Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Per chi ha bambini e vuole farli disegnare al pc

http://www.minidibujos.com/

Per chi ha bambini e vuole farli disegnare al pc

-----

 

Da piccoli sicuramente abbiamo avuto per le mani i classici album da colorare, quello con molti disegni in bianco e nero da colorare con qualsiasi tipo di colori.

In edicola si trovano riviste da colorare praticamente giorno per giorno, ma se vogliamo risparmiare qualcosa possiamo direttamente creare noi i disegni, ovviamente non disegnandoli di mano nostra, ma semplicemente stampando quelle che si trovano già in rete.

Per trovare disegni da colorare di ogni tipo possiamo utilizzare un comodo servizio online che ne offre di tutti i tipi e categorie, il suo nome è Coloring Book Pages.

Coloring Book Pages è un servizio gratuito che offre tanti disegni in bianco e nero pronti da colorare, ma non online, ma da stampare e quindi procedere a colorarli direttamente sulla carta, questo farà si di creare i nostri album da colorare personalizzati con le immagini desiderata.

Una volta entrati visualizzeremo le varie categorie tra cui animali, alfabeto, personaggi dei cartoni animati, e molto altro.

Ogni categorie mostra tutti i disegni con un’immagine di anteprima a corredo, cliccando su di essa visualizzeremo l’immagine ingrandita pronta da stampare.

http://www.coloring.ws/coloring.html

Family Day: asilo nido SOS a Torino

FAMILY DAY: ASILO NIDO SOS A TORINO

 

Per celebrare il Family Day 2012, arrivato alla settimana edizione, e testimoniare con un gesto concreto l’importanza e il valore della famiglia, SOS Villaggi dei Bambini avvierà la nuova gestione dell’Asilo Nido San Donato di Torino, dopo i 125 anni di attività che hanno fatto dell’asilo una fondamentale risorsa per il territorio. Inserito all’interno dei programmi di rafforzamento familiare sviluppati in Italia, unirà la competenza maturata in più di 60 anni nell’accoglienza e nella formazione in campo pedagogico e l’esperienza delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli. Situato a Torino in Via Saccarelli 2, a due passi da Piazza Statuto, l’Asilo Nido San Donato è destinato ad accogliere 34 bambini da 1 a 3 anni di età, con l’obiettivo di garantire il loro benessere e un equilibrato sviluppo psico-fisico. Ogni attività e ogni luogo sono stati organizzati e strutturati per rendere l'ambiente il più possibile accogliente e sereno.

Approfondisci

 

 

 

 

 

 

FABIO CANINO, LA PINA E BENEDETTA PARODI  PER SOS VILLAGGI DEI BAMBINI

 

 

Mercoledì 23 maggio presso il BEST WESTERN Hotel Galles di Milano si è svolta la straordinaria serata gastronomica “Il Cibo che fa bene”, a sostegno di SOS Villaggi dei Bambini. Dopo un piacevole aperitivo sulla terrazza dell’albergo, gli ospiti sono stati accompagnati al ristorante, dove Fabio Canino e La Pina, nella veste di Camerieri speciali, hanno servito deliziose portate a base di pesce pensate dalla chef d’eccezione. Benedetta Parodi raccontava le sue creazioni e presentava gli ingredienti davanti a un pubblico attento e divertito. Tra i presenti anche Diego Passoni e La Vale, amici e colleghi della Pina a Radio Deejay, Fabio Caressa, giornalista, conduttore televisivo e telecronista sportivo, Maurizio Pistocchi, giornalista sportivo, Fabio Guadagnini, Direttore di Sky Sport e Selvaggia Lucarelli, giornalista e blogger.

Approfondisci

 

 

 

 

 

CHEVROLET E SOS VILLAGGI DEI BAMBINI INSIEME... VERSO IL VERDE!

Nel 2012, anno internazionale dell’energia sostenibile per tutti, SOS Villaggi dei Bambini lancia il progetto “Verso il verde”, condiviso dal network internazionale dell’Associazione e nato per promuovere un futuro sostenibile in tutte le strutture di accoglienza e rafforzamento familiare di SOS Villaggi dei Bambini in Italia e nel mondo. All’interno del progetto “Verso il verde”, Chevrolet ha già contributo all’installazione dei pannelli sulla prima Casa famiglia del Villaggio SOS di Saronno. Per completare l’installazione dell’impianto fotovoltaico su tutte le strutture del Villaggio SOS, Chevrolet ha lanciato dal 23 maggio al 30 settembre 2012, attraverso il sito di www.chevrolet.it e di www.sositalia.it, la raccolta fondi “Dona e vinci Chevrolet Volt Experience. Aiutiamo insieme SOS Villaggi dei Bambini”. Questa iniziativa darà l’opportunità di vincere una settimana con la Volt, l’automobile elettrica ad autonomia estesa di casa Chevrolet, eletta Auto dell’Anno 2012.

Approfondisci

 

CORNO D’AFRICA: AIUTO A PIÙ DI 100.000 PERSONE

La siccità che ha colpito il Corno d’Africa e che, secondo i dati Onu, ha coinvolto più di 12 milioni di persone, è terminata. SOS Villaggi dei Bambini, presente in Africa dell’Est da 40 anni, ha avviato un programma di emergenza in Somalia, Etiopia e Kenia, attraverso in quale ha aiutato più di 100.000 persone. La gravità della carestia si è attenuata, ma le cause principali sono ancora presenti: conflitti e insicurezza. Per questo motivo SOS Villaggi dei Bambini accompagnerà la popolazione colpita dalla fase di emergenza a quella di recupero.

Approfondisci


TERREMOTO BULGARIA
Il 21 maggio alle 3 di notte è stata registrata un scossa di terremoto a 10 km da Pernik, città bulgara che dista circa 20 km da Dren, area in cui è presente un Villaggio SOS. Nonostante il Villaggio SOS sia vicino all'epicentro, tutti i bambini e l’intero staff stanno bene e la struttura sembra non aver riportato danni. La città di Radomir, dove si trova uno dei programmi di rafforzamento familiare, è una delle aree maggiormente colpite dal terremoto. SOS Villaggi dei Bambini ha espresso alle autorità locali la disponibilità ad accogliere temporaneamente i bambini del quartiere in caso di necessità.

Approfondisci


PREMIO TAKUNDA A SOS VILLAGGI DEI BAMBINI
Lunedì 21 maggio presso il Teatro Donizetti di Bergamo, lo spot di SOS Villaggi dei Bambini a sostegno di 1.500 bambini della provincia vietnamita di Da Lat, realizzato grazie alla preziosa collaborazione di La Pina, ha ricevuto il Premio Takunda 2012. Un premio promosso da Cesvi con l’obiettivo di riconoscere gli esempi più innovativi di cooperazione internazionale espressi da organizzazioni, singoli o imprese, e di richiamare cittadini, governi, imprese e attori sociali alle loro responsabilità verso i bambini e le bambine vittime di sfruttamento. Il Premio Takunda 2012 è sostenuto da Unione Europea, PriceWaterHouseCoopers, UBI Banca, Fondazione Cariplo, Kis. Ha ottenuto la medaglia del Presidente della Repubblica, il patrocinio di Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Commissione Nazionale UNESCO, Segretariato Sociale RAI, Pubblicità Progresso e Ferpi.

Approfondisci

5 X 1000 A SOS VILLAGGI DEI BAMBINI: CF 80017510225
Nella tua dichiarazione dei redditi ricordati dei bambini a cui manca il calore di una casa e l’affetto di una famiglia. Non ti costa nulla: basta una firma! Quando compili la dichiarazione dei redditi (CUD, 730 oppure Modello Unico) puoi destinare il 5x1000 dell’IRPEF a SOS Villaggi dei Bambini. Firma nel riquadro indicato come “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale” e inserisci il nostro codice fiscale 80017510225.

Approfondisci

 

 

 

Approfondimenti

Suono e tempo

Il suono é inscindibile dalla nostra sensazione del fluire del tempo; come le onde del mare si smorzano con il tempo fino a quietarsi, così qualsiasi onda acustica, ha un tempo di inizio ed uno di fine proprio perché l’onda si smorza nella sua evoluzione temporale.
Che il suono sia correlato strettamente alla sensazione dello scorrere del tempo lo dimostra il fatto che se un uomo, abituato al percezione di suoni fin dal grembo della madre, viene messo in una profonda grotta e comunque in una condizione di non udire suoni, perde man mano la cognizione del tempo (1). Il silenzio infatti non è una condizione fisiologica naturale per l’uomo proprio perché la vibrazione lo pervade e ne stimola una sana vitalità sia dal punto di vista emozionale che delle altre più complesse attività di elaborazione mentale e motoria.

Il famoso compositore italo-americano Frank Zappa (2) asserì che la musica é una costruzione creativa dell'organizzazione di suoni e del tempo osservando che “La porzione di spazio temporale che divide l'inizio di un brano dalla sua conclusione è, per il compositore, qualcosa di simile a ciò che le dimensioni della tela rappresentano per un pittore. Il compito del pittore consiste nel riempire di qualcosa lo spazio vuoto di una tela fino a farlo diventare quadro-opera. Analogamente, il compito di un compositore consiste nell'aggiungere, nel suscitare e nel far muovere delle cose all'interno di un determinato tempo”.

Il suono é originato da vibrazioni di atomi e molecole della materia che vibrano oscillando sotto l’ impulso di onde di energia di una vasta gamma di frequenze. (3)
La percezione del suono avviene più specificamente tramite le orecchie (4) ma anche le papille tattili della pelle, percepiscono la vibrazione di compressione e rarefazione dell’ aria codificandola come messaggio trasmesso dal mezzo circostante ( aria, acqua, od altro).
Il messaggio fisico di informazione viene quindi recepito in maniera differenziata dalle due orecchie per comprenderne la direzione di emissione ed inviarlo dal nervo acustico al cervello che le traduce in termini di armonie, ritmi, rumori ed altre impressioni emozionali.
Le molecole vibrando, originano il suono che costituisce il messaggio; altre molecole (aria, gas liquidi o solidi ) agiscono come mediatori ovvero come mezzi di trasmissione, mentre la sensazione sonora che udiamo é una proprietà sensoriale prodotta dal cervello.

L’organo del senso dell’udito é l’orecchio ed agisce come una interfaccia tra il mondo esterno ed il cervello, passando i messaggi ricevuti al sistema neuronale che li interpreta come sensazioni. L’organo di ricezione dell’orecchio é fondamentalmente composto da una serie di sottili filamenti, che sono disposti in fondo alle cavità auricolari (coclea) in modo da poter essere stimolati dal movimento dell’aria, dando la necessaria sollecitazione al cervello, perché esso traduca ed articoli in sensazioni sonore l’informazione sensoriale ricevuta; le sensazioni sonore sono quindi una simulazione cerebrale di quanto varia nelle campo delle vibrazioni proveniente dal mondo esterno.
La trasmissione di energia nel vuoto non corrisponde ad alcuna sensazione sonora; ciò in quanto non c’è alcun mezzo di trasmissione che permetta la ricezione delle vibrazioni; si rese conto di ciò il chimico Robert Boyle (1660), facendo il vuoto con una pompa in una campana di vetro cosi’ che disse : "se il mondo non avesse l’ aria, la propagazione del suono a cui siamo abituati non esisterebbe più". E’ importante notare che nei vari mezzi di trasmissione, il suono si propaga a differenti velocità e diversi tempi di smorzamento. Nell’aria la velocità delle onde sonore é di circa 334 metri/sec., nell’ acqua salata del mare é circa 1.520 m./sec. ma viene piu’ rapidamente assorbita, e nel cemento é di circa 3.400 m./sec. ma dopo breve distanza viene del tutto smorzata.

Le tre caratteristiche fisiche principali del suono sono: ALTEZZA (funzione della frequenza della energia trasmessa: si misura in Hertz - Hz, cicli/secondo), INTENSITA’ ( funzione della ampiezza media della vibrazione trasmessa; si misura in Decibel -Db), ed il TIMBRO ( difficile da definire con esattezza, in quanto é una qualità che dipende da molte variabili e ciò dal sistema emittente del suono ed anche dalla sua ricezione sensoriale ed inoltre dall’ ambiente; quest’ ultimo può generare onde complesse a causa di echi, risonanze e battimenti). Le onde di vibrazione sonora interagiscono infatti tra loro modificandosi durante il percorso che divide l’emissione del suono dalla sua ricezione, per azioni di riflessione, rifrazione, assorbimento, interferenza (costruttiva o distruttiva) , effetto Doppler , ecc.. , cio’ avviene in modo del tutto simile alle altre frequenze di energia. (5)

Come gia accennato, il bambino percepisce le vibrazioni sonore già nella vita intra-uterina, (in particolare dai quattro mesi di vita) ed egli vivendo in ambiente liquido, risente di una velocità del suono assai elevata; pertanto é opportuno farlo crescere in un habitat a bassa sonorizzazione (6). Il bambino percepisce una gamma di suoni che va da 16 Hz a circa 25 mila Hz; nell’uomo adulto e anziano, la gamma dei suoni udibili diminuisce e in condizioni di salubrità del sistema ricettivo, l’ adulto percepisce sensazioni sonore corrispondenti ad un minor intervallo che va da 20 Hz a 16 Mila Hz.

Nella musica l' ALTEZZA del suono viene codificata tramite una convenzione che individua le principali delle note musicali (Do Re Mi Fa Sol La Si); per accordare gli strumenti musicali viene fatto riferimento alla nota “La” emessa da un diapason, cioé uno strumento sonoro di precisione a forma di “U”, che emette una nota corrispondente a circa a 440° Hz (7).

Le principali caratteristiche fisiche distintive del suono, non sono quindi sufficienti a spiegare l’apprezzamento cerebrale della musica, intesa come rapporto tra suono esterno e tempo biologico della sensazione sonora interiorizzata generata dal cervello, che ci fa percepire apprezzabili melodie e ritmi con modalità ben distinte dal rumore caotico.
La musica é quindi l’arte di organizzare i suoni in una struttura coerente con le complesse attività cerebrali ivi comprese quelle emotive, e per far ciò i compositori utilizzano combinazioni di frequenze stabili definite dalle note musicali (8). Le note musicali hanno rispondenza con i fenomeni di risonanza, dovuti al sincronismo tra del suono e struttura, che avvengono nell'organo di ricezione dell’udito, in particolare nell’ambito della configurazione organizzata, come spirale, della “Coclea”, che per la sua forma tende ad evitare interferenze tra le onde sonore. Similmente se si accosta all’orecchio una conchiglia marina di un Nautilus, si sente la riproduzione delle onde del mare, perché i rumori dell’ambiente creano sincronie di risonanza del moto dell’aria contenuta nella conchiglia, rispetto alla sua struttura periodica, generando oscillazioni ritmiche simili allo sciabordio delle onde marine.

La correlazione tra suono e struttura si manifesta anche nell'emissione del suono degli strumenti musicali; infatti suonando la stessa nota con identica ampiezza ed intensità, con un pianoforte o con una chitarra, sentiremo due suoni diversi; la differenza sostanziale sta nel timbro, che é differente per ogni strumento musicale. Gli strumenti hanno infatti appropriate definizioni strutturali, le quali hanno il compito di modulare le frequenze sonore, entro forme di struttura e materiali assorbenti, che nell’insieme agiscono come casse di risonanza delle tonalità del suono; possiamo notare che anche ogni voce come ogni strumento, possiede una sua timbrica particolare che distingue ciascuno di noi.

La percezione del suono é comunque un'attività propria del cervello, lo dimostrano manifestazioni a volte fastidiose come la percezione di un fischio, di un ronzio o fruscio nell’ orecchio (acufeni), che normalmente non sono percepibili in quanto il cervello in condizioni normali li attutisce filtrandoli. Il cervello infatti, cerca di percepire le frequenze e già dalla fase uterina, la sua ricerca é infatti geneticamente sincronizzata sulle frequenze della voce umana, in particolare di quella della madre che ha portato in grembo il suo bambino.

Biblionline

(1) Sin - Ricerca sul suono

(2) Frank Zappa

(3) Il suono

(4) Com'é fatto l'orecchio

(5) Fisica del suono

(6) Udito in gravidanza

(7) La natura del suono

(8) Storia della musica

http://lameladinewton.it/science-news/articoli/suono-e-tempo

Di Paolo Manzelli

sos urgente per rifugio cavalli

Caro amico

Credevamo di avere risolto gli ultimi problemi conseguenti l'alluvione dello scorso novembre con la pavimentazione di una stalla danneggiata, la pulizia radicale delle altre....lavori che ci hanno lasciati pieni di debiti ..che speravamo con il tempo e il 5x1000 di risolvere....non avevamo tenuto conto

dell'ignoranza/cattiveria di certa gente ai cui occhi    il cavallo appare

come un simbolo di LUSSO!!?.

.così ieri abbiamo ricevuto la visita dell’igiene pubblica perché qualcuno ha segnalato che la nostra letamaia (dove si raccoglie il letame) è sovraccarica…e malgrado al momento della visita ci fossero gli uomini con i mezzi per la rimozione del letame in esubero  questo non ci mette al sicuro da potenziali multe( che al momento sono in forse ma non si possono

escludere!!) e comunque anche nella migliore delle ipotesi hanno valutato che la letamaia è insufficiente per il numero dei nostri cavalli , è ormai

troppo vecchia e andrà ristrutturata a norma   che significa fare un

progetto e poi i lavori……tutto in fretta onde evitare guai peggiori noi stiamo già  facendo i doppi salti mortali, di questi tempi poi !, per assicurare fieno e cure…….a tutti i nostri amici che fortunatamente scoppiano di salute e sono davvero felici ma per quanto potremo conservargli il loro rifugio paradisiaco??!

Una multa o anche una nuova letamaia  ci mettono in ginocchio ....non sappiamo come fare .ieri sera , finalmente sola,  non ti nascondo che piangevo come un vitello strappato alla  mamma (o viceversa)!!?  Ti prego di scusarmi lo sfogo e di aiutarci per quanto ti è possibile Passando parola per il 5x1000  (al 95046220109 ( crcssa) o al 95112310107 (progetto

nomacello) è indifferente in quanto le associazioni sono gemelle e assolvono insieme le priorità e questa lo è!!) E quando possibile sul ccp http://www.crcssa.it/aiutaci.htm

 

.un abbraccio  maria grazia barbieri

Lista degli additivi cancerogeni

DISTRIBUITO DAL CENTRO ANTI-TUMORI DI AVIANO (PORDENONE)
(Centro specializzato contro i tumori)

Additivo

inoffensivi

Additivo

sospetti

Additivo

tossici

E 100
E 101
E 103
E 104
E 105
E 111
E 121
E 122
E 126
E 130
E 132
E 140
E 151
E 152
E 170
E 171
E 172
E 173
E 174

E 175
E 180
E 181
E 182
E 183

E 200
E 201
E 202
E 203
E 206
E 237
E 238
E 260
E 262
E 272
E 280
E 281
E 282
E 290

E 300
E 301
E 302
E 303
E 304
E 305
E 307
E 308
E 309
E 325
E 326
E 327
E 331
E 332
E 333
E 334
E 335
E 336
E 337

E 400
E 401
E 402
E 403
E 404
E 405
E 406
E 408
E 410
E 411
E 413
E 414
E 420
E 421
E 422
E 440
E 470
E 471
E 472
E 473
E 474
E 475

E 125
E 131
E 141
E 142
E 150
E 153

E 210
E 212
E 213
E 214
E 215
E 216
E 217
E 221
E 222
E 223
E 224

E 226
E 231
E 233
E 236
E 240

E 338
E 339
E 340
E 341

E 460
E 462
E 463
E 465
E 486
E 487

E 102
E 110
E 120
E 123
E 124
E 127
E 220
E 221
E 230
E 239
E 250
E 251
E 252

E 311
E 312
E 320
E 330

E 407
E 450

 

 

 

 

 

 

 

 


NOTA BENE: L'ADDITIVO E330 (glutammato monosodico) E' IL PIU' PERICOLOSO

ALIMENTI DI LARGO CONSUMO CONTENENTI ADDITTIVI TOSSICI



FERMATE L'USO DI QUESTI ADDITIVI ; SELEZIONANDO I PRODOTTI CHE COMPRATE E' IL CONSUMATORE

CHE CONDIZIONA LA SCELTA DEI FABBRICANTI.
RIPRODUCETE QUESTO DOCUMENTO; DISTRIBUITELO AD AMICI E CONOSCENTI:UTILIZZATELO A DIFESA

DELLA VOSTRA E DELL' ALTRUI SALUTE: DISTRIBUITELO!!!!

Ci è stato chiesto di diffondere il più possibile quest'informazione:
Il cloridrato di alluminio sarebbe la causa di numerosi cancri al seno.
una specialista in biologia cellulare, la sig.ra Gabriela Casanova Larossa dell'università in Uruguay ha scritto questa spiegazione sulle origini del cancro al seno:
Qualche tempo fa ho assistito ad un seminario che trattava del cancro al seno. Al momento delle domande-risposte, ho chiesto perché 'ascella è il posto dove si sviluppa

maggiormente un cancro al seno.
Allora non ho ricevuto risposta alla mia domanda, ma ho appena ricevuto una lettera che risponde alla mia domanda, e desidero condividerla con voi.

La causa principale del cancro al seno è l'utilizzo di ANTI-TRASPIRANTI

La maggioranza dei prodotti sul mercato sono una combinazione di anti-traspiranti e deodoranti.
Guardate, la combinazione dei prodotti che avete in casa. Se ce ne sono che contengono cloridrato di alluminio (anche deodoranti) bisogna buttarli via e trovare altre marche

che non hanno componenti a base di alluminio. Ce ne sono sul mercato......

Eccovi una spiegazione molto semplice.
Il corpo umano ha solo poche zone suscettibili di eliminare le tossine: dietro alle ginocchia,tra le gambe e tra le ascelle.
Le tossine vengono eliminate sotto forma di sudorazione. Gli anti -traspiranti impediscono questa sudorazione, quindi EVITANO la missione del corpo che consiste

nell'eliminazione delle tossine attraverso le ascelle.
Queste tossine non scompaiono. Sono trattenute nelle ghiandole linfatiche che si trovano sotto le braccia.
La maggioranza dei cancri al seno iniziano in questa regione superiore al seno.
Gli uomini sono meno suscettibili di sviluppare questo tipo di malattia perché anche se utilizzano anti-traspiranti questi vengono trattenuti in superficie dai peli delle ascelle

e non vengono applicati direttamente sulla pelle.
Le donne che si rasano sotto le ascelle  accrescono il rischio di piccole ferite causate dalla lametta e applicando questo prodotto subito dopo la rasatura permettono ai prodotti

chimici di penetrare più facilmente nel corpo.
Per favore, informate tutte le donne e gli uomini che conoscete.
Il cancro al seno prende proporzioni veramente allarmanti!


Se con questa nota, possiamo evitarne qualcuno.....
GRAZIE!!!
Per favore, permettete a questa nota di continuare a fare il giro del mondo. 
E' LA NOSTRA CANDELA PER LA LOTTA CONTRO IL CANCRO

Anarchicca Anarchicchi