Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


SCLEROSI MULTIPLA : nuovi elementi diagnostici e terapeutici che stanno emergendo relativamente a questa patologia

si e’ tenuto al CAM di Monza un Congresso sulla sclerosi Multipla, indirizzato a medici generici, neurologi, infermieri e volto a discutere nuovi elementi diagnostici e terapeutici che stanno emergendo relativamente a questa patologia

La sclerosi Multipla (SM) è una patologia immuno-mediata del SNC (Sistema Nervoso Centrale), che rappresenta la causa non traumatica, piu’ comune di disabilità per il giovane adulto. Il picco di incidenza di questa malattia si ascrive infatti tra i 20 ed i 30 anni, andando a colpire proprio la fascia di popolazione piu’ attiva. Nel mondo sono circa 2.5 milioni i soggetti affetti, nella sola Europa si contano circa 380000 pazienti.

Dal lontano 1868, quando Charcot poneva le basi dei primi criteri diagnostici di malattia, le nuove conoscenze fisiopatologiche hanno permesso contninui progressi clinici, diagnostici e terapeutici. Oggi e’ possibile anticipare di molto la diagnosi e quindi avviare precocemente una terapia immunomodulante che rappresenta spesso la migliore garanzia contro il progredire della malattia. Durante il corso si è approfondito il ruolo delle terapie tradizionali (copolimero, interferoni, steroidi…), ma soprattutto si sono analizzate luci ed ombre delle nuovissime terapie orali, tanto spesso richieste dai pazienti, ma non sempre scevre di effetti collaterali.

Gli anni a venire saranno forieri di nuovi farmaci, in grado di combattere piu’ efficacemente l’infiammazione, essere meglio tollerati e provocare minori effetti collaterali. Restano pero’, purtroppo, ancora dei lati oscuri. Per alcuni sintomi, per esempio, come la spasticità, il dolore, la fatica o per alcuni decorsi di malattia di tipo progressivo, le terapie convenzionali non riescono ad apportare significativi benefici. Queste necessita’ insoddisfatte dalla terapia convenzionale spiegano come mai negli USA circa il 50-70 % dei pazienti sia ricorso almeno una volta a trattamenti di medicina non convenzionale. In Europa e Canada la percentuale è ancora maggiore. Un sondaggio italiano su 612 pazienti con SM ha rivelato che solo il 20% di essi non era mai ricorso a terapie alternative, mentre addirittura il 50% ne aveva sperimentate dalle 2 alle 5 differenti.

Interrogati sull’efficacia di tali rimendi, piu’ del 76% aveva risposto in senso positivo. A questa importante realta’ numerica non corrisponde un’altrettanto evidente realta’ clinica. I pazienti che usano la terapia alternativa lo fanno nel 58% dei casi, sempre stando a questo studio, all’insaputa del loro medico e neurologo di base. Ne temono l’opinione negativa o suppongono l’impossibilità della coesistenza di due terapie appartenenti a background cosi’ diversi. Compromettendo la lealta’ del rapporto medico-paziente spesso si determina cosi’ l’insuccesso di qualsiasi strategia terapeutica. Proprio per riconquistare la trasparenza di questo rapporto e’ importante fare chiarezza di vocabolario.

Per medicina alternativa non si intendono solo fitoterapici, agopuntura, tecniche ajurvediche o muscioterapia, ma tutto cio’ che non è contemplato dalle linee guida che la comunità medico-scientifica offre per quella paotlogia in quel preciso momento storico. Anche la Vitamina D, la Cannabis Sativa, il Naltrexone, il Coenzima Q10 possono essere considerati farmaci alternativi, pur non essendo necessariamente tutti “naturali”. Molti di questi rimedi hanno dimostrato di poter alleviare la spasticità, il dolore, i disturbi sfinterici, di poter ridurre la fatica nei pazienti con SM.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

L’importante è utilizzarli alla luce delle loro potenzialità, rimettendone la pratica nelle mani del medico e non improvvisando un’autogestione che spesso e’responsabile di effetti controproducenti. Nonostante l’impressionante diffusione di Questi rimedi da parte dei pazienti con SM, esiste ancora una grande confusione terminologica tra integratori, fitoderivati, sostanze omeotossiche.

Se poi si considera la provata efficacia degli stessi, in termini di replicabilità scientifica, la chiarezza e’ ancora minore. Da questi mancati presupposi scientifici si è spesso creata la scarsa “stima”, se non la netta contrapposizione tra rimedi naturali e medicina tradizionale. Ma in realtà l’errore potrebbe proprio essere quello di voler contrapporre queste due discipline, piuttosto che accettare la possibilità di una complementazione reciproca.

Dottoressa Maira Gironi

http://medicinanaturale.pro/medicina-naturale-nella-sclerosi-multipla/

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli