Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


il cervello parla ed il sistema immunitario risponde

Fino a poco tempo fa si pensava che lo stress psicologico contribuisse allo sviluppo di specifiche malattie ‘fisiche’, in particolare quelle cosiddette ‘psicosomatiche’, come ad esempio la dermatite.

Successivamente tuttavia la ricerca ha messo in evidenza nuove relazioni tra fattori psicologici e malattie come ictus, tubercolosi, diabete, leucemia, cancro, vari tipi di malattie infettive, e perfino la comune influenza….

*

Oggi cercherò di spiegare in che modo i fattori psicologici esercitino la loro influenza sulle cellule, sugli organi e sulle funzioni del nostro corpo, attraverso il sistema nervoso centrale.

Farò riferimento al recente testo del Prof. Mario Bertini, “Psicologia della salute” (Raffello Cortina Editore, 2012), lettura che consiglio a tutti coloro che si occupano di Salute e dei suoi rapporti con altre discipline.

La relazione fra stress e malattia non è di tipo semplice ma dipende da differenze individuali biologiche e di personalità, dal contesto, dalle risorse che abbiamo a disposizione e, soprattutto, dalla percezione dell’evento stressante stesso.

Fino a poco tempo fa si pensava che lo stress psicologico contribuisse allo sviluppo di specifiche malattie ‘fisiche’, in particolare quelle cosiddette ‘psicosomatiche’, come ad esempio la dermatite.

Successivamente tuttavia la ricerca ha messo in evidenza nuove relazioni tra fattori psicologici e malattie come ictus, tubercolosi, diabete, leucemia, cancro, vari tipi di malattie infettive, e perfino la comune influenza.

Il cervello è collegato sia con il sistema endocrino (ormonale) che con il sistema immunitario.

Nuove discipline come la neuropsicoendocrinologia e la neuropsicoimmunologia hanno contribuito a migliorare la nostra comprensione dei processi complessi che contribuiscono a produrre uno stato di salute o di malattia.

Andiamo a esaminare le influenze psicologiche sui processi immunitari.

Una ricerca degli anni Settanta pubblicata su Lancet evidenziava come le emozioni legate al lutto (in questo caso la perdita del coniuge) esercitassero un’influenza negativa sul sistema immunitario, tramite la riduzione della risposta ai mitogeni. Altre ricerche hanno evidenziato che esiste una relazione tra funzione immunitaria e qualità della relazione col coniuge e tra questa e la disoccupazione.

Il nostro cervello quindi, o meglio le sue funzioni mentali, sono in grado di comunicare con le cellule del sistema immunitario.

In che modo? Un sistema immunitario attivato produce sostanze chimiche che possono essere “percepite” dal sistema nervoso. Si può dire che attraverso questi canali di comunicazione si può indebolire la resistenza del nostro organismo agli agenti patogeni (che producono malattia), o viceversa, si trasmettano dei segnali di rinforzo positivo. A quest’ultimo riguardo, fa notare il Prof. Bertini, le evidenze empiriche divengono purtroppo molto meno appariscenti.

E’ bene ricordare che sappiamo ancora molto poco circa la natura di queste relazioni. Ciò nonostante, queste ricerche hanno il grande merito di aver aperto un’altra breccia nelle barriere tra medicina e psicologia.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/03/il-cervello-parla-e-il-sistema-immunitario-risponde/937947/

 

LO STRESS E’ IL PEGGIOR NEMICO DEL SISTEMA IMMUNITARIO ED IO AGGIUNGO L’INSODDISFAZIONE….

ALTRE NOTIZIE INTERESSANTI:

 

Lo Stress e' anche un sintomo di determinate carenze di minerali e vitamine, cioe' sintomo anche di malnutrizione.
L’unico e vero mezzo per determinare realmente le necessità Termico/Nutrizionali di ogni individuo, è quello di riuscire a capire completamente tutti i cambiamenti psico/fisici a cui il soggetto va incontro nel suo vivere quotidiano, nel suo adattamento allo “stress”.
Se i meccanismi naturali difensivi automatici rispondono in pieno alle sue necessità, le funzioni della tiroide e delle surrenali rispondono ai fabbisogni energetici dei momenti stressanti e l’omeostasi si riordina; se al contrario la produzione di energia è insufficiente lo stress imposto alle stesse ghiandole per lungo tempo, le esaurisce, diventano carenti croniche ed al limite tendono a non funzionare più, ma quello che ancor più grave è che sotto lo stress, le surrenali inviano l’ordine ai reni di drenare, distillare, più sostanze vitali del necessario, in modo che queste finiscano nell'urina;

 

questo per favorire l’ammalamento di qualsiasi malattia, in quanto quest’ultima è la Giusta conseguenza delle Trasgressioni Etiche che l’Essere produce, essendo Incoerente con le Leggi che regolano i sistemi Viventi esistenti nella Manifestazione Universale.

Questo decadimento funzionale porterà inevitabilmente ad uno squilibrio energetico ed a una patologia sicura.

Analizzando questo problema seriamente e da vicino potremo però con un giusto apporto nutrizionale, e ribevendo la propria urina, e/o supplementare l'alimentazione appropriata con delle micro diete e quindi invertire la tendenza ghiandolare e mantenere condizioni adatte alla normale produzione energetica di queste importanti funzioni.

 

La produzione energetica dipende quasi esclusivamente dal giusto rapporto fra le colonie Microbiche (riordino della flora batterica intestinale) esistenti, Vitamine, Minerali e sostanze vitali.

Il ciclo di interdipendenza che, attivato dal Pensiero/Psiche, (conscio od inconscio) genera a tutti i livelli lo stress e quindi la malattia, lo ricordiamo ancora una volta, è questo:

la Psiche sottoposta a Stress di Incoerenza rispetto alle Leggi dei Giusti rapporti con la Manifestazione della vita nell’UniVerso, attiva l’Ipotalamo e l’Ipofisi (ghiandola endocrina posizionata al centro del Cranio), la quale invia opportuni messaggi bio elettrochimici alle Surrenali, le quali a loro volta attivano i Reni ad espellere più del normale, le sostanze Vitali (vitalie) nell’urina e quindi se quest’ultima viene gettata via, l’organismo si indebolisce man mano che il processo Nutrizionale si và via via depauperando, permettendo quindi la nascita di QUALSIASI tipo di malattia.

Ricordiamo che la Luce inFormata, (le frequenze modulate ricevute o create dall’essere) si memorizza nei corpi viventi, nel substrato che ha alla base la “terra” fisiologica, cioè nei metalli amorfi a base di minerali rari.

 

Quindi la malattia è chiaramente un metodo che la Natura ha messo a punto per far comprendere all’essere che non deve trasgredire le Leggi della Manifestazione, vivendo una vita di Incoerenza, in quanto egli, se continuerà nell’incoerenza, somatizzerà sicuramente qualsiasi tipo di malattia; ma comunque essa è la base dalla quale partire per riprendere coscienza su se stessi, sui propri errori e quindi iniziare ad invertire la “rotta” di Vita.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Ogni volta che lo stress compare, vi deve essere un adeguamento del corpo alla produzione di energia e di conseguenza ciò produce una perdita più o meno intensa di tali sostanze, sopra tutto nell’Urina.

La modifica dei giusti rapporti fra questi elementi FONDAMENTALI porta SEMPRE ad una mal funzione dei principali sistemi Omeostatici corporei:

A) Quello Acido/BASICO, + quello di Ossido -Riduzione modifica i valori di pH, rH, rò dei liquidi del corpo, il terreno, vedi Bio elettronica.

Questa funzione basilare è modificata da vari cofattori: disequilibrio idrico/salino; mal funzione del processo di nutrizione cellulare; squilibrio cronico dieto-alimentare; insufficiente funzionalità endocrina (ghiandolare); mal funzione polmonare respiratoria.

B) Quello IDRICO/SALINO (precipitazione e conseguente accumulo di determinati minerali con produzione di elementi tossici, (virus mutati, prioni, parassiti, tossine, ecc.) questi giusti rapporti Termico/Nutrizionali devono mantenersi entro determinate tolleranze, pena la mal funzione e l’intossicazione di tutto l’organismo.

La diminuzione o l’aumento sopra tutto degli elettroliti porta inevitabilmente a ridurre gli scambi che avvengono attraverso le membrane delle cellule ed ecco che gli organi interessati passano ad una ipo funzionalità; (ecco perché il citrato di potassio o ancor meglio l’Ascorbato di Potassio sono indispensabili per coloro che accumulano minerali nell’organismo, ammalando le cellule per intossicazione e somatizzando patologie degenerative in modo veloce), salvo l’assunzione quotidiana della propria urina

C) Quello del SISTEMA ENDOCRINO (mal funzione sopra tutto delle ghiandole e delle correlazioni fra i vari sistemi ad esso collegati).

L’importanza del giusto equilibrio ormonale è noto a tutti ed in questo sistema dobbiamo dire che si tratta di interazioni fra le varie ghiandole che lo compongono e che quando vengono ad essere compromesse vi è una disfunzione totale del sistema.

Antagonismo diretto fra timo e surrenali; pancreas endocrino e surrene; surrenali e gonadi e paratiroide; gonadi e timo e ghiandola pineale.

L’unica che può essere considerata la “direzione” del sistema, è la ghiandola ipofisaria ma la sua mal funzione può influenzare logicamente TUTTE le altre.

D) Quello del SISTEMA NERVOSO AUTONOMO (squilibrio fra simpatico e parasimpatico).

Questa mal funzione del SNA è sempre la concausa primaria di ogni disturbo “psico somatico”; la dominanza di una delle 2 parti del SNA, Sistema Nervoso Simpatico (SNS) e quello Parasimpatico (PSNS), porta inevitabilmente alle patologie psico/fisiche.

Il controllo sul SNA si può effettuare con:

1) Controllo Nutrizionale, compresa l'assunzione della propria urina.

2) Per mezzo dell’articolazione Temporo/Mandibolare.

Le lussazioni dell'Atlante e le mal occlusioni dentali sono fra le principali cause di tale anomalia; (esiste una tecnica manipolativa Osteopatica, Chiropratica, Kinesiologica adatta per normalizzare tale disfunzione) oltre a modificare le mal occlusioni presso un serio dentista capace.

3) Per mezzo del controllo Cranio/Occipito/Sacrale.

(esiste una tecnica manipolativa adatta Osteopatica, Chiropratica, Kinesiologica, che lavora sopra tutto sul sistema neurovegetativo, per normalizzare tale disfunzione).

Qualsiasi disturbo è sempre la risultante di variazioni funzionali di questi sistemi omeostatici.

Vi sono sempre nella mal funzione due “opposti funzionali” chiamati: IPERfunzione od IPOfunzione che facilmente producono sintomi simili, pur provenendo da concause opposte.

Ricordiamo che la pancia ha il suo cervello di sotto (intestino) o encefalo enterico,O CERVELLO FEMMINILE COME LO CHIAMIAMO NOI, con la sua rete di innervazioni, dalle pareti dello stomaco e dell’intestino, rete che è in correlazioni con i due rami del sistema nervoso autonomo (simpatico e parasimpatico) con circa 100 milioni di neuroni, in grandissima parte autonomi dal cervello di sopra a cui è certamente collegato ma da cui non dipende per il suo funzionamento anche e sopra tutto per i sensori (terminazioni nervose) delle mucose interne delle viscere (stomaco ed intestino); la prova sta nel fatto che recenti scoperte hanno dimostrato che interrompendo le connessioni fra cervello superiore e quello di sotto, quest’ultimo continua a funzionare autonomamente.

 

Questo cervello FEMMINILE è in stretta relazione con il sistema endocrino, perché nell’intestino vi operano cellule endocrine sparse nella sua mucosa e lo è anche con il sistema immunitario, inteso come organo di senso e di riconoscimento, che nell’intestino ha la sua principale funzionalità con appositi sensori e con un’ampia rete linfatica ove circolano i linfociti inviati dal sangue in tutto l’organismo, per “riconoscere” ciò che serve alla vita ed alla protezione totale del corpo per la sua migliore sopravvivenza.!!!!!!!!!!!!!!


La nostra pancia è un potente complesso neuro, endocrino, immunitario integrato, che svolge complesse funzioni in gran parte autonome, avendo reazioni immediate con cibi e sistema informatico del cervello di sopra MASCHILE (nel cranio), quindi con interazione istantanea con le InFormAzioni, emozioni, lo stress ed i Conflitti dell’Essere stesso; infatti ad ogni forte situazione di stress, tutta la pancia reagisce bloccando od accelerando la peristalsi intestinale, l’evacuazione della orina e con l’aumento o la diminuzione dell’appetito.


Noi “sentiamo” inconsciamente ogni avvenimento, con la pancia, che è il nostro recettore più sensibile.

I cicli (bioritmi) biologici, personali ed ambientali (variazioni ioniche dell’atmosfera ecc.), sono determinanti per la “sincronizzazione” delle varie funzioni vitali di tutto il sistema corporeo, quindi anche le malattie stagionali, NON dipendono da virus e batteri (vedi influenze) , ma bensì dalle variazioni iono-psico (alterazioni ioniche - elettroniche - dell'atmosfera + le errate informazioni su cosa e' la salute o la malattia) del “Terreno”, i liquidi corporei, -

- interdipendenti ed interrelazionate con l’ambiente esterno.


I ritmi biologici corporei (endogeni) che sono caratteristici di ogni specie, hanno una origine genetica, ma sono sincronizzabili con l’habitat biologico esterno e l’ambiente sociale, che a loro volta interagiscono con l’UniVerso.

Lo stress desincronizza questi ritmi creando caos nei sistemi corporei.

 

REIKI AIUTA A RIEQUILIBRARE!

www.spaziosacro.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli