Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Categoria: "Scoperte"

Un grande dono della Natura : l'ULIVO !

Un grande dono della Natura : l'ULIVO !

La coltura dell’Olivo ha radici antiche. Resti fossilizzati degli antenati dell’albero di Ulivo sono stati trovati vicino Livorno, datati venti milioni di anni fa. Comparsa per la prima volta probabilmente nell'Asia occidentale, la pianta dell'Ulivo si diffuse in tutta l'area mediterranea, dove il suo culto fu consacrato da tutte le religioni. Fin dai tempi più remoti l'Olivo fu considerato un simbolo trascendente di spiritualità e sacralità. Sinonimo di fertilità e rinascita, di resistenza alle ingiurie del tempo e delle guerre, simbolo di pace e valore, l'Olivo rappresenta da sempre un elemento naturale di forza e di purificazione. A conferma della millenaria storia dell'Olivo ricordiamo come la tradizione pone di fronte all'antica Gerusalemme il "Monte degli Ulivi", o come la bellezza di questa pianta sia cantata spesso nell' "Antico Testamento".

 

 

 

 

 

Sono circa settanta le citazioni che se ne fanno nella Bibbia, la più famosa si trova nella Genesi, quando è narrato il diluvio universale e Noè lascia uscire dall'arca la colomba che torna la sera con un ramoscello di Olivo nel becco (8-2).

La citazione per noi più rappresentativa, però, arriva da Ezechiele (47.12):

 

“Sulle rive del Giordano crescono degli alberi che non perdono mai le foglie i cui frutti sono cibo e le foglie medicina”.

La menzione indica chiaramente che gli straordinari principi attivi dell’ALBERO DELLA VITA sono concentrati nelle sue foglie.

 

L’Ulivo è presente nella storia della medicina e dell’erboristeria mediterranea da diversi millenni; esistono infinite testimonianze che documentano l’uso delle foglie d’Olivo nella cultura Egiziana, Araba, Greca, Romana ma esso è stato da sempre limitato dal loro gusto “terribilmente amaro e sgradevole” che progressivamente ne ha creato il disuso.

L’osservazione di alcuni rimedi popolari tradizionali ottenuti con le foglie d’Olivo stimolò l’interesse di diversi studiosi e ricercatori, che nella prima metà del secolo scorso diedero il via a studi e sperimentazioni che nei tre decenni centrali del ‘900 aprirono un ricco filone di ricerche ed esperimenti con le foglie di Ulivo, mirate a scoprire quali sostanze consentano all’Olivo di vivere così a lungo, di resistere alle avversità dell’ambiente e di avere questa enorme “vitalità”.

L’albero dell’Olivo è straordinariamente “divino”, infatti, senza cure o pesticidi vive a lungo e olivi centenari possono essere estirpati, trapiantati e attecchiranno sempre e ovunque. Tutto ciò è dovuto al fatto che nelle sue linfe scorrono sostanze attive “uniche al mondo” che lo proteggono e lo mantengono vitale nel tempo. Molecole che la scienza sta studiando per offrirle al mondo. Il composto più abbondante presente è l'oleuropeina, seguita da idrossitirosolo, dai flavon-7 glucosidi di luteolina e apigenina e dal verbascoside ed esplicano un'azione antiossidante superiore a quella delle vitamine C ed E, grazie alla sinergia tra flavonoidi, oleuropeosidi e fenoli.

Tra le molecole più importanti presenti nell’Olivo c’è l’IDROSSITIROSOLO, un polifenolo naturale che è il migliore antiossidante che agisce come radical scavenger coinvolto nell’inibizione dei processi di ossidazione collegati ai fenomeni di alterazione cellulare tipici delle malattie degenerative e dell’invecchiamento (aterosclerosi, artriti, problemi cardiovascolari). E’ ritenuto in grado di attivare la formazione di glutatione, un forte agente antiossidante prodotto dalle nostre cellule. In forma “industriale” l’idrossitirosolo viene estratto con processi molto laboriosi che richiedono l’uso di notevoli quantità di solventi organici nocivi e infiammabili e adeguate apparecchiature di estrazione e di purificazione, dalle olive, dall’olio di oliva e dalle acque di vegetazione. Per questo motivo è commercializzato da ditte internazionali a prezzi elevati. Per la sua efficacia come anti-aging, trova applicazioni industriali nel settore farmaceutico, cosmetico e alimentare anche se presente in quantità minima dato il suo costo molto elevato.

 

 

 

Proprietà terapeutiche dell'Olivo

Azione ipotensiva

 

È conosciuto soprattutto per la sua azione ipotensiva, cioè capace di abbassare la pressione arteriosa. La sua azione è di di tipo periferico e consiste in una spiccata vasodilatazione. Quest'ultima è dovuta al rilasciamento della muscolatura liscia dei vasi arteriosi per un'azione di riduzione della capacità di contrazione delle cellule muscolari lisce della pareta vasale.

 

Inoltre l'Olivo è capace di ridurre i livelli di rame nel sangue, e poichè gli enzimi che producono le catecolamine necessitano di rame per funzionare correttamente, il risultato consiste in una riduzione della produzione di catecolamine, che sono sostanze capaci di aumentare la pressione sanguigna.

 

Uno studio clinico ha valutato trenta pazienti ipertesi, dei quali 12 non avevano mai ricevuto alcuna terapia, mentre gli altri 18 avevano già fatto cure con farmaci anti-ipertensivi. Tutti ricevevano un estratto acquoso di Olivo per bocca per tre mesi. Alla fine del trattamento si è notato un calo della pressione arteriosa statisticamente significativo e una riduzione anch'essa significativa della glicemia e della calcemia. Non sono stati osservati effetti collaterali in nessun paziente.

 

La vasodilatazione indotta dall'Olivo avviene anche a livello renale, e ciò spiega in parte l'azione diuretica posseduta da questa pianta.

 

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

 

Azione antiradicalica

 

S i è notato che alcune sostanze presenti in questa pianta sono dei validi antagonisti dei radicali liberi. L'Olivo combatte varie specie reattive dell\'ossigeno e contrasta bene anche i danni causati dai radicali liberi alle cellule (fenomeno chiamato perossidazione lipidica).

 

E’ noto che le LDL esposte ai radicali liberi vanno incontro ad un processo ossidativo, e questo è il meccanismo che scatena l’evoluzione della malattia aterosclerotica. Altri studi suggeriscono che gli antiossidanti presenti nell’olivo potrebbero avere, grazie alle attività suddette, azione cardio e vasoprotettiva nell’uomo.

 

Lo sapevate che le foglie di olivo hanno delle proprietà davvero interessanti? Oggi parliamo di dieta mediterranea e anche di foglie. Pensate solamente alla pianta di olivo, da questa vengono utilizzati i frutti, le olive da cui si estrae l’olio extra vergine.

 

Forse non sapete che sono le foglie che riescono a contenere la maggior quantità di principi attivi che vengono sfruttate attraverso gli estratti. Dovete sapere che la sostanza di cui le foglie sono ricche si chiama Oleuropeina.

 

Si tratta di un polifenolo con una componente glicosidica, un prezioso antiossidante che offre un gusto un po’ amaro alle olive e alle fogli. Gli esperti del settore hanno spiegato che durante la fase di maturazione del frutto per idrolisi, vengono create alcune molecole molto importanti come l’Acido Elenolico, l’Idrossitirosolo e la Rutina. L’oleuropeina è definita anche sostanza “nutraceutica” perché è stata verificata la sua capacità antitumorale.

 

Inoltre bisogna considerare che esistono delle caratteristiche molto importanti per gli estratti delle foglie di olivo, infatti, esse riducono il colesterolo LDL e la pressione arteriosa. La scoperta è avvenuta attraverso uno studio realizzato da alcuni ricercatori svizzeri e tedeschi che hanno analizzato per 8 settimane alcune coppie di gemelli.

 

Pare che tra tutte le persone che hanno assunto l’olivo, questo elemento sia riuscito ad abbassare i parametri della pressione arteriosa, ma anche quelli del colesterolo cattivo. E inutile dire che maggiore sarà la quantità assunta e maggiore sarà l’effetto.

 

Ricordatevi che gli estratti inoltre, aiutano a contrastare l’insorgenza della sindrome metabolica dell’obesità grazie alla presenza dell’acido oleico e ai polifenoli, presenti sempre all’interno delle foglie. Stando agli studi a oggi formulati, queste sostanze sono in grado anche di ridurre i cambiamenti che una dieta ricca di grassi e carboidrati può provocare al sistema circolatorio e al metabolismo stesso.

 

Vi state chiedendo dove si possono acquistare questi estratti? Ovviamente nelle migliori erboristerie della vostra città ma anche sotto forma di integratori in farmacia. Esiste un’azienda chiamata Ever Green Life, che confeziona prodotti contenenti Olivum al 93%.

 

Si tratta di un particolare infuso di loro produzione che è viene realizzato con le foglie di olivo ricco di Rutina, Idrossitorosolo, Acido Elenolico e Oleuropeina. Che ne pensate? Vi piacerebbe iniziare una cura con le foglie di olivo per ottenere il massimo del benessere? È arrivato il momento di conoscere la dieta maggiori informazioni consultando il vostro medico base o l’erboristeria.

 

La natura ha molto da offrire e per questo motivo le proprietà benefiche degli estratti di olivo possono offrire il massimo sotto diversi punti di vista. Ora siete pronti per assaporare queste sostanze che fanno tanto bene al fisico e alla vostra salute? È arrivato il momento di analizzare le funzionalità di questi elementi naturali per approfondire il discorso.

 

Di certo il metabolismo vi ringrazierà e non avrete più problemi con la dieta e i vari stili di alimentazione. Che ne dite? Siete pronti per vivere una nuova vita grazie ad un metabolismo ricco di caratteristiche innovative? Lasciatevi conquistare dalle possibilità innumerevoli offerte dalla natura.

 

Dite si alla dieta mediterranea già da oggi!

http://www.bodyspring.com/scienza/speciale.php?ID=920&IDSchedaSpeciale=952

http://it.paperblog.com/le-foglie-di-olivo-quali-proprieta-hanno-1150953/

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

UN MOTORE DI RICERCA SICURO PER I BAMBINI

UN MOTORE DI RICERCA SICURO PER I BAMBINI
http://www.kidrex.org/

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Quindicenne scopre nuovo modo per individuare i tumori

Potrebbe venire proprio da un quindicenne americano, Jack Andraka, studente del liceo di Crownsville in Maryland la scoperta che cambierà la diagnosi e la cura di moltissimi tumori come quello al Pancreas e di altre malattie mortali simili.

Questo brillante ragazzo si è aggiudicato per la sua ricerca e scoperta le Olimpiadi della Scienza per teenager, Intel International Science and Engineering Fair 2012 (Intel Isef 2012) di Pittsburgh, portandosi a casa oltre alla gloria, alla gioia e all’onore anche un assegno da 75000 dollari; la vittoria è stata ottenuta battendo ben 1500 altri piccoli geni provenienti da 70 paesi di tutto il mondo e rigorosamente under 19.

I due ragazzi che sono arrivati appena dietro Jack si sono dimostrati comunque meravigliosi nei loro studi: il primo, Nicholas Schiefer canadese 17 anni, ha vinto 50000 dollari con il progetto su un algoritmo di microsearch (ricerca di singoli post o tweet all’interno di un social network), l’altro, Ari Dyckovsky americano di 18 anni che si piazza subito dietro grazie ai suoi studi sui qubits e sulle basi dell’Internet quantistica.

Come funziona

Il piccolo genio ha avuto la prontezza di capire che quando la distanza tra i nanotubi cambia è possibile registrare dei grandi cambiamenti della loro stessa conducibilità elettrica; a questo punto nel momento in cui la superficie di questi nanotubi viene a contatto con una proteina specifica, quest’ultima tende ad interagire con le strutture distendendole.

 

 

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Il tutto può essere osservato e misurato con un apparecchio di calcolo dell’elettricità come quello inventato dal giovane ragazzo.

Grazie ad una carta da filtro immersa in una soluzione di nanotubi di carbonio (sensori cilindrici vuoti con pareti spesse come atomi) rivestiti di anticorpi speciali capaci di attaccarsi al virus o proteina cercata, la ricerca dei marcatori tumorali ha fatto un salto di qualità e nel suo esperimento è riuscito a individuare in 100 pazienti lapresenza della mesotelina, un biomarcatore del tumore al pancreas.

Una scoperta importante ed economica dei tumori

Il costo? 50 euro, il costo di un contatore elettrico,ma è sufficiente inserire il suo modello in una fascia da braccio per diabetici per avere i risultati sperati.

Grazie a questa scoperta il rilevamento di cellule cancerogene sarà ancora più preciso e di conseguenza le cure più tempestive e migliori.

http://scienza.panorama.it/salute/Jack-Andraka-che-a-15-anni-inventa-un-test-per-il-tumore-al-pancreas

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Dispositivo che trasforma la cacca di cane in compost

Non è certo un segreto che le feci degli animali vengono spesso utilizzate come fertilizzante. Quando, però, si tratta del migliore amico dell'uomo, raramente si considera la possibilità di un loro riutilizzo e tutto quello che facciamo è sbarazzarci del "ricordino" al più presto. Eppure, un'alternativa esiste e il "Convertor of Pet Waste" potrebbe fare al caso nostro.

Si tratta di un dispositivo, sviluppato da Dai YunTing, Lu JunShi, Liu Fei, Jiang Ying, Yin HuiJing, Xia ZhenLi e Gao Jua, che è in grado di trasformare gli escrementi dei nostri pet in un utile fertilizzante biologico. Vincitore del red dot award nella categoria "design", il convertitore dei rifiuti degli animali domestici è stato premiato soprattutto per il suo grande potenziale sul mercato.

Come funziona? "Convertor of Pet Waste" prima di tutto raccoglie la pupù. Lo fa utilizzando gli infrarossi e un sistema intelligente per distinguere le feci dell'animale, senza che le persone debbano raccoglierle e inserirle al suo interno.

 

 

Non male, insomma, come idea, tanto che l'idea potrebbe anche essere immessa sul mercato. Ma come fare fino ad allora per smaltire in maniera corretta la cacca dei nostri cani? Niente paura, ve lo spiega Greenme.it. Il rischio, altrimenti, è di vedersela recapitare a casa, come accade in un paesino spagnolo...

Roberta Ragni

http://www.greenme.it/abitare/cani-gatti-e-co/10715-cacca-cane-compost

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Piu' ferro nel sangue allontana il Parkinson

La malattia di Parkinson è più improbabile con alti livelli di ferro nel sangue. A scoprirlo è una ricerca dell'Eurac di Bolzano firmata da Irene Pichler e pubblicata su Plos Medicine. Stando all'analisi effettuata in collaborazione con un team di scienziati internazionali, è emersa un'associazione positiva fra i livelli di ferro nel sangue e la probabilità di sviluppare la malattia, nesso reso evidente dalla randomizzazione mendeliana, un metodo di analisi biologica.

Gli effetti della concentrazione di ferro nel sangue sono stati valutati prendendo in considerazione tre polimorfismi a carico dei geni HFE e TMPRSS6. I ricercatori hanno elaborato una meta-analisi per ogni polimorfismo combinandola con gli esiti di alcuni studi che hanno analizzato l'impatto genetico sui livelli di sangue in un campione molto vasto di persone, circa 22 mila fra Europa e Australia. A ciò è stata affiancata ... stata affiancata un'ulteriore meta-analisi riguardante l'impatto genetico sul rischio di insorgenza del Parkinson che ha coinvolto quasi 21 mila persone colpite dal morbo e quasi 89 mila soggetti sani che costituivano il gruppo di controllo.

Comparando tutti i dati a disposizione, i ricercatori hanno concluso che per ogni aumento della concentrazione di ferro nel sangue pari a 10 mg/dl si registra una riduzione del rischio di insorgenza della malattia del 3 per cento.

Si tratta di una scoperta importante perché si potrebbe ipotizzare una semplice integrazione del minerale per l'abbattimento del rischio di Parkinson in soggetti a rischio.

http://www.italiasalute.it/news.asp?id=6634

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli