Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


In un buco nero si determina una condizione di buio e di silenzio assoluto:cos'e' un Buco Nero?

In un buco nero si determina una condizione di buio e di silenzio assoluto che noi chiamiamo appunto con il nome di buco nero, e sarebbe il punto in cui una stella, come il nostro sole, si è compressa morendo. Non si esclude neppure che i buchi neri possano essere dei passaggi inter-spaziale che potrebbero aprire all’Uomo la strada dei viaggi interstellari o a quelli attraverso il tempo. Stiamo accorti quindi quando sentiamo parlare dei buchi neri, che di fatto posso essere considerati la scoperta scientifica più vicina alla fantascienza.

*

In realtà cos’è un buco nero?  A cosa serve conoscerne gli effetti? Sono domande legittime e assolutamente appropriate a cui, utilizzando termini il più possibile semplici e discorsivi cercheremo di dare le risposte.

I buchi neri sono stati innanzitutto ipotizzati, prima ancora di essere scoperti dalla teoria della relatività di Albert Einstein, e di fatto sono un luogo nello spazio ove insiste un campo gravitazionale così forte da non far uscire da esso alcun corpo e neppure i fotoni, per cui, non sfuggendogli neppure la luce diviene completamente nero.

Esso è delimitato dalla sua circonferenza esterna, chiamata “orizzonte degli eventi” la quale segna il confine tra quello che viene inghiottito all’interno del buco nero e quanto ne rimane fuori, e di conseguenza resta visibile. Si tratta perciò di una regione dello spazio-tempo di cui non siamo ancora in grado di conoscere cosa avvenga al suo interno.

 

Alcuni tra i maggiori fisici e studiosi ritengono che qualora un corpo dovesse essere inghiottito da un buco nero venga proiettato in uno dei tanti universi paralleli al nostro che esisterebbero secondo diverse teorie scientifiche. Altri invece sostengono che la pressione e il calore che esisterebbero all’interno dell’orizzonte degli eventi sarebbero così elevate da comprimere il corpo fino a ridurlo a misure infinitesimali o a scomporlo in particelle. Lo stesso Stephen W. Hawking, il più grande fisico vivente ha formulato la propria teoria, in linea con quella dei colleghi, ma ha precisato che sebbene sia disponibile ad un viaggio nello spazio, non lo sarebbe alla sua introduzione all’interno di un buco nero.

 

<image004.jpg>

 

Rappresentazione grafica di un buco nero, la morte di una stella. Si nota molto bene “l’orizzonte degli eventi”

 

Vediamo allora cosa risulta dalle tante osservazioni sperimentali in corso sull’argomento. Si è arrivati a dedurre che ogni stella, compresa ovviamente la nostra, il Sole, quando avrà terminato gli elementi che scatenano le esplosioni che la fanno brillare e produrre calore, cesserà di esercitare le forze attrattive e energetiche che l’hanno caratterizzata. Avverrà di conseguenza un profondo mutamento in tutto il sistema stellare orbitante attorno ad essa, sia per le variazioni di calore che per i campi che hanno determinato gli equilibri orbitali.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

La massa della stella collasserà su se stessa e subirà una concentrazione estrema di pressione e di calore, riducendosi ad una piccolissima porzione di quelle che sono state le sue dimensioni originarie, ma, attenzione, esattamente con la stessa forza potenziale. Quando questa concentrazione arriverà al suo massimo, la pressione e il calore al suo interno impediranno ad ogni cosa in essa contenuta di uscire, sia sotto forma di fotoni (luce) che di altre particelle.

 Si determina di conseguenza una condizione di buio e di silenzio assoluto che noi chiamiamo appunto con il nome di buco nero, e sarebbe il punto in cui una stella, come il nostro sole, si è compressa morendo.

Tutta la comunità scientifica è impegnata nell’approfondimento di questa materia, anche perché essa è strettamente correlata alle conferme della teoria della relatività, e di conseguenza porterebbe materiale di discussione alla fisica quantistica e alla risolutiva teoria del tutto.

Non si esclude neppure che i buchi neri possano essere dei passaggi inter-spaziale che potrebbero aprire all’Uomo la strada dei viaggi interstellari o a quelli attraverso il tempo. Stiamo accorti quindi quando sentiamo parlare dei buchi neri, che di fatto posso essere considerati la scoperta scientifica più vicina alla fantascienza.

http://www.scienze-naturali.com/un-buco-nero/11758

Il buco nero è una regione dello spazio-tempo dalle caratteristiche estreme, che non possono essere spiegate con la fisica classica. La sua gravità è talmente elevata che comprime la materia fino a una densità praticamente infinita e nulla, neanche la luce, può sfuggirgli e allontanarsi: secondo le teorie classiche, in particolare la teoria della relatività formulata da Einstein, nessun tipo di radiazione può uscire da un buco nero.  Tuttavia, in tempi relativamente recenti, nel 1974,Stephen Hawking ha introdotto l’ipotesi che i buchi neri possano emettere una qualche radiazione, che prende il nome di radiazione di Hawking.  Hawking ha dimostrato, a livello teorico, che questa radiazione termica può fuoriuscire a causa di particolari effetti quantistici. L’emissione di una radiazione implica inoltre che ciascun buco nero stia evaporando, anche se molto lentamente. E questa radiazione sarebbe troppo debole per essere osservata, dato che è coperta da quella cosmica a microonde.  Ma non si possono riprodurre in laboratorio un buco nero e le sue emissioni. Per questo, da tempo gli scienziati studiano metodi alternativi per trovare fenomeni che possano essere assimilati a quello che avviene in un buco nero. Per esempio, si può utilizzare al posto della radiazione luminosa, quella sonora, in particolare le onde acustiche provenienti da un materiale, detto condensato di Bose-Einstein, che rappresenterebbe il buco nero: una prova che è già stata fornita in tempi recenti.

Un’altra ipotesi, poi, quella esplorata oggi, riguarda lo studio di onde luminose emesse da una fibra ottica. I ricercatori, coordinati da Ulf Leonhardt dell’Istituto Weizmann, hanno messo a punto un metodo basato sull’uso di fibre ottiche. Per capire come funziona il loro sistema, Leonhardt fornisce un paragone della vita reale. Si può pensare a un fiume che scorre sempre più velocemente fino a quando non confluisce in una cascata, che è appunto il buco nero. Subito prima di toccare la cascata, l’acqua del fiume raggiunge una velocità molto elevata, superiore a quella che consente a un pesce di nuotare e non essere risucchiato dalla cascata. Questo punto si chiama orizzonte degli eventi, che indica la superficie oltre la quale nulla può sfuggire al buco nero.

Per capire cosa succede in un buco nero bisogna trovare un analogo per ricreare in laboratorio l’orizzonte degli eventi, al di là del quale tutto viene risucchiato. Per farlo, scienziati hanno utilizzato una fibra ottica con micro-percorsi all’interno, che rappresenta il fiume. Nel piccolo tunnel della fibra vengono sparati due impulsi ultra-veloci di luce laser di colori diversi si inseguono fra loro. Il primo interferisce col secondo e questa interferenza, molto intensa, crea una sorta di orizzonte degli eventi – un po’ come quando il fiume sta per confluire nella cascata – che cambia le proprietà fisiche della fibra, in particolare generando una distorsione, un cambiamento del suo indice di rifrazione.

A questo punto, i ricercatori hanno utilizzato un terzo impulso luminoso: dalle osservazioni emerge che questa luce aggiuntiva genera una radiazione a frequenza negativa, ovvero una radiazione idealmente in uscita invece che in ingresso dal buco nero, emessa dal sistema che riproduce il buco nero.

Questa osservazione, spiegano gli autori, fornirebbe una prima prova della radiazione di Hawking, anche se l’obiettivo finale desiderato da tutti gli astrofisici sarebbe quello di ottenerla spontaneamente dal sistema che riproduce il buco nero invece che stimolarla con un ulteriore impulso luminoso.

https://www.wired.it/scienza/spazio/2019/01/22/buchi-neri-prova-radiazione-hawking/?utm_source=wired&utm_medium=NL&utm_campaign=daily

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Guarisci naturalmente con la terapia del Microbioma: La guarigione naturale con i batteri produce risultati sorprendenti!

Guarisci naturalmente con la terapia del Microbioma: La guarigione naturale con i batteri produce risultati sorprendenti!


Anne Katharina Zschocke
Ha studiato medicina, omeopatia e naturopatia a Friburgo e a Londra.

Di rado ci capita di trovarci nel bel mezzo di un cambiamento come quello che stiamo vivendo oggi relativamente ai batteri. Mentre finora, quando si chiedeva a qualcuno che cosa gli facesse venire in mente la parola “batteri”, di solito la risposta era “malattia”, la realtà è che invece i batteri sono necessari per la salute, non solo fisica ma anche psichica.

Da quando, nell’autunno del 2014, è uscito il mio libro I batteri intestinali. La chiave per guarire e vivere in salute (Macro Edizioni), ricevo quasi ogni giorno riscontri positivi. Questi feedback mi arrivano da lettori che grazie alle descrizioni, ai consigli e agli aiuti forniti nel libro ritrovano non solo la speranza, ma anche e soprattutto la salute, da persone che si sentono incoraggiate a scrivere a loro volta libri su questo argomento, e da medici e naturopati che mi ringraziano per aver contribuito ad ampliare la loro prospettiva terapeutica. La maggior parte delle domande che mi vengono rivolte riguarda inoltre il modo migliore per mettere in pratica nella propria vita le nuove conoscenze acquisite. Questo libro è stato scritto per rispondere a tutti questi interrogativi e far luce sui concetti di fondo. Spero che porti nuovo aiuto e guarigione a chi è malato, e che anche tutti gli altri lettori sperimentino la liberazione derivante dalla verità sui batteri. Spesso la guarigione naturale con i batteri produce risultati sorprendenti e suscita entusiasmo in molte persone. In quest’ottica, vi auguro di cuore di appassionarvi alla lettura di questo libro e di fare esperienze piacevoli con i batteri

fino a oggi i batteri sono stati perlopiù associati alle malattie. In realtà, senza di essi non c’è salute.

Intolleranze, sindrome dell’intestino irritabile, infiammazioni, disturbi gastrici, sovrappeso, diabete, arteriosclerosi, depressione, ADHD, malattie della pelle e molto altro ancora vengono oggi ricondotti a disturbi che riguardano la relazione fra batteri e organismo umano: ripristinando la loro sottile interazione è possibile guarire tutte queste malattie e molte altre.

Sulla base della sua pluriennale esperienza Anne Katharina Zschocke - già autrice di:

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

 La Rivoluzione dei Microrganismi Effettivi e I Batteri Intestinali - presenta in questo libro una nuova ed esaustiva terapia del microbioma, spiega i presupposti e l’evoluzione delle terapie batteriche e antimicrobiche, illustra il microbioma umano e descrive gli antichi procedimenti curativi e tutte le moderne e diffuse terapie microbiologiche.

Sulla base della sua pluriennale esperienza, l'autrice, nota pioniera di una medicina olistica fondata sui batteri:

illustra, in modo chiaro e comprensibile, che cos'è il microbioma umano;
presenta una nuova ed esaustiva terapia del microbioma;
spiega i presupposti e l'evoluzione delle terapie batteriche e antimicrobiche;
descrive gli antichi procedimenti curativi e tutte le moderne e diffuse terapie microbiologiche.
Il libro è corredato di istruzioni pratiche, suggerimenti e descrizioni di casi clinici per la cura di malattie fisiche e psichiche, per una migliore qualità della vita e un più alto livello di prevenzione della malattia.

Leggi un estratto: una rivoluzione nella scienza ›
Scarica la prefazione: download PDF ›

www.macrolibrarsi.it


 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Antiparassitari naturali

Antiparassitari naturali: rimedi contro i parassiti delle piante
Tra parassiti e pesticida cosa scegliamo? Nessuno dei due! Se i primi danneggiano irrimediabilmente le nostre piante in casa o in giardino, i pesticidi chimici esercitano un impatto decisamente negativo sulle risorse naturali e sulla salute umana.

Ecco una serie di consigli e antiparassitari naturali per liberarsi da questi parassiti e mantenere l’aria e il terreno del giardino al naturale!

Afidi o “pidocchi delle piante”
Ingredienti

75 g di spicchi d’aglio triturati
10 l acqua bollente
spruzzino
Un classico problema è quello degli afidi o “pidocchi delle piante”, ovvero insetti lunghi solo pochi millimetri che infestano quasi tutte le piante ornamentali, sia da interno che da esterno, oltre che le colture agrarie.

Provocano gravi alterazioni perché si nutrono della linfa indebolendo la pianta rilasciando melata, che impedisce una buona fotosintesi clorofilliana, gocce zuccherine apprezzate però da molti insetti come le api che se ne nutrono. Producono anche danni indiretti: sono capaci di trasmettere moltissimi virus nutrendosi di piante infette prima e passando poi a quelle sane. Dobbiamo quindi correre al riparo ed utilizzare rimedi ovviamenti naturali appena ne vediamo la presenza.

Antiparassitari naturali: preveniamo la presenza di afidi
Per prevenire possiamo avere in terrazzo o in giardino alcune piante di basilico o prezzemolo il cui odore infastidisce molto i temibili afidi.

Inoltre se vediamo sulle foglie della nostra pianta malata delle simpatiche coccinelle, non le fate andar via, sono ottimi alleati con un appetito ragguardevole dato che mangiano 5.000 afidi al giorno.

Curiamo le piante infestate da afidi
Per curare possiamo preparare un infuso di aglio. Se non abbiamo aglio in casa, va bene anche una cipolla nello stesso quantitativo.

Sono entrambi antiparassitari naturali efficaci contro gli insetti in genere e parassiti fungini, dato che contengono naturalmente sostanze antibiotiche, anti germinanti e molto zolfo!

Dobbiamo frullare un bulbo d’aglio senza buccia fino a ridurlo in poltiglia (75 gr di bulbi tritati), dopodiché lasciare in infusione in 10 litri di acqua calda per almeno 5 ore. Girando di tanto in tanto.
Possiamo poi travasare in un flacone con spruzzino riciclato e vaporizzare sulle piante infestate.

Questo trattamento va ripetuto almeno ogni 3 giorni per 3 settimane, bagnando bene tutta la pianta (compresa la parte inferiore delle foglie), e il terreno, preferibilmente la mattina presto o verso sera.

È utile anche per rafforzare la resistenza delle piante.

Bruchi
Ingredienti

Acqua
Pepe
Spruzzino
Un rimedio molto semplice per prevenire la comparsa dei bruchi è quello di mettere nel vaso o nell’aiuola una piantina di menta oppure dei gerani bianchi.  Oppure per salvare le felci dai bruchi, potete provare a infilare nella zona che circonda le piante dei fiammiferi dalla parte della capocchia di zolfo, il cui odore allontana questi vermi.

Se il giardino o i vasi ne sono invece pieni, dobbiamo “condire” le nostre piante con una soluzione di acqua e pepe, che risulta essere un ottimo repellente. In genere le rose ne attirano molti dato che hanno morbidi e succosi boccioli.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Prendiamo circa 10 grani di pepe nero, li pestiamo grossolanamente (evitando di ridurli in polvere) e li mettiamo in un flacone con 500 ml di acqua a temperatura ambiente.

Lasciamo macerare per due ore. È necessario far trascorrere questo tempo affinché l’acqua si aromatizzi con il pepe. Trascorso il tempo previsto, agitiamo il composto e vaporizziamo sulle foglie infestate.

Cocciniglia
Ingredienti

150 g di sapone di Marsiglia
1 litro di acqua bollente
Pennello
Le cocciniglie sono insetti tondi ed appiattiti, con uno scudo sul dorso di colore marrone o bianco.
Preferiscono in genere le parti giovani delle piante, i germogli e le nervature delle foglie.
I danni sono causati dalle femmine che con i loro stiletti perforano i tessuti delle piante e restano attaccate alla pianta nutrendosi dei succhi vegetali, ricchi di zuccheri. Il risultato è che la pianta si indebolisce perché le foglie sono appiccicose per la loro secrezione, ingialliscono e cadono, mentre i rami diventano secchi.

Vengono spostati sulle piante dalle formiche, che si nutrono di melata, talvolta la presenza di formiche sulle nostre piante può essere un campanello di allarme, che ci svela la presenza di parassiti in zone a noi non visibili.

E anche in questo caso con le loro punture facilitano l’ingresso di altri microorganismi quali ad esempio virus.

Se l’infestazione è di lieve entità è possibile debellare questo parassita asportandolo manualmente, aiutandosi con un classico cotton fioc imbevuto di alcool, in modo da disinfettare i fori lasciati dagli insetti come se fossero delle vere e proprie ferite.

Antiparassitari naturali: sapone di Marsiglia
Se l’infestazione dovesse essere massiccia possiamo lavare la pianta! Ovvero creare un prodotto saponoso.

Dobbiamo sciogliere 150 g. di sapone Marsiglia in scaglie in 1 litro di acqua bollente.

Dobbiamo far bollire fino a verificare la totale dissoluzione. Una volta raffreddato il prodotto, possiamo anche aggiungere 100 cc di olio vegetale (quello più economico che si trova va bene di qualsiasi tipo) e mescolare per una perfetta emulsione che può essere conservata per lunghissimo tempo, soprattutto se tenuta in bottiglie di vetro e utilizzata poco alla volta.

Quando serve, se ne diluisce un bicchiere in 10 litri e si spennellano accuratamente le piante infestate, rimuovendo i parassiti e le loro uova (che noi non vediamo, ma ci sono) e ripulendo le foglie dalle sostanze zuccherine e appiccicose.

Volatili
Spaventapasseri
Per concludere, un rimedio antico ma sempre efficace per allontanare i volatili che spesso zampettano nei vasi facendo cadere la terra magari anche nel balcone del piano inferiore, è quello dello spaventapasseri.

Possiamo costruirne in casa uno utilizzando un bastoncino, dell’ovatta e della stoffa colorata!
I bambini si divertiranno molto! E magari potrete regalarne anche uno a qualche vostro vicino di casa!

https://www.autoproduciamo.it/antiparassitari-naturali/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Rimedi naturali contro le pulci dagli animali: quali sono i migliori?

Le pulci sono dei parassiti estremamente fastidiosi che frequentemente colpiscono i nostri amati quattro zampe. Soprattutto quando entrano in contatto con l’ambiente esterno e con altri loro simili di cui non conosciamo lo stato di salute e di cura.

Cosa sono le pulci e perché sono fastidiose?
Simili ai pidocchi, sono insetti senza ali che si nutrono del sangue di mammiferi ed uccelli. Agiscono dall’esterno, attaccandosi alla pelle dell’ospite.

Le specie che più comunemente affliggono i nostri amici pelosi sono la ctenocephalides felis (parassita del gatto), la ctenocephalides canis (parassita del cane), la nosopsyllus fasciatus e la xenopsylla cheopis (parassiti del ratto).

Depongono le uova sul pelo e nell’habitat in cui vive l’animale domestico (la nostra casa!) e costituiscono veicolo per altri parassiti, come i vermi intestinali. Se il nostro cane le ha prese, il segno più evidente è che si gratterà infastidito.


Qui https://www.tuttogreen.it/rimedi-naturali-contro-pulci/ trovi informazioni per prenderti cura del gatto in maniera naturale:

Come lavare un gatto
Rimedi naturali contro la tigna
Come curare il raffreddore del cane
Rimedi naturali contro le zecche degli animali
Alimentazione del cane, le basi
Cibo per cani: la guida agli ingredienti per imparare a sceglierli
Come pulire i denti al cane con sistemi naturali
Rimedi naturali: le erbe aromatiche e olio di Neem
Preparatevi allora ad utilizzare le erbe aromatiche quali rosmarino, timo, salvia e alloro non solo in cucina ma anche per la salute dei vostri pet.

Basterà diluire una miscela di queste erbe in acqua tiepida e fare il bagno al vostro cane o gatto per eliminare le temibili uova nascoste nel pelo degli animali, rendendo al contempo il mantello morbido e profumato.

Se vi recate in erboristeria potreste poi acquistare l’olio di Neem, che ha proprietà antisettiche e combatte le pulci grazie al suo odore particolarmente sgradevole.

All’interno di ogni confezione si trovano generalmente quattro fialette: utilizzatene una al mese sul pelo del vostro cane e non rimarrete delusi. Tra l’altro non dimenticate che questo prodotto non ha esclusivamente una funzione antiparassitaria, perché può esser proficuamente utilizzato anche per i trattamenti di bellezza o per combattere le rughe, sempre che riusciate a resistere al suo odore particolarmente forte!


Rimedi naturali: lievito di birra e aceto
In cucina trovate due rimedi efficaci: il lievito di birra e aceto di mele.

Potete usare una bottiglia di aceto di vino bianco da diluire con acqua e spruzzare in un panno morbido da passare delicatamente sul mantello dei vostri pet. Le pulci andranno velocemente KO! Anche aggiungendolo (1 cucchiaino) nell’acqua del cane, terrà lontano questi fastidiosi parassiti.

Il lievito di birra invece può essere inserito nella pappa dei vostri amici a quattrozampe.

Ad esempio, 1 cucchiaino di lievito di birra mescolato alla pappa quotidiana, farà sì che il sangue del nostro cane o gatto assuma un sapore e un odore sgradevole per cui la pulce non se ne nutrirà più. Inoltre il lievito di birra aumenta anche le difese immunitarie di Fido o di Fufi.

Anche cospargendo il lievito di birra direttamente sul pelo per poi frizionarlo, si determina lo stesso risultato.

 


Rimedi naturali: l’aglio
Per via orale, l’infestazione di pulci può invece essere allontanata mediante il ricorso ad un semplice spicchio d’aglio posto nella ciotola del vostro cane, che disinfetta anche l’intestino e svolge una funzione utile anche contro i vermi. Attenzione invece ai gatti: difficilmente lo ingeriranno essendo a loro particolarmente sgradevole, provate allora con dell’estratto o delle capsule a base di aglio in piccole dosi e forse avrete il risultato sperato.

Molto utile contro le pulci del cane è l’aglio, che si può aggiungere al cibo, l’effetto sgradevole dell’aglio impiega non meno di una settimana per fare effetto.


Mezzo spicchio d’aglio al giorno, da somministrare intero oppure tritato e mescolato nella pappa, va bene per un cane di peso fino a 15/20 kg circa: per pesi inferiori o superiori, deve essere proporzionalmente diminuita o aumentata la dose, senza mai in ogni caso superare uno spicchio intero. Attenzione, comunque, perché il consumo eccessivo di aglio può essere dannoso per il vostro cane.


Rimedi naturali contro le pulci dagli animali
Rimedi naturali: gli agrumi
Non ci crederete poi, ma anche gli agrumi possono essere dei validi alleati nella lotta a questi parassiti. Il succo ottenuto dalla spremitura di un limone o di un’arancia, distribuito con un panno sul pelo del vostro cane, allontanerà efficacemente questi sgradevoli parassiti che si nutrono del sangue dei nostri animali domestici.

Eccovi allora la ricetta per uno spray anti-pulci di semplice realizzazione per il vsotro gatto. Ecco gli ingredienti :


2 tazze di acqua
1 limone
1 spugna o 1 bottiglietta spray vuota
Preparazione. Tagliate il limone in tante fettine sottili, versate in un pentolino unitamente all’acqua e mettete sul fuoco, finché bolle. Lasciate bollire per 3 minuti. Una volta tolto il pentolino dal fuoco, mescolate bene il contenuto e fate riposare per tutta la notte.

Il giorno successivo trasferite il liquido dentro una bottiglietta spray riciclata e ben pulita e, delicatamente, applicate sul pelo del micio. In alternativa allo spray si può utilizzare una spugnetta, ma in questo caso è meglio evitare di bagnare completamente il pelo del gatto, è sufficiente inumidirlo.

Il trattamento va fatto ogni 15 giorni, oppure ogni volta in cui il problema si presenta.

Ulteriori approfondimenti e prodotti in tema :
https://www.tuttogreen.it/rimedi-naturali-contro-pulci/

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

10 rimedi naturali contro la caduta dei capelli

La perdita dei capelli negli uomini e nelle donne è del tutto naturale durante l’arco di una giornata: il capello si stacca dal bulbo per far posto a nuovi capelli e questo è un processo di rigenerazione più che normale. Ma se si nota che si sta iniziando a perdere molti capelli in modo costante quando ci pettiniamo, quando facciamo la doccia o quando passiamo la mano in mezzo alla chioma, potrebbe esserci un problema a monte da non trascurare, soprattutto se i nostri capelli sono opachi, spenti e se cominciamo a rilevare un diradamento. Il fenomeno della perdita dei capelli è molto complesso e può avere diverse cause e non tutte portano ad una soluzione. Per esempio, l’età e la predisposizione genetica possono portare alla caduta dei capelli, ma è molto difficile riuscire ad intervenire per bloccare questo processo naturale. Vi sono però molte altre cause, determinate dal nostro stile di vita e dalla nostra condizione fisica, su cui agire efficacemente, attraverso dei trattamenti naturali per la perdita dei capelli. Le cause della perdita di capelli Le cause prevalenti della caduta dei capelli sono: ✗ Utilizzo di prodotti chimici aggressivi: più si fa uso di prodotti con ingredienti chimici aggressivi e più si andrà incontro ad un diradamento dei capelli. É il caso delle tinte e delle sostanze decoloranti, oppure di certe lacche e alcuni prodotti fissativi che impoveriscono il capello, lo danneggiano e ne determinano la caduta. ✗ Patologie specifiche: in questo caso, è bene rivolgersi ad un medico esperto che possa darvi la cura più indicata per alcune malattie come l’alopecia, la psoriasi, la dermatite seborrocia ecc. Queste patologie, se trascurate, porteranno alla perdita di capelli e manifesterete sintomi molto fastidiosi come prurito, desquamazione della cute, diradamento dei capelli, arrossamenti e forfora. ✗ Perdita di peso eccessiva: se state affrontando una dieta e dovete perdere un certo numero di chili vi consigliamo di farvi supportare da un nutrizionista che sappia garantire i giusti nutrimenti al fisico. Molte diete fai da te impoveriscono l’organismo e provocano la caduta dei capelli. ✗ Squilibri ormonali: gli squilibri di tipo ormonale interessano soprattutto le donne, anche durante il periodo della gravidanza e allattamento dove si tendono a perdere molti capelli. Il fenomeno della caduta dei capelli si può riscontrare anche nel caso di squilibri all’apparato genitale femminile, oppure alla tiroide. Anche in questo caso, è raccomandato intervenire col supporto di un medico specialista esperto. ✗ Stress: lo stress purtroppo è una delle maggiori cause della caduta dei capelli sia negli uomini che nelle donne. Per questo è importante cercare di condurre una vita serena, praticando sport e tecniche di meditazione. ✗ Dieta squilibrata: mangiare male e in maniera squilibrata può portare alla perdita di capelli soprattutto se mancano le vitamine e i minerali necessari per nutrire e rigenerare la fibra del capello. Anche se non si deve perdere peso, sono molte le persone che mangiano non con l’idea di dare nutrimento all’organismo, ma solo per ridurre il senso di fame. In questo caso, è molto importante seguire un regime alimentare equilibrato. 10 rimedi naturali contro la perdita dei capelli Ecco quali sono i rimedi contro la caduta dei capelli:

 

1 Estratto di ortica L’ortica è un ingrediente fondamentale per prevenire la caduta dei capelli. L’estratto di ortica è un ottimo rimineralizzante e fortificante e può essere assunto per via orale, come estratto secco in capsule, oppure lo trovate come base di molti prodotti per capelli come shampoo, balsamo, lozioni e maschere. L’estratto di ortica potete acquistarlo in erboristeria facendovi consigliare il giusto dosaggio e la modalità di utilizzo.

2 Uso quotidiano di prodotti naturali Per cercare di prevenire la perdita di capelli abituatevi a usare solo prodotti naturali a partire dalla pulizia, fino ai trattamenti specifici come le lozioni. Cercate, se possibile, di non sottoporvi a decolorazioni o tinture aggressive che possano causare il diradamento dei capelli.

3 Maschera fortificante Potete realizzare comodamente questa maschera fortificante per capelli utilizzando questa ricetta fai da te a base di yogurt, alimento ricco di acidi grassi dall’azione idratante, olio essenziale di rosmarino dalle proprietà rimineralizzanti e olio di oliva dall’azione nutriente.

INGREDIENTI & MATERIALI PER 1 APPLICAZIONE Yogurt naturale intero › 30 gr Olio essenziale di rosmarino › 5 gocce Olio di oliva › 5 ml PROCEDIMENTO In una ciotola di vetro mettete tutti gli ingredienti della ricetta e mischiate a lungo con un cucchaio di legno fino ad ottenere una emulsione morbida. Applicate il composto sulla cute e su tutta la lunghezza del capello e lasciatela in posa per 25 minuti. Procedete col lavaggio usando uno shampoo delicato. Questa maschera fortificante potete ripeterla una volta ogni 10 giorni.

4 Henné L’hennè è una polvere naturale che ha la funzione di colorare, ma anche di rigenerare e fortificare i capelli. Vi consigliamo di usare l’hennè in polvere aggiungendolo a delle maschere per capelli già pronte (1 cucchiaino in 10 ml di prodotto); oppure potrete mischiare la polvere di hennè con acqua fino ad ottenere un impasto denso da applicare direttamente sulla cute e su capelli. In questo caso, lasciate in posa almeno un’ora per permettere all’henné di tingere i capelli.

5 Impacco all’aloe vera lenitivo Questo impacco a base di aloe ha la funzione di lenire la cute, soprattutto nel caso di dermatiti, forfora e irritazioni del cuoio capelluto. Vi basterà prendere del gel di aloe vera e distribuirlo uniformemente sulla cute. Potrete arricchire questo rimedio contro la caduta dei capelli aggiungendo qualche goccia di essenza di lavanda dall’azione antisettica e calmante. Lasciate in posa il gel di aloe vera per una ventina di minuti e risciacquate abbondantemente. Questo impacco potrete ripeterlo una volta alla settimana.

6 Mix di oli vegetali nutrienti Fare un mix di oli vegetali ristrutturanti e nutrienti vi permetterà di prevenire la caduta dei capelli e la vostra chioma sarà corposa e lucente. Ecco gli ingredienti per questa ricetta: INGREDIENTI & MATERIALI PER 1 APPLICAZIONE Olio di cocco › 10 ml Olio di amla › 10 ml Olio di mandorle dolci › 10 ml PROCEDIMENTO In un flacone di vetro scuro con contagocce unite i tre oli vegetali e utilizzate questo composto per degli impacchi da tenere sui capelli anche per qualche ora. Procedete poi col normale lavaggio con uno shampoo neutro. Potrete fare questo trattaemtno una volta alla settimana. Leggi anche: 6 oli vegetali per la salute dei capelli: guida all’uso

7 Burro di karité e olio di lino Questo è uno dei rimedi contro la caduta dei capelli perchè l’azione del burro di karité assieme all’olio di lino andrà a nutrire, idratare e rigenerare la fibra del capello. Vi basterà sciogliere a bagnomaria un po’ di burro di karitè (circa 15 g) e, una volta raffreddato, aggiungere 5 ml di olio di semi di lino. Usate questo composto sulla cute e sui capelli e lasciatelo agire per mezz’ora. Risciacquate poi con uno shampoo naturale. Questo trattamento potete farlo una volta alla settimana e vi permetterà anche di lenire la cute dalle irritazioni.

8 Maschera all’avocado Fare una maschera per capelli a base di avocado è molto semplice e vi sarà utile contro una chioma spenta, arida e diradata. Prendete il frutto di mezzo avocado e frullatelo; aggiungete yogurt intero quanto basta per ottenere un composto omegeno. Spalmate la maschera sulla cute e sui capelli e lasciatela in posa venti minuti. Subito dopo, lavate accuratamente i capelli. Questa maschera potrete ripeterla due volte al mese.

9 Integratori naturali Per rinforzare i capelli e prevenirne la caduta è consigliato assumere degli integratori naturali durante alcuni periodi dell’anno, in particolare in concomitanza con la primavera e l’autunno che sono le stagioni dove si possono presentare i maggiori problemi di caduta capelli. Gli integratori naturali che trovate in commercio sono a base di miglio, ortica, bardana, equiseto, olio di germe di grano, vitamine e sali minerali. Anche in questo caso affidatevi ai consigli di un erborista o farmacista esperto.

10 Aromaterapia contro lo stress Se è vero che una delle cause principali della perdita dei capelli è lo stress è importante concedersi dei momenti di rilassamento profondo, anche grazie all’uso degli oli essenziali più indicati per l’aromaterapia. In particolare, vi consigliamo di mettere qualche goccia di olio essenziale in un brucia essenze e beneficiare delle sue straordinarie proprietà. Le essenze contro lo stress più indicate sono: lavanda, fiori d’arancio, bergamotto, arancio dolce, vaniglia, cannella.

Fonte: https://www.viversano.net/salute/cure-naturali/10-rimedi-contro-caduta-dei-capelli/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli