Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Categoria: "Donazioni"

DONA un SMS all'associazione Seguimi onlus per costruire una pediatria in Congo

Aiutaci a costruire un centro pediatrico a Kananga,

nella Repubblica Democratica del Congo

 

DAL 20 GENNAIO AL 3 FEBBRAIO 2012

 

dona al numero 45595

1 euro con un sms da tutti i cellulari personali

(Non è possibile da cellulari aziendali)

(TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali)

 

oppure

2 euro chiamando da telefono fisso

(Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, Teletu e Tiscali)

 

Per dare alle mamme e ai loro figli un futuro migliore...

Guarda lo spot tv

Questo spot andrà in onda su diverse TV nazionali.

 

Per informazioni sull'iniziativa clicca qui: Progetto Pediatria

Si ringraziano coloro che ci stanno supportando nel diffondere questa notizia attraverso articoli, inserzioni pubblicitarie e banner, e le emittenti televisive e radiofoniche che trasmettono lo spot tv e radio.

 

Rita Mazzieri

AIS Seguimi ONLUS

Via Clemente III, 29 - 00167 Roma

tel. / fax 06 62 77 806

email: sedecentrale@aisseguimi.org

web: www.aisseguimi.org

C.F. 97154310581

Militare naturale

Sui reduci dall'Afghanistan si è dimostrato che l’agopuntura è efficace nella sindrome post-traumatica da stress e, da due anni, un gruppo di lavoro istituito all'interno del Patto Atlantico studia l'applicazione delle medicine non convenzionali fra le forze armate. Il gruppo si chiama NATO Research and Technology Organisation (RTO e  promuove ricerche scientifiche in cooperazione con le 28 nazioni della organizzazione e con 38 partner esterni, avvalendosi del lavoro di oltre 3.000 scienziati e ingegneri.

Il Gruppo di Lavoro, con mandato 2010-2013,  ha l'obiettivo di fornire una serie di proposte e protocolli sull'applicazione in ambito militare delle Medicine Tradizionali e Non Convenzionali con approccio multidisciplinare e multiprofessionale.

Due gli obiettivi principali del progetto. «Il primo  riguarda l'individuazione di trattamenti più veloci, efficaci, meno costosi e senza effetti collaterali nel dolore acuto, mentre nel secondo caso parliamo di trattamento della sindrome post traumatica da stress, cioè tutte quelle manifestazioni fisiche e psichiche dei soldati reduci dal fronte o dopo azioni in scenario di guerra».

Con i primi eccellenti risultati presentati a Bologna, in un congresso dell’ottobre scorso.

In Italia, poi, i militari del Policlinico Celio, hanno da tempo cominciato ad interessarsi di medicine non convenzionali, soprattutto agopuntura, omeopatia, omotossicologia e fitoterapia, con un profilo integrato di trattamento, secondo il dettato moderno della sinergia e non della opposizione fra modelli medici.

Al Celio lavorano circa mille dipendenti ed esso, pur rappresentando  un polo di eccellenza per le esigenze sanitarie delle Forze Armate, dispone di sei sale operatorie, 200 posti-letto, idonei ad erogare prestazioni di elevata qualità in regime di degenza, ambulatoriale e di day-hospital in tutti i settori della Medicina e della Chirurgia.

 

Delle varie esperienze nei vari ambiti di medicina non convenzionale, si parlerà in un congresso previsto presso la Sala Riunioni del Celio, in  Piazza Celimontana 50, a Roma, il prossimo 27 gennaio, per fare il punto sulla situazione italiana ed internazionale, in un periodo che vede un forte incremento nell’utilizzo delle medicine non convenzionali/complementari da parte del personale militare. I dati mostrano infatti che una percentuale superiore al 50% della popolazione militare, inclusi i dipendenti, vi ha fatto ricorso in anni recenti e che il 66% del personale ancora in servizio attivo utilizza integratori alimentari nella dieta quotidiana. Sempre meno, per contro, sono coloro che si avvalgono dei tradizionali servizi medici militari: cresce il numero di coloro che prendono le distanze dai farmaci da prescrizione medica e dagli OTC a causa dei potenziali effetti collaterali.

L'acceso e tormentato dibattito intorno al rapporto fra medicina accademica e medicine non convenzionali che ha occupato almeno gli ultimi trent'anni, ha visto succedersi, a fasi alterne, una lunga serie di proposte, interpretazioni, aperture, chiusure, tolleranze e intolleranze.

Nel corso del prossimo congresso romano, in cui sono stato invitato come relatore, parlerò  della necessità, soprattutto oggi in ambito militare e generale, di una “medicina integrata”, come già dal 1973 suggerito da Oreste Speciani, fautore di una posizione in cui ogni medico è uomo del suo tempo , con piena maturazione del vicolo cieco disumanizzante nel quale l'ideologia scientista e tecnicista, che, da oltre trenta anni, conduce la medicina a distanziarsi dal paziente e verso la bancarotta sul piano socio-economico.

Occorre quindi, in ogni ambito, rimettere la persona al centro, come criterio guida per ridisegnare l'organizzazione della sanità generale e territoriale.

Rimettere la persona al centro, in altre parole, dev'essere la mission di un progetto culturale in grado di mobilitare trasversalmente le risorse umane necessarie a ridisegnare sotto questa nuova luce i percorsi di diagnosi e cura, individuare strategie diagnostiche e terapeutiche più articolate e personalizzate, far emergere i valori e i contenuti di una nuova cultura clinica per la formazione dei futuri medici, anche di quelli militari.

Medici che siano formati scientificamente e tecnicamente, ma anche polisticamente, che conoscano il valore di un antibiotico, le indicazioni di un intervento chirurgico, ma anche le possibilità ascritte ad agopuntura e piante medicinali.

Medici, infine, che abbiano trovato nutrimento dai principi epistemici e dalle riflessioni di Ludwig von Bertalanffy, Prigogine, Bateson, Maturana, Varela, Morin, Capra, Goodwin e molti altri.

 

http://www.ilcapoluogo.com/Rubriche/Salute-e-Sociale/Militare-naturale-75759

Ecco perche' i Maya hanno smesso di contare il 21-12-2012 : un'ipotesi sul 21 dicembre 2012

Cari Amici,

vi scrivo questo breve articolo per condividere quanto mi è accaduto con una premessa, non sono un matematico né un fisico. Aggiungo inoltre che non sono per il catastrofismo e per l’industria che lo appoggia. Come molti canalizzatori sostengono il calendario Maya riguarda principalmente dei cambiamenti negli esseri umani e non predizioni di distruzione, poichè stiamo entrando un un'era dove il futuro non è più scritto e quel che accade dipenderà interamente da noi.

Quindi, quello che leggerete prendetelo come una teoria personale senza alcuna presunzione sulle conclusioni che verranno formulate, perchè non vi sono conclusioni ma un nuovo inizio. Un invito alla consapevolezza, alla luce di quanto sta accadendo al nostro Pianeta e alle sue risorse.

Due sere fa mi sono addormentato e dopo pochi istanti subito risvegliato. Saranno intercorsi pochi secondi ma in quegli attimi ho fatto un sogno e ho “visto” un gessetto scrivere su di una lavagna la data del 21 dicembre 2012 e accanto ai numeri, su due colonne una frase breve e un’indicazione sottolineata che riportava :”il 2 è un muro, le forze sono in gioco” e subito sotto : “01 è il vostro nucleo … prima del 2 vi era - spazio e moto - da o verso lo 0 e l’1”.

Al mio risveglio ho subito sentito una voce interiore che mi ripeteva BUIO e LUCE si stanno per re-incontrare.

Nei giorni successivi ho fatto delle ricerche online per trovare delle risposte e mi sono imbattuto sul sito http://www.matematicabinaria.info.

La mia premessa sul perché i Maya hanno smesso di contare il 21 dicembre 2012, ha preso forma” proprio da queste pagine su internet che vi riporto di seguito.

Occorre infatti partire dalla logica di Leibnitz che nel 1673 concepì il sistema binario, divulgato poi nel 1679 nello scritto “De Progressione Dyadica”.

Nell'I Ching, di oltre 3700 anni fa, il sistema binario era già presente come per i Veda, i Libri della Conoscenza ; ma mentre nei Veda i simboli binari vanno scoperti, nell'I Ching essi sono evidenti anche se rappresentati in maniera diversa:

con una linea intera  ——    chiamata YANG  (0) e una linea spezzata   — —    chiamata YIN   (1)

0 e 1 forniscono la rappresentazione primordiale di Dio,

delineando la sua Forma e le sue successive elaborazioni e definendo il suo Contenuto Vibrazionale.

0 e 1 sono i mattoni dell’universo o i semi dell’universo.

Nel campo duale 0 è Buio e 1 è Luce

L'insieme dei numeri naturali inizia da 1 per estendersi all'Infinito che è l'1 stesso!

Quindi nell'Universo, visibile e non, vige "il principio della circolarità" in quanto tutta la manifestazione si estende dall'Uno all'Uno !

Ma scrivere 1 non è la stessa cosa di 01.

01 introduce infatti la possibilità da parte dell'1 di poter saltare al livello superiore.

01 permette all’uomo di passare dal buio alla luce … nella bibbia si legge “ e fu sera e fu mattina” per ricordarci la sequenzialità degli accadimenti, da 0 a 1 per l’appunto.

01 rappresenta quindi (per mia deduzione) il nostro nucleo, è il “trampolino” per recuperare la divinità assopita al nostro interno.

All'interno dell'1 (0 attivato) è contenuta l'infinita successione dei numeri naturali che deve necessariamente cominciare da 2 !

Il 2 possiamo scriverlo come 1 + 1, cioè il 2 discende dall'unione o somma dell'Infinito con Se Stesso !

Questa unione possiamo tuttavia vederla anche come una divisione (e questo ne dimostra la circolarità dell’infinito che ritorna su se stesso), in senso esoterico infatti il numero 2 deriva dalla divisione dell’unità 1 (da 1 generiamo 1+1) ed è il simbolo della separazione, perché da un punto di vista sacro, l’unità è per essenza una e unica.

Il due, come dìade, è l’espressione della dualità.

In una visione dualistica del mondo si ha la separazione del principio materiale dal principio spirituale, e il numero due è l’incarnazione degli opposti: maschile /femminile, giorno/notte, terra/cielo, ecc.

Essendo un principio duale, indica sia il contrasto, sia la polarità, sia il tentativo di conciliazione tra le forze in gioco.

Veniamo ora alla data del 2012.

Il nucleo (01), da intendersi come abbiamo appena letto è nella parte centrale dell’anno.

Esternamente troviamo alla destra e alla sinistra il 2.

Nel sogno il 2 era indicato come “un muro” ed era accompagnato dall’affermazione : “le forze sono in gioco”.

Le forze sono quelle del nucleo : BUIO (0) e LUCE (1).

Ebbene perché solo adesso ? Perché il 2012 ?

La mia risposta interpretativa ( sottolineo questa è un’ipotesi personale ) è legata alla seconda frase del sogno : “prima del 2 vi era - spazio e moto - da o verso lo 0 e l’1”. E’ come se il nucleo 01 avesse avuto fino al 2011 la possibilità di manifestare “spinte energetiche di trasformazione” verso il Buio e/o verso la Luce senza che queste due forze dovessero scontrarsi.

Prendendo in considerazione le combinazioni di anni che hanno nel nucleo 01 (parte centrale) mi auguro possiate comprendere meglio questa teoria personale sulle “vie di trasformazione” BUIO / LUCE .

L’anno 01 ha “vie di trasformazione” a destra e sinistra. Esiste uno spazio in entrambe le direzioni

Gli anni come 101 non presentano un nucleo in equilibrio poiché l’anno è di tre cifre, per cui non verranno considerati.

L’anno 1011 ha “vie di trasformazione” verso il buio da entrambi i lati, ovvero da 1 a 0 (essendo il movimento verso la forza opposta)

L’anno 1012 … fino al 1019 ha “vie di trasformazione” verso il buio sulla parte sinistra.

L’anno 2010 ha “vie di trasformazione” verso la Luce sulla parte destra

L’anno 2011 ha “vie di trasformazione” verso il Buio sulla parte destra

L’anno 2012 NON HA VIE DI USCITA.

Il 2 somma dell’Infinito con se stesso contiene come “un muro” le due forze in gioco BUIO (0) e LUCE (1).

Il giorno stesso 21 - 12 – 2012 individuato dai Maya come ultimo anno del grande computo ha un significato molto forte.

21 – 12  si può anche vedere come 2 (1+1) 2 ovvero quel giorno l’Infinito “reincontrerà se stesso” o “guarderà se stesso”.

I Maya non potevano prevedere quello che sarebbe accaduto da questo incontro di LUCE e BUIO poiché le forze in gioco vanno valutate e pesate solo in quel preciso momento, essendo costantemente mutevoli e collegate in modo sottile non solo al nostro pianeta ma anche al potenziale energetico di tutti gli esseri che lo abitano.

Quello che accadrà non è ancora dato saperlo.

Nella sua funzione positiva (positiva e negativa vengono qui assegnati per dare un valore logico richiestoci dalla nostra mente che divide ogni cosa essendo nella dualità ) questo evento cercherà di riconciliare gli opposti per ritrovare la perduta armonia; nella sua funzione negativa può portare alla rottura dell’unità con la netta divisione dei contrari.

Il numero due che compare da entrambi i lati dell’anno 2012 e che nell’Antichità era attributo alla Grande Madre Terra (Terra = 2), contiene nel suo nucleo la nostra possibilità evolutiva (01). Esso ci porterà all’interno di una differenziazione, non multipla, bensì fondata su un conflitto binario BUIO (0) e LUCE (1) che comporta matematicamente un’esclusione o una spaccatura ma esotericamente potrebbe simboleggiare la nascita di una nuova Era.

La linea che i Maya non potevano valicare quella del 21 dicembre 2012 e che si presenta in questo anno è quella che segnerà il cammino dell’uomo o in senso orizzontale verso lo sviluppo materiale, o in senso verticale verso l’elevazione spirituale. La linea è la figura geometrica raffigurante il due; infatti si ha un collegamento con il simbolismo della croce nella coppia della verticale e dell’orizzontale.

Come considerazione finale posso dire che, uomini di scienza o meno, tutti possiamo constatare quanto adesso più che mai sia forte questo imperativo :

“LA TERRA CHIEDE UNA RICONCILIAZIONE DEGLI OPPOSTI ! LA TERRA CHIEDE DI ESSERE RISPETTATA E AMATA !”

In considerazione di quanto scritto, il giorno 21-12-2012 l’INFINITO RITORNERA' SU SE STESSO, vedrà la sua creazione e si creerà un nuovo piano cosmico. Ma non parliamo di un solo giorno !

Come ci ricorda Gregg Braden la scienza ci insegna che gli allineamenti avvengono in un lasso di tempo molto lungo e non in un solo giorno e i Maya di questo ne erano ben consapevoli. Secondo i Maya questo allineamento è iniziato nel 1980 e terminerà circa nel 2016, in un periodo quindi di 36 anni.

Tutte quello che le "profezie ad effetto" hanno attribuito ad un data precisa, in realtà, sta già accadendo. I ghiacciai si stanno modificando ed i livelli dei mari ne risentono, stiamo già subendo malattie che non hanno alcuna cura medica, stiamo già assistendo a fenomeni climatici anomali (prodotti anche dall'uomo e dai suoi tentativi di influenzare il clima ... vedi ad esempio le scie chimiche ...) che sfuggono al nostro controllo in diversi continenti. L'impatto climatico a livello globale è più forte che mai.

E’ il modo in cui noi risponderemo a questi cambiamenti che determinerà il nostro destino alla fine del ciclo del tempo individuato dai Maya. Ci ricorderemo che siamo una famiglia e lavoreremo insieme per rispondere a questi cambiamenti oppure ce ne dimenticheremo e ci spaventeremo  ? Troveremo modi più sostenibili di vivere, lavorando tutti insieme per la nostra Amata Terra ?

Quello che i Maya volevano comunicare è che il futuro non è più scritto nel tempo, la ciclicità degli eventi non è più prevedibile e la creazione di un mondo in armonia o meno dipenderà dagli esseri umani stessi.

Alla fine di un cliclo di circa 26.000 anni (precessione degli equinozi) costituito da 5 grandi ere del mondo si assiste ad un "attimo senza tempo", il momento dell'adesso. Non è ancora finito un ciclo e non è ancora inziato uno nuovo. Questo è l'unico momento in cui gli esseri umani posso rigenerare i loro corpi e procedere nel cerchio del tempo, senza giudizi e condizionamenti del passato e scegliere nuovamente quello che desiderano.

Prevarrà la Luce o il Buio ? Oppure, la fusione di 0 e 1 darà vita ad un nuovo elemento, una nuova consapevolezza ?

Abbracciamoci tutti nel buio come nella luce per ritrovare il nostro centro, il nostro nucleo e ringraziare il nostro Pianeta e ogni essere che lo abita.

Auguro a me stesso come ad ognuno di voi di provare ogni giorno gratitudine e amore, le forze più potenti che possiede l'uomo, affinchè la coerenza personale tra cuore e cervello divenga presto una coerenza collettiva.

Alcuni di voi adesso potrebbero chiedersi giustamente : “ma quest'anno è veramente il 2012 o è già il 2018 oppure un'altra data qualsiasi ?”.

Per rispondere desidero ricordarci uno dei principi base della fisica quantistica, che afferma : "la realtà è una nostra creazione".

Al suo livello più profondo la realtà non è altro che una sorta di super-ologramma dove il passato, il presente ed il futuro coesistono simultaneamente. Ebbene gli abitanti del pianeta Terra, in una delle dimensioni possibili, stanno co-creando insieme nel "nostro adesso" il 2012, scrivendolo e leggendolo ogni giorno. In altri termini, l'Energia del 2012 è costantemente co-creata da miliardi di "osservatori coscienti" ... e quindi poco importa se fossimo già nel 2018 o nel 2019 ... noi stiamo co-creando il 2012 adesso !

Inoltre quello che mi ha affascina maggiormente, sempre secondo la fisica quantistica, è che quello che stiamo facendo nel presente influenza anche tutto quello che è già accaduto nel passato ... ovvero quello che facciamo adesso influenza anche il "primo ciclo del tempo e la sua fine" ... quasi come se il Divino o L'intelligenza Superiore o in qualsiasi altro modo volessimo chiamarla ci riproponesse la stessa domanda … attendendo finalmente una risposta di consapevolezza per l'accesso ad una dimensione superiore ...

Invito infine a vedere questo video davvero imperdibile per comprendere quanto sia importante unirsi ora per prendersi cura della nostra casa, la nostra Madre Terra :

Emanuel Celano

http://www.Spaziosacro.it


( Firma per una legge sulle Medicine Non Convenzionali : http://www.unaleggeperlemedicinenonconvenzionali.it/)

-------

“I numeri sono i pensieri di Dio”

“ La saggezza Divina è riflessa nei numeri, impressa in tutte le cose !”

" Il tempo è un'estensione dell'anima"

(S. Agostino)

 

 

www.spaziosacro.it

#######################################

I testi di questo articolo non riproducibili neppure parzialmente, senza citarne la fonte, il nome dell’autore e pubblicarne il link come indicato qui sotto :

Articoli Scritti da Emanuel Celano :

 

Ecco perche' i Maya hanno smesso di contare il 21-12-2012

https://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/ecco-perche-i-maya-hanno

 

SAHASRARA : I MILLE PETALI DELLA CONSAPEVOLEZZA - Quando una persona si Illumina cosa accade ?

https://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/sahasrara-i-mille-petali-della

 

LIBERTA' DI SCELTA E CREATIVITA' UMANA - Esiste il libero arbitrio ? Il Doni del Divino arrivano a noi o li dobbiamo cercare ?

https://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/liberta-di-scelta-e-creativita

 

Personalmente non credo nella legge dell’attrazione intesa come possibilita' assoluta di poter determinare il proprio destino

https://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/personalmente-non-credo-nella-legge

 

Cosa significa NON DARE LE PERLE AI PORCI ? Non priviamo i porci dal fare la loro parte !

https://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/cosa-significa-non-dare-le

 

Il SOFTWARE AMORE è davvero incredibile

https://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/il-software-amore-e-davvero

 

IL FOGLIO A4 DELL'ESISTENZA : la matematica per spiegare metaforicamente il cammino dell'Anima ... :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/il-foglio-a4-dell-esistenza

 

LA RICCHEZZA DELLA FIDUCIA : LA FORMA PIU’ ELEVATA DI AMORE ... :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/la-ricchezza-della-fiducia-la

Il cambio delle frequenze nella musica utilizzando il diapason scientifico di Giuseppe Verdi a 432Hz

UN VIDEO PREZIOSO CHE SPIEGA IL NECESSARIO CAMBIO NELLA FREQUENZA PER TRASFORMARE IL PARADIGMA MUSICALE DEL CONTROLLO MEDIATICO GLOBALE, ED È UNA MAGNIFICA OPPORTUNITÀ PER INNOVARE LA MUSICA:

ORA PIU CHE MAI NECESSARIO CHE LE FREQUENZE DELLA MUSICA SIANO COERENTI ALLA VIBRAZIONE NATURALE DEI SUONI AFFINCHE`L'EQUILIBRIO POSSA ESISTERE IN NOI STESSI E POSSA ESSERE BENEFICIATO L'AMBIENTE. SE TROVI CHE QUESTE INFORMAZIONI SIANO IMPORTANTI ED IN SINTONIA CON IL TUO SENTIRE, TI PREGHIAMO DI DIFFONDERLE. GRAZIE!

 

PER MAGGIORI INFO: www.holonmusic.com

 

Giuseppe Verdi nel 1884 scrisse una lettera, indirizzata alla Commissione musicale del governo italiano, in cui chiese di ufficializzare l’utilizzo del corista (diapason)  con la nota LA di riferimento per l’accordatura, a 432Hz, scrivendo a riguardo una frase: "per esigenze scientifico matematiche".

Che cosa intendeva dire? Per capirlo bene e con più chiarezza è necessario introdurre un'altra frequenza: quella di 8Hz.

 

1) Le onde di consapevolezza "ordinarie" del cervello umano variano da 14Hz a 40Hz. In questo range operano solamente alcuni dendriti (le fibre minori del neurone che trasportano il segnale nervoso) delle cellule del cervello che utilizzano prevalentemente l'emisfero sinistro (quello più razionale) come centro di attività.

Se i nostri due emisferi cerebrali si sincronizzassero alla frequenza di 8Hz lavorerebbero in modo uguale  (balance-bilancia di equilibrio), ricevendo il massimo flusso di informazioni.

 

2) 8Hz è anche la frequenza di replicazione della doppia elica del DNA.

 

3) 8Hz è il "battito" fondamentale del pianeta, noto come "risonanza fondamentale di cavità Schumann", risonanze elettromagnetiche globali, cioè, eccitate dalle scariche elettriche dei fulmini nella cavità formata dalla superficie terrestre e dalla ionosfera.

 

4) 8Hz è la frequenza del  subsuono emesso dai delfini, non udibile, ma risuonante sino a 16 km dal punto di emissione che riequilibra ed armonizza, grazie anche alla capacità superconduttiva dell’acqua, l’intero pianeta.

In termini musicali, la frequenza di 8Hz corrisponde a una nota di Do. Salendo di cinque ottave, cioé percorrendo cinque volte le sette note della scala, si arriva ad un Do di 256Hz, scala in cui il “La” ha una frequenza di 432Hz.

Suonando il Do a 256Hz, per il principio delle armoniche (secondo cui a un suono prodotto si aggiungono multipli e sottomultipli di quella frequenza), anche i Do delle altre ottave cominceranno a vibrare per "simpatia", facendo risuonare naturalmente la frequenza di 8Hz. Ecco perché il corista a 432 oscillazioni al secondo è definito "diapason scientifico".

Esso  fu approvato all'unanimità al congresso dei musicisti italiani del 1881 e proposto dai fisici Sauveur, Meerens, Savart, e dagli scienziati italiani Montanelli e Grassi Landi.

Prendiamo attentamente in considerazione che nell'universo tutto è energia in vibrazione. Ogni particella subatomica, atomo, struttura molecolare, cellula e ogni organo del corpo, vibrano ad una   determinata frequenza. Questa meravigliosa armonia ha una propria firma vibrazionale.

Molti medici e studiosi affermano che se una parte del corpo si ammala la causa è da ricercare nella frequenza che si è alterata ed il corpo vibra in modo disarmonico. Essere sani significa vibrare all’unisono armonicamente.

Ogni organo ha la sua frequenza (multipli e sottomultipli  del 432Hz), essa si altera in caso di malattia, il riequilibrio e la guarigione avvengono quando sullo stesso organo, viene fatta risuonare la corretta frequenza di risonanza.

Dunque suonare e ascoltare musica intonata a 432Hz riequilibra il corpo e per effetto vibrazionale anche la natura circostante, ridando il primordiale equilibrio di   pace e benessere.

Sappiamo  che la musica è "informazione", la quantità di dati sonori creati a 432Hz, non si perdono tra le molecole dei gas presenti nell’aria che trasportano il suono perché compatibili con la loro struttura molecolare.

Ascoltare, suonare e cantare musica, armonizzati alla frequenza del "Diapason Scientifico" a 432Hz dona beneficio all'intero pianeta . Per questo motivo ti suggeriamo la procedura per convertire la musica da 440 a 432Hz.

Se vuoi comprare il diapason scientifico a 432Hz lo puoi fare tramite questo sito:

http://www.kunath.com/Accessories/Tuning-fork-a%3D432-Hz::24.html

PROCEDIMENTO DI CONVERSIONE DELLA MUSICA DA 440 A 432HZ CON AUDACITY :

 

Scaricare da Internet il programma gratuito Audacity.

 

Link al sito ufficiale:  http://audacity.sourceforge.net/

 

All’inizio, clicca Scaricare Audacity 1.3.12 (Beta). Una volta installato, apri il programma e segui la seguente procedura:

1—Clicca in Archivio—apri, seleziona la canzone (in formato wave no audio) che appare in forma di grafico
2—Clicca Editare—Seleziona tutto, vedrai che si oscura la pista.
3—Clicca Effetti—Cambia velocità (tempo e intonazione). In "Percentuale di cambiamento" scrivi il valore: (meno) - 1,818.
4—Clicca OK.
5—Clicca File-Esporta e seleziona dove salvare la canzone.

 

Esportarlo come Wav e non MP3, nel formato d'onda Wav le armoniche non si comprimono mentre l' MP3 inibisce delle armoniche fondamentali, tagliando delle frequenze necessarie.
Nel formato Wav puoi passare le canzoni in un cd e riprodurlo dove vuoi lettori cd, auto...

"Eventualmente, se esporti la canzoni in formato mp3, assicurati di impostare un bitrate uguale o superiore a 192kb/s".

Questa è un'altra opzione, segnalata da un tecnico del suono.

1 - Cliccare su File, Apri, selezionare il brano e appare come un grafico

2 - Fare clic su Modifica, Seleziona tutto, vedrete che si scurisce.

3 - Clic-Change Effetto della velocità. Variazione percentuale del valore: -1.818

4 - Fare clic su OK.

5 - "esportazione" come file wav e scegliere dove salvare il brano.

Ascoltando il brano, vediamo che il cambiamento di velocità, non si nota. Questa conversione è migliore di quella precedente in termini di qualità del suono e precisione nella sintonizzazione della frequenza.

Esporta come WAV e MP3, queso ha il uso senso. In formato wav le frecuente d'onda non sono compres, mentre il formato mp3 inibisce le frequenze armoniche fundamentali necessarie.

Col formato wav puoi registrare le canzoni su un disco e riprodurlo su qualsiasi mini hi-fi, lettore CD, in auto...

Beh, spero che questo semplice tutorial ti aiuterà ad avere la tua collezione musicale a 432Hz.

 

 

Grazie per la vostra attenzione, benedizioni!

 

Flavia Vallega

Lo zucchero ci invecchia

Un altro buon motivo per non cedere troppo spesso alla tentazione dei dolci è rallentare l'invecchiamento della pelle. Un recente studio olandese dell'Università di Leiden sottolinea infatti il nesso fra una più alta concentrazione di glucosio nel sangue e un aspetto più “datato” del nostro volto.
Si tratta di una ricerca pubblicata su New Scientist che riguarda un totale di 569 volontari sani divisi in tre gruppi, a seconda della concentrazione di glucosio nel sangue a fine pasto. Come ulteriore gruppo di controllo, i ricercatori hanno utilizzato altri 33 soggetti affetti da diabete, quindi con valori di glucosio ancora più alti. Per tirare le somme, gli scienziati hanno chiesto ad altre 60 persone di osservare le foto dei volontari e di pronunciarsi sulla loro presunta età.
Ne è emerso che a livelli più elevati di glucosio corrisponde un maggior invecchiamento cutaneo, al di là dell'età reale e di possibili altri fattori di rischio come il fumo, l'esposizione al sole e il regime alimentare complessivo.
Anche uno studio italiano è giunto alle stesse conclusioni. La ricerca è a firma del Centro interuniversitario di Dermatologia biologica e psicosomatica di Firenze diretto da Torello Lotti. I ricercatori italiani sono convinti che attraverso una dieta più equilibrata e riducendo gli Age (Advanced glycosilated end products), vale a dire gli zuccheri composti, diminuiscono anche le probabilità di invecchiare precocemente.
Il fenomeno sarebbe infatti legato alla presenza degli ormai tristemente celebri radicali liberi, che a causa di una dieta poco equilibrata, raddoppierebbero la loro attività all’interno dei tessuti cutanei. Di conseguenza, l’epidermide perde elasticità e si espone più facilmente al naturale processo di invecchiamento che causa le rughe.
Lo studio è stato presentato al Winter Academy of Dermatology and Oncology e ha riguardato 120 soggetti con età media di 45 anni. I risultati mostrano come, rispettando alcune semplici regole alimentari, si possa ridurre la profondità e il numero delle rughe e rendere meno evidenti le macchie, migliorando in genere il tono e l’elasticità dell’epidermide. All’alimentazione va associato, com’è ovvio, uno stile di vita adeguato, con un basso consumo di alcool e la rinuncia al fumo.
Come spiega Torello Lotti, che ha coordinato la ricerca e ricopre la carica di presidente della Società italiana di Dermatologia e malattie sessualmente trasmesse (Sidemast), “gli Age sono prodotti della glicazione, quella reazione chimica alla base dell’invecchiamento cutaneo che, assieme all’ossidazione, sembra coinvolta anche in malattie come diabete e aterosclerosi. Il meccanismo della glicazione induce gli zuccheri in circolo nel sangue a legarsi alle proteine formando delle tossine, gli Age appunto, che introduciamo in grandi quantità quando mangiamo cibi ricchi di zuccheri raffinati, come quello bianco e i dolcificanti contenuti nelle bibite e nei dolci industriali o nei cibi cotti ad alte temperature (225 gradi)”.
“Gli Age introdotti attraverso la dieta”, prosegue il prof. Lotti, “si aggiungono a quelli che naturalmente produce il nostro organismo, innescando un effetto domino che porta ad accumularli nei tessuti, formando ‘ponti’ molecolari fra le fibre di collagene ed elastina della pelle. Tutto questo danneggia le fibre dermiche e comporta la disorganizzazione del tessuto di sostegno cutaneo, che diventa più rigido e fragile”.
Prima di affidarsi alle creme, quindi, bisognerebbe tener conto del proprio regime alimentare, privilegiando quei prodotti poveri di zuccheri composti come ad esempio legumi, pesce, verdure, agrumi, e frutti di bosco. È necessario, inoltre, mantenere un buon livello di idratazione, in particolare durante la bella stagione, quando si è più esposti ai raggi solari.

http://www.italiasalute.it/650/pag2/Lo-zucchero-ci-invecchia.html