Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


AIUTIAMO MATTIA

Momenti terribili, ma il Signore e' stato al nostro fianco! Salve, mi chiamo Jessica, sono nata a San G. Rotondo (FG) 37 anni fa', ma vivo a San Giovanni la Punta (CT), sono sposata con un meraviglioso marito di nome Davide, e mamma di un meraviglioso bambino di 7 anni di nome Mattia.Purtroppo il piccolo Mattia e' nato MORTO, ma dopo un lunghissimo massaggio cardiaco, ha ripreso a vivere e, data la gravissima asfissia (40 minuti circa!), subisce gravissima paralisi celebrale.Adesso vi racconto in breve...Dopo essere nato fu trasferito presso il Policlinico di Messina, lasciandomi da sola in un letto, circondata da altre mamme che avevano partorito da pochi minuti, ed io li...a guardare i loro maravigliosi figli...Furono momenti terrificanti che, solo chi li passa può capirli.A 5 mesi gli diagnosticarono una rara malattia, la Sindrome di West, una forma epilettica che porta grave ritardo mentale e psicomotorio.Vidi mio figlio dopo 1 giorno, pieno di oggetti esterni che cercavano di tenere in vita il suo corpicino pieno di tremori (clonìe) ed inanime, imbottito di farmaci, con aghi infilzati ovunque...Mattia ebbe 5 trasfusioni, e lo stesso giorno che lo vide il primario ci disse che era gravissimo e che secondo loro non avrebbe vissuto allungo, e ci disse pure se eravamo d'accordo sulla donazione degli organi.Per ben 4 volte ci dissero che stava per andarsene e con lui credo anche noi... attorno al piccolo Mattia i miei occhi videro cose che prima immaginavo solamente, vedevo morire bimbi che dopo pochi giorni di ricovero (terapia intensiva) lasciavano l'ospedale per essere portati non tra le braccia dei genitori ma... con il Signore.Non vi lascio immaginare... fui ricoverata in ospedale per 7 lunghissimi mesi, di cui 3 in terapia intensiva, senza andare a casa. Non vi dico il dolore, fino ad oggi il piccolo Mattia ha vinto tante battaglie non per le proprie forze, ma perché Dio è stato misericordioso con noi. Egli ci sta sostenendo con il suo Spirito che dice continuamente al mio cuore:Non temere, poiché io sono con te; non ti smarrire poiché io sono il tuo Dio; io ti fortifico, io ti soccorro... Non temere, io ti aiuto! (Isaia 41:10-13)Oggi mio figlio è un miracolo vivente, perché prima era morto... adesso vive!Per questo daremo la nostra vita per riuscire a regalargli almeno un'altra possibilità!http://www.ilportaledimattia.com/ Momenti terribili, ma il Signore e' stato al nostro fianco! Salve, mi chiamo Jessica, sono nata a San G. Rotondo (FG) 37 anni fa', ma vivo a San Giovanni la Punta (CT), sono sposata con un meraviglioso marito di nome Davide, e mamma di un meraviglioso bambino di 7 anni di nome Mattia. Purtroppo il piccolo Mattia e' nato MORTO, ma dopo un lunghissimo massaggio cardiaco, ha ripreso a vivere e, data la gravissima asfissia (40 minuti circa!), subisce gravissima paralisi celebrale. Adesso vi racconto in breve... Dopo essere nato fu trasferito presso il Policlinico di Messina, lasciandomi da sola in un letto, circondata da altre mamme che avevano partorito da pochi minuti, ed io li...a guardare i loro maravigliosi figli...Furono momenti terrificanti che, solo chi li passa può capirli.A 5 mesi gli diagnosticarono una rara malattia, la Sindrome di West, una forma epilettica che porta grave ritardo mentale e psicomotorio.Vidi mio figlio dopo 1 giorno, pieno di oggetti esterni che cercavano di tenere in vita il suo corpicino pieno di tremori (clonìe) ed inanime, imbottito di farmaci, con aghi infilzati ovunque...Mattia ebbe 5 trasfusioni, e lo stesso giorno che lo vide il primario ci disse che era gravissimo e che secondo loro non avrebbe vissuto allungo, e ci disse pure se eravamo d'accordo sulla donazione degli organi.Per ben 4 volte ci dissero che stava per andarsene e con lui credo anche noi... attorno al piccolo Mattia i miei occhi videro cose che prima immaginavo solamente, vedevo morire bimbi che dopo pochi giorni di ricovero (terapia intensiva) lasciavano l'ospedale per essere portati non tra le braccia dei genitori ma... con il Signore. Non vi lascio immaginare... fui ricoverata in ospedale per 7 lunghissimi mesi, di cui 3 in terapia intensiva, senza andare a casa. Non vi dico il dolore, fino ad oggi il piccolo Mattia ha vinto tante battaglie non per le proprie forze, ma perché Dio è stato misericordioso con noi. Egli ci sta sostenendo con il suo Spirito che dice continuamente al mio cuore: Non temere, poiché io sono con te; non ti smarrire poiché io sono il tuo Dio; io ti fortifico, io ti soccorro... Non temere, io ti aiuto! (Isaia 41:10-13) Oggi mio figlio è un miracolo vivente, perché prima era morto... adesso vive! Per questo daremo la nostra vita per riuscire a regalargli almeno un'altra possibilità! Per aiutare Mattia : http://www.ilportaledimattia.com/