Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Categoria: "Cure Naturali"

OLI ESSENZIALI PREZIOSI PER QUESTI MOMENTI : ti stiamo pensando e ti siamo vicini

OLI ESSENZIALI PREZIOSI PER QUESTI MOMENTI : ti stiamo pensando e ti siamo vicini

OLIO ESSENZIALE DI NIAOULI
Ottenuto per: distillazione di foglie e rametti.
Nota: di testa
Chemotipo caratterizzante: 1,8-cineolo(55%), viridiflorolo (10%).
Proprietà: antisettico, antivirale, antibatterico.
• Un ottimo antisettico naturale. Infezioni e infiammazioni della pelle; in 200ml di acqua versare 10 gocce di olio essenziale e fare impacchi sulla parte interessata, quotidianamente, per almeno un quarto d'ora, finché non si vedranno miglioramenti consistenti.

• I suoi principi assorbiti attraverso la pelle, ma anche inalati per evaporazione, esercitano un'azione espettorante.

• . Disinfettante del cavo orale, sciacqui e gargarismi con alcune gocce di olio essenziale rinfrescano l'alito per lungo tempo e proteggono e rinforzando le mucose della bocca contro le infiammazioni.

• Ulcere della cute, le proprietà disinfettanti supportano il processo di guarigione delle ferite cutanee e prevengono le infiammazioni. Mettere alcune gocce su una garza e fasciare la lesione.

• dissenteria e infezioni intestinali.

• Punture di insetti, applicare localmente 2-3 gocce versate su di un batuffolo di cotone fino ad attenuazione del bruciore, lenisce il prurito e ne limita il gonfiore accelerando il processo di guarigione e svolgendo un'azione cicatrizzante.
Utilizzi nei diffusori: pulisce e purifica l'aria e difende dal contagio nei momenti di diffusione dei virus aerei.

Cura ferite e ustioni, evita i cheloidi a aiuta ad eliminare le cicatrici. Dopo interventi di chirurgia.
Curiosità: potabilizza l'acqua e neutralizza le tossine dei cibi avariati.
Avvertenze e controindicazioni: Non tossico, non irritante, non sensibilizzante.
*


OLIO ESSENZIALE DI YLANG YLANG
Cananga dorata. Distillazione a vapore acqueo del fiore . La Cananga odorata, comunemente conosciuta come ylang-ylang è un albero della famiglia delle Annonaceae dai cui
fiori si ricava l'omonima essenza usata in AROMATERAPIA

È un albero a crescita rapida che raggiunge un'altezza media di 12 metri. Le foglie, lucide e scure, sono lunghe e hanno forma lanceolata con margini ondulati. I numerosi e profumatissimi fiori crescono, solitari o riuniti in piccoli grappoli, in autunno e primavera. Sono giallo-verdastri (raramente rosa) e hanno 3-5 petali allungati e arricciati. L'olio essenziale di ylang-ylang è utilizzato nell'industria dei profumi e in aromaterapia.

L'aromaterapia attribuisce all'ylang-ylang proprietà sedative, antidepressive, afrodisiache, antisettiche, tonificanti del sistema nervoso e del sistema circolatorio, anti-ipertensive e anti-tachicardiche.

È utilizzato nella cura dei problemi cutanei, e nelle problematiche sessuali e nei casi di ansia, depressione, insonnia. Aiuta efficacemente negli attacchi di panico se posto puro sui polsi sul chakra del cuore e dietro alle orecchie

Proprieta' e benefici:

Calmante se inalato (diffusore) svolge un'azione rilassante sul sistema nervoso, attenuandone i disturbi, come ansia, depressione, irritabilità, nervosismo e insonnia.

L’olio essenziale di ylang ylang crea armonia e ripristina il desiderio di amare.

Ipotensivo, l’essenza è in grado di abbassare la pressione arteriosa e di attenuare i disturbi provocati sul sistema cardio-circolatorio dallo stress, come palpitazioni e tachicardia.

Massaggiato sull’addome : Afrodisiaco è un olio essenziale per chi non riesce a lasciarsi andare, allontana il dubbio, le insicurezze e i sentimenti bloccati.

È di grande aiuto nella femminilità repressa perché libera la gioia, la sensualità, l'euforia e la sicurezza interna. Aiuta a lasciarsi andare, a rilassarsi dolcemente
*
OLIO ESSENZIALE BIO DI MIRRA

Potreste aver sentito parlare della mirra nelle storie bibliche dato che è uno dei doni preziosi (insieme con oro e incenso) offerti dai re magi per il neonato Gesù. In realtà viene menzionata nella Bibbia 152 volte ! Questo elemento prezioso in realtà ha una lunga storia di utilizzo, soprattutto nelle antiche civiltà. Oggi la mirra è presente in commercio principalmente come resina da bruciare negli ambienti, come olio essenziale o ingrediente in numerosi cosmetici e prodotti per l’igiene orale. In realtà la mirra è un potente rimedio per una vasta varietà di disturbi. Gli scienziati si sono interessati alla per la sua potente attività antiossidante e come potenziale trattamento del cancro. Si è anche dimostrata essere efficace nella lotta contro alcuni tipi di infezioni parassitarie e per curare le gengive.
Che cosa è la Mirra?
La mirra è una resina estratta dalla pianta Commiphora myrrha nativa dell’Africa del Nord e del Medio Oriente, in particolare in Somalia, Etiopia, Arabia e Yemen. L’albero cresce fino a cinque metri di altezza e può essere identificato dalla sua corteccia luminosa, rami annodati e piccoli fiori bianchi. La parola “mirra” deriva da “Murr” che significa “amaro” in arabo, probabilmente riferendosi al sapore amaro della resina. Per raccogliere la mirra, devono essere effettuati dei tagli sulla corteccia così che possa rilasciare la resina giallastra. La resina si lascia ad asciugare diventando di colore bruno-rossastro e appare come grumi grandi come una noce lungo tutto il tronco d’albero.
Storia della Mirra: La Mirra era molto popolare tra le culture antiche. I cinesi la consideravano come una medicina, mentre gli egiziani la usavano per imbalsamare i loro faraoni e per i loro rituali al culto del sole. In realtà, la mirra è stato menzionato nel Papiro Ebers, uno dei più antichi testi medici egiziani, che risale al 1550 a.C. Anche i soldati greci hanno fatto uso di questa resina, portandola con sé in battaglia per fermare le loro ferite da sanguinamento. L’uso storico più comune della mirra era quello di bruciare la resina sui carboni ardenti. Questo libererebbe una misteriosa presenza spirituale in tutta la stanza prima di una cerimonia religiosa. E’ stato utilizzato anche per la sua qualità meditativa o per la preghiera, di solito in combinazione con l’incenso.
Benefici della Mirra
La mirra ha molti potenziali benefici anche se sono necessarie ulteriori ricerche per determinare i meccanismi esatti del suo funzionamento e i dosaggi per i benefici terapeutici. Ecco alcuni dei principali vantaggi di utilizzo della mirra:
1. Antiossidante. Uno studio del 2010 pubblicato nel Journal of Food and Chemical Toxicology ha scoperto che la mirra ha una elevata capacità antiossidante che può proteggere contro i danni ossidativi epatici e l’immunotossicità riducendo la perossidazione dei lipidi e migliorando i meccanismi antiossidanti e di difesa.
2. Anticancro. Uno studio del 2011 ha scoperto che la mirra è in grado di ridurre la proliferazione delle cellule tumorali umane. I ricercatori hanno visto che la mirra inibisce la crescita di otto diversi tipi di cellule tumorali, in particolare tumori ginecologici. Anche se sono necessarie ulteriori ricerche per determinare esattamente come utilizzare la mirra per il trattamento del cancro, questa ricerca iniziale è promettente.

3. Antibatterico e antifungino. Storicamente, la mirra è stato utilizzato per curare le ferite e prevenire le infezioni. Si può ancora essere utilizzato in questo modo su irritazioni cutanee minori come il piede d’atleta e l’acne.

Applicarla sulla pelle con olio di baobab come olio vettore

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

4. Vie respiratorie. In passato la mirra è stata molto utilizzata per l’espulsione del catarro. Funziona bene contro la tosse, raffreddore e mal di gola. Inoltre aiuta ad alleviare la congestione e sciogliere il muco.

5. Pelle. In crema o in olio, la mirra è utile per facilitare la guarigione delle micosi della pelle. Il potere disinfettante e antibatterico, infatti, elimina gli agenti infettanti come i funghi, ripristinando il naturale equilibrio delle zone affette Può aiutare a lenire la pelle screpolata o incrinata. E’ comunemente aggiunto ai prodotti per la cura della pelle per aiutare con idratazione e anche per il profumo. Gli antichi Egizi lo usavano per prevenire l’invecchiamento e mantenere la pelle sana.

6. Antiparassitario. La mirra è un ottimo rimedio naturale per tenere alla larga insetti e parassiti, soprattutto dagli ambienti piccoli. Per questo l’olio essenziale è spesso sfruttato in diffusione, disciolto in acqua calda oppure in poche gocce negli umidificatori di caloriferi e camini.

OTTIMA ANCHE NEI DIFFUSORI…..
7. Rilassamento. La mirra contiene i sesquiterpeni che hanno un effetto sul nostro centro emozionale nell’ipotalamo, aiutandoci a mantenere la calma ed essere equilibrati. E’ molto usato in aromaterapia per i massaggi. Può anche essere aggiunto a un bagno caldo o applicato direttamente sulla pelle.

8. Gengive. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, la mirra può contribuire ad alleviare l’infiammazione della bocca e delle gengive causate da malattie come gengiviti, mal di denti e ulcere della bocca. Può anche essere utilizzato come collutorio per prevenire malattie gengivali. Si può anche usare per rinfrescare l’alito. Utile nelle stomatiti.

9. Digestione. Un altro uso della mirra è quello di contribuire ad alleviare i problemi digestivi quali mal di stomaco, diarrea, flatulenza, indigestione e anche emorroidi.

Uno studio del 2010 pubblicato sulla rivista Journal of Immunotoxicology ha scoperto che la mirra è in grado di diminuire l’incidenza di ulcere e migliorare i tempi di guarigione.

10. Sistema immunitario. La mirra rafforza e attiva il sistema immunitario per aiutare a proteggere il corpo dalle infezioni.

Come utilizzare la Mirra:
1. Diffusore. È possibile acquistare un vaporizzatore di olii essenziale a cui aggiungiamo qualche goccia di olio essenziale di mirra per inebriare tutta la stanza con la sua fragranza.
2. Fumenti. Per risolvere problemi alle vie respiratorie aggiungiere qualche goccia di olio essenziale di mirra all’acqua calda e inalare.
3 Applicare direttamente sulla pelle. E’ meglio mescolare l’olio essenziale di mirra con un olio guida come IL BAOBAB prima di applicarlo sulla pelle. Grazie alle sue proprietà antiossidanti, è un valido antiaging che stimola il ringiovanimento della pelle e la guarigione delle ferite.
4. Zone doloranti. In un impacco a freddo (come quello con l’argilla ventilata cerde) aggiungere qualche goccia di olio essenziale di mirra e applicarlo direttamente su qualsiasi zona infiammata o dolente per avere un immediato sollievo. E’ antibatterico, antifungino e aiuta a ridurre il gonfiore e l’infiammazione.
6. Ipotiroidismo. La mirra è un rimedio naturale per l’ipotiroidismo. Mettere 2-3 gocce direttamente sulla zona della tiroide ogni giorno e massaggiare

7 per la diarrea

8 PER LA SALUTE UTERINA : Questo olio si prende cura della salute uterina cioe’ normalizza le mestruazioni ed è stimolante ,

9 aiuta inoltre a far scomparire cicatrici e macchie, delicatamente.
Altri vantaggi: Questo olio è molto apprezzato in aromaterapia come sedativo, antidepressivo e come promotore di sentimenti spirituali.

Controindicazioni:
Le uniche controindicazioni riguardano l’assunzione per uso interno. Se usato con moderazione e corretto dosaggio (soprattutto quando l’ingestione topica), l’olio di mirra è generalmente sicuro per gli adulti. Tuttavia, come con altri oli di resina, vi consiglio di usare questo olio con cautela. L’olio di mirra non è raccomandato per le donne incinte e mamme che allattano, in quanto può indurre le mestruazioni e portare ad un parto prematuro. I bambini prima dei sei anni dovrebbero evitare di utilizzare questo olio. I diabetici e le altre persone che soffrono di condizioni di salute dovrebbero consultare il proprio medico prima di utilizzare l’olio di mirra. Per assicurarsi di non essere allergici alla mirra applicare sul braccio una piccola quantità di olio e vederne gli effetti.
LA MIRRA: Capacità di stimolo emozionale
La mirra, compagna dell’incenso, con cui condivide i luoghi di nascita e le modalità di estrazione, ma soprattutto l’impiego sacro, è una grande compagna di viaggio. Infatti accompagna, durante il parto, la nascita del neonato allo stesso modo come protegge il defunto nel suo viaggio verso la vita eterna.
Aiuta a vincere la paura della morte e il dolore della separazione.
Regina degli sblocchi emozionali ci aiuta a riconoscere e vivere la vita piu’ spiritualmente, ci stimola soprattutto durante il sonno eliminando in noi tutti gli eccessi. Riduce il potere di espressione del nostro ego guidandoci verso un senso di universalità..
Armonizzante, la mirra serve a equilibrare il mondo spirituale con quello materiale, dandoci forza e ottimismo, in modo particolare aiuta le persone che hanno paura di rivelare i loro sentimenti.
Rende umili e devoti, predisponendoci a ricevere energia e amore dagli altri.

www.SPAZIOSACRO.IT

Ti auguriamo tanta pace, coraggio e buona salute.
Con amore da noi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Approccio Complementare alle Cure Allopatiche.

 Ecco un Approccio Complementare alle Cure Allopatiche  e 

Il Ruolo del Professionista Infermiere Specialista in Assistenza Olistica e Medicina Integrata

Cosa ci viene in mente quando parliamo di olistica? Come può l’olistica migliorare lo stile di vita dell’uomo? In che modo influisce? Tanti sono i quesiti che a volte hanno risposte poco definite e spesso confusionarie. Con questo articolo vorrei porre un po di chiarezza in merito,  cercando di farvi comprendere il grande potenziale che l’Olistica ha sul benessere dell’essere umano.
L’interesse per le medicine non convenzionali è in continua crescita e il beneficio di queste pratiche, che trovano origine da antiche culture spesso orientali, è talmente percepito che trovano considerazione e approvazione da parte di molti specialisti e pazienti, tanto da farne parte nella pratica corrente.

Premetto che le medicine complementari NON SONO DA INTENDERSI COME SOSTITUTIVI DELLA TERAPIA MEDICA ALLOPATICA, MA APPUNTO COMPLEMENTARI AL PROCESSO DI CURA TRADIZIONALE.

Non vi è alcun dubbio che la medicina tradizionale abbia raggiunto livelli di sviluppo e di qualità altissimi, ma è anche vero che spesso ci si sofferma esclusivamente all’eradicazione della malattia intesa come alterazione funzionale di organi o apparati che portano ovviamente ad un processo patologico mettendo in secondo piano la vera essenza di un essere umano: la componente spirituale, componente emozionale, sentimenti e quindi paure, ansia, alti livelli di stress, aspettative, oserei dire componente animica. La mente ha un grande potere.

Uno stato patologico, una malattia è spesso vissuta con negatività, a volte impotenza. In queste situazioni la sofferenza porta l’individuo a sprigionare complessi meccanismi mentali che stimolano la propulsione alla compliance e quindi ad una reazione. Queste razioni si traducono in un processo di cura che implica il professionista a SAPERE, SAPER FARE E SAPER ESSERE.
In USA più del 40% della popolazione ricorre regolarmente alle medicine non convenzionali, in Italia l’8% ed e in continuo aumento e circa l’80% ha sentito parlare di cure complementari. Nonostante tutto la situazione legislativa non è uguale in tutti i Paesi ed è per questo che risulta necessario lo studio delle leggi vigenti che non può prescindere dalla comparazione normativa inerente appunto l’applicazione delle medicine non convenzionali (MNC o CAM). La FNOMCeO, ha provato a colmare il vuoto legislativo riconoscendo a Terni il 19 maggio 2002 quale atto medico e quindi di esclusiva competenza medica, la medicina ayurvedica, la medicina antroposofica, la medicina omeopatica, l’omotossicologia, la medicina tradizionale cinese, l’agopuntura, la fitoterapia, l’osteopatia e la chiropratica.

In Emilia Romagna con il DGR (delibera della giunta Regionale) del 26 maggio 2014  n. 741/2014 si è sancita la “approvazione delle linee guida regionali per l’erogazione di prestazioni di medicina non convenzionale la cui erogabilità è a carico del FSR”. In tal modo, per esempio l’agopuntura è stata inserita nei LEA come una delle terapie del dolore ricorrente o cronico muscolo-scheletrico lombare, nella profilassi della cefalea muscolo tensiva e dell’emicrania.

Esistono cinque sistemi giuridici e sono:

  • SISTEMI TOLLERANTI: che riconoscono le CAM come pratiche mediche solo quelle convenzionali ma permettono l’esercizio di altri terapeuti non convenzionali purché non si qualifichino come dottori in medicina sfociando quindi nell’abuso di professione (art. 348 del codice penale);
  • SISTEMI MONOPOLISTICI: è riconosciuta solo la medicina allopatica;
  • SISTEMI MISTI: dove sono applicati in parte sistemi monopolistici (ad esempio diagnostica, chirurgia…) mentre le altre pratiche sono ammesse;
  • SISTEMI INCLUSIVI: sia la medicina allopatica che quella non convenzionale sono riconosciute dal SSN                    (per esempio Asia – Medicina tradizionale cinese);
  • SISTEMI INTEGRATI: quando viene incoraggiata l’integrazione di più sistemi sia nella formazione professionale che nella pratica curativa (Nepal, Corea, Cina).

Definizione di Medicina Olistica e Medicina Tradizionale.

La medicina olistica è un metodo di cura totale della persona che mette sullo stesso piano gli aspetti fisici, mentali, emotivi e spirituali, mentre la medicina tradizionale isola ciascuno di questi aspetti secondo le priorità. I trattamenti olistici sono utili per riequilibrare lo stato di salute generale e migliorare la qualità di vita delle persone. Inoltre aiutano il soggetto a ripristinare un sano equilibrio psicofisico stimolandolo a un naturale processo di auto-guarigione.

Da un punto di vista Infermieristico l’assistenza Infermieristica è già di per se di natura Olistica proprio perché l’approccio è quello di prendersi cura del paziente non sono da un punto di vista strettamente clinico-assistenziale ma anche da un punto di vista umano che comprende anche la parte psico-emotiva e socio-ambientale dell’individuo.

Spesso le persone parlano di medicina alternativa. ERRORE! Come già detto la medicina olistica non è un’alternativa alla terapia medica ma complementare ad essa.

Abbiamo a disposizione diversi approcci:

  • MODELLO NATURALE: fondato su rimedi naturali e non su farmaci di sintesi;
  • MODELLO OLISTICO: che focalizza l’attenzione sul raggiungimento del benessere nella totalità della persona trattata, ritenendo impossibile scindere mente, corpo e spirito.
  • OLISTICO deriva dal greco “OLOS”, cioè “TUTTO, INTERO, GLOBALE”. Questo termine è stato coniato dal politico, intellettuale e filosofo sudafricano Jan Christian Smuts negli anni ’20.
  • MODELLO INDIVIDUALE;
  • MODELLO ENERGETICO: ha come scopo il riequilibrio dei diversi campi e livelli energetici, partendo dalla concezione che l’essere umano è un insieme di energie contrapposte che interagisce con l’ambiente e con l’Universo stesso.
    Secondo l’OMS “ la medicina complementare si riferisce ad un vasto insieme di pratiche di assistenza sanitaria che non fanno parte della tradizione propria di un paese, non sono integrate nel sistema sanitario dominante…”.

Ma esattamente quali sono le cure complementari?

  • AGOPUNTURA – può essere praticata esclusivamente da un medico agopunture;
  • OMEOPATIA;
  • FITOTERAPIA;
  • MEDICINA AYURVEDICA;
  • MEDICINA TIBETANA;
  • MEDICINA TRADIZIONALE CINESE;
  • OSTEOPATIA E CHIROPRATICA;
  • AROMATERAPIA;
  • CRISTALLOTERAPIA;
  • TERAPIE ENERGETICHE (REIKI, PRANOTERAPIA);
  • TERAPIE MENTE-CORPO;
  • TERAPIA DEL MOVIMENTO E DANZA;
  • MUSICOTERAPIA;
  • CROMOPUNTURA;
  • CROMOTERAPIA;
  • IDROTERAPIA;
  • MASSAGGIO THAI;
  • RIFLESSOLOGIA;
  • SHIATSU;
  • SHIN TAI;
  • FLORITERAPIA: (FIORI DI BACH, FIORI CALIFORNIANI, FIORI AUSTRALIANI BUSH, FIORI ALASKANI…);
  • OLIGOTERAPIA;
  • TRAINING AUTOGENO E TECNICHE MEDITATIVE;
  • MASSAGGIO BIONATURALE;
  • MASSAGGIO SONORO;
  • VASTE TECNICHE DI MASSAGGIO;
  • ARMONIZZAZIONE E RIEQUILIBRIO CON USO DEI DIAPASON;
  • ARMONIZZAZIONE SONORA CON CAMPANE TIBETANE;
  • TOCCO ARMONICO E TERAPEUTICO… .

Esistono figure professionali in grado di applicare queste tecniche e approcci olistici a vario titolo e livello come:

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]
  • MEDICI SPECIALISTI IN MEDICINA INTEGRATA;
  • INFERMIERI SPECIALISTI IN MEDICINA INTEGRATA E CURE COMPLEMENTARI;
  • PSICOLOGI E PSICOTERAPEUTI SPECIALIZZATI;
  • NATUROPATI;
  • OPERATORI OLISTICI (OPERATORE  ENERGETICO-VIBRAZIONALE INTEGRATO, OPERATORI DEL SUONO, OPERATORI DEL MASSAGGIO BIO-NATURALE…).

Dunque possiamo evincere che quando parliamo di Operatore Olistico facciamo riferimento ad un facilitatore della salute e dell’evoluzione integrata. Egli opera con le persone sane o con la parte sana delle persone “malate”, al fine di ritrovare l’armonia psicofisica, attraverso l’uso di tecniche naturali, energetiche, artistiche, culturali e spirituali.

Tutti con una Formazione Complessa e avanzata che portano a rivedere inevitabilmente se stessi, tutti iscritti ad un Ordine Professionale e/o ad una Associazione di Categoria Professionale ai sensi della legge n°4/2013.

L’olistica è un mondo davvero ampio e complesso fatto di storia, antropologia, scienza ed evoluzione, composta da specialisti in grado di stimolare in ognuno di noi un percorso di consapevolezza e crescita interiore.

Auto-guarigione non intesa come una stramba magia, ma bensi l’Olistica ha quel potere di riaccendere la speranza in chi vive momenti di disarmonia sviluppando così un cambiamento volto al riequilibrio.

Concludo questo accenno all’Olistica con una Dichiarazione di ALMA ATA che dice: “ la salute, stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non semplicemente assenza di malattia o infermità, è un diritto umano fondamentale, ed il raggiungimento del maggior livello di salute possibile è un risultato sociale estremamente importante”.
Credo fortemente nelle unioni delle competenze e credo nel benessere totale dell’uomo, raggiungibile unendo le conoscenze, le competenze e il cuore.

Termino con una frase del Dr. Edward Bach “ Ciò che chiamiamo malattia è la fase terminale di un disturbo molto più profondo e perché un trattamento possa avere davvero successo è evidente che non basterà curare la sola conseguenza senza risalire alla causa fondamentale che andrà eliminata”.

Grazie per l’attenzione e Namastè!

 

Dott. Angelo Marrocchella

https://www.assocarenews.it/infermieri/assistenza-olistica-e-medicina-integrata-un-approccio-completare-alle-cure-allopatiche-il-ruolo-dellinfermiere

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

La circolazione dell'Energia secondo la medicina cinese nelle ore della giornata e sugli organi

La circolazione dell’Energia secondo la medicina cinese nelle ore della giornata e sugli organi :

(Questo piccolo riassunto ci puo' aiutare nel riconoscere gli organi disfunzionali ed eventualmente trovare le relative terapie)

 

Dall’1 alle 3 investe il fegato ed e’ yin (femminile)

Dalle 3 alle 5 i polmoni

 

Dalle 5 alle 7 l’intestino ed e’ yang

 

Dalle 7 alle 9 lo stomaco

 

Dalle 9 alle 11 ribalta di nuovo in yin e tocca la milza

 

Dalle 11 alle 13 il cuore

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

 

Dalle 13 alle 15  ribalta in yang (maschile) passa per l’intestino tenue

 

Dalle 15 alle 17 per la vescica dove si ribalta in yin e come tale

Dalle 17 alle 19 scorre nei reni

 

Dalle 19 alle 21 nel sesso e nella circolazione dove, invertita in yang fluisce

dalle 21 alle 23 nel triplice riscaldatore

 

E dalle 23 all’una nella cistifellea

 

wwwspaziosacro.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

BELLE FRASI DI NICOLA TESLA

BELLE FRASI DI NICOLA TESLA

-La vita è un ritmo che dev’essere compreso. Sento il ritmo, lascio che mi diriga e lo assecondo. È molto gradevole e mi ha dato la conoscenza che ho. L’Universo è vivo in tutte le sue manifestazioni, come un animale pensante. La pietra è un essere pensante e sensibile, come le piante, le bestie e l’uomo.  Una stella che brilla chiede di essere vista e se non fossimo così immedesimati in noi stessi capiremmo il suo linguaggio ed il suo messaggio. Il respiro, gli occhi e le orecchie dell’uomo devono armonizzarsi con il respiro, gli occhi e l’udito dell’Universo.

-L’universo intero è in certi periodi malato di sé stesso e di noi. La sparizione di una stella e l’apparizione delle comete ci influenzano più di quello che possiamo immaginare. Le relazioni tra le creature della Terra sono ancora più forti, a causa dei nostri sentimenti e pensieri, il fiore profumerà ancora di più o cadrà nel silenzio. Dobbiamo imparare queste verità per essere guariti. Il rimedio sta nei nostri cuori ed ugualmente nel cuore dell’animale che chiamiamo Universo.

-Mi sono alimentato col mio pensiero, ho imparato a controllare le emozioni, i sogni e le visioni. Ho sempre apprezzato come ho nutrito il mio entusiasmo. In tutta la mia vita ho passato molto tempo in estasi. Quella fu la fonte della mia felicità.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

UN'ESPERIENZA DI GUARIGIONE DAVVERO SPECIALE

UN'ESPERIENZA DI GUARIGIONE DAVVERO SPECIALE

UN'ESPERIENZA CHE CONOSCIAMO anche noi : MICHELE GIOVANIOLI  ERA MALATO E IL BOSCO LO HA GUARITO

 

Michele e' un alchimista e scrive: L’alchimista sfrutta i codici attraverso i quali Dio ha creato l’uomo, che è una creatura molto potente – non c’è niente, in natura, che abbia il nostro potenziale biologico. Però l’alchimista lo sfrutta non per essere come vogliono “loro”, ma per essere come vuole lui. Quindi il processo di alchimia non è altro che un lavorare il proprio “composto”, per riconoscere la propria fattura e capire come siamo fatti, e quindi sperimentare e educare la propria “macchina-corpo” a fare certe cose, in modo tale che essa non faccia quello che vuole lei, ma quello che vuoi tu.

E’ come se prendesse un computer che ha un sistema operativo: glielo toglie e gliene mette uno nuovo. Quando facciamo alchimia di gruppo, nel bosco, io invito i partecipanti a camminare bendati. Da quel momento, nella loro “macchina” (sotto la loro volontà) viene disinstallato un sistema, un programma che gli diceva “vai dove vedi”, e iniziano a dire: “Vai dove vedi con le mani, coi piedi, con i campi elettromagnetici”.

 

Con il bosco ho vissuto un rapporto, un’esperienza forte. Avevo una malattia che non riuscivo a guarire. Avevo una “sigmoidite aspecifica con processi erosivi”.

Quando il mio gastroenterologo me l’ha detto, pensavo di avere solo uno zaino, sulle spalle. Invece avevo anche una “sigmoidite aspecifica con processi erosivi”. Stavo letteralmente perdendo l’intestino.

Falliti tutti i rimedi farmacologici, restava solo la via chirurgica.

Mi sono detto: se sto perdendo il colon e mi devo far tagliare l’intestino, che contiene un terzo del cervello, allora vuol dire che è finito il mio tempo: me ne vado, non devo vivere per forza, e magari “dopo” starò anche meglio, chi lo sa.

 

Quella sera ero in preda a una bella disperazione. E allora mi sono “dichiarato guerra”. E’ la prima operazione che l’alchimista compie: dichiararsi guerra.

 

Mi sono detto: Michele, qual è la cosa che ti fa più paura? Il bosco di notte.  Allora ci vado? Non ci vado?

Scatta una sorta di sana schizofrenia, che in alchimia si chiama “doppio alchemico”. In pratica, ti sdoppi.

Ti guardi da fuori, e il testimone ti osserva e ti parla.

 

Lo dice anche Dante, “mi ritrovai per una selva oscura” (e infatti la Divina Commedia è un libro iniziatico). “Mi ritrovai”: erano in due, lui e “l’altro me”.

 

Così è cominciato quel dialogo, quella sera. “Mi fa paura, il bosco di notte”. “Bene, allora adesso ti ci porto”. “Ma sei matto?”. “Sì, ci andiamo. E senza torcia elettrica”.

 

Così sono entrato nel bosco al buio, alla cieca. Ho cominciato a seguire un sentiero, ma poi mi sono perso. Ci sono rimasto per 4 ore.

Sono successe cose turche, unne, ostrogote. Ho vissuto momenti di grande terrore, uno shock emozionale.

Sono succese cose particolari, che non so descrivere perché non so cosa fossero. Però avvertivo che c’erano dei movimenti, attorno a me, c’erano come delle presenze. C’era qualcuno, con me. Cos’era? Non lo so. Ho fatto incontri particolari, diciamo.

 

E ho stretto un accordo con gli alberi: di questo non vi posso parlare, perché è una cosa che riguarda me e loro. Sta di fatto che, quando ho raggiunto la sommità del pendio, ho avuto un’esplosione di caldo fortissimo alla pancia. Ho fatto una gran sudata, poi sono scoppiato in singhiozzi. Sono caduto a terra, esausto, e ho pianto fino all’alba.

Tornato a casa, la mattina, ho scoperto di essere totalmente guarito: non avevo più niente.

 

Vi racconto questo dettaglio perché bisogna anche prendersi gioco di sé, per vincere.

Dopo diversi anni, sapete, ero arrivato a pesare 42 chili. E quella mattina, dopo tanto tempo, sono riuscito a fare… la cacca. Ora, quando parli di un uomo e racconti che va a fare la cacca non piace, è poco virile.

Ma io ho fatto la cacca e non volevo neppure tirare l’acqua: dopo anni, finalmente, avevo fatto una cacca normale. La rimiravo, pensavo addirittura di conservarla sotto spirito!

Davvero: da allora non ho più avuto nessun disturbo.

Il mio gastroenterologo non se lo spiegava: pensava che fossi stato a Lourdes, figuratevi.

Mi sono detto: caro dottore, io e te non ci vedremo più, se non per un caffè o un aperitivo.

Io questa storia l’ho vissuta e basta, e da lì non ho avuto più niente. Pensate che bello. Non vi nascondo che ho un po’ di commozione, nel raccontarla.

 

Avevo seguito la via normale: hai un problema?, vai dal medico. Avevo lasciato perdere le alternative: mi ero affidato alla scienza, alla medicina ufficiale.

E vi lascio immaginate a che tipo di analisi intrusive sono stato sottoposto, con tutte quelle sonde. Ero diventato carne da macello, ma non era servito a niente.

Poi, appunto, sono andato nel bosco di notte.

 

(anche noi lo abbiamo fatto nella valle dei ciclopi, degli ulivi millenari)

 

E’ successo qualcosa, sotto quegli alberi.

Mi reputo una persona normalmente intelligente, capace di coltivare il dubbio.

E il dubbio è una delle cose più preziose, è l’anticamera di ogni processo evolutivo.

Se cominci a dubitare, smetti di prendere tutto per buono.

 

E allora mi sono detto: è successo qualcosa, nel bosco. Non so cosa: non posso portarvi la formula chimica, non posso dire “è come se avessi preso questo farmaco che inibisce questa cosa e attiva quest’altra”.

 

Eppure sono passato dalla malattia alla guarigione.

 

Posso dire questo: quando sono entrato nel bosco, quella notte, sapevo che la mia condizione andava degenerando. Lì è successo qualcosa, e infatti ne sono uscito guarito.

Da allora ho cominciato a tornarci, tra gli alberi. La sera dopo sono tornato in quel bosco e ho fatto la stessa cosa, però senza più abbandonarmi totalmente.

Una volta entrato ho percorso trecento metri e mi sono fermato lì in mezzo: ascoltavo. Il giorno dopo sono ritornato. Poi sono passato ad altri boschi.

Cos’era successo, la prima notte? Provo a descriverlo come posso.

Stare in quel bosco ha come attivato una memoria, un ricordo.

 

Un po’ come dire: mi ricordo che sono fatto in un certo modo. E mi ricordo che posso anche modificarmi, se ho delle conoscenze. E così mi si è aperto tutto.

E’ cosi’ che sono morto.

Quella sera sono morto: è morto il vecchio Michele, ed è iniziata una vita nuova, sicuramente consapevole e più libera.

 

Per certi aspetti una vita anche più difficile, perché ti accorgi che nel tuo mondo precedente, di cui ti fidavi, c’erano troppe falsità.

 

E allora dici: adesso devo veramente far fronte esclusivamente con le mie forze.

E’ faticoso, tutto diventa più difficile.

Sta meglio il pollo d’allevamento, sotto certi aspetti, rispetto al gallo cedrone: il pollo ha da mangiare, è protetto e curato. Ma la sua vita è in funzione del padrone. Vuoi mettere, un secondo da gallo cedrone, rispetto ai 43 giorni di vita del pollo d’allevamento?

Pensate alla volpe: si sveglia ogni mattina e, di tutti i pensieri che facciamo noi, non ne fa neanche mezzo. Non pensa: devo pettinarmi prima di uscire, devo telefonare a questo e a quello, ho la scadenza dell’Iva, ho un senso di colpa che mi fa marcire dentro perché sono andato a letto con un’altra.

 

La volpe non vive niente di tutto ciò: ha una libertà esperienziale estrema.

 

La cosa ci deve far riflettere, perché il primo punto di partenza – per qualunque processo di guarigione – sta nel capire che stiamo vivendo una quotidianità che è totalmente artefatta.

Iniziare a metterla in discussione significa aprire alternative.

Poi c’è chi, come me, ha incontrato un albero, ma c’è chi può incontrare una persona e c’è chi, semplicemente, può vivere un sogno: qualcosa di particolare, che gli apre un’alternativa.

 

Aprirsi un’alternativa, secondo me, significa raggiungere il massimo obiettivo.

 

Dove ti porta, questa strada? E’ del tutto secondario.

L’obiettivo non è raggiungere qualcosa.

L’obiettivo è riuscire ad avere la voglia di cercare.

Il risultato non è nel trovare, ma nel voler cercare.

E quando la vivi, la ricerca stessa diventa un nutrimento assoluto.

 

Michele Giovagnoli, L'ALCHIMISTA, che ringrazio di cuore, lo comprendiamo per aver provato anche noi quello che racconta

DAL LIBRO DI MICHELE GIOVAGNOLI: ALCHIMIA SELVAGGIA

libro che consigliamo vivamente per chi vuole ritrovare se stesso nel rapporto con la natura. 

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli