Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Il Risveglio e' Compassione. Non buonismo !!!

Il Risveglio è Compassione. Non buonismo !!!

 

Aleggia in diversi ambienti un concetto molto buonista della non-dualità per il quale si dovrebbe sempre subire tutto in totale silenzio e compassione in quanto tutto è funzionale al gioco della Coscienza. Se tutto è uno, si pensa, chi te lo fa fare di prendere posizione, fare considerazioni scomode, porsi in modo critico rispetto a questo e quello: Critica=ego=male.

 

Si dimentica che anche le prese di posizione e le critiche fanno parte ugualmente dello stesso gioco impersonale che muove la commedia del mondo. Il fatto che tutto sia Uno, che è chiaramente la Realtà, non deve farci dimenticare che sul piano relativo volenti o nolenti non possiamo esimerci dal prendere posizione. Anche quando pensiamo di non prendere posizione alcuna e ci accomodiamo in una non-critica buonista, stiamo comunque prendendo una particolare posizione.

 

Trattasi tra l'altro di una posizione abbastanza grave perchè, come è facile constatare, una folla di ignavi buonisti è quanto di meglio le dittature politiche, ideologiche e religiose si siano sempre augurate.

 

C'è tuttavia una differenza enorme tra una critica che esce da una coscienza identificata, egoica, e una critica che accade in un essere umano in cui la Coscienza si è risvegliata a se stessa.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

 

La prima è una critica personale. La seconda impersonale. La prima è un movimento nel tempo, intrisa di separazione, competizione e conflitto mentre la seconda avviene istantaneamente, senza strascichi di odio e separazione. La prima nasce dall'ego, la seconda è un atto compassionevole, di amore, anche se non tutti se ne possono rendere conto.

 

Per questo i più grandi saggi dell'umanità, senza eccezione alcuna, sono stati non solo dei dispensatori di conoscenza ma anche dei grandi "criticoni", talvolta pagando con la vita questo affronto: da Buddha a Shankara, da Lao-Tse a Cristo, da Kabir a Nisargadatta, ecc.

 

Come ci può essere liberazione se non siamo in grado di vedere in modo critico la gabbia virtuale in cui ci siamo rinchiusi e che spesso ideologie, religioni, morali non fanno altro che indorare?

 

 

fonte: https://nonduale.wordpress.com/2011/07/07/il-risveglio-e-compassione-non-buonismo/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

I monaci buddisti preferiscono dormire sul lato sinistro dopo ogni pasto per 10 minuti

Nelle antiche tradizioni monastiche buddiste i monaci dopo ogni pasto si coricavano soltanto 10 minuti ottenendo energia e freschezza

per procedere con le attività della giornata. Ma qual era il loro segreto? Si sdraiavano solo sul lato sinistro. Oggi la scienza dimostra i benefici di questa posizione.

Risaputo nella scienza ayurvedica come afferma il Dr. John Douillard, ora anche un recente studiopubblicato sul The Journal of Clinical Gastroenterology ne ha dato conferma attraverso alcune semplici ragioni, eccole.

Favorisce il drenaggio linfatico

Il lato sinistro del corpo è la parte dominante nel sistema linfatico infatti la maggior parte della linfa drena nel dotto linfatico toracico che trova sul lato sinistro. La linfa trasporta proteine, metaboliti del glucosio e dei prodotti di scarto, che facilitati dalla forza di gravità fluiscono più facilmente.

La milza è parte del sistema linfatico è anch’essa sul lato sinistro del corpo. La sua funzione è quella di filtrare la linfa e il sangue, cosa che è favorita stando sul lato sinistro in quanto si agevola il ritorno dei fluidi alla milza sfruttando la forza di gravità.

Favorisce gli organi digestivi

Sia lo stomaco sia il pancreas si trovano nella parte sinistra del corpo e stando in questa posizione si canalizzano meglio i succhi gastrici ed aumenta la secrezione degli enzimi pancreatici. Sdraiandosi sul lato sinistro il fegato e la cistifellea penderanno dal lato destro. Riposare sul lato sinistro agevola la secrezione dei loro preziosi enzimi emulsionando i grassi e neutralizzando gli acidi dello stomaco.

L’intestino tenue si collega con l’intestino crasso attraverso la valvola ileocecale situata nel lato destro del corpo. Riposare sul lato sinistro permette (grazie alla valvola ileocecale) di stimolare i rifiuti corporei dell’intestino crasso giunti dall’intestino tenue, in un modo più semplice.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

Conclusione

Quindi a differenza di quanto si possa credere, per sentirsi ‘più leggeri’ dopo i pasti basterebbe una riposino di 10 massimo 15 minuti. Vi farà ritrovare subito l’energia dopo il pasto e avrà ripulito la mente. Prova e facci sapere!

 

ps. Alcuni sostengono sia anche una buona posizione per il lungo riposo notturno, ma io trovo meglio dormire a pancia in su http://www.dionidream.com/wp-includes/images/smilies/icon_smile.gif

 

Dioni – Riccardo Lautizi

DA www.dionidream.com

http://lastella.altervista.org

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

L'Acqua Magnetizzata come medicinale… La cura perfetta di cui nessuno parla

L’Acqua Magnetizzata come medicinale… La cura perfetta di cui nessuno parla !!!

 

 

Le proprietà fisiche dell’acqua restano un mistero, tanto che ancor oggi gli studiosi s’interrogano sulla natura delle reazioni dell’acqua a certi stimoli.

 

Queste caratteristiche fisiche cambiano nel tempo e nello spazio, in particolare sotto la pressione atmosferica.

 

L’acqua dovrebbe essere la nostra prima medicina e per rispondere a tale requisito dovrebbe per lo meno avere un Ph leggermente acido, un residuo fisso inferiore ai 100mg/L, senza aggiunta di anidride carbonica.

 

Il nostro organismo è composto al 70/80 per cento d’acqua. E quindi molto importante il ricambio di questa. Le proprietà curative e rivitalizzanti dell’acqua magnetizzata potrebbero essere legate alla sua “memoria”. L’acqua fresca, pura, proveniente da un torrente di montagna, è piena di vitalità, specialmente se questa ha percorso un tratto di rocce vulcaniche, che sono altamente paramagnetiche.

 

 

 

Acqua magnetizzata con campo negativo:– Allieva il dolore – Riduce l’edema intracellulare – Favorisce il riposo e il sonno – Migliora le prestazioni sportive – Combatte e controlla le infezioni – Aumenta l’ alcalinita tissutale – Aumenta il numero di ioni negativi e aumenta la presenza di ossigeno nelle cellule – Aumenta e rinforza concentrazione e attività mentale

 

 

 

Acqua magnetizzata con campo positivo:– Aumenta il numero di ioni positivi e diminuisce l’ossigeno nelle cellule – Tende ad aumentare i dolori nei disturbi cronici – Tende ad aumentare l’edema intracellulare – Agisce come stimolante in genere – Può favorire l’insorgenza d’infezioni. favorisce lo sviluppo di batteri – Può portare un’iperattività mentale e diminuire i livelli di stress – Agisce aumentando l’alcalinità – Può aumentare la depressione – Può essere utile nella cura delle contusioni o infiammazioni dei tessuti molli non associati a episodi di infiammazione grave o ferita aperta.

 

 

 

Indicazioni e modo d’impiego: L’acqua magnetizzata utilizzata in terapia può agire da sola, ma associata ad altri trattamenti, ha effetto sinergico. In quanto metodo naturale, può essere combinata con tutte le medicine cosiddette “dolci”. L’acqua magnetizzata presenta molteplici qualità: diuretica, leggera, mineralizzata, potere depurativo.

 

Fegato e Cistifellea: Azione sul fegato e sulla vescica biliare: si nota una rapida riduzione del fegato. la regione vescicolare diventa elastica e indolore e si può notare l’evacuazione di piccoli calcoli biliari nelle feci. I calcoli scompaiono nel giro di due o tre mesi: solo i calcoli urici resistono al trattamento.

 

Reni:L’aumento della produzione di urine influisce sia sul loro volume sia sui residui organici o minerali. Anche i calcoli renali vengono disciolti con relativa rapidità a seconda della loro dimensione.

 

Metabolismi: Questa indicazione è messa in evidenza dagli esami effettuati prima e dopo la cura di acqua magnetizzata. In tali casi si è constatato il ritorno a livelli normali del tasso di colesterolo e di urea.

 

 

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

 

Pelle: Si ha un regresso nelle dermatosi ad indicare una disintossicazione dell’organismo ed una migliore eliminazione delle sostanze naturali.

 

 

 

Apparato digerente:Si osserva un aumento di movimenti peristaltici dell’intestino. Nei disturbi digestivi (nausea, vomito, flatulenza, costipazione, ecc) si ottengono notevoli risultati.

 

 

 

Sistema ormonale: Questa azione è constatata sul tono e sull’elasticità del sistema neurosimpatico a livello dei polmoni e dello stomaco, come pure una regolarizzazione progressiva e permanente della pressione arteriosa e un effetto sulle variazioni del sistema ormonale.

 

 

 

Liquidi interstiziali (sangue e linfa): L’azione diuretica dell’acqua magnetizzata è la causa principale della riduzione degli edemi esterni e interni. Il ristabilimento dovuto all’acqua rappresenta l’equivalente di una depurazione generale dell’organismo che diventa così più resistente alle insidie future e più ricettivo nei confronti delle altre terapie dolci, quali l’omeopatia.

 

 

 

Posologia:L’assunzione quotidiana dai due-tre litri di acqua magnetizzata disintegra in otto settimane i calcoli renali e biliari. Nelle ritenzioni urinarie, occorre bere dai 50-100 ml di acqua ogni mezzora. Il nostro organismo è composto al 70/80 per cento d’acqua.

 

E quindi molto importante il ricambio di questa con una altrettanto, biologica e carica di energia vitale. Nel corpo umano circa 60 trilioni di cellule immerse in un liquido chiamato acqua nascono, si riproducono, funzionano, trasmettono, ricevono informazioni e muoiono obbedendo alle leggi dell’elettromagnetismo, si comportano in pratica come oscillatori elettro magnetici e ciò vale per tutti i tessuti viventi. In un uomo adulto ed in buona salute, la percentuale di acqua, sangue, linfa, liquido intestiziale è vicina al 70% del peso corporeo.

 

Nel bambino appena nato, questa percentuale è vicina al 80%, nell’anziano essa scende a circa 60%; al di sotto del 55% di acqua, inevitabilmente si arriva alla morte. Le proprietà curative e rivitalizzanti dell’acqua magnetizzata potrebbero essere legate alla sua “memoria”.

 

 

 

L’acqua fresca, pura, proveniente da un torrente di montagna, è piena di vitalità, specialmente se questa ha percorso un tratto di rocce vulcaniche, che sono altamente paramagnetiche.

 

 

 

FONTE: https://arteruffini.wordpress.com/medicina-alternativa/acqua-magnetizzata/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Canalizzare l'energia cosmica : ENERGIA TACHIONICA

Canalizzare l’energia cosmica : ENERGIA TACHIONICA

 

È ormai incontestabile che esista un tipo di energia in grado di guarire e rigenerare il corpo e lo spirito. Oggi conosciamo diverse terapie che utilizzano la trasmissione di questo “fluido” attraverso le mani o, addirittura, il pensiero.

 

 

 

Universo

 

 

 

“Ora è realtà provata che la terra è immersa in un campo energetico, chiamato campo tachionico, di alta intensità. L’utilizzo di questa energia tachionica introdurrà la terza rivoluzione energetica”.

 

 

 

 

 

Lo spazio, secondo le scoperte dei fisici, non sembrerebbe vuoto, bensì immerso in un campo energetico dalla concentrazione estremamente elevata.

 

Gerald Feinberg, nel 1966, fisico dell’Università della Columbia (USA), lo ha descritto come composto da particelle che si muovono più velocemente della luce.

 

 

 

Da questa caratteristica deriva il nome ‘tachione’, da lui scelto per definirlo. Infatti, il termine proviene dal greco ‘tachy’ e significa accelerazione, velocità (vedi le nostre parole italiane ‘tachimetro’ o ‘tachicardia’, che hanno la stessa origine).

 

Queste particelle costituiscono una fonte di energia libera, che sta al di fuori del campo elettromagnetico, quindi al di sopra delle frequenze, e indipendente dalla luce e dal sole. Questa energia primaria più veloce della luce, è fonte infinita di energia libera (free energy) nello spazio, e sembra essere quel certo quid che tiene l’intero universo in armoniosa e sinergica crescita, cioè in fase di entropia negativa. Lo si potrebbe paragonare a una specie di “collante vitale cosmico” che impregna l’intero creato, e ha in sé lo spettro di tutte le frequenze necessarie alla crescita e al benessere di tutto ciò che contiene.

 

 

 

L’energia inesauribile

 

 

 

 

 

Energia tachionica

 

 

 

Benché l’energia tachionica sia stata definita “ufficialmente” solo nel 1966, essa era stata già identificata da diversi studiosi e ricercatori molti secoli prima:

 

- Thephrastus Bombastus von Hohenheim, meglio conosciuto come Paracelso (1493-1541)sosteneva che l’organismo umano fosse influenzato, oltre che dalle stelle e da altri corpi celesti, da una specie di emanazione sottile, o fluido, che pervadeva tutto l’universo.

 

 

 

- L’austriaco Franz Anton Mesmer, nel 1778, affermava di guarire attraverso l’utilizzo illuminato di una energia universale, da lui definita fluidum. Sosteneva che questa fosse un fluido fisico, di consistenza sottile, che riempiva l’universo e che connetteva tutti gli esseri viventi, la terra e i corpi celesti.

 

 

 

- Nikola Tesla, fisico e ingegnere di origine croata (1856-1943), così si esprimeva a tal proposito: “Ho scoperto una fonte di energia sconosciuta e inesauribile che può essere utilizzata. Ovunque, nel cosmo, vi è energia”. Per provare questa sua scoperta, Tesla mise a punto un esperimento con una pesante macchina di lusso, che funzionava (raggiungendo una velocità di 130 km/h!) attingendo a questa misteriosa fonte energetica, da lui chiamata ‘energia del campo gravitazionale’. Oggi, questi esperimenti sono considerati un classico esempio di conversione dell’energia tachionica.

 

 

 

- Georges Lakhovsky, vissuto all’inizio del secolo scorso, ha lasciato un’impronta fondamentale nella biologia, grazie alla sua preparazione in fisica. Afferma l’esistenza di ciò che lui definisce ‘universione’, termine composto da ‘universo’ e ‘ione’, ad indicare il “campo energetico che riempie tutto l’universo, ed è allo stesso tempo presente negli spazi intermolecolari e intra-atomici dei componenti elementari della materia. (Tratto da “Terapie vibrazionali” di Roberto Tresoldi, Tecniche Nuove)

 

 

 

- Henry Moray, il fisico americano che attorno al 1929 riuscì a convertire quella che lui definiva ‘energia radiante’ in utilizzo elettrico.

 

 

 

- Il medico austriaco Wilhelm Reich, fuggito con l’arrivo del nazismo prima in Norvegia poi negli Stati Uniti, nel 1938, descrive come la materia organica non viene necessariamente generata dalla materia organica, ma può anche essere prodotta dall’aggregazione di minuscole vescicole energetiche che lui chiama ‘bioni’.

 

Nel corso degli esperimenti sui bioni, Reich osserva la comparsa di una particolare luminescenza, che lui poi definirà ‘energia orgonica’ (da ‘organismo’ e ‘orgastico’), un’energia che carica e irradia da ogni sostanza vivente e non vivente. (Tratto da “Terapie vibrazionali” di Roberto Tresoldi, Tecniche Nuove)

 

 

 

- Il medico e scienziato tedesco Hans A. Nieper così si esprimeva, al simposio sull’energia tecnologica di Hannover nel 1980: “Ora è realtà provata che la terra è immersa in un campo energetico, chiamato campo tachionico, di alta intensità. L’utilizzo di questa energia tachionica introdurrà la terza rivoluzione energetica”.

 

 

 

La funzione dell’energia cosmica

 

La funzione dell'energia cosmica

 

Questa specie di fluido energetico, di cui tutto il creato è permeato – quindi anche noi esseri umani – è quell’energia che mette in grado i sistemi vitali di mantenere il proprio ordine rigenerandosi, grazie all’innata capacità di assimilare questa stessa energia vitale. Il nostro campo energetico, quindi il nostro intero organismo e la nostra realtà, hanno la naturale tendenza ad equilibrarsi, rinforzarsi e rigenerarsi, tendendo al loro meglio. Sono queste le qualità di autoguarigione insite in ogni organismo: una ferita si rimargina da sola, e noi, questa straordinaria capacità del nostro corpo, la troviamo semplicemente scontata!

 

Quando il flusso di questa energia si restringe o si blocca, l’organismo perde la sua capacità di autorigenerarsi, generando sempre più disturbi e disfunzioni, finché non si deteriora in un vero e proprio processo entropico (di disordine e disgregazione).

 

 

 

Per avere un corpo in salute e perfettamente equilibrato nelle sue funzioni, quindi, dovremmo riuscire a mantenerci aperti a questo flusso d’energia cosmica. Purtroppo, noi esseri umani, abbiamo la deleteria capacità di bloccare questo libero scorrere della forza vitale, causandoci, così, tutti quei disturbi psico-fisici che abbruttiscono la nostra vita.

 

Il grande lavoro di riconoscimento ed eliminazione delle cause, siano queste d’ordine fisico (come l’intossicazione costante a cui sottoponiamo il nostro organismo) o di ordine emotivo, spesso, è lungo e articolato, e sovente abbiamo bisogno di aiuto per riuscire a farlo.

 

 

 

Passare il “fluido”…ESEMPIO IL REIKI

 

L’imposizione delle mani

 

 

 

Se ci facciamo male, istintivamente, ci mettiamo la mano sopra. Da sempre, infatti, è conosciuta l’imposizione delle mani per stimolare la guarigione.

 

Quanto più si è “carichi” di questa energia cosmica, tanto meglio riusciamo a trasmetterla. E proprio nelle mani, le antiche dottrine spirituali (cristianesimo incluso), hanno sempre indicato esserci dei punti di trasmissione dell’energia.

 

 

 

Le mani sono degli strumenti di trasmissione dell’energia magnetica assolutamente eccezionali, c’è una grande forza di emissione a livello del palmo, e c’è una forza variabile a seconda delle dita: il dito che emette maggiormente è il pollice e per questo lo si usa per fare le unzioni sacerdotali; anche il dito indice e il medio emettono abbastanza energia, mentre l’anulare e il mignolo ne emettono pochissima.

 

 

 

I sacerdoti della tradizione cristiana benedicono con anulare e mignolo chiusi sul palmo e le altre tre dita aperte (gesto conosciuto come ‘benedizione alla greca’).

 

Anulare e mignolo chiudono il centro di emissione del palmo, per evitare che l’energia si disperda, mentre le altre tre dita, che emettono maggiormente, canalizzano l’energia.

 

 

 

Anche i faraoni egiziani benedivano in questo modo. Inoltre, anche in alcune scuole esoteriche, come l’ordine rosacruciano di Morcre, si usano molto le tre dita per fare delle imposizioni a livello della colonna vertebrale, e trasmettere l’energia in punti ben precisi che poi agiscono sul corpo.

 

 

 

Potete poi incrociare le punte delle dita le une con le altre affinché l’energia non si disperda.

 

 

 

Anche quando si mettono le due punte delle dita a contatto (pollice con indice, per esempio) si crea un circuito chiuso: per questo il prete, nella chiesa cattolica, dopo aver consacrato l’Eucarestia, tiene il pollice contro l’indice; non è una posizione pratica, ma è efficace perché crea un circuito d’energia che concentra in lui la forza”. (Da “Guarigione spirituale” di Charles Rafael Payeur, Edizione L’età dell’acquario) DA TENERE PRESENTE NEI REIKISTI

 

 

 

 

 

Per canalizzare l’energia magnetica, la tecnica migliore è la respirazione, inspirando infatti allarghiamo i polmoni e immettiamo l’ossigeno a noi vitale. IL NOSTRO BREATHWORK…..

 

 

 

In latino e in greco, si definiva l’aria ‘soffio’ (spiritus, pneuma), in sanscrito, si definisce ‘prana’, ovvero il soffio vitale che ci permette di stare in vita. La respirazione ci distende internamente, permettendo così all’energia di fluire con maggiore facilità, depurandoci al contempo dalle tossine accumulate.

 

La nostra carica fisica ci permette di avere a disposizione abbastanza energia da poter comunicare agli altri. Soprattutto i pranoterapeuti, per una loro configurazione particolare, hanno una carica energetica molto superiore a quella dei “normali” esseri umani. …DI PIU’ E CONTINUATIVAMENTE I REIKISTI….

 

 

 

Questo surplus energetico permette loro di passare tale carica attraverso l’imposizione delle mani (o del pensiero) ad altre persone. Anche se tutti possiamo passare (o rubare!) energia ad altri – siamo, infatti, delle specie di antenne ricetrasmittenti – è ovvio che se vogliamo contribuire al benessere altrui dobbiamo curare di essere noi, in primo luogo, abbastanza carichi per poterlo fare, altrimenti ci esauriremo.

 

 

 

Illuminare la propria energia

 

James Redfield, il famoso autore de “La profezia di Celestino”, ha la grande capacità di tradurre in romanzi e rendere più accessibili alle persone, le informazioni reperite dagli antichi testi sacri delle tradizioni spirituali, e dalle più moderne scoperte della nuova fisica.

 

 

 

Nel suo ultimo lavoro “Il segreto di Shambhala”, la metafora del viaggio avventura ci illustra come affrontare le prove quotidiane del nostro viaggio avventura, che è appunto la vita di tutti i giorni. E così, in poche pagine, vi troviamo la spiegazione di come aumentare la nostra carica energetica, e perché sia così importante farlo. La nostra energia, infatti, determina i risultati – positivi o negativi, a seconda dei nostri convincimenti, anche inconsci – che attiriamo nella nostra esistenza.

 

Se vogliamo avere una vita stimolante e positiva dobbiamo innanzitutto elevare la nostra carica energetica attraverso una sana alimentazione, il giusto riposo dopo l’attività, il movimento e la respirazione, che contribuiscono a mantenere vigorosa la nostra batteria. Il distacco interiore dai forti coinvolgimenti emotivi (siano essi positivi o negativi) è un altro fattore molto importante, così come vivere saggiamente, in quanto le emozioni “bruciano” l’energia.

 

 

 

Canalizzare l'energia cosmica

 

 

 

Dobbiamo anche connetterci, consapevolmente, con l’energia divina, “respirando” la bellezza che ci attornia e l’amore supremo, e lasciandoli fluire dentro e fuori di noi, così che questa carica recuperata ci guidi, indicandoci la via, allargando, rafforzando, il nostro campo energetico.

 

 

 

Quanto è maggiore e positiva nei convincimenti la nostra carica energetica, tanto immediati e positivi saranno gli effetti equivalenti richiamati nella nostra vita.

 

Il punto messo in evidenza è la necessità di mantenere sano il nostro organismo, evitando ciò che lo intossica, e l’urgenza a elevarci al di sopra delle emozioni, soprattutto quelle negative come la paura e la rabbia, che possono solo richiamare effetti disastrosi.

 

 

 

Dobbiamo essere in grado di divenire sempre più canali coscienti di questa energia cosmica divina, che ci sostiene e guida verso le realizzazioni migliori.

 

Nel momento in cui consapevolmente canalizziamo questa carica energetica e spirituale, saniamo il nostro organismo e la nostra vita, gli individui con cui entriamo in contatto e, di conseguenza, contribuiamo a sanare l’intero pianeta.

 

 

 

 

 

Fonte: http://www.crescitainteriore.com/?p=80#more-80

 

Rivisto da Fisicaquantistica.it - http://ununiverso.altervista.org/blog/canalizzare-lenergia-cosmica/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Nel campo magnetico c'e' il seme che diede via alla vita vegetale sulla Terra

 

 

Nel campo magnetico c’è il “seme” che diede via alla vita vegetale sulla Terra

 

http://www.antikitera.net/images/imgNews/13492-7.jpg

 

 

 

Nel campo magnetico c’è il “seme” che ha consentito la comparsa di gran parte delle piante e dei fiori oggi presenti sulla Terra: a ogni sua variazione sensibile, infatti, ha corrisposto la comparsa di nuove specie.

 

 

 

È la scoperta realizzata da Massimo Maffei dell’Università di Torino e pubblicata su “Frontiers of Plant Science”.

 

Maffei, con Angelo De Santis dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha dimostrato che, in concomitanza con le fasi di inversione dei poli magnetici, si sono verificati processi evolutivi specifici.

 

Quello del campo è un fenomeno complesso: non è costante né uniforme nello spazio, ma con inversioni dei poli che si verificano periodicamente ogni 300 mila anni.

 

Protegge la Terra dal vento solare – le particelle cariche provenienti dalla nostra stella – ma il suo ruolo a favore della vita non si esaurisce qui. Influenza, infatti, il mondo vegetale in due modi.

 

In primo luogo alterando il Dna: durante le inversioni di polarità tutte le forme di vita sono esposte a una più intensa radiazione cosmica, capaci di produrre mutazioni genetiche che sono la base per l’emergere e la selezione di nuove specie.

 

 

 

In secondo luogo, le piante, più che gli animali, sembrano essere ipersensibili alle variazioni del campo magnetico, perché dotate di sistemi di “magnetopercezione”: sono quelli che trasmettono i segnali al Dna, inducendo l’attivazione di numerosi geni e causando cambiamenti nei processi di accrescimento.

 

 

 

Questi possono alterare i cicli biologici, modificando per esempio le fioriture. Il tutto, a sua volta, ha forti ripercussioni sugli insetti impollinatori e quindi sui frutti che la pianta produce e, da ultimo, sulla forza di resistere alle pressioni della selezione naturale. Lo stress così ingenerato fa sì che solo le specie più forti – dotate di mutazioni vantaggiose – diventino quelle dominanti.

 

 

 

“Abbiamo analizzato i dati sulle variazioni del campo tra 86 e 276, 5 milioni di anni fa – spiega Maffei – e li abbiamo incrociati con quelli sull’origine di nuove piante. Risultato: esiste una chiara correlazione tra i due fenomeni“.

 

 

 

 

 

fonte: antikitera.net

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli