Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Miti e fatti di cura della pelle: con prodotti sintetici o i cosi' detti naturali

Miti e fatti di cura della pelle…. Di prodotti sintetici o i cosi’ detti naturali

 

" Un decano dell'industria cosmetica era sincero sul segreto del successo della sua azienda.

" Vendiamo la speranza ", ha detto.

 

Ogni anno il mercato cosmetico è invaso da nuovi "prodotti miracolosi" favolosamente eccitanti e descritti, progettati per solleticare l'immaginazione e placare il nostro appetito di illusione. Che il loro costo sia totalmente sproporzionato rispetto alla loro efficacia è di scarsa importanza quando è in gioco la fiumana dei sogni.

Tuttavia, la "speranza" che sostiene un'industria da miliardi di dollari non è nuova. Da tempo immemorabile ogni prodotto concepibile - animale, vegetale, minerale o magico - sembra essere stato usato per adornare, migliorare e trasformare il corpo umano, come la fantasia e la moda hanno dettato.

 

Elizabeth Francke "Il make-your-own Cosmetic & Fragrance Book for Australians". (1982)

 

Le seguenti informazioni sono state fornite dai produttori della gamma di prodotti per la cura della pelle "Mother Earth Aromatherapy".

 

Fatto 1: Sapevi che la pelle è il nostro più grande organo? Gran parte di ciò che applichiamo viene assorbito direttamente nel flusso sanguigno.

Per esempio; quando l'olio essenziale di lavanda viene strofinato sulla pelle, le tracce possono essere trovate nei reni solo poche ore dopo. Un altro esempio è Wild Yam, a volte preso internamente, ma quando aggiunto a una base di crema per la pelle, il tasso di assorbimento è molto maggiore.

Non sottovalutare mai quanto assorbiamo attraverso la pelle e quanto sia importante la nostra pelle per noi.

 

Fatto 2: Sapevi che la cura della pelle chimica può influire sulla tua salute?

La miriade di prodotti chimici per la cura della pelle sul mercato sta sicuramente influenzando la salute di alcuni individui. Alcune reazioni che le persone stanno avendo sono a breve termine, altre a lungo termine e molti consumatori semplicemente non credono che ci possa essere una connessione!

 

Fatto 3: Sapevi che la cura della pelle ha solo bisogno di essere naturale al 5% per essere chiamata naturale? I regolamenti governativi non ti terranno al sicuro!

Le normative riguardanti la cura della pelle non sono così rigide come ci si potrebbe aspettare. Ad esempio, un prodotto è considerato naturale se contiene una quantità minima di una sostanza naturale come alcune gocce di olio essenziale o il 5% di olio spremuto a freddo.

 

Fatto 4: Sapevi che 884 sostanze chimiche disponibili per l'uso nei cosmetici sono state segnalate al governo come sostanze tossiche?

Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro.

 

MITO 1: più costa, meglio è.

La rivista Cho ice ha già dimostrato che questo NON è certamente il caso.

 

MITO 2: una buona cura della pelle arresta le rughe.

Il fatto è che stiamo invecchiando, alcuni più velocemente di altri . Nessuna "crema miracolosa" può prevenire o fermare le rughe!

 

MITO 3: le normative sull'etichettatura del governo mi tengono al sicuro.

Questo non è sempre il caso. Prenditi il ​​tempo per leggere le tue etichette ingrediantI. Se i prodotti non contengono gli ingrediants elencati, il produttore non ti fornisce le informazioni necessarie per prendere una decisione consapevole.

Pensa attentamente prima di acquistare un prodotto che non elenca tutti gli ingredienti. sii autonomo, leggi TUTTE le etichette ingrediant.

Se non riesci a leggerlo, cercalo!

 

IdentifyingIngrediants

Le seguenti informazioni sono state prese da diverse fonti. I riferimenti saranno inclusi alla fine dell'articolo.

 

Di seguito è riportato un elenco di sostanze chimiche e ingredianti sintetici identificati nei prodotti per la cura della pelle. Per la maggior parte delle citazioni trovate nelle descrizioni dei font "verdana" che sono state scritte da persone che possiedono e producono prodotti per la cura della pelle "naturali". Nel font ' times', troverete informazioni scritte da Paula Bejoun-The Cosmetics Cop, con riferimenti a studi scientifici che sono stati intrapresi per quanto riguarda le sostanze chimiche sintetiche. Tieni presente che Paula è un'acclamata autrice di numerosi libri sull'industria cosmetica e cosmetica, ma vende anche una sua linea di prodotti per la cura della pelle, che contengono ingredienti naturali e sintetici.

Ho deciso di darti entrambi i lati della storia perché le aziende naturali per la cura della pelle hanno le loro ragioni per demonizzare gli ingrediEnti sintetici e spesso fanno affermazioni su molti ingredienti sintetici innocui senza alcun supporto scientifico per sostenere le loro affermazioni. Questo è tutto per vendere i propri prodotti. Personalmente, mi sto appoggiando sul lato dei prodotti per la cura della pelle naturale perché credo che meno un prodotto è complicato e meno è probabile che sia in grado di irritare la mia pelle e mi piacciono i prodotti a base di aromaterapia. 

 

GLI INGREDIENTI CHE TROVI NEI PRODOTTI DI COSMESI NON NATURALE:SE LEGGI ATTENTAMENTE LI TROVERAI

 

Acetati (amile, butile, etile, propile ): gli acetati si trovano generalmente negli smalti per unghie e per le unghie. Sono irritanti per la pelle e sono stati trovati per essere una neurotossina abbastanza cattiva. 

 

butile acetato . Solvente utilizzato nello smalto per unghie e molti altri prodotti. 


Alchil acrilato C10-30 Crospolymer: alchil acrilato è un agente plastificante che è stato responsabile di sensibilizzazione e dermatite allergica da contatto quando non completamente polimerizzato

 

acrilati / C10-30 alchil acrilato agente filmogeno formatore di polimeri . Un grande gruppo di ingredienti che si trovano tipicamente in prodotti per la cura dei capelli ma sono anche ampiamente utilizzati nei prodotti per la cura della pelle, in particolare idratanti. Questi vanno dal PVP agli acrilati, acrilammidi e copolimeri. Una volta applicati, lasciano una copertura flessibile, coesa e continua sui capelli o sulla pelle. Questo film produce eccellenti proprietà leganti l'acqua e lascia una sensazione morbida sulla pelle. Agenti filmogeni possono essere sensibilizzanti della pelle per alcuni individui.

 

Alfa idrossi acidi (AHA): dichiarato come miracolo 'naturale' lifting, l'AHA brucia lo strato superiore della pelle. Non solo lasciano la pelle esposta alla moltitudine di sostanze chimiche che galleggiano intorno, ma rendono anche la pelle più sensibile ai danni del sole.

 

AHA . Acronimo di un lfa h ydroxy uncid. Gli AHA sono derivati ​​da varie fonti vegetali o dal latte. Tuttavia, il 99% degli AHA utilizzati nei cosmetici sono derivati ​​sinteticamente. In basse concentrazioni (meno del 3%) gli AHA funzionano come agenti leganti l'acqua. A concentrazioni superiori al 4% e in una base con pH acido compreso tra 3 e 4, questi possono esfoliare le cellule della pelle abbattendo la sostanza nella pelle che tiene insieme le cellule della pelle. Gli AHA più efficaci e ben studiati sono l'acido glicolico e l'acido lattico. L'acido malico, l'acido citrico e l'acido tartarico possono anche essere efficaci, ma sono considerati meno stabili e meno rispettosi della pelle; c'è poca ricerca che mostra loro di avere benefici per la pelle.
Gli AHA possono irritare le mucose e causare irritazioni SERIE. Tuttavia, gli AHA sono stati ampiamente utilizzati per la terapia della pelle danneggiata da foto e sono stati anche riportati per normalizzare l'ipercheratinizzazione (pelle eccessivamente ispessita) e per aumentare lo spessore epidermico vitale e il contenuto di glicosaminoglicani dermici. 

 

 Un alfa idrossi acido estratto dal latte, sebbene la maggior parte delle forme utilizzate nei cosmetici siano sintetiche. Esfolia le cellule sulla superficie della pelle abbattendo il materiale che tiene insieme le cellule della pelle. Può irritare le mucose e causare irritazione.

 

 metossipropilgluconammide . Un alfa idrossi acido che può essere meno irritante dell'acido glicolico e dell'acido lattico. Tuttavia, non c'è quasi nessuna ricerca su questo ingrediente e molto poco si sa circa i suoi benefici e la sua funzione

 

Glicole butilenico: il glicole butilenico è un agente antimicrobico che provoca grave irritazione agli occhi, ma non è irritante per la pelle o le mucose. glicole butilenico . agente antiscivolo . Termine utilizzato per descrivere una serie di ingredienti che aiutano altri ingredienti a diffondersi sulla pelle e aiutano gli ingredienti a penetrare nella pelle. Gli agenti scivolanti hanno anche proprietà umettanti. Gli agenti scivolanti includono glicole propilenico, glicole butilenico, polisorbati e glicerina, per citarne alcuni. Sono fondamentali per il mondo della cura della pelle come l'acqua

 

Cocoamide - DEA / TEA / MEA: Le note di cocco sono irritanti per gli occhi, il cuoio capelluto e la pelle. La sicurezza di questa sostanza chimica è stata messa in discussione per anni e in alcuni paesi i prodotti sono privi di cacao.

 

dietanolamina . Un liquido incolore usato come solvente e regolatore del pH. Utilizzato anche come agente schiumogeno nei prodotti per la cura dei peli della pelle se abbinato ad un agente detergente schiumogeno o detergente. LO studio NTP ha suggerito che la risposta carcinogenica di questo prodotto è legata ai possibili livelli residui di DEA. 

 

. trietanolammina. Utilizzato nei cosmetici come un equilibratore del pH. Come tutte le ammine, ha il potenziale per creare nitrosamine. Ci sono polemiche sul fatto che questo rappresenti un problema reale per la pelle, date le basse concentrazioni utilizzate nei cosmetici e la teoria secondo cui le nitrosammine non possono penetrare nella pelle.

 
Lauril solfato di TEA. Mentre c'è una ricerca abbondante che dimostra che il lauril solfato di sodio è un agente detergente sensibilizzante, non esiste una ricerca di supporto simile per il lauril solfato di TEA. Tuttavia, poiché il rapporto tra i due è così vicino, ho deciso di raccomandare contro l'uso di nessuno dei due. 

 

 Cloruro di cetrimonio: il cloruro di cetrimonio è usato come anti-fungino e come ammorbidente nei prodotti per capelli. Può essere irritante per la pelle e gli occhi ed è dannoso se ingerito.

 

Gluconato di rame: questo sale minerale può causare eczema se viene a contatto con la pelle. Se viene a contatto con gli occhi può provocare congiuntivite ed edema delle palpebre.  Il rame è un importante oligoelemento per la nutrizione umana. Il corpo ha bisogno di rame per assorbire e utilizzare il ferro, e il rame è anche un componente del potente enzima antiossidante superossido dismutasi.  La sintesi di collagene ed elastina è in parte correlata alla presenza di rame nel corpo e il rame è anche importante per molti altri processi. Per esempio, c'è una ricerca che mostra che il rame è efficace per la guarigione delle ferite .Tuttavia, la guarigione delle ferite è il risultato di molti processi biofisici che non hanno nulla a che fare con le rughe.

 

Alcool denaturato: l'alcool denaturato è un alcol industriale con sostanze aggiunte per provocare vomito o tossicità in caso di ingestione. alcool denaturato . alcool. Un gruppo di composti organici che hanno una vasta gamma di forme e usi nei cosmetici. In alcune forme benigne sono glicoli usati come umettanti che aiutano a consegnare gli ingredienti nella pelle. Quando i grassi e gli oli vengono ridotti chimicamente, diventano un gruppo di alcoli meno densi chiamati alcoli grassi che possono avere proprietà emollienti o possono diventare detergenti. Quando gli alcoli hanno pesi molecolari bassi possono essere seccanti e irritanti. Gli alcoli di cui preoccuparsi nei prodotti per la cura della pelle sono etanolo, alcool denaturato, alcool etilico, metanolo, alcol benzilico, isopropilico e alcol SD, che possono essere estremamente seccanti e irritanti per la pelle

 

Formalina: è usata come disinfettante e germicida. Ha una classificazione "B", il che significa che è un probabile cancerogeno per l'uomo. La formalina può causare tossicità locale e favorire reazioni allergiche. Può anche causare eczema e dermatite ed è estremamente pericoloso se ingerito.

 

Fragranza / oli profumati: sono sostanze chimiche pure. Quando vengono inalati vengono trasportati direttamente nel flusso sanguigno. Sono estremamente tossici e pericolosi. Questi prodotti chimici profumati sono comuni nei deodoranti per ambienti, profumi, deodoranti spray e molti prodotti per la casa.

 

Glycerol Laurate: è un agente stabilizzante che può causare la combustione degli occhi e può irritare la pelle.

 

Urea imidazolidinilica e diazolidinil urea: dopo i parabeni, queste sostanze chimiche sono i conservanti più utilizzati. Sono entrambi ben consolidati come una delle principali cause di dermatite da contatto. 

imidazolidinil urea Conservante a rilascio di formaldeide (Fonte: Dermatite da contatto , dicembre 2000, pagine 339-343).

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Isopropil Miristato: è usato come emolliente ed emulsionante. È un noto irritante per la pelle.

isopropil miristato . Utilizzato nei cosmetici come agente addensante ed emolliente. Storicamente, i test sugli animali hanno dimostrato che è una causa dei pori ostruiti

 

Lanolina: realizzata con il rivestimento in cera sulla lana di pecora, la lanolina è stata utilizzata in cosmetica per anni. Purtroppo, quasi tutte le pecore sono immerse nelle sostanze chimiche e mangiano l'erba con i feticizzatori, contaminando così la lanolina con varie sostanze chimiche dannose.!

 

Emolliente derivato dalla lanolina. alcool di lanolina acetilata . Un estere dell'alcool di lanolina usa come agente emolliente e occlusivo. Un estere è un composto formato da un alcol e un acido con l'eliminazione dell'acqua, e sono comuni tra gli ingredienti cosmetici. 
alcol di lanolina . Emolliente derivato dalla lanolina. lanoletta isopropilica . Derivato dalla lanolina, è usato nei cosmetici come agente addensante ed emolliente. 


trioclanolin . Derivato dalla lanolina e utilizzato come texture migliorata, più comunemente nei prodotti a base di polvere come ombretti e cipria.

 

Mannitolo: è un agente anti-agglomerante fluido, addensante e stabilizzante. Disidratazione, convulsioni, vomito, brividi e vertigini sono stati documentati dopo l'ingestione di grandi dosi di questa sostanza. Si sono verificati anche insufficienza cardiaca, emorragia cerebrale e decessi. mannitolo . Componente di piante che ha potenti proprietà antiossidanti

 

Methylchloroisothiazoline: questo è un conservante sintetico, considerato come un agente sensibilizzante della pelle. È stato associato alla dermatite da contatto quando usato in pittura.

Olio minerale (paraffinum liquidum) e petrolato-prpyl-, metil-, eth-, o -ene: Gli oli minerali sono costituiti da benzina grezza. Sono utilizzati come agenti emollienti e portatori di cosmetici, nonché di baby (Baby Oil) e crema sorbilene. Possono essere pericolosi se ingeriti e non devono essere usati sui bambini poiché si ritiene che siano cancerogeni. Gli oli minerali possono soffocare la pelle creando un film d'olio che trattiene la pelle dall'assunzione di ossigeno e dal rilascio di anidride carbonica. È anche un importante inquinante ambientale. L'olio minerale causa anche una situazione di Catch-22 per quanto riguarda l'umidità nella pelle. Quando si applica il prodotto può sembrare che renda la secchezza della pelle, ma in realtà sta facendo asciugare la pelle, quindi è necessario più prodotto per mantenere la pelle "umida". Inoltre, se sei una donna che ha estensioni delle unghie acriliche e ha molti problemi con il "lifting" dell'acrilico, è molto probabilmente causata dall'olio minerale nella tua crema mani, cera per capelli, crema per il corpo o crema per il viso. 

Controlla i tuoi prodotti per paraffina liquida, petrolato o olio minerale e sbarazzati di loro! Questo è un ingrediente comune nei prodotti per la cura della pelle in quanto è un ingrediant economico. Nelle parole di un normale libro di testo cosmetico, "... l'uso continuato di olio minerale tende ad asciugare la pelle". ( molto probabilmente è stato causato dall'olio minerale nella tua mano crema, cera per capelli, crema per il corpo o crema per il viso. Controlla i tuoi prodotti per paraffina liquida, petrolato o olio minerale e sbarazzati di loro! 

Paraffinum liquidum . Polibutene . Un polimero derivato dall'olio minerale e usato come addensante e lubrificante. 
Protol . Marchio commerciale per olio minerale.

 

Oleochimici: nuove prove dimostrano che i grassi trans oleochimici utilizzati praticamente in tutti i prodotti per la cura del corpo "naturali" e "organici", quando applicati localmente alla pelle, possono inibire le prostaglandine. 

Le prostaglandine sono messaggeri simili agli ormoni prodotti nella maggior parte dei tessuti del corpo umano che hanno molte importanti azioni fisiologiche. Molte persone intelligenti sono state ingannate dalle campagne di lavaggio ecologico dei detergenti e dei produttori emollienti nel corso degli anni fino a far credere che i detergenti oleochimici, acidi grassi e stearati (per citarne alcuni) siano "naturali" ed ecocompatibili perché sono "a base vegetale".

 

" La produzione oleochimica di detersivi ed emollienti è ad alta intensità energetica e comporta l'uso di catalizzatori di metalli tossici come il nichel o il cromato di rame (un agente cancerogeno) e reagenti petrolchimici tossici. Per esempio, nella lavorazione di basi di grassi oleochimici, gli oli vengono riscaldati in presenza di un catalizzatore da 500 a 1000 gradi Fahrenheit o superiore e la temperatura può essere mantenuta per ventiquattro ore o più. Vengono quindi fatti reagire con metanolo (un alcol petrolchimico molto tossico) e acido solforico (un inquinante ambientale tossico).

 
Parabeni (Methylparaben, Propylparaben, Butylparaben, Ethylparaben, Isobutylparaben):Questi sono i conservanti più usati. Queste sostanze chimiche causano reazioni allergiche ed eruzioni cutanee in una percentuale piuttosto elevata di utenti e dovrebbero essere evitate, specialmente da bambini particolarmente inclini a sviluppare l'eczema atopico. I parabeni vengono aggiunti ai prodotti poiché inibiscono la crescita microbica e prolungano la durata di conservazione dei prodotti. Sono noti per essere tossici sia in forma liquida che in polvere, ma sono ancora ampiamente utilizzati nei cosmetici. I parabeni imitano anche gli estrogeni, e questo è di particolare interesse per le donne poiché l'aumento dell'esposizione a fonti esogene di estrogeni è stato collegato a un aumento del rischio di cancro al seno e all'utero. Le persone esposte a queste sostanze chimiche lo accumulano nei loro corpi.

parabeni. Gruppo di conservanti, incluso butilparabene, propilparabene, metilparabene e etilparabene. Sono il gruppo di conservanti più utilizzato nei cosmetici. Si stima che oltre il 90% di tutti i prodotti cosmetici contenga qualche forma di parabeni.  Lo studio A7 ha concluso che "il lavoro futuro dovrà affrontare la misura in cui i parabeni possono accumularsi nei tessuti ormonalmente sensibili e anche la misura in cui la loro debole attività estrogenica può aggiungere al più generale problema ambientale degli estrogeni che aumentano".

 

 

Prodotti chimici PEG (PEG4, PEG7, PEG4-dilaurato, PEG100, Steareth 20, Ceteareth 20):Un certo numero di emulsionanti chimici sono usati dall'industria cosmetica e i più comunemente usati sono gli etossilati. questi sono abbreviati, per esempio, con PEG-20-stearato. Il nome deriva dal fatto che questi emulsionanti si basano sulla sostanza chimica "ossido di etilene". In realtà gli etossilati sono lunghe catene (polimeri) di ossido di etilene, tipicamente accoppiati a qualcos'altro, come una molecola lipidica. Sfortunatamente gli etossilati si degradano lentamente, liberando così l'ossido di etilene libero. Questo è un problema perché l'ossido di etilene è molto tossico. L'ossido di etilene è stato usato durante la prima guerra mondiale come gas tossico. Tale tossicità si verifica in dosi molto più elevate rispetto a quelle che si verificano nei prodotti per la cura della pelle, ma oggi sappiamo che l'ossido di etilene è potenzialmente pericoloso anche a piccole dosi, semplicemente perché è fortemente mutageno. Il fatto che causi mutazioni significa che danneggia il nostro DNA, che sappiamo aumentare l'invecchiamento della pelle e potenzialmente aumenta il rischio di sviluppare il cancro della pelle.  Il fatto che causi mutazioni significa che danneggia il nostro DNA, che sappiamo aumentare l'invecchiamento della pelle e potenzialmente aumenta il rischio di sviluppare il cancro della pelle. Dopo tali mutazioni casuali, le cellule della pelle potrebbero non essere più in grado di soddisfare il loro scopo naturale se il codice genetico per la loro attività non è più intatto. Il fatto che causi mutazioni significa che danneggia il nostro DNA, che sappiamo aumentare l'invecchiamento della pelle e potenzialmente aumenta il rischio di sviluppare il cancro della pelle. Dopo tali mutazioni casuali, le cellule della pelle potrebbero non essere più in grado di soddisfare il loro scopo naturale se il codice genetico per la loro attività non è più intatto.

Composto PEG . PEG sta per polietilenglicole. Varie forme di composti PEG sono mescolate con acidi grassi e alcoli grassi per creare una varietà di sostanze che hanno diverse funzioni nei cosmetici, inclusi tensioattivi, agenti leganti (per mantenere gli ingredienti miscelati), stabilizzanti ed emollienti. 
Stearato PEG-100 . glicole polietilenico. Anche elencato come PEG sulle etichette degli ingredienti, il polietilenglicole è un ingrediente che i siti Web "naturali" auto-proclamati hanno tentato di rendere noto e malvagio. Ottengono una grande quantità di attenzione attribuendo storie di orrore al PEG, associandolo con antigelo (tuttavia, l'antigelo è glicole etilenico, non glicole polietilenico), e non vi è alcuna ricerca che indichi che i composti PEG pongono problemi alla pelle.  L'unica ricerca negativa per questo ingrediente indica che grandi quantità somministrate per via orale ai ratti possono causare tumori, ma questo non è correlato all'applicazione topica.


Il polietilene, quando non è combinato con il glicole, è la forma più comune di plastica utilizzata nel mondo. È flessibile e ha una sensazione liscia e cerosa. Quando vengono macinati, le piccole particelle vengono utilizzate negli scrub come un leggero abrasivo. Quando mescolato con glicole, diventa un liquido viscoso. Nelle minuscole quantità utilizzate nei cosmetici, aiuta a mantenere i prodotti stabili e svolge funzioni simili alla glicerina. Poiché il glicole polietilenico può penetrare nella pelle, è anche un veicolo che aiuta a fornire altri ingredienti più in profondità nella pelle. Viene persino usato internamente in procedure mediche per lavare e pulire il tratto intestinale. 

 

cetil dimeticone. Un polimero siliconico che funziona come agente condizionante della pelle. cetil PEG / PPG-10 / 1- dimeticone . Un silicone che funziona come un agente di condizionamento della pelle ed emulsionante. dimeticone . dimeticone copoliolo . dimethicone fluoroalcool acido dilinoleico . Un agente filmogeno che ha proprietà di legame con l'acqua a causa del suo componente acido linoleico. 
ciclometicone . Silicone con una finitura più secca di dimeticone . 
fenil trimethicone . Silicone con una finitura più secca di dimeticone. simeticone. Una miscela di dimeticone con silice; relativo ai siliconi, ma usato come agente antischiuma. silicone . Sostanza derivata dalla silice (la sabbia è una silice). Le proprietà fluide uniche del silicone gli conferiscono una grande quantità di scivolamento e nelle sue varie forme possono sentirsi come seta sulla pelle, conferire emollienza ed essere un agente legante l'acqua che regge bene, anche quando la pelle si bagna. In altre forme, è anche ampiamente usato per la guarigione delle ferite e per migliorare l'aspetto delle cicatrici.

 

 Addensanti, addensanti, lubrificanti, addensanti che prevengono la perdita d'acqua e hanno un effetto ammorbidente e lenitivo sulla pelle. Possono essere naturali, come gli oli vegetali; fabbricato, come i siliconi; o trasformati da una sostanza naturale, come l'olio minerale. L'assortimento di nomi dal suono tecnico per tutti questi ingredienti è nientemeno che sbalorditivo. Ce ne sono più di quanti puoi immaginare. Si va dall'alcol cetearilico all'isopropilmiristato, ai trigliceridi, all'acido miristico, all'acido palmitico, all'olio di ricino idrogenato PEG-60, al gliceril linoleato, al ciclometicone, al dimeticone, all'exil laurato, all'isoadadecano, al metil glucosio sesquioleato, al decil oleato, all'acido stearico, all'ocildodecanolo, e altre migliaia. Esistono anche versioni "naturali" più comprensibili o almeno familiari di emollienti, come lanolina, oli vegetali idrogenati, burro di karitè e burro di cacao.

Petrolchimica: (ingrediants che termina con 'line' o 'lene' o che inizia con 'propyl' ) petrolatum . La vaselina è pura petrolatiera. Per alcuni motivi sconosciuti e non comprovati, il petrolato ha raggiunto un'immagine negativa per quanto riguarda la cura della pelle, nonostante una buona ricerca del contrario. L'applicazione topica del petrolato può aiutare lo strato esterno della pelle a riprendersi dai danni, ridurre l'infiammazione e in generale a guarire la pelle

 

Fenossietanolo: utilizzato come fissativo per profumi e solvente per inchiostri. È noto che le dosi tossiche causano vomito, mal di testa e depressione del sistema nervoso centrale. fenossietanolo . Conservatore cosmetico comune che è considerato uno dei meno irritanti da usare nelle formulazioni. Non rilascia formaldeide

 

Glicole propilenico: Un solvente chimico e umettante, è stato correlato a una varietà di disturbi da anomalie del fegato, danni ai reni e depressione alla dermatite allergica e all'eczema. Il glicole propilenico è un petro chimico e il suo impiego in solvente ne fa uno degli ingredienti più usati nei prodotti per la cura della pelle. I petrolchimici producono xeno-estrogeni che possono influenzare le nostre aree riproduttive, causando effetti a lungo termine per le donne, come squilibri ormonali che portano a PMT, acne, problemi di fertilità, pigmentazione e osteoporosi. 

Il glicole propelyne che applichiamo alle nostre pelli attraverso i cosmetici è anche una sostanza utilizzata per scongelare gli aeroplani e un ingrediante comune nell'antigelo.1,2-diidrossipropano, 1,2-propandiolo, metil glicole e trimetil glicole

 

Il glicole propilenico (insieme ad altri glicoli e glicerolo) è un umettante o un ingrediente umidificante usato nei cosmetici. È possibile trovare siti Web e e-mail di spam che affermano che il glicole propilenico è un antigelo industriale e l'ingrediente principale nei fluidi idraulici e dei freni. Questi siti affermano inoltre che i test dimostrano che è un forte irritante per la pelle. Sottolineano inoltre che la scheda di sicurezza dei materiali (MSDS) sul glicole propilenico avverte gli utenti di evitare il contatto con la pelle perché sistemicamente (nel corpo) può causare anomalie del fegato e danni ai reni.

Per quanto minaccioso possa sembrare, è così lontano dalla realtà delle formulazioni cosmetiche che quasi nessuna di esse trattiene l'acqua o pone una vera preoccupazione. È importante rendersi conto che i fogli MSDS parlano di concentrazioni al 100% di una sostanza. Anche acqua e sale hanno commenti spaventosi sulla loro sicurezza secondo la MSDS. È vero che il glicole propilenico in concentrazione al 100% è usato come antigelo, ma - e questo è un cosmetico molto grande ma in realtà è usato solo in quantità minime per evitare che i prodotti si sciolgano a temperature elevate o si congelino quando fa freddo. Aiuta anche gli ingredienti attivi a penetrare nella pelle. Nelle quantità minute usate nei cosmetici, glicole propilenico non è una preoccupazione per lo meno. Le donne non soffrono di problemi al fegato a causa del glicole propilenico nei cosmetici.


Fluoruro di sodio: questo deve ancora essere dimostrato sicuro. È velenoso se ingerito dall'uomo ed è usato nel veleno per topi. Lo troverai principalmente nel dentifricio.

 

Idrossido di sodio: una sostanza alcalina altamente corrosiva utilizzata per alterare l'equilibrio del pH nei cosmetici. Può causare gravi ustioni agli occhi e alla pelle in quantità concentrate.

 

Glutammato di sodio (codice: 621): comunemente noto come MSG quando usato come esaltatore di sapidità, viene utilizzato nei cosmetici per creare un aspetto lucido. può creare sintomi di avvelenamento da cibo se vengono assunte grandi dosi.

 

Sodium Laureth Sulfate & Sodium Laurel Sulphate (SLES & SLS): Uno dei peggiori trasgressori nei prodotti per la cura della pelle e dei capelli, SLS può essere trovato in shampoo, dentifricio, gel a bolle, bagnoschiuma, sapone liquido e detergenti. Considerata come la causa più comune dell'irritazione degli occhi da shampoo, ha anche un effetto essiccante sulla pelle ed è legata al danno del sistema immunitario, allergie cutanee, ulcere alla bocca, cataratta, forfora, accrescimento della crescita dei capelli e perdita di capelli. SLS può causare danni ai tessuti agli occhi, fegato, cervello, cuore e polmoni. I consumatori devono essere consapevoli del fatto che molte delle aziende di cura della pelle "naturali" sostengono che i loro prodotti non contengono SLES o SLS ma utilizzano ingredienti altrettanto dannosi per lo stesso scopo, come ad esempiolaurilsolfato di ammonio

 

  "I detersivi attuali sono discendenti di detersivi sgrassanti sviluppati alla fine della seconda guerra mondiale in risposta alla carenza di grassi animali e alla conseguente carenza di sapone. Grassi e oli animali e vegetali saponificano (si trasformano in sapone) in presenza di soda caustica o di potassa caustica. Ma la soda caustica e la potassa caustica non saponificheranno gli oli minerali. Ora gli oli minerali sono notoriamente essiccati sulla pelle, e quando i chimici intraprendenti scoprirono una sostanza chimica che avrebbe saponificato gli oli minerali, è improbabile che la sostanza risultante fosse inizialmente considerata un prodotto da toilette (cosmetico). Era inteso come un detergente industriale o per il bucato. Sono abbastanza vecchio da ricordare di aver letto del nuovo, straordinario composto che ha distrutto il grasso in modo così totale che un'anatra in esso immersa non potrebbe più nuotare. Le sue penne sgrassate divennero istantaneamente impregnate d'acqua e abbassarono l'uccello. Ci sono voluti un'onda del marketing per trasformare questa sostanza feroce in un prodotto che gli esseri umani erano disposti a mettere sui loro corpi ..... Tuttavia, i produttori si preoccupano di assicurare che gli shampoo non danneggino realmente la pelle o ti accechi se entrano nel tuo corpo occhi. A tal fine, ci viene detto senza vergogna che è stato istituito un test standardizzato per le proprietà irritanti degli shampoo per l'industria. Consiste nel gocciolare varie concentrazioni di shampoo negli occhi del coniglio. Elizabeth Francke "Il make-your-own Cosmetic & Fragrance Book-Per gli australiani". (1982)

Il sodio lauril solfato (SLS) e il sodio laureth sulfate (SLES) sono problemi seri nei cosmetici? Ho ricevuto più e-mail e lettere di quante ne importi di questa preoccupazione. Credo che tutta questa mania sia stata generata da diversi siti Web di Neways, ed è stata riportata come se fosse un fatto in altre cosiddette linee di cosmetici "tutti naturali".

Sembra che la maggior parte di questo problema si basi sulla segnalazione errata di uno studio presso il Medical College of Georgia. Come promemoria, ecco cosa viene citato: "Uno studio del Medical College of Georgia indica che SLS è un sistema sistemico, e può penetrare ed essere trattenuto nell'occhio, nel cervello, nel cuore, nel fegato, ecc., Con una lunghezza potenzialmente dannosa effetti a termine: potrebbe ritardare la guarigione e causare cataratta negli adulti, e può impedire agli occhi dei bambini di svilupparsi correttamente. " 

 

Stearalkonium chloride: una sostanza chimica utilizzata nei balsami e nelle creme per capelli, si ritiene che stearalkonio cloruro causi reazioni allergiche. È stato sviluppato dall'industria dei tessuti come ammorbidente ed è molto più economico e facile da usare nelle formule di condizionamento dei capelli rispetto alle proteine ​​o alle erbe, che aiutano la salute dei capelli. È tossico!

 

Talco: usato in talco e vari cosmetici, il talco è stato collegato al cancro ovarico, alle malattie respiratorie e ai polmoni. 

 

Talco. Minerale finemente macinato utilizzato come assorbente e base principale della maggior parte della polvere pressata e sciolta. Il talco viene spesso criticato e descritto come un ingrediente cosmetico da evitare. 

 

La trietanolammina (TEA) vede le cocoammidi: un'altra sostanza comunemente nota usata come emulsionante. Questa sostanza è nota per essere trasformata in tessuto vivente in nitrosammine, che sono alcuni dei più potenti agenti cancerogeni conosciuti dall'uomo. Inoltre, la trietanolamina è un'allergia al contatto che causa eczema in molti soggetti a contatto con la pelle. 

La trietanolammina è anche usata nei prodotti per la cura della pelle per regolare il pH. Inoltre è combinato con molti acidi grassi per convertire l'acido in sale (stearato), che diventa quindi la base per un detergente. È collegato a problemi agli occhi e secchezza della pelle e dei capelli. Potrebbe essere tossico se assorbito nel corpo per un lungo periodo di tempo.

 

Riferimenti

 

Aromaterapia di Madre Terra. (2004). Laboratorio di formazione naturale per la cura della pelle. [Opuscolo] Perth, Australia occidentale. Aromaterapia di Madre Terra.

 

Sturt, Cilla. (2002). Quanto è naturale "naturale"? Benessere Corpo Bello; 119-122.

 

Benhaim, Paul. (2005). Label Gazing. Benessere: 81-85.

 

Paula Benjoun-The Cosmetics Cop- www.cosmeticscop.com

 

L'altro lato dell'argomento

Se c'è un'icona del settore dei cosmetici che riceve l'attenzione quasi immediata del consumatore, è "naturale". Qualunque finzione precostituita o indotta dai media qualcuno potrebbe credere che gli ingredienti naturali siano migliori per la pelle non ha alcuna base di fatto o legittimità scientifica. Non solo la definizione di "naturale" nebuloso, ma il termine non è nemmeno regolamentato, quindi ogni azienda di cosmetici può usarlo per significare qualunque cosa vogliano che significhi. "Se un'azienda vuole chiamare i propri prodotti in modo naturale, può farlo, e non importa cosa contengano. [La] FDA ha cercato di stabilire definizioni ufficiali per l'uso di alcuni termini come" naturale "ma i suoi regolamenti sono stati ribaltati in tribunale.FDA Consumer Magazine , agosto 2000).

Nel mondo della cura della pelle e del trucco, le affermazioni sui prodotti naturali sono esagerate perché i prodotti sono carichi di innumerevoli ingredienti, oppure gli ingredienti naturali che contengono sono problematici per la pelle. Solo perché un ingrediente cresce dal terreno o si trova in natura non lo rende automaticamente buono per la pelle, e anche il contrario è vero, solo perché è sintetico non lo rende cattivo. Eppure ci sono molti benefici ingredienti naturali per la pelle,

Frutta, verdura o altri ingredienti alimentari puri non sono necessariamente i migliori per la pelle. Quando si tratta di cura della pelle, il più delle volte, è un piccolo elemento della pianta che ha beneficio per la pelle. Estrarre questo componente dalla pianta richiede quasi sempre un processo che è derivato sinteticamente. Inoltre, questi estratti sono molto più stabili di tutto il cibo. Pensaci in questo modo: una pianta nella sua forma pura non è minimamente stabile, specialmente nei prodotti per la cura della pelle. Pensa a quanto dura una testa di lattuga nel tuo frigorifero. Sarebbe molto peggio sedere sul bancone del tuo bagno! Purtroppo, i conservanti naturali o vegetali hanno proprietà antimicrobiche o antimicotiche estremamente scadenti. Complicazioni per la pelle a causa di un prodotto contaminato sono una seria considerazione quando si tratta di come un prodotto viene conservato.

Molte aziende che affermano di essere completamente naturali sono tutt'altro. Raggiungono l'apparenza di essere del tutto naturali elencando una descrizione di un ingrediente naturale tra parentesi accanto all'elemento più tecnico della loro etichetta. Anche se questa sembra essere un'informazione utile, continua a condurre i consumatori nella direzione sbagliata. Ad esempio,
il laurilsolfato di ammonio, un detergente detergente standard, è elencato su un'etichetta di ingrediente Aveda derivata dall'olio di cocco. 

 

Mentre ciò rende l'ingrediente naturale, ciò che l'etichetta non spiega è quello che l'olio di cocco deve attraversare per diventare lauril solfato di ammonio. L'ammonio lauril solfato è il sale di un composto di acido solforico, neutralizzato con un ingrediente come la trietanolamina. Nulla di tutto ciò rende questo ingrediente dannoso per la pelle, e non direi a nessuno di evitare il lauril solfato di ammonio, ma questa è la descrizione più accurata di quell'ingrediente e non è "naturale". Insieme a questo inganno, i prodotti di aziende che vogliono farti credere che sono tutti naturali spesso, se non sempre, contengono una vasta gamma di ingredienti sintetici.

È importante sottolineare che molti ingredienti naturali possono causare allergie, irritazioni e sensibilità cutanee. Basti pensare a quante persone hanno una risposta di febbre da fieno a un'ampia varietà di piante, e osserva quante di queste piante si presentano nei cosmetici. Gli agrumi si presentano spesso nei prodotti per la cura della pelle, ma la maggior parte di noi ha assunto il succo di limone o lime su un taglio leggero durante la cottura e sa che brucia come un matto perché è irritante per la pelle. La canfora (che viene distillata da alcuni alberi), la menta piperita, il mentolo e l'eucalipto possono tutti causare una risposta irritante o sensibilizzante. Tutti i seguenti ingredienti naturali possono causare irritazione della pelle, reazioni allergiche, sensibilità della pelle e / o sensibilità al sole:

Estratto di mandorla, pimento, angelica, arnica, olio di menta balsamo, balsamo, basilico, bergamotto, cannella, agrumi, chiodi di garofano, fiori di trifoglio, amido di mais, olio di coriandolo, olio di semi di cotone, finocchio, ago di abete, olio di geranio, pompelmo, equiseto, olio di lavanda , Limone, melissa, citronella, lime, maggiorana, corteccia di quercia, papaia, menta piperita,Rosa, Salvia, Timo, Amamelide, Wintergreen

 

L'etichetta potrebbe essere naturale, ma potresti comprare un prodotto puramente irritante che potrebbe causare una reazione allergica. Dire semplicemente che un prodotto è "naturale" non ti dice nulla sull'efficacia degli ingredienti in un prodotto. Ricorda, l'edera velenosa è anche naturale, e non riesco a immaginare un ventaglio di prodotti naturali che lo applichino alla loro pelle invece di un ingrediente sintetico benigno.

L'idea che gli ingredienti naturali siano migliori degli ingredienti sintetici è ancora più dolorosa, perché non è vera. Mentre gli oli vegetali possono sembrare migliori per la pelle, forme diverse di siliconi
(ad es. Silossani, dimeticoni, ciclomethiconi) sono altrettanto utili e offrono notevoli benefici per la pelle. Ma è difficile per glamour e pubblicizzare un ingrediente "sintetico", dal suono innaturale. I siliconi si presentano in oltre l'80% di tutti i prodotti per la cura della pelle, il trucco e la cura dei capelli acquistati. Eppure raramente ne senti parlare perché le aziende cosmetiche pensano che i consumatori non le troveranno sexy o seducenti come piante, o ossigenoterapia o riparazione cellulare,

Non sto dicendo che non ci sia una vasta gamma di ingredienti naturali che sono eccezionali per la pelle, perché ce ne sono molti e molti, ma l'idea che siano la "migliore" (o unica) opzione per la pelle è non solo la realtà Se vuoi usare prodotti che contengono ingredienti naturali utili e non irritanti, che cosa dovresti cercare? I seguenti ingredienti naturali (anche se tieni a mente la forma naturale e, a volte, la funzione di questi ingredienti potrebbe essere alterati dopo essere stati trattati e preparati per l'uso in un prodotto cosmetico) ognuno di essi ha proprietà benefiche per la pelle, principalmente facendo apparire la pelle secca e sentirsi meglio o funzionando come antiossidanti:

 

Alfalfa, alghe, aloe, olio di andiroba , olio di nocciolo di albicocca, estratto di carciofo, olio di avocado, olio di babassu , estratto di uva ursina, cera d'api, olio di ribes nero, sambuco nero, tè nero, bladderwrack, estratto di semi di borragine, olio di semi di borragine, radice di bardana, Cera candelilla, olio di colza, cera carnauba, estratto di carota e olio, olio di ricino (tutte le forme), ceramidi, estratti di camomilla, Burro di cacao, olio di cocco, estratto di fiordaliso, olio di mais , olio di semi di mirtillo, curcumina (curcuma), sambuco, olio di enotera, estratto di lino e olio, ginkgo biloba, estratto disemi d'uva, olio di semi d'uva, tè verde, olio di nocciola, canapa olio di semi,miele, estratto di ippocastano, estratto di idrocotile, muschio irlandese, cera giapponese, olio di jojoba, caolino, alghe, radice di kudzu, olio di noce kukui,Lanolina (tutte le forme), Estratto di liquirizia e radice, Olio di lino, Estratto di semi di loto, Olio di noci di macadamia, Magnesio, Malva,Matricaria, Ortica, Estratto di avena, Olio di oliva , Orizanolo, Ozocerite, Olio di palma, Olio di arachidi, Olio di pecan, Pino Estratto di cono, Propoli, Picnogenolo, Olio di colza , Olio di semi di lampone, Olio di crusca di riso, Olio di rosa canina, Olio di cartamo, Estratto di frusta di mare,Alghe, olio di sesamo, burro di karitè, corteccia di olmo sdrucciolevole, estratto di soia, olio di soia , olio di semi di girasole , olio di mandorle dolci, olio dell'albero del tè, vaniglia planifolia, olio di noci, gliceridi e olio di germe di grano, proteine ​​del frumento, proteine ​​del siero, tè bianco, Corteccia di salice, estratto di erbe di salice (fireweed), lievito, estratto di yucca.

 

Paula Begoun - The Cosmetics Cop

Paula Begoun è l'autrice ed editrice di numerosi libri di successo nel settore della bellezza, tra cui diverse edizioni di Do not Go to the Cosmetics Counter Without Me , Blue Eyeshadow dovrebbe essere illegale , The Beauty Bible e Do not Go Shopping for Prodotti per la cura dei capelli senza di me. Ha venduto oltre 2,5 milioni di copie dei suoi libri ed è anche un'articolatrice sindacalista, con la sua colonna "Dear Paula" che appare nei giornali di tutto il Nord America. Il suo lavoro come esperto di consumatori riconosciuto a livello nazionale per l'industria cosmetica ha portato a ripetute apparizioni sulla CNN, così come programmi come Oprah, The Today Show, 20/20, Dateline NBC, The View e Primetime. 

Conosciuta per la sua vasta conoscenza del settore cosmetico, è una risorsa rispettata tra i professionisti in una varietà di campi che hanno un impatto sul mondo della cura della pelle. Nel corso degli anni, Paula è stata e rimane consulente per dermatologi, chirurghi plastici, importanti aziende cosmetiche e addetti ai lavori.
www.cosmeticscop.com

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Ancora nessun commento ...
Lascia un commento

In order to leave a comment Entra ora !