Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


MIO AMATO/A

MIO AMATO/A

Benedetto Tu sia nel Nome del Signore
Sia la Tua Anima fatta di sola Luce
Sia il Tuo Cuore Cosciente della Tua Essenza Divina
Sia Tu all’unisono con gli altri miliardi di Esseri nell’Armonia più perfetta
Sia tuo il Compimento dell’Opera Creatrice dell’Universo
Sia Tu il Suono che dà Vita a nuove Stelle
Sia Tu la Luce che illumina la Notte dell’Ignoranza
perché il Sole della Consapevolezza
rechi il Giorno del Risveglio e della Rinascita ad ogni Essere
Sia Tu il Messaggero che porta in Dono
Suono Luce Calore Colore Odore
in ogni parte del Mondo ove vivi
Sia Tu la Terra Fertile che dà Vita a nuovi Alberi
Sia Tu il Vento che diffonde i Semi del Sapere e della Conoscenza
Sia Tu il complesso delle Acque
che irrigano la Terra e fanno germogliare la Vita
Sia Tu il Fuoco che riscalda nelle notti buie
ma sia Tu soprattutto quel Fuoco Interiore
che arde e non si consuma perché si nutre della Sua stessa Essenza.
E sia Tu infine Colui che cammina seguendo le Orme del Signore
Che è venuto a mostrarti la Via la Verità la Vita.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

 (tratto da “I Portali Stellari” di MA)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

IMPORTIAMO GRANO CANADESE TRATTATO CON PERICOLOSI PESTICIDI

IMPORTIAMO GRANO CANADESE TRATTATO CON PERICOLOSI PESTICIDI

DI CETA SI MUORE Secondo un report realizzato da Coldiretti su dati Istat*, il CETA sta danneggiando pesantemente l'export dei prodotti italiani in Canada.

Nel primo semestre del 2019 l'export dei formaggi è crollato del 32% mentre quello dell'olio di oliva del 20% (vedere tabella).

Festeggia invece il Canada che vede crescere clamorosamente l'export dei suoi prodotti.

Le quantità di grano, per esempio, sono aumentate di 9 volte nel primo semestre del 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018, per un totale di 387 milioni di chili.TUTTI VENDUTI IN ITALIA!

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Secondo Coldiretti, «il balzo delle importazioni è favorito dalla concorrenza sleale di prodotti che non rispettano le stesse regole di sicurezza alimentare e ambientale vigenti nel nostro Paese.

Il grano duro canadese viene infatti trattato con l’erbicida glifosato in preraccolta, secondo modalità vietate sul territorio nazionale dove la maturazione avviene grazie al sole».

 

Fonte: ilfattoquotidiano.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

IL BIOSSIDO DI TITANIO E 171 USATO NEGLI ALIMENTI E IN COSMESI E' PERICOLOSO PER LA SALUTE

Il biossido di titanio E 171 USATI NEGLI ALIMENTI E IN COSMESI E' PERICOLOSO PER LA SALUTE

è una sostanza di origine minerale che si presenta di colore chiaro e opaco. Viene indicato con la sigla E171 quando usato negli alimenti, ma è presente anche come
ingrediente in diversi cosmetici. Come additivo alimentare viene utilizzato nella produzione di caramelle, salse, prodotti a base di pesce e formaggio e molte altre tipologie di alimenti come colorante. Nei prodotti cosmetici, invece, viene utilizzato sia perché è in grado di conferire al prodotto una colorazione bianca sia per le sue proprietà assorbenti (è il caso delle creme per il cambio del pannolino ciprie e trucchi, deodoranti, dentifrici…). Il biossido di titanio è inoltre utilizzato nelle  creme solari come filtro solare per le sue capacità di riflettere le radiazioni UV: in questi casi riconoscerlo è semplice, in etichetta viene indicato come C.I. 77891 (quando usato come colorante) oppure con il nome di titanium dioxide. Come altri ingredienti utilizzati nell’industria cosmetica (ma non solo), anche il biossido di titanio può essere utilizzato sotto forma di nanomateriale (ovvero con particelle di dimensioni comprese tra 1 e 100 nm). Nelle creme solari non spray, per esempio, il vantaggio sta in una migliore efficienza anche in termini di “usabilità” del prodotto, perché grazie alle nanoparticelle migliorano le prestazioni dal punto di vista della protezione solare e si riduce il fastidioso effetto bianco, tipico dei filtri fisici. Nei prodotti alimentari, invece, l’impiego del biossido di titanio sotto forma di nanomateriale non è previsto. Ma c’è una precisazione da fare: la materia prima e il suo processo produttivo, infatti, fanno sì che all’interno dell’ingrediente finito ci possa essere una parte della sostanza in forma nano. 

Biossido di titanio: l’Europa cede alle lobby ma la Francia lo mette al bando

Se l’Europa tentenna di fronte alla necessità di indicare ai consumatori il biossido di titanio come “probabile cancerogeno”, la Francia è molto più prudente e sta lavorando per metterlo al bando quanto prima. Addirittura, il gruppo Casino ha annunciato l’eliminazione entro l’anno del biossido di titanio da tutti i prodotti a proprio marchio, non solo dagli alimentari. La decisione francese di mettere al bando l’additivo è contenuta in un emendamento presentato dal ministro dell’Agricoltura e dell’alimentazione, Stéphane Travert, alla legge sugli Stati generali dell’alimentazione discussa dall’Assemblea nazionale. E non è certamente casuale.

I nostri cugini francesi applicano il cosiddetto principio di precauzione. Il biossido di titanio viene aggiunto agli alimenti soprattutto per una questione estetica (rende il bianco più “splendente”) e siccome non c’è certezza sulla sua sicurezza in Francia preferiscono farne a meno. Come dare loro torto? Oltralpe sono abituati a prendere in considerazione le conclusioni degli studi scientifici. I nostri lettori, sanno, ad esempio che sono stati i primi a non sottovalutare il pericolo fenossietanolo nei prodotti per l’igiene dell’infanzia e ci sono molti altri esempi di attenzione alla salute dei consumatori. E questo del biossido di titanio ne è un altro esempio. 

Se ingerito è cancerogeno

A mettere in allarme i francesi, uno studio condotto su animali dall’Istituto nazionale francese per la ricerca agronomica (Inra), pubblicato nel gennaio 2017 dalla rivista Scientific Reports, secondo cui l’esposizione cronica al biossido di titanio – soprattutto nella sua forma nanometrica – tramite la sua ingestione, “provoca stadi precoci di cancerogenesi”. Per giungere a queste conclusioni, per 100 giorni, i ricercatori hanno somministrato ai ratti 10 mg per ogni chilo di peso corporeo di biossido di titanio, una dose simile all’esposizione umana media.

Gli studiosi hanno notato che nel gruppo di ratti sani esposto all’additivo, 4 su 11 hanno sviluppato delle lesioni pre-neoplastiche spontanee. Le conclusioni dell’Inra, come ha specificato lo stesso ente, non erano direttamente applicabili all’uomo ma certamente andavano tenute in considerazione. 

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

L’Anses chiede altri studi

È quanto ha fatto pochi mesi dopo, ad aprile, l’Agenzia francese per la sicurezza sanitaria dell’alimentazione, chiamata in causa dai ministri dell’Economia, della Salute e dell’Agricoltura del governo francese preoccupata dai risultati dello studio dell’Inra. In un parere sulla sicurezza dell’E171, l’Agenzia aveva affermato che “è necessario condurre, secondo modalità e un calendario da definire, gli studi necessari per una perfetta caratterizzazione dei potenziali effetti sanitari legati all’ingestione”.

Come se non ci fossero già abbastanza preoccupazioni, a settembre dello stesso anno è arrivato il colpo di grazia del mensile 60 millions de consommateur che ha pubblicato i risultati dei test condotti su diciotto dolciumi particolarmente popolari tra i bambini, che in etichetta indicavano correttamente la presenza del colorante E171, cioè del biossido di titanio: tutti contenevano il colorante in nanoparticelle e ciò avrebbe dovuto essere indicato in etichetta con la dicitura “nano”, cosa che nessun produttore aveva fatto. Non è neanche stato necessario aspettare i nuovi studi dell’Anses che il governo francese è corso subito ai ripari mettendo al bando un additivo inutile e (con ogni probabilità) dannoso. 

Il mercato si adegua

Il gruppo Casino non è il primo ad aver rinunciato al biossido. Diversi produttori francesi già a inizio anno avevano deciso di rimuovere lo sbiancante. È quel che ha fatto William Saurin, che lo ha tolto dalle ricette dei suoi piatti pronti e di Lutti che non utilizza più l’additivo nelle sue caramelle. Insomma, di fronte ai sospetti sia le grandi che le piccole aziende hanno cominciato a fare a meno dell’E171.

E dove non è possibile la sostituzione, stanno eliminado i prodotti dagli scaffali. Anche le grandi catene di supermercati hanno espresso il desiderio di rimuovere i nano-ingredienti dai loro prodotti a marchio. Alcuni hanno già interrotto la commercializzazione dei prodotti quando la sostituzione si è rivelata impossibile.

 Fonte: Varie dal Web

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

IN CINA ESISTE LA PIU GRANDE FABBRICA DI ANIMALI CLONATI.

IN CINA ESISTE LA PIU GRANDE FABBRICA DI ANIMALI CLONATI. Obiettivo? Abbassare i costi della carne da macello

e' la più grande fabbrica produttrice di animali da allevamento clonati  a Tianjin, il porto a poche centinaia di chilometri da Pechino dove una esplosione in un deposito di prodotti pericolosi ha lasciato nell'ambiente sostanze chimiche imprecisate. 

Secondo l’agenzia di stampa di stato Xinhua, l’accordo da 30 milioni di euro tra Sinica (l’azienda che produce staminali) e Teda (l’area per lo sviluppo tecnologico di Tianjin) già stato firmato e la fabbrica aperto i battenti già dal giugno 2016.

Sulla linea di produzione cani, vitelli, cavalli e “primati non umani”. Si e’ partiti con 100mila capi all’anno per raggiungere il milione.

Sinica, assieme alla sudcoreana Sooam, ha già clonato 550 cani da fiuto che lavorano con la polizia negli aeroporti e alle dogane. Il primo animale ad essere clonato nei nuovi impianti di Tianjin sarà il vitello giapponese.

Non uno sfizio dunque, ma il tentativo scientifico di abbassare i costi del manzo di alta qualità, in Cina così raro e dunque costoso.

La notizia rimbalza sui media cinesi assieme all’intervista a Xu Xiaochun, presidente e amministratore delegato di Boyalife il gruppo a cui fa capo Sinica.

 “Vogliamo migliorare gli allevamenti cinesi iniziando dai bovini e dai cavalli”. L’idea è quella di coprire il 5 per cento del mercato cinese della carne da macello di prima qualità. “Stiamo per percorre un sentiero mai battuto”. ha dichiarato ancora entusiasta al Guardian.

 “Stiamo creando qualcosa che non è mai esistito prima”. Vero? In parte.

Negli Stati Uniti già lo fanno, ma in scala ridotta. Il Parlamento europeo, invece, ha votato a settembre contro l’utilizzo di animali di allevamento clonati perché spesso soffrono di più malattie rispetto a quelli normali. Questo nonostante proprio in Scozia sia stato clonato il primo mammifero: la pecora Dolly. Era il 1996.

La fabbrica-fattoria-macello in questione occupa 14mila mq. È il risultato della cooperazione tra sinica e la fondazione sudcoreana di biotecnologie Sooam. Insieme hanno già clonato tre cuccioli di mastini tibetani, razza canina pregiata che può arrivare a valere un milione di euro ad animale. La Sooam, che si è specializzata proprio nella clonazione di cani, offre anche il servizio ai cittadini piu’ abbienti.

 Con 100mila dollari e un campione dei tessuti dell’animale domestico preferito si può riprodurlo in laboratorio. Il punto è che a parte l’estetica, non c’è nessuna garanzia scientifica che il carattere e le abilità del cane madre vengano trasferiti ai suoi cloni.

E la storia della Sooam è già macchiata da uno scandalo. Nel 2004 il suo presidente Hwang Woo-suk aveva dichiarato di essere stato il primo ad essere riuscito a far derivare cellule staminali da un embrione umano clonato. Notizia che fu smentita. La controparte cinese Boyalife, una conglomerata che dal 2009 opera in 16 regioni cinesi, non lavorerà solo sugli animali da allevamento.

Secondo quanto comunicato ai media dallo stesso fondatore, a Tianjin si occuperà anche di produrre “modelli malati” di animali di grossa taglia.

Secondo Xu Xiaochun sarà “l’unico istituto di ricerca al mondo” a lavorarci. In verità Bgi, un’azienda di Shenzhen, produce già 500 “modelli malati” di maiali all’anno per sperimentare nuovi farmaci.

 “In Cina facciamo cose in grande scala, ma non inseguiamo solo il profitto. Vogliamo lasciare un segno nella storia” aveva dichiarato Xu ai media l’anno scorso. Un’altra idea è quella di riprodurre specie in via di estinzione. Ed eccoci qui. Di fatto la Cina lavora alle tecnologie per la clonazione da circa 15 anni, secondo quanto riportato dal quotidiano di Hong Kong South China Morning Post. La costituzione di un’industria di animali clonati è sicuramente un passo importante per fregiarsi del titolo di leader mondiale. Ma nonostante questo sarà difficile convincere i consumatori di un paese devastato dagli scandali alimentari che mangiare manzo clonato non comporta rischi per la salute.

Specie se allevato vicino all’impianto chimico esploso lo scorso agosto che ha provocato la morte di 165 persone e rilasciato nell’ambiente un non meglio precisato numero di sostanze chimiche. “Questa carne verrà venduta in Cina?” si domanda un utente di Weibo, il twitter cinese.

 “Allora forse sarebbe meglio che la assaggino prima i nostri leader”.

 

di Cecilia Attanasio Ghezzi da Pechino

 Fonte: ilfattoquotidiano.it

ma dove siamo arrivati? e' terribile

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

il miracolo dell'arrendersi.

il miracolo dell'arrendersi

Non cercate nessun altro stato che quello nel quale siete ora; altrimenti metterete in piedi un conflitto interiore ed una resistenza inconscia.
Perdonate voi stessi per non essere in pace.


Nel  momento in cui accettate completamente il vostro non essere in pace, la vostra non pace viene trasmutata in pace.
Qualunque cosa accettiate completamente vi porterà lì, vi porterà nella pace.


Questo è il miracolo dell’arrendersi.
Quando accettate ciò che è, ogni momento è il miglior momento.

Questa è l’illuminazione.

 

(E. Tolle)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli