Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Se cado mi rialzo, se cadi tu ti offro la mia mano

Nel nostro percorso a volte ci sono dei tratti accidentati, momenti difficili

ed alcuni disagi che non ci permettono un cammino fluido. Questi momenti ci 

servono per confrontarci con noi stessi, per apprendere e per mettere in pratica

quanto sia necessario per forgiare in noi sensibilità ed elasticità di fronta

ai cambiamenti della vita. 

E' poi importante ascoltare il nostro cuore, non mettere in atto antagonismo

o quella spinta egotica che ci faccia sentire gli altri come un pericolo.

Più si soffre, ci si sente fragili e maggiore è l'apertura del cuore che ci

insegna a prestare ascolto a chi, come noi, si trova in situazioni difficli.

Ma se cado mi rialzo

Se cadi tu ti offro la mia mano

 

Tu come reagisci di fronte agli ostacoli?

La paura riesce a prevalere?

Ti sei stupito/a delle tue inaspettate capacità nel fornire aiuto ad altri?

 

Solitamente sai mettere in pratica le esperienze e sai dare la tua mano ad altri

o hai difficoltà?

 

Un sorriso

Daniela

 

***

 

...Un sant'uomo ebbe un giorno da conversare con Dio e gli chiese :
Signore, mi piacerebbe sapere come sono il Paradiso e
l'Inferno.
Dio condusse il sant'uomo verso due porte.
Ne apri' una e gli permise di guardare all'interno.
C'era una grandissima tavola rotonda.
Al centro della tavola si trovava un grandissimo recipiente contenente cibo
dal profumo delizioso.
Il sant' uomo senti' l'acquolina in bocca.
Le persone sedute attorno al tavolo erano magre, dall'aspetto livido e
malato.
Avevano tutti l'aria affamata.
Avevano dei cucchiai dai manici lunghissimi, attaccati alle loro braccia.
Tutti potevano raggiungere il piatto di cibo e raccoglierne un po', ma
poiche' il manico del cucchiaio era piu' lungo del loro braccio
non potevano accostare il cibo alla bocca.
Il sant'uomo tremo' alla vista della loro miseria e delle loro
sofferenze.
Dio disse: "Hai appena visto l'Inferno".

 
Dio e l'uomo si diressero verso la seconda porta.
Dio l'apri'.
La scena che l'uomo vide era identica alla precedente.
C'era la grande tavola rotonda, il recipiente che gli fece venire
l'acquolina.
Le persone intorno alla tavola avevano anch'esse i cucchiai dai lunghi
manici.
Questa volta, pero'erano ben nutrite, felici e conversavano tra di
loro sorridendo.
Il sant'uomo disse a Dio :
Non capisco!
- E' semplice, - rispose Dio, - essi hanno imparato che il manico del
cucchiaio troppo lungo, non consente di nutrire se' stessi....ma permette di
nutrire il proprio vicino. Percio' hanno imparato a nutrirsi gli uni con gli
altri !
Quelli dell'altra tavola, invece, non pensano che a loro stessi...
Inferno e Paradiso sono uguali nella struttura...La differenza la portiamo
dentro di noi!!!
Mi permetto di aggiungere...
"Sulla terra c'e' abbastanza per soddisfare i bisogni di tutti ma non
per soddisfare l'ingordigia di pochi.
I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false
fintanto che non vengono trasformati in azioni.
Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo".

(Mahatma Gandhi)

 
 

SAGGEZZA DEI NATIVI AMERICANI                      

Un uomo Sacro ama il silenzio, ci si avvolge come in una coperta: un silenzio che parla, con una voce forte come il tuono, che gli insegna tante cose. Uno sciamano desidera essere in un luogo dove si senta solo il ronzio degli insetti. Se ne sta seduto, con il viso rivolto a ovest, e chiede aiuto. Parla con le piante, ed esse rispondono. Ascolta con attenzione le voci degli animali. Diventa uno di loro. Da ogni creatura affluisce qualcosa dentro di lui. Anche lui emana qualcosa: come e che cosa io non lo so, ma è così. Io l’ho vissuto. Uno sciamano deve appartenere alla terra: deve leggere la natura come un uomo bianco sa leggere un libro.
Cervo Zoppo Sioux

Servire gli altri, essere di qualche utilità alla famiglia, alla comunità, alla nazione o al mondo, è uno degli scopi principali per i quali gli esseri umani sono stati creati. Non ti riempire di affari personali dimenticando i tuoi compiti più importanti. La vera felicità è solo per chi dedica la propria vita al servizio degli altri.
Codice Etico dei Nativi Americani

Ci sono quattro strade che possono portarti dove vuoi andare.
La prima ti conduce dove ti manda il tuo primo pensiero.
Non è la strada giusta. Rifletti un poco.
Affronti allora la seconda.
Rifletti nuovamente ma non scegli ancora.
Finalmente, alla quarta riflessione tu sarai sulla strada giusta.
Così non rischierai più nulla.
Qualche volta, lascia passare una giornata prima di risolvere il tuo problema.

Gli anziani meritano il massimo rispetto, perché ci hanno tramandato le tradizioni, la cultura e la Lingua. Essi ancora oggi, con la loro saggezza, ci aiutano a rendere migliore la nostra vita.
Sinta Glesha

Lungo il cammino delle vostra vita fate in modo di non privare gli altri della felicità. Evitate di dare dispiaceri ai vostri simili ma, al contrario, vedete di procurare loro gioia ogni volta che potete!

Sioux

Quando al mattino ti svegli, ringrazia il tuo Dio per la luce dell’aurora, per la vita che ti ha dato e per la forza che ritrovi nel tuo corpo. Ringrazia il tuo Dio anche per il cibo che ti dà e per la gioia della vita. Se non trovi un motivo per elevare una preghiera di ringraziamento, allora vuol dire che sei in errore.

Tecumseh Shawnee

 

Non perseguitare mai un tuo simile, a causa
della sua religione. Rispetta invece ciò in cui gli
altri credono, se vuoi che loro, in cambio, rispettino te.

Tecumseh

Pace non è solo il contrario di guerra, non è solo lo spazio temporale tra due guerre….
Pace è di più. E’ la legge della vita. E’ quando noi agiamo in modo giusto e quando
tra ogni singolo essere regna la giustizia.

Detto irochese

Solo quando l’ultimo fiume sarà prosciugato,
solo quando l’ultimo albero sarà tagliato,
solo quando l’ultimo animale sarà ucciso,
solo allora capirai (uomo bianco) che il denaro non si mangia.

indiani Creek

Questo noi sappiamo: la terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla terra. Tutte le cose sono collegate, come il sangue che unisce una famiglia. Non è stato l’uomo a tessere la tela della vita, egli ne è soltanto un filo. Qualunque cosa egli faccia alla tela, lo fa a se stesso.
capo Seattle

***

 

Sul sentiero del cuore

 

A tentare di cambiare se stessi perchè il giudizio degli altri diventa un

disagio,si rischia di procurarsi un disagio peggiore, infatti,ad andare contro la

propria natura sensibile,coprirla di razionale ” buonsenso”,si invade quello

che vorrebbe emergere,bloccandolo.

 

Se un seme sta per scostare lo strato di terriccio che lo ricopre, per

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

trovare la luce che lo faccia sviluppare bene,aggiungere una barriera con altra terra

ne fa sprecare le energie e poi cresce male.

 

Quindi si deve essere contenti,semplicemente,del fatto che malgrado gli

altri non comprendano,si possa essere se stessi.

 

Quale migliore soddisfazione e sensazione di armonia nell’essere capaci di

portare fuori il meglio di sè?

 

Mostrare ad esempio aggressività , quasi a dover difendere un territorio,

non è detto che sia manifestazione di coraggio ma spesso nascondono le paure.

 

Chi dunque è sereno, allegro,capace di entusiasmo e soprattutto di dono di sé

agli altri, malgrado sia consapevole di non cercare nulla in cambio,

credo si possa ritenere maggiormente generoso e sereno rispetto a chi,

per paura ed egoismo, tiene stretto il poco che è, nel timore

di perdere approvazione ed attenzione esterna.

 

Dunque si matura attraverso un cammino che non blocchi il livello di

crescita interiore ma, malgrado i previsti ostacoli non fa reagire

chiudendosi in se stessi.

 Chi consiglia o giudica,

chi interferisce sulle scelte degli altri o sul loro modo di essere

che è espressione di sensibilità ed esperienze di vita,

relativamente alla necessità di chiudersi, ritenendo sciocco

il continuare a dare, direi che si ci arrende e si fugge

e non si ascolta il coraggio del cuore.

 

Si,è la mente che confonde e desidera lanciare messaggi ” terroristici” che

facciano vedere come,malgrado si sia dato qualcosa non si è ottenuto nulla in cambio,

ma chi si ferma ad attendere qualcosa non segue la via della generosità libera

e spontanea,questa ma aspettativa: Essere schiavi delle aspettative è chiudersi in una prigione,

dimenticando dove sono le chiavi,

essere capaci di non avere alcuna aspettativa è essere liberi

nel seguire il coraggio,lasciando alle spalle le paure ed essere capaci

di scegliere di camminare – qui ed ora – sul sentiero del cuore.

 

POETYCA

 
 

Gli amici di Oscar Wilde

 

Scelgo i miei amici non per la pelle o altro archetipo qualsiasi, ma per lo sguardo.
Voglio avere un eccellente interlocutore e un tono inquietante.
A me non interessano i buoni di spirito ne’ i malvestiti.


Sto con quelli che fanno di me un matto e un santo.
Da loro non voglio risposta, voglio il mio contrario.


Che mi portino dubbi e angustia e tollerino quello che c’è di peggio in me.   Per questo, sono solo pazzo.

Amo i santi, Perchè non dubitano delle differenze e chiedono perdono per le ingiustizie.


Scelgo i miei amici per l’anima pura e per la faccia aperta.


Non amo solo le spalle e il seno, amo anche la loro allegria.

I miei amici sono tutti così: Metà sciocchezze metà serietà.
Non amo risate prevedibili, ne’ pianti pietosi.

Amo gli amici seri, quelli che fanno della realtà la loro fonte di apprendimento, ma lottano affinchè la fantasia non scompaia.


Non amo amici adulti ne’ fastidiosi.       Li amo metà bambini e l’altra metà vecchi!


Bambini, perchè non dimenticano il valore del vento sul viso; e vecchi, perchè non hanno fretta.

Ho amici per comprendere chi sono.

Quindi li vedo Pazzi e santi, scherzosi e seri, bambini e vecchi, non dimenticherò mai che la "normalità" è una illusione imbecille e sterile.

        (Oscar Wilde)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli