Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


TOSSINE, PURIFICARE L'ARIA : Le piante che danno ossigeno alla nostra casa

-Eccesso di tossine nel corpo? Ecco i sintomi!

-purificare l’aria della vostra casa

-Le piante che danno ossigeno alla nostra casa

I nostri antenati, tantissimi anni fa, di certo non si dovevano preoccupare della presenza di elementi tossici nel corpo o nell’ambiente. A differenza loro, purtroppo, i nostri organismi sono invece esposti quotidianamente a sostanze pericolosepresenti nell’aria, nell’acqua, nei cibi, con conseguenze anche importanti per la nostra salute. Una cosa che i medici professionisti hanno iniziato a riconoscere da relativamente poco tempo, ma che assume connotati preoccupanti. Le tossine, infatti, sono diventate ormai una parte inevitabile della nostra vita quotidiana. Sono praticamente ovunque ed è molto difficile riuscire a condurre uno stile di vita che ci protegga totalmente dalla loro contaminazione.

Ecco perché potrebbe essere utile comprendere se e quanto il nostro corpo è intossicato da queste sostanze, in modo da intervenire repentinamente, anche con rimedi naturali. Vediamo allora alcuni dei più comuni segni che indicano una presenza eccessiva di tossine nel corpo.

 

Nell’elenco proposto, noterete che i sintomi possono essere molto generici. Prima di dire quindi che il vostro corpo è effettivamente intossicato, è sempre meglio il confronto con uno specialista.

 

Ecco quali sono i disturbi più comuni a cui si può andare incontro:

disturbi del sonno

alito cattivo

stanchezza persistente

peggioramento dei problemi infiammatori come artrite e asma

problemi digestivi

ulcere o emorroidi

aumento di acne, psoriasi, eczema e altre malattie della pelle

confusione mentale

dolori muscolari e articolari

peggioramento dei sintomi premestruali

 

Chi ha un corpo intossicato può andare facilmente incontro a problemi di stipsi. L’intestino, infatti, è uno degli organi coinvolti nel processo naturale di eliminazione dei rifiuti. Un accumulo eccessivo di tossine può portare a un cattivo funzionamento di questo processo e all’assorbimento delle materie di scarto da parte del flusso sanguigno.

L’alitosi può essere dovuta invece al cattivo funzionamento di colon e fegato che non riescono più a purificare il corpo.

Le malattie e i disturbi che possono derivare dalla tossicità cronica del nostro corpo sono veramente tante: si parte dalle semplici eruzioni cutanee, a continui mal di testa, fino ad arrivare a disturbi dell’umore e al peggioramento di malattie autoimmuni.

L’arma più potente che abbiamo per contrastarle è conoscere e riconoscere i segnali inviati dal nostro corpo e le possibili fonti di contaminazione.

La principale fonte di tossine, ad esempio, è il cibo, attraverso l’accumulo di metalli pesanti, di pesticidi, ma anche di tutte le sostanze chimiche che i processi industriali ci mettono dentro.

Ancora, come abbiamo visto, un’altra fonte possono essere i prodotti per la cura personale, come shampoo, ma anche cosmetici, dentifrici ecc…

 

Infine, la terza maggiore fonte di contaminazione è proprio l’ambiente, fuori casa e dentro casa. Al link trovate ad esempio alcune soluzioni naturali per purificare l’aria di casa (leggi in basso)

 

Esistono diversi metodi naturali, utili anche a disintossicare il nostro corpo dall’eccessiva presenza di sostanze nocive. La prima soluzione più ovvia è ridurre l’esposizione agli agenti inquinanti. Importante è anche la corretta idratazione del corpo, che aiuta l’espulsione delle tossine.

Poi, esistono tutta una serie di rimedi naturali per disintossicare il corpo dai metalli pesanti, pulire il sangue, o depurare il fegato.

Cercate di scegliere sempre alimenti biologici, evitando cibi trasformati. Introducete nella vostra dieta la giusta quantità di fibre e fate il corretto esercizio fisico, in modo da sostenere il corpo nella sua normale funzione di depurazione.

Infine, potete assumere integratori come ad esempio L’ALGA BRUNA che a differenza di altre alghe e’ stata depurata dai metalli pesanti in esse contenutte) La CLOROFILLA per ridurre la tossicità del vostro organismo.

Ridurre la tossicità del nostro corpo aiuta a vivere meglio, nel presente, ma anche nel futuro.

 

purificare l’aria della vostra casa

Sappiamo già quanto l’inquinamento atmosferico possa influenzare e compromettere la nostra salute. Ciò a cui spesso non pensiamo, però, è che anche l’aria dentro la nostra casa può essere, a modo suo, inquinata.

La cosa dovrebbe portarci a riflettere, soprattutto considerando quanto tempo, in genere, spendiamo all’interno di edifici chiusi, che siano le nostre case o gli uffici.

L’americana EPA (Environmental Protection Agency), ad esempio, classifica l’inquinamento dell’aria tra i cinque principali rischi ambientali per la salute pubblica.

Ecco quindi di seguito 6 modi per purificare l’aria delle vostre case, con semplicità.

I primi 3 consigli sono utili come prevenzione, gli ultimi 3 come soluzione. Vediamo insieme quali sono.

1. Evitate l’utilizzo di qualsiasi materiale tossico

La prima cosa da fare è cercare di eliminare o limitare al massimo l’utilizzo di qualsiasi materiale tossico: dalla composizione dei pavimenti, alla scelta delle tende, fino ad arrivare alla pittura che utilizzate per imbiancare casa. Preferite pavimenti in bambù, piastrelle invece di moquette, tappeti di cotone, tessuti e materassi non trattati e fatti con materiali naturali. Per i vostri muri, preferite delle vernici ad acqua e, se siete amanti del fai da te, potete trovare degli spunti per creare delle pitture naturali e sicure da nel nostro articolo http://ambientebio.it/imbiancare-casa-senza-inquinare-ecco-2-ricette-per-vernici-naturali-fai-da-te/.

2. Aerate spesso i locali

Questo suggerimento è importante sia per ciò che concerne la purezza dell’aria che respirate, che per ciò che riguarda acari e muffa. Aprite spesso le finestre, facendo attenzione se inverno a non farlo per più di 5 minuti, in modo tale da non sprecare energia per il riscaldamento. Fate in modo che entri più luce possibile e non abusate in casa di ciò che consuma ossigeno, come impianti a gas e di riscaldamento.

 

3. Riparate eventuali perdite e fate attenzione alla muffa

L’umidità è uno dei nostri nemici, lo sappiamo. Fate in modo quindi che nella vostra casa il livello di umidità sia compreso tra il 30, massimo 60%. Controllate eventuali perdite nel tetto e nella cantina, attenzione alla manutenzione degli impianti e, soprattutto, eliminate ogni traccia di muffa. Infine, tenete gli asciugamano in bagno a una distanza di 3-4 cm dalle pareti e aerate spesso i locali. Potete anche pensare a crearvi un deumidificatore fai da te.

4. Scegliete detergenti naturali

Cercate sempre di pulire casa nel modo più naturale. Avete molte possibilità, potete creare un detergente o un disinfettante per la casa fai da te, utilizzando solo prodotti naturali, o affidarvi ad aziende che fanno dell’amore per la natura il loto principio fondante. Ricordate: aceto e bicarbonato sono un must per pulire senza inquinare. (olio essenziale di ravensera aromatica del madagascar e lavanda del monte bianco)

Prevenite la formazione di parassiti, coprendo i bidoni della spazzatura e conservando bene i vostri alimenti. Non utilizzate nemmeno deodoranti artificiali per l’ambiente, preferite invece metodi naturali.

5. Acquistate piante che purificano l’aria

Uno dei metodi migliori per purificare l’aria della vostra abitazione, ma anche del vostro ufficio, è acquistare piante che aiutino a ossigenare l’ambiente e assorbire le tossine. Ce ne sono davvero molte; se siete indecisi,

6. Utilizzate un filtro per l’aria

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Potete pulire l’aria nella vostra casa utilizzando dei filtri per l’aria, dei purificatori, dispositivi iperfiltranti che depurano e riossigenano l’aria stagnante, restituendola sana e purificata. In commercio ne trovate di diverse tipologie e prezzi.

Ogni passo che fate contribuirà a rendere l’aria della vostra casa più sana e a ridurre il rischio di emicranie, allergie, irritazioni cutanee e altri tipi di malessere.

Fonte

 

Le piante che danno ossigeno alla nostra casa

Ad ogni stanza la sua pianta o una composizione di esse, per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo in casa. Se pensiamo l’aria che respiriamo tra le mura domestiche può arrivare ad essere tre volte più nociva di quella che inaliamo per strada. Questo è quanto emerge da uno studio dell’Università di Sheffield (Gran Bretagna). Complice l’uso di forni, cucina a gas, deodoranti e detersivi, i livelli di monossido di carbonio e altri gas dannosi per la salute registrati in un appartamento del centro città possono essere tre volte superiore ai limiti concessi dai governi per l’ambiente esterno.

All’interno dei nostri ambienti le principali forme d’inquinamento sono:

FORMALDEIDE (o aldeide fòrmica): è la più semplice delle aldeidi. Dato il largo impiego di resine derivate dalla formaldeide nelle produzioni di manufatti, rivestimenti e schiume isolanti, poiché queste tendono a rilasciare nel tempo molecole di formaldeide nell’ambiente, questa sostanza è uno dei più diffusi inquinanti di interni, la possiamo trovare in adesivi, sostanze sigillanti, rivestimenti per soffitto, tendaggi, carte igieniche, tovaglioli di carta e rotoloni, pannelli per pavimenti, cucine a gas, borse per la spesa, vernici, tessuti e vestiti stampati, compensato, lacche. Sostanza altamente cancerogena.

BENZENE: idrocarburo aromatico è un costituente naturale del petrolio, ma viene sintetizzato a partire da altri composti chimici presenti nel petrolio stesso. Lo possiamo trovare in adesivi, sigillanti, rivestimenti per soffitto, stampanti, vernici, pannelli per pavimenti, fotocopiatrici, lacche, fumo di sigaretta, tappezzeria.

XYLENE: è un derivato del benzene, si trova naturalmente nel petrolio e nel catrame, è una sostanza che danneggia il cervello; l’esposizione ad alti livelli per corti periodi (14 giorni o meno) o lunghi periodi (più di un anno) causa mal di testa, mancanza di coordinazione nei muscoli, vertigini, confusioni e cambiamenti di umore.

TOLUENE: Il Toluene è un idrocarburo aromatico; è usato come solvente in sostituzione del benzene; è classificato come sostanza nociva e facilmente infiammabile; è tuttavia meno tossico del benzene. Questa sostanza, come lo Xylene le possiamo trovare in: adesivi, bioemissioni, sigillanti, rivestimenti per soffitto, monitor del PC, stampante, pannelli per pavimenti, vernici, fotocopiatrici, lacche, tappezzeria.

TRICOLOETILENE: noto anche col nome commerciale di trielina, è un sospetto cancerogeno ed inalato, il tricloroetilene deprime il sistema nervoso centrale e produce sintomi simili a quelli dell’ubriacatura da alcol: mal di testa, confusione, difficoltà nella coordinazione motoria. Si trova in stampanti e fotocopiatrici.

AMMONIACA: è un composto dell’azoto, si presenta come un gas incolore, tossico, dall’odore pungente caratteristico, irritante per le vie respiratorie e provoca sintomatiche gravi; è presente in copiatrici, bioemissioni, prodotti per la pulizia della casa, fotocopiatrici.

ALCOLI: (ad es. metanolo, etanolo, propanolo) sono composti organici presenti in: adesivi, bioemissioni, moquette, sigillanti, rivestimenti per soffitto, cosmetici, rivestimenti per pavimenti, vernici, lacche, tappezzeria.

ACETONE: è un liquido incolore e infiammabile con un odore caratteristico, è miscibile con acqua, etanolo ed etere e trova principalmente impiego come solvente. Si ritrova anche in: bioemissioni, cosmetici, moduli prestampati, acetone per unghie.

Noi vi elenchiamo alcune piante utili a tale scopo, da inserire nelle varie stanze della casa che vi aiuteranno a depurare l’aria:

Camera da Letto

In camera da letto possiamo inserire delle piante a patto che siano piante che emanano ossigeno durante la notte. La scelta tutto sommato è anche abbastanza ampia.

La sanseveria, Orchidea Phalenopsis, Begonia, l’Aloe Vera. tutte queste piante emanano ossigeno di notte.

 

 

Sanseveria : combatte l’elettrosmog, emette ossigeno di notte, la sua capacità di rimozione: formaldeide 2 µg/h xilene toluene 0 µg/h ammoniaca 0 µg/h, assorbe vapore acqueo e necessita luce indiretta.

Orchidea Phalenopsis : emette ossigeno di notte, capacità di rimozione: formaldeide 3 µg/h, xilene toluene 0 µg/h, ammoniaca 0 µg/h e necessita poca luce.

Begonia : emette ossigeno di notte, capacità di rimozione: formaldeide 5 µg/h, xilene toluene 0 µg/h, ammoniaca 0 µg/h, assorbe vapore acqueo e necessita luce piena.

Aloe Vera : emette ossigeno di notte, capacità di rimozione: formaldeide 2 µg/h, xilene toluene 0 µg/h, ammoniaca 0 µg/h, assorbe vapore acqueo e necessita luce piena.

Cucina

 

 

Dracaena Fragrans :emette ossigeno di giorno, capacità di rimozione: formaldeide 10 µg/h, xilene toluene 8 µg/h, ammoniaca 3 µg/h, necessita poca luce

Liriope Spicata: emette ossigeno di giorno, capacità di rimozione: formaldeide 8 µg/h, xilene toluene 0 µg/h, ammoniaca 11 µg/h, necessita luce indiretta.

Dendrobium: emette ossigeno di notte, capacità di rimozione: formaldeide 3 µg/h, xilene toluene 10 µg/h, ammoniaca 8 µg/h, necessita luce indiretta.

Bagno

Nel bagno magari capita che si formi eccessivo vapore acqueo, che poi a lungo andare può causare anche muffe, queste piante qui oltre alle ottime proprietà di purificare l’aria assorbono anche vapore acqueo:

 

 

 

Aloe Barbadensis: emette ossigeno di notte, capacità di rimozione: formaldeide 2 µg/h, xilene toluene 0 µg/h, ammoniaca 0 µg/h, assorbe vapore acqueo, necessita luce piena.

Tillandsia Cyanea: combatte l’elettrosmog, emette ossigeno di notte, capacità di rimozione: formaldeide 0 µg/h, xilene toluene 1 µg/h, ammoniaca 1 µg/h, assorbe vapore acqueo.

Soggiorno

Areca Palmata: emette ossigeno di giorno, capacità di rimozione: formaldeide 10 µg/h, xilene toluene 19 µg/h, ammoniaca 0 µg/h, necessita luce indiretta.

Ficus Benjamino: emette ossigeno di giorno, capacità di rimozione: formaldeide 10 µg/h, xilene toluene 8 µg/h, ammoniaca 4 µg/h, necessita luce piena

Spatifillo: combatte l’elettrosmog, emette ossigeno di giorno, capacità di rimozione: formaldeide 10 µg/h, xilene toluene 8 µg/h, ammoniaca 4 µg/h, necessita luce indiretta

E in ufficio che pianta ci possiamo portare??

 

 

Rhapis Excelsa: emette ossigeno di giorno,capacità di rimozione: formaldeide 9 µg/h, xilene toluene 0 µg/h, ammoniaca 19 µg/h, necessita luce indiretta

Orchidea Dendrobium:emette ossigeno di notte, capacità di rimozione: formaldeide 3 µg/h, xilene toluene 10 µg/h, ammoniaca 8 µg/h, necessita luce indiretta

Vediamo di utilizzare queste importanti fonti di pulizia dell’aria che la natura ci offre…

 

Agnese Tondelli

 

http://ambientebio.it/6-passi-per-purificare-laria-della-vostra-casa/

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli