è come un pastore che aveva cento pecore. Una di loro, la più grande, si smarrì. Lui lasciò le altre novantanove e la cercò fino a trovarla. Dopo aver faticato tanto le disse: 'Mi sei più cara tu di tutte le altre novantanove.'" 99. Gesù disse: "Chi berrà dalla mia bocca diventerà come me; io stesso diventerò quella persona, e tutte le cose nascoste gli si riveleranno. Se non digiunate dal mondo, non troverete il Regno. Se non osservate il Sabato come Sabato non vedrete il Padre." 100. Gesù disse: "Il Regno del Padre è come colui che aveva un tesoro nascosto nel suo campo ma non lo sapeva. E quando morì lo lasciò a suo figlio. Il figlio non ne sapeva nulla neanche lui. Diventò proprietario del campo e lo vendette. L'acquirente andò ad arare, scoprì il tesoro, e cominciò a prestare denaro a interesse a chi gli pareva. Lasciate che chi ha trovato il mondo, ed è diventato ricco, rinunci al mondo." Grazie MAESTRO GRAZIE GRAZIE GRAZIE
L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

L'INVIDIA : cos'e' l'invidia e perche' fa cosi' male?

Cos'è l'invidia e perché fa così male? L'invidia è continuare a fare paragoni. Ci hanno insegnato a fare confronti, siamo stati condizionati a paragonare, a paragonare sempre. Qualcuno ha una casa più bella, qualcuno ha un corpo più bello, qualcun altro ha più soldi, qualcun altro ancora ha una personalità più carismatica. Continua a fare confronti con tutti quelli che incontri, e il risultato sarà una grande invidia. È un prodotto del condizionamento a paragonare. Se smetti di paragonarti, l'invidia scompare. Allora sai che tu sei tu, e nessun altro, e che non occorre che tu sia diverso. È un bene che non ti paragoni con gli alberi, altrimenti cominceresti a sentirti davvero invidioso: perché non sei così verde? Perché il divino è stato così cattivo con te, e non ti ha dato i fiori? È un bene che non ti paragoni con gli uccelli, con i fiumi, con le montagne, altrimenti soffriresti troppo. Ti paragoni solo con altri esseri umani, perché sei stato condizionato così; non ti paragoni con i pavoni o con i pappagalli. In caso contrario, la tua invidia arriverebbe a un punto tale da non permetterti di vivere. Il paragonarsi è un atteggiamento molto sciocco: ogni persona è unica e incomparabile. Quando arrivi a questa comprensione, l'invidia scompare. Ogni persona è unica e incomparabile. Sei te stesso: nessuno è mai stato uguale a te, e nessuno lo sarà mai. E non hai alcun bisogno di essere uguale a qualcun altro. Il divino crea solo originali, non crede nelle fotocopie. Un gruppetto di polli sta razzolando in cortile quando improvvisamente arriva in mezzo a loro un pallone lanciato dai vicini. Il gallo va vicino a esaminarlo e poi dice: "Non è per lamentarmi, ragazze, ma guardate un po' cosa riescono a produrre alla porta accanto". Alla porta accanto succedono sempre cose straordinarie: l'erba è più verde, le rose sono più belle. Tutti sembrano felici, tutti, tranne te. Continui a fare raffronti. E la situazione è la stessa anche per gli altri, che si paragonano con te. È probabile che pensino che la tua erba sia più verde della loro - da lontano appare sempre più verde - che tua moglie sia più bella della loro... Tu non ne puoi più, non riesci a credere che ti sei fatto intrappolare da questa donna, non sai come liberartene, e invece il vicino ti invidia, perché lei è così bella! E tu invidi lui... Tutti si invidiano a vicenda. A causa dell'invidia soffri continuamente, diventi cattivo verso gli altri. Un anziano agricoltore osserva con preoccupazione i danni provocati dall'inondazione. "Hiram!" gli grida il vicino "tutti i tuoi maiali sono stati spazzati via dalla piena". "E quelli di Thompson?" chiede il contadino. "Anche quelli". "E quelli di Larson?" "Pure loro" "Mmm!" dice allora il contadino con un'aria un po' più allegra. "Allora non è poi così brutta come pensavo". Se qualcuno è infelice, ti senti bene; se tutti perdono, ti senti bene. Se tutti sono felici e hanno successo, per te è una pillola molto amara. Ma cos'è che ti spinge a pensare agli altri? Lascia che te lo rammenti di nuovo: il motivo è che non hai lasciato libero sfogo alla tua energia, che non ti sei permesso di essere estatico, che non sei riuscito a fiorire. Ti senti vuoto, e inizi a guardare gli altri, perché puoi vederne solo l'esterno. Sai bene cosa ti porti dentro, mentre vedi gli altri solo dall'esterno, e così nasce l'invidia. E per gli altri è la stessa cosa, ti vedono dall'esterno e sanno bene cosa c'è al loro interno, e ciò crea invidia. Non possono vedere come sei dentro di te. Tu sai di non valere nulla, mentre gli altri ti appaiono sorridenti, all'esterno. Possono essere dei sorrisi falsi, ma tu come fai a scoprirlo? C'è una possibilità che anche il loro cuore stia sorridendo, mentre invece sei sicuro che il tuo è un sorriso falso, che il tuo cuore non sta affatto sorridendo, anzi vorrebbe piangere e lamentarsi. Conosci la tua interiorità, sei l'unico a conoscerla. E conosci gli altri solo dall'apparenza, dall'immagine che hanno abbellito in tutti i modi. Ciò che vedi all'esterno è solo un'apparenza, fatta per ingannare. Un'antica storia Sufi: Un uomo viveva con un grosso fardello di sofferenza. Ogni giorno pregava Dio: "Perché proprio io? Tutti sembrano così felici, perché solo io devo soffrire tanto?". Un giorno, disperato, pregò così: "Dammi le sofferenze di qualunque altra persona - sono pronto ad accettarle - ma prenditi le mie; non ce la faccio più". Quella notte ebbe un sogno bellissimo, bellissimo e rivelatore. Sognò che dio era apparso in cielo e aveva detto a tutti: "Portate le vostre sofferenze al tempio". Tutti erano stanchi delle loro sofferenze, tutti una volta o l'altra avevano pregato: "Sono pronto ad accettare la sofferenza di qualunque altra persona, ma porta via la mia; è troppo, non ce la faccio". Quindi raccolsero tutti le loro sofferenze dentro dei sacchi, e si recarono al tempio, con un aria molto felice. È arrivato il giorno, la loro preghiera è stata ascoltata. E anche l'uomo corse al tempio. Poi Dio disse: "Mettete i vostri sacchi vicino al muro". Tutti i sacchi vennero appoggiati al muro, e a quel punto dio dichiarò: "Adesso potete scegliere. Ognuno può prendere il sacco che vuole". E la cosa più sorprendente fu questa: quest'uomo che aveva sempre pregato, corse fulmineo verso il suo sacco prima che qualcun altro se n'impadronisse! Ma lo aspettava una sorpresa, perché tutti quanti corsero verso il loro sacco, e tutti furono felici di riprenderselo. Cosa era successo? Per la prima volta, avevano visto le sofferenze degli altri, le infelicità degli altri: i loro sacchi erano altrettanto grandi, o persino di più! E il secondo problema era che ognuno si era abituato alle proprie sofferenze. Ora, scegliere quelle di un altro - chi sa quali sofferenze ci saranno nel suo sacco? Perché agitarsi tanto? Almeno le tue sofferenze le conosci bene, ti sei abituato, e sono sopportabili. Le hai sopportate per tanti anni - perché scegliere l'ignoto? Così tutti tornarono a casa felici. Non era cambiato nulla, stavano riportando a casa la stessa sofferenza, ma erano tutti sorridenti e felici di riavere il proprio sacco. La mattina dopo l'uomo pregò di nuovo Dio e disse: "Grazie di questo sogno. Non chiederò più nulla. Tutto ciò che mi hai dato va bene per me, deve andar bene per me; ecco perché me l'hai dato". A causa dell'invidia soffri e diventi cattivo con gli altri. A causa dell'invidia diventi falso, inizi a fingere. Inizi a pretendere di avere ciò che non hai, inizi a fingere di avere ciò che non puoi avere, ciò che per te non è naturale. Diventi sempre più falso. Quando imiti gli altri, quando entri in competizione con gli altri, che altro puoi fare? Se qualcuno ha qualcosa e tu non ce l'hai, e non hai la capacità naturale di averla, l'unico modo è di cercare un qualche sostituto a buon mercato. Ho sentito dire che Jim e Nancy Smith si sono divertiti molto in Europa quest'estate. È bello che una coppia abbia la possibilità di fare queste cose. Sono andati dappertutto e hanno fatto un mucchio di cose. Parigi, Roma... C'è stato un po' di imbarazzo al ritorno a casa, nel passare la dogana. Sai come sono i doganieri: guardano dappertutto. Hanno aperto una borsa e hanno tirato fuori tre parrucche, mutandine di seta, profumo, tinta per i capelli... una cosa veramente imbarazzante. E quella era solo la borsa di Jim! Guarda nella tua borsa e troverai moltissime cose artificiali, finte, false…come mai? Perché non riesci a essere naturale e spontaneo? A causa dell'invidia. L'uomo invidioso vive in un inferno. Smetti di paragonarti, e l'invidia scompare, insieme alla cattiveria e alla falsità. Ma puoi smettere di paragonare solo se inizi a coltivare i tuoi tesori interiori; non c'è altro modo. Cresci, matura, diventa un individuo sempre più autentico. Ama te stesso e rispetta il modo in cui il divino ti ha creato, e allora si aprono immediatamente le porte del paradiso. Erano sempre rimaste aperte, ma tu non le avevi mai guardate. (Il Libro della Consapevolezza - Osho )
L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Nel campo magnetico c'e' il seme che diede via alla vita vegetale sulla Terra

Nel campo magnetico c’è il “seme” che diede via alla vita vegetale sulla Terra Nel campo magnetico c’è il “seme” che ha consentito la comparsa di gran parte delle piante e dei fiori oggi presenti sulla Terra: a ogni sua variazione sensibile, infatti, ha corrisposto la comparsa di nuove specie. È la scoperta realizzata da Massimo Maffei dell’Università di Torino e pubblicata su “Frontiers of Plant Science”. Maffei, con Angelo De Santis dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha dimostrato che, in concomitanza con le fasi di inversione dei poli magnetici, si sono verificati processi evolutivi specifici. Quello del campo è un fenomeno complesso: non è costante né uniforme nello spazio, ma con inversioni dei poli che si verificano periodicamente ogni 300 mila anni. Protegge la Terra dal vento solare – le particelle cariche provenienti dalla nostra stella – ma il suo ruolo a favore della vita non si esaurisce qui. Influenza, infatti, il mondo vegetale in due modi. In primo luogo alterando il Dna: durante le inversioni di polarità tutte le forme di vita sono esposte a una più intensa radiazione cosmica, capaci di produrre mutazioni genetiche che sono la base per l’emergere e la selezione di nuove specie. In secondo luogo, le piante, più che gli animali, sembrano essere ipersensibili alle variazioni del campo magnetico, perché dotate di sistemi di “magnetopercezione”: sono quelli che trasmettono i segnali al Dna, inducendo l’attivazione di numerosi geni e causando cambiamenti nei processi di accrescimento. Questi possono alterare i cicli biologici, modificando per esempio le fioriture. Il tutto, a sua volta, ha forti ripercussioni sugli insetti impollinatori e quindi sui frutti che la pianta produce e, da ultimo, sulla forza di resistere alle pressioni della selezione naturale. Lo stress così ingenerato fa sì che solo le specie più forti – dotate di mutazioni vantaggiose – diventino quelle dominanti. “Abbiamo analizzato i dati sulle variazioni del campo tra 86 e 276, 5 milioni di anni fa – spiega Maffei – e li abbiamo incrociati con quelli sull’origine di nuove piante. Risultato: esiste una chiara correlazione tra i due fenomeni“. fonte: antikitera.net

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Rivelazioni sull'oscurita'

Rivelazioni sull'oscurità Kryon canalizzato da Lee Carroll Philadelphia, Pennsylvania - 2014 - Canalizzazione dal vivo . …… Voglio dirvi una cosa, Operatori di Luce. Quando la bilancia cominciò a spostarsi verso l’equilibrio, non fu per un aumento di luce. Quel che successe, invece, fu che la luce respinse l’oscurità. Ridusse la quantità di oscurità e i piatti della bilancia cominciarono a muoversi…. Avete provocato la coscienza di oscurità! L’avete punzecchiata ed è impazzita! Avete smosso le braci. Mi state ascoltando? Per la prima volta, l’oscurità si trova nella modalità di sopravvivenza! Due anni fa vi dicemmo di stare pronti, perché l’oscurità non avrebbe ceduto senza combattere. E ora la battaglia è qui. … Voglio rammentarvi una cosa che ho detto recentemente nella canalizzazione “Non disperate” State vincendo! La coscienza di oscurità su questo pianeta sente che state vincendo, e l’umanità che rappresenta l’oscurità mette in campo tutto quello che ha a disposizione per sopravvivere ! Guardiamolo insieme, perché lo si trova in tutti i notiziari. Siete scioccati dall’improvvisa comparsa dell’organizzazione che non nominerò? Da dove salta fuori? Come può essere così organizzata? Come può essere così ben finanziata? Questo gruppo potrà presto avere la sua nazione! Potrebbero ben darle il nome di “nazione della vecchia energia di oscurità”, perché questo è ciò che rappresenta. Il barbaro passato dell’umanità si presenta a mostrare il suo volto. È sempre stato lì, nascosto tra le pietre e le crepe dell’umanità civilizzata. Fino ad ora non poteva mostrarsi, ma adesso lo deve fare. È orribile e non è per chi è debole di cuore, non è vero, miei cari? Vedere il male personificato nelle azioni Umane è abominevole. È così orribile e profondamente oscuro da non poter essere guardato con cuore gentile. Dio non c’entra in questo, ed è ovvio. Voi state vincendo! La luce sta vincendo! Questa insurrezione della coscienza di oscurità non si sarebbe mostrata con tale forza, o così repentinamente, se così non fosse. Questo è esattamente ciò che vi dissi di cercare, e prova che quelli che rappresentano questa coscienza di oscurità sono in difficoltà. Carissimi, la coscienza di oscurità ha da sempre un sistema sicuro e affidabile: si aggira nell’ombra e influenza tutti i posti di potere del pianeta – governo, economia e finanza. All’improvviso non può più nascondersi e si mostra apertamente. Miei cari, non hanno chance! Eppure sembra che le abbiano, non è così? Tutto ciò che fanno è calcolato per spaventarvi e farvi sentire impotenti. Stanno vincendo? Ora, questa è la domanda che vorrei portaste via da qui su cui riflettere ogni giorno. La paura è nera. Se avete paura non c’è luce. Potete essere il più grande Operatore di Luce o anche un canalizzatore, ma se avete paura non importa per quanti anni avete fatto un lavoro di luce, o quanta luce avete accumulato a livello personale. Tutto questo sparisce con la paura, e loro vinceranno la battaglia nella vostra mente. Lo capite, questo? La forza della vecchia anima: VOI ! Voglio dirvi che non hanno nessuna possibilità di spaventarvi! Voi sapete davvero cos’è la paura, e loro non hanno nessuna chance fin tanto che vi tenete saldamente alla parte di voi che è la forza di Dio. Siete già passati attraverso tutto questo. E ciò vuol dire che avete le armi della verità, della saggezza e della luce. Non dimenticatelo. Non dimenticate chi siete! …Se conoscete la relazione che c’è tra Gaia e l’umanità, diventa comprensibile. Gaia è una forza vitale che è vostra partner, vi osserva cambiare l’equilibrio di luce e oscurità, e riflette ciò che gli Umani vogliono. Anch’essa ha una polarità! Forse è ora che iniziate le vostre meditazioni con il ringraziare il vostro pianeta Terra per il supporto che vi dà nella spiritualità della vostra Akasha, per essere sempre con voi, una forza vitale che è sempre presente. Gli antichi iniziavano le loro cerimonie in questo modo. Lo avete dimenticato? Il male non viene da forze esterne più di quanto la luce sia creata da forze esterne. La luce e le tenebre sono in un equilibrio cosi’ che l’umanità è in grado di far pendere verso una direzione o l’altra. Lo avete sentito? Potete andare verso la più grande oscurità che volete o verso la più grande luce che volete, e avete sempre avuto questa capacità. Questa è la dualità che avete visto nel corso della vostra storia, da sempre. Tuttavia, ora siete in una situazione dove potete uscire da un’era di barbarie... da migliaia di anni di conquiste, uccisioni e guerre... avete voltato l’angolo. Vi dico nuovamente: non disperate! Generate la luce con cui siete arrivati qui ed ergetevi dritti e senza paura. «Troppo semplice, Kryon.» Oh, davvero? In che modo pensi che questo pianeta abbia voltato l’angolo, mio caro Operatore di Luce? Vecchia anima, non capisci che la luce che hai è una forza multidimensionale? Non è lineare. Non è la sua quantità ad essere importante. È il suo intento e la sua verità. È come dire che con poco si può fare molto, e le vecchie anime sono estremamente potenti in questo ambito. LEGGI TUTTO: Salve, miei cari, Io sono Kryon del Servizio Magnetico. Nel mondo tridimensionale chi è presente a questo incontro è seduto qui e altri stanno ascoltando o leggendo, ma è soltanto la vostra realtà limitata che vi fa ascoltare con le orecchie. La verità è che questo messaggio oltrepassa le informazioni 3D. Il mio messaggio raggiunge le vecchie anime che sono ora su questo pianeta, e il messaggio è una rivelazione sull’oscurità. Non è un messaggio di paura, ma di congratulazioni e di spiegazione, e forse anche più dettagliato di quanto vorreste riguardo a cose che non vorreste conoscere. Ma noi non possiamo tralasciarlo, e neanche voi. Ne parleremo in modo delicato, il più delicato possibile per un Operatore di Luce, una vecchia anima sul pianeta che non ha mai provato altro che sensibilità e amore per buona parte della sua vita. La vecchia bilancia luce/buio Da dove iniziamo? Avete visto i notiziari ultimamente? C’è forse qualche sorpresa su come stanno andando le cose? Se rispondente di sì a questa domanda, allora non avete prestato ascolto alle informazioni che vi ho già dato molte volte. Sono due anni vi sto dando informazioni che riguardano proprio questo periodo di tempo. Vi avevo detto che attraversare il ponte della ricalibrazione avrebbe capovolto l’equilibrio luce/buio dell’energia sul pianeta. Forse conoscete quella che viene chiamata la bilancia della giustizia. L’immagine è rappresentata da una figura bendata che regge una bilancia. Questa bilancia ha due piatti che si controbilanciano. È simile alla bilancia di un farmacista, e per qualcuno di voi è una metafora familiare. L’immagine rappresenta il desiderio di equilibrio nella vita, specialmente riguardo a correttezza e giustizia. È la ricerca dell’equilibrio nella coscienza. Penso che abbiate chiara questa immagine nella vostra mente. Nel paradigma di luce e buio, per migliaia di anni questo equilibrio non è stato affatto pari. Non è mai stato equilibrato. Su un piatto c’era quel che chiameremo coscienza di oscurità e sull’altro coscienza di luce. A vincere è sempre stato il piatto dell’oscurità. Ora, prima di iniziare, voglio che capiate bene quello che non ho detto qui sopra. Io non ho detto che su un piatto ci sono spiriti maligni ed entità oscure. Non ho detto questo, ma ho detto: coscienza di oscurità. E non ho detto che sull’altro piatto ci sono angeli e spiriti buoni, deva e folletti. Non ho detto questo, ma ho detto coscienza di luce. Ora lo spiego. Voglio che conosciate la differenza di tutte queste cose, e la differenza è che il buio e la luce di cui ora sto parlando è nella coscienza sviluppata dagli Esseri Umani. Questa bilancia esiste da eoni e la coscienza di oscurità Umana ha pesato più della luce. È sempre stata sbilanciata e voi lo sapete. La storia della vostra vita passata ha vissuto guerra, morte e sofferenza, su un pianeta interessato da una coscienza di sopravvivenza. Per una vecchia anima sulla Terra è la battaglia principale, e voi lo sapete. Immaginate dunque questa bilancia asimmetrica, pesantemente inclinata da una coscienza di oscurità. La coscienza di luce non riesce a sollevarsi e non c’è equilibrio. Così è stato per voi e tutt’intorno a voi, vita dopo vita. È la storia dell’umanità sulla Terra. Quali sono le probabilità che la cosa cambi? Sono 25 anni che vi sto dicendo che l’equilibrio sta cambiando. È cominciato a cambiare più di 25 anni fa e la luce è diventata sempre più forte e sempre più presente, con una porzione quantica maggiore, maggiore collegamento con l’altro lato del velo, e la bilancia ha cominciato a spostarsi verso un maggiore equilibrio. Le guerre nel mondo si erano fermate, non lo avete notato? Le cose stavano andando meglio sul pianeta, non lo avevate notato? Molti paesi stavano cooperando con antichi nemici invece di sostenere la vecchia energia bellicosa. Lo avevate notato? Era partito un concetto completamente nuovo, un nuovo paradigma, e i piatti della bilancia stavano cominciando a equipararsi. La battaglia era cominciata. Inizia la battaglia Nel 2012 c’è stata la precessione degli equinozi, ed è entrato in vigore il nuovo calendario della coscienza. È stata l’umanità a far sì che succedesse, e vi dissi quel che sarebbe venuto poi. Parlai del piantare i semi di un nuovo paradigma di pensiero e in ogni canalizzazione vi ho parlato della battaglia che sta iniziando ora. Voglio dirvi una cosa, Operatori di Luce. Quando la bilancia cominciò a spostarsi verso l’equilibrio, non fu per un aumento di luce. Quel che successe, invece, fu che la luce respinse l’oscurità. Ridusse la quantità di oscurità e i piatti della bilancia cominciarono a muoversi. L’oscurità stava perdendo la sua consistenza. Capite? Man mano che l’oscurità perdeva la sua consistenza (influenza), la luce cominciava a portare l’equilibrio della bilancia in suo favore. Vi abbiamo sempre detto che l’oscurità, di per sé, non ha energia. L’oscurità è semplicemente assenza di luce. È quindi automatico che se c’è più luce ci sarà meno buio. Ora, se adesso guardate la bilancia, la luce sta vincendo. Avete superato la linea di demarcazione per entrare nei potenziali di cui parlavano gli antichi. In una canalizzazione di alcune settimane ho identificato questa linea come la Barriera della Saggezza. Diedi istruzioni al mio partner di mettere a disposizione quella canalizzazione così da essere ascoltata e lui lo ha fatto. Potete ascoltare cos’è la barriera della saggezza, cos’è il fattore di benevolenza e perché queste cose hanno dato inizio al cambiamento dell’energia della coscienza del pianeta. Ma non dimenticate ciò che voi avete fatto! Avete provocato la coscienza di oscurità! L’avete punzecchiata ed è impazzita! Avete smosso le braci. Mi state ascoltando? Per la prima volta, l’oscurità si trova nella modalità di sopravvivenza! Due anni fa vi dicemmo di stare pronti, perché l’oscurità non avrebbe ceduto senza combattere. E ora la battaglia è qui. Non disperate Le informazioni sono talmente numerose da non poter essere date in una sola canalizzazione, in un solo incontro, quindi faccio riferimento ai messaggi precedenti così che voi capiate meglio e le andiate a recuperare per avere il quadro generale. Voglio rammentarvi una cosa che ho detto recentemente nella canalizzazione “Non disperate” State vincendo! La coscienza di oscurità su questo pianeta sente che state vincendo, e l’umanità che rappresenta l’oscurità mette in campo tutto quello che ha a disposizione per sopravvivere. È sempre stato lì Guardiamolo insieme, perché lo si trova in tutti i notiziari. Siete scioccati dall’improvvisa comparsa dell’organizzazione che non nominerò? Da dove salta fuori? Come può essere così organizzata? Come può essere così ben finanziata? Questo gruppo potrà presto avere la sua nazione! Potrebbero ben darle il nome di “nazione della vecchia energia di oscurità”, perché questo è ciò che rappresenta. Il barbaro passato dell’umanità si presenta a mostrare il suo volto. È sempre stato lì, nascosto tra le pietre e le crepe dell’umanità civilizzata. Fino ad ora non poteva mostrarsi, ma adesso lo deve fare. È orribile e non è per chi è debole di cuore, non è vero, miei cari? Vedere il male personificato nelle azioni Umane è abominevole. È così orribile e profondamente oscuro da non poter essere guardato con cuore gentile. Dio non c’entra in questo, ed è ovvio. Voi state vincendo! La luce sta vincendo! Questa insurrezione della coscienza di oscurità non si sarebbe mostrata con tale forza, o così repentinamente, se così non fosse. Questo è esattamente ciò che vi dissi di cercare, e prova che quelli che rappresentano questa coscienza di oscurità sono in difficoltà. Carissimi, la coscienza di oscurità ha da sempre un sistema sicuro e affidabile: si aggira nell’ombra e influenza tutti i posti di potere del pianeta – governo, economia e finanza. All’improvviso non può più nascondersi e si mostra apertamente. Da dove vengono i finanziamenti? Vengono da un fondo che è sempre stato lì, miei cari. Si serve di denaro proveniente da azioni generate da una bassa consapevolezza nel corso di molto tempo. Quei fondi non sono comparsi dal nulla. Erano depositati in attesa di essere usati per diffondere paura e oscurità per salvare ciò in cui credono. Chi vincerà? Miei cari, non hanno chance! Eppure sembra che le abbiano, non è così? Tutto ciò che fanno è calcolato per spaventarvi e farvi sentire impotenti. Stanno vincendo? Ora, questa è la domanda che vorrei portaste via da qui su cui riflettere ogni giorno. La paura è nera. Se avete paura non c’è luce. Potete essere il più grande Operatore di Luce o anche un canalizzatore, ma se avete paura non importa per quanti anni avete fatto un lavoro di luce, o quanta luce avete accumulato a livello personale. Tutto questo sparisce con la paura, e loro vinceranno la battaglia nella vostra mente. Lo capite, questo? La forza della vecchia anima: VOI Vecchie anime, Operatori di Luce che state leggendo, le esperienze che avete avuto nel corso di molte vite sono incredibili! Le vecchie anime conoscono la paura. Non voglio essere troppo esplicito, ma voglio che lo capiate! Com’è stato quando appoggiaste il capo sulla ghigliottina perché parlavate di Dio in modo non appropriato? Com’è stato essere legati mani e piedi mentre vi bruciavano la pianta dei piedi? Vecchie anime, questa è la paura! Voi avete queste esperienze nella vostra Akasha. Voglio dirvi che non hanno nessuna possibilità di spaventarvi! Voi sapete davvero cos’è la paura, e loro non hanno nessuna chance fin tanto che vi tenete saldamente alla parte di voi che è la forza di Dio. Siete già passati attraverso tutto questo. E ciò vuol dire che avete le armi della verità, della saggezza e della luce. Non dimenticatelo. Non dimenticate chi siete! Avete visto come si sono radunati in fretta? Sembra solo ieri che questa organizzazione non esisteva affatto. Da dove sono venuti? Avete notato una certa esitazione a combatterli? Com’è che gli abitanti dei territori che stanno invadendo esitano a combatterli? I loro capi, infatti, stanno chiamando altri in aiuto. Come mai anche questi altri esitano? Voglio mostrarvi che ci sono alcune cose illogiche che non hanno senso, perché questa è una battaglia che voi non avete mai visto prima su questo pianeta. Noi ce l’aspettavamo, ma voi no. Si tratta di coscienza, non di territori o risorse naturali. Come vincere? Vi abbiamo già detto qual è il segreto per batterli senza perdere neppure una vita: toglietegli i fondi. Non possono continuare senza finanziamenti. Il denaro deve essere gestito, depositato ed erogato. Viene anche ad essere prodotto in modo tale da dover passare tramite delle istituzioni. Non vi pare? Tutto quello che dovete fare è bloccare il sistema. Non saranno vinti con i bombardamenti. Verranno vinti usando l’intelligenza, un ragionamento più acuto e indagini a livello di finanza. È ora di svegliarsi di più su alcune di queste cose e di non aver paura di guardare questo puzzle in modo diverso da prima. Non servitevi dell’energia che stanno usando loro per combatterli, perché non vincerete. Pensate: questo è l’ultimo bastione organizzato dell’oscurità e di un modo di pensare malvagio su questo pianeta, e che si è radunato nel tentativo di sopravvivere all’assalto della vostra luce. Non abbiate paura di seguire la scia dei finanziamenti, non importa dove vi porterà. La paura è la loro arma Voglio che quando seguite i notiziari osserviate una cosa. Può sembrare che non si sia capaci di fermarli. In molti posti acquisiranno più forza generando paura. La paura viene facilmente creata tra coloro che non sono vecchie anime, che non conoscono la paura come voi e che non hanno l’armatura della vostra esperienza spirituale. Questo vi pone in prima linea, miei cari. Lo avete capito? Tuttavia voi non dovete combatterli con le loro stesse armi. Tutto quello che dovete fare è trasmettere luce. Una coscienza superiore prima o poi sconfiggerà la paura. Definizione di oscurità e male C’è dell’altro. Qual è la vostra definizione di male? Questa è una lezione che qualcuno di voi deve ascoltare e altri non vorranno vedere, e questo perché gli Esseri Umani vogliono attribuire il male a delle entità. Molti Umani vogliono mettere il male in uno schema, ma non nello schema Umano. La vecchia energia vuole mantenere la tradizione mitologica, ma è ora che voi sappiate la verità. Per anni si è creduto negli spiriti del male e in entità diaboliche. Si pensa ad esse come a forze esterne che combattono con l’umanità sul controllo della luce. Carissimi, vorrei dirvi ciò che è veramente il male. Il male è la manifestazione di un’energia di oscurità in un Essere Umano o gruppo di Esseri Umani che, volontariamente, prendono questa oscurità e la generano, l’amplificano e la concentrano. Alcuni dittatori del pianeta lo hanno fatto perfettamente, e voi li avete visti. Non c’entrava nè c’è bisogno di nessuno spirito maligno. Pochi Umani erano capaci di concentrare e manifestare il male così bene che tutti intorno a loro cooperavano e lo accettavano. Questo è il male. Non avevano neppure bisogno di un’entità specifica con coda e corna. Lo facevano da soli. Questo è ciò che un Umano sa fare! È un potente attributo dell’umanità, e l’energia di luce e oscurità può percorrere entrambe le strade. Per libera scelta l’umanità crea luce o tenebra. Questa capacità viene generata dal potere incredibile che ha l’umanità e dalla dualità che essa ha in sé. L’umanità non ha bisogno di nessun aiuto esterno per creare il male. Vi abbiamo già detto che nella vostra civiltà Umana la libera scelta ha posto l’umanità di questo pianeta già quattro volte davanti al bivio dell’esistenza. Questo perché la coscienza di oscurità aveva vinto in quei momenti del tempo. Non c’è da sorprendersi, dato che l’umanità viveva allora nella modalità di sopravvivenza e c’era pochissima luce per diffondere un modo di pensare spirituale. Il ruolo di Gaia nella coscienza Umana Forse vi spaventerebbe sapere che una di quelle volte ci fu una totale cooperazione con Gaia per la vostra distruzione e ci fu un’epidemia che quasi spazzò via l’intera umanità dalla geografia. Un’epidemia! Ora, potreste dire: «Che cosa ha che fare questo con la coscienza Umana, Kryon?» State attenti, carissimi, perché qui oggi diamo al mio partner l’insegnamento che lui ha riunito nei Nove Attributi Umani. Un gruppo di attributi comprendeva tre attributi di Gaia, e uno di essi era la coscienza planetaria. Gaia è collegata alla coscienza Umana! Iniziate a collegare i puntini? Voi siete collegati a questo pianeta in modo profondo e spirituale. Come va l’umanità così va la coscienza del pianeta. Gaia, Madre Natura, chiamatela pure come volete, coopera con la coscienza Umana. Se passate mille anni a uccidervi l’un l’altro, allora Gaia farà del suo meglio per aiutarvi nei vostri desideri! Gaia guarda la coscienza Umana e cerca di aiutarvi per quanto riguarda quel che dimostrate che a voi piace! Conoscevate questo ruolo di Gaia nei vostri confronti? È per voi una partner, e dà la precedenza a quel che le dimostrate. Forse dovete ripassare ciò che i popoli indigeni del pianeta ancora sanno. Gaia è una partner! Pandemia... Non trovate strano che negli ultimi 50 anni, con una popolazione di 7 miliardi di Esseri Umani e fino a 2000 aerei in aria in ogni momento che vanno in tutti i luoghi immaginabili, che non ci sia ancora stata una pandemia? Negli ultimi vent’anni ci sono stati fino a cinque potenziali inizi di pandemia, ma nessuno è diventato un serio pericolo. Lo avete riconosciuto? Carissimi, solo un centinaio di anni fa, quando il mondo era molto meno popolato e ancora non c’erano viaggi di massa a spargere virus, furono in milioni a essere spazzati via da una pandemia. Con l’aumento della popolazione e i viaggi di massa, oggi c’è molto più pericolo di allora. Ha senso, questo, vero? Che cosa l’ha bloccato? Se conoscete la relazione che c’è tra Gaia e l’umanità, diventa comprensibile. Gaia è una forza vitale che è vostra partner, vi osserva cambiare l’equilibrio di luce e oscurità, e riflette ciò che gli Umani vogliono. Anch’essa ha una polarità! Forse è ora che iniziate le vostre meditazioni con il ringraziare il vostro pianeta Terra per il supporto che vi dà nella spiritualità della vostra Akasha, per essere sempre con voi, una forza vitale che è sempre presente. Gli antichi iniziavano le loro cerimonie in questo modo. Lo avete dimenticato? Voi state cambiando la storia Siete voi quelli che hanno provocato questo cambiamento, carissimi. Congratulazioni, perché risplendete di una luce così brillante da aver messo in fuga l’oscurità. La prova di questo è in tutto quello che vi ho appena detto. Imprevedibilmente, avete un virus che non ha cura. Imprevedibilmente, avete un movimento barbaro che è malvagio e oscuro come non avreste mai potuto immaginare e che sembra essersi organizzato nel giro di una notte. Imprevedibilmente, questa organizzazione ha una molteplicità di risorse finanziarie, finanziamenti e un forte sostegno per terrorizzare tutti quanti intorno. È così spaventosa che stanno coalizzandosi paesi che mai si sarebbero uniti o accordati su qualcosa, eppure ora sono intorno a un tavolo per valutare come combattere l’oscurità, questo male! Il male non viene da forze esterne più di quanto la luce sia creata da forze esterne. La luce e le tenebre sono in un equilibrio che l’umanità è in grado di far pendere verso una direzione o l’altra. Lo avete sentito? Potete andare verso la più grande oscurità che volete o verso la più grande luce che volete, e avete sempre avuto questa capacità. Questa è la dualità che avete visto nel corso della vostra storia, da sempre. Tuttavia, ora siete in una situazione dove potete uscire da un’era di barbarie... da migliaia di anni di conquiste, uccisioni e guerre... avete voltato l’angolo. Vi dico nuovamente: non disperate! Generate la luce con cui siete arrivati qui ed ergetevi dritti e senza paura. «Troppo semplice, Kryon.» Oh, davvero? In che modo pensi che questo pianeta abbia voltato l’angolo, mio caro Operatore di Luce? Vecchia anima, non capisci che la luce che hai è una forza multidimensionale? Non è lineare. Non è la sua quantità ad essere importante. È il suo intento e la sua verità. È come dire che con poco si può fare molto, e le vecchie anime sono estremamente potenti in questo ambito. Chiuderò con questo. Più di vent’anni fa sedevo con il mio partner su una sedia proprio come questa. Stava per aprire la bocca davanti a un gruppo di persone per la prima volta. Una delle prime metafore che diede era quella della “Stanza buia”. Ora ve la darò di nuovo perché, di tutti i momenti di questo pianeta, ora dovete ascoltarla ancora. Le dinamiche di luce e oscurità non hanno a che fare con la quantità. La stanza buia Siete in una stanza, c’è buio ed è piena di molti Esseri Umani. La stanza è così buia che vi scontrate l’uno con l’altro. Fa paura non essere in grado di vedere chi vi siede accanto, o chi potrebbe essere, quanto forte, di che sesso, o conoscere almeno qualcosa. Vi sentite isolati. Vi aggrappate al vostro vicino e gli tenete la mano. Incontrate altri che vi prendono la mano, e vi sentite al sicuro fin tanto che potete stringere una mano. C’è buio! E (in questo modo) non vi scontrate! Non sapete chi sono o cosa vogliono. Vi fidate solo di quelli che sapete vi stanno tenendo per mano! Gli altri vengono soltanto dopo chi vi aiuta! È meglio se riuscite a mettervi insieme, forse costruire una vostra piccola città, poi circondarla di mura così che gli “altri” non vi possano raggiungere. Non vedete! C’è buio. Gli altri potrebbero avere delle armi, potrebbero seguirvi. Non potete saperlo. Non potete vederli. Questa parabola rappresenta la coscienza del pianeta di centinaia, se non migliaia, di anni. Vi separavate, vi riunivate, vi difendevate. Gli altri che, invece, erano nelle tenebre conquistavano con la forza ogni terra che potevano invadere. In questa stanza buia appare improvvisamente un Operatore di Luce, un’anima più vecchia, e accende un fiammifero. Ora, un fiammifero non crea molta luce, ma se siete in una stanza completamente buia, una piccola luce fa molto. D’un tratto, la stanza cambia. Non è inondata dalla luce, ma potete iniziare a vedere, seppur fiocamente, intorno a voi. Per la prima volta vedete i vostri vicini! Sono proprio come voi... spaventati! In breve gli Umani cominciano ad abbattere le mura; rompono il cerchio e smettono di tenere la mano solo a quelli della loro famiglia. Trovano, invece, altre mani da tenere, e scoprono altri cerchi proprio come i loro. Molti vogliono sapere da dove viene la luce. Non sanno neppure come si chiama il portatore di fiammifero! Il portatore di fiammifero ha una dottrina? No. Il portatore di fiammifero ha un’organizzazione a cui associarsi o da pubblicizzare? No. Che cos’ha il portatore di fiammifero? La luce! Molti ora ne vogliono di più. Guardano il portatore di fiammifero e chiedono: «Mi fai accendere dal tuo fiammifero?» La risposta è sì, ed ecco che c’è ancora più luce. Poi altri vanno a condividere la luce dei loro fiammiferi. Con ogni fiammifero c’è più luce, e ora molti possono vedersi chiaramente. Con la luce non c’è alcuna ragione di avere paura. Il buio è scomparso. Questa è la metafora della luce della coscienza del pianeta che sta lentamente crescendo. Vi abbiamo raccontato questa storia vent’anni fa. Ve la raccontammo perché conoscevamo i potenziali di oggi e sapevamo della vostra battaglia con l’oscurità. Splendete la vostra luce secondo come reagite a tutto questo ed evitate di avere paura. Tutto il mondo brillerà di più per questo. L’oscurità, la pandemia, nessuna cosa malvagia può sopravvivere alla vostra luce! Questa è la verità del tempo che avete atteso. Voglio che portate con voi a casa questo concetto. È molto profondo, non è vero? Vi avevo detto che era in arrivo, e ora è qui. Gestitelo, miei cari. Vi ho appena detto come. State vincendo la battaglia. Non guardate i notiziari, perché vi faranno paura. Dopo tutto, è il loro lavoro. Capitelo, e siate saggi in questo tempo di cambiamento. E così è. Kryon http://www.stazioneceleste.it/kryon.htm

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli