Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Categoria: "Notizie scottanti"

ANIMA GEMELLA O ANIMA COMPLEMENTARE?

Il compito massimo nell’esperienza dell’amore condiviso non è certo quello di trovare un altro “te” che faccia l’uno più uno che fa due, ma di trovare un altro te che faccia l’uno più uno che fa Uno. Due per Uno! Tra i molti desideri-bisogni che un essere umano può avere c’è la ricerca del compagno. Ricerca, questa, tutt’altro che illecita, solo che l’idea della cosìddetta "altra parte di noi", l’altra metà della mela, risulta essere un po’… confusa!

Siamo tutti sempre molto pronti nell’elencare le cose che non ci vanno del nostro compagno o della nostra compagna, ma siamo alquanto spiazzati quando ci viene chiesto come dovrebbe essere il nostro uomo o donna ideale. Si ricorre così, miseramente, ai soliti giri di parole, per descrivere un modello di uomo o di donna che non esisterebbe nemmeno su di un catalogo! È un imprinting! Accorgiamoci!

Ad esprimere le visioni più falsamente romantiche, e terribilmente manipolate, troviamo parole del tipo: “Prima che arrivassi tu mi sentivo incompleta!” Oppure: “Sei la vita mia!”
“Senza di te la mia esistenza perderebbe di significato!” E... così via, parole molto, davvero molto lontane da quelle dell’amore!

Ma non ci si accorge! Perché? Perché questo è l’imprinting, il programma chiamato Amore, ma che dell’autentico Amore non è nemmeno lontano parente!

Uomini o donne che siate, in entrambi i casi ognuno ha le sue particolari esigenze, dettate da anni ed anni di abitudini e tradizioni che hanno sfornato centinaia di disadattati. Il problema è sempre lo stesso: la domanda sbagliata! Non siamo in grado di formulare bene il desiderio, e attraiamo a noi l’uomo o la donna che ci hanno insegnato a volere, non chi realmente ci farebbe crescere e ci renderebbe felici... soprattutto felici!

Quando si parla d’amore, la felicità non è compresa, o è lontanissima dalle prime posizioni nelle richieste di chi aspira a vivere questa esperienza. Sembra che non capiamo che cosa significhi essere felici sul serio! Sembrano essere solo parole, che non comportino una comprensione più profonda. Una ricerca invece che, come nel complemento di specificazione, risponde alla domanda “Di chi? Di che cosa?”. Che cos’è amare e che cos’è essere amati sembra essere il cono d’ombra dell’oscura parte di noi, che non sa cosa volere. Non siamo in grado di capire chi e che cosa farebbe la nostra felicità, perché non siamo in grado di vedere qual è la nostra felicità. Questo è un dato di fatto!

Anche nella ricerca dell’amore, noi, come cavalieri erranti, ci muoviamo in foreste di nebbia fittissima, senza riuscire a distinguere la destra dalla sinistra! Questo è dovuto ad un imprinting vecchissimo, giurassico, oserei dire! Non cerchiamo l’amore, cerchiamo l’idea che ci hanno insegnato dell’amore! Che di per sé non esiste!

Partiamo dalle origini: le persone cercano l’altra metà. L’altra metà: questa espressione, peraltro diffusissima nell’immaginario collettivo come nel linguaggio di tutti i giorni, riflette la convinzione che abbiamo di non essere completi, che ci manchi un pezzettino,
che siamo rotti, difettosi, che così, da soli, non possiamo funzionare.

È così, da questa idea corrotta, che nascono e si alimentano le forme-pensiero dell’abbandono e del "non valgo abbastanza". Noi siamo già interi, se cominciamo a capire questo, non ci aspettiamo di incontrare un altro “noi”, il nostro gemello robotizzato, che si muova come una nostra estensione. Questo sarebbe un rapporto
auto-referenziale, non d’amore!

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Di fatto, la prima cosa che facciamo in un rapporto di coppia, quando abbiamo la fortuna di sperimentarne uno, è creare il nostro compagno, modellandolo sulle nostre esigenze. Ma non è un rapporto di coppia questo! È schiavitù! Nel migliore dei casi, capita che ognuno si muova come fosse single pur ritenendo di essere accoppiato! Cliché che ci hanno insegnato a volere, che ci hanno insegnato ad essere! Ed ecco che l’uomo per essere tale deve possedere queste particolari caratteristiche… e una donna queste altre virtù… Ego distorto!

Il nostro compagno è un compagno di vita, non la nostra vita! Ed è proprio perché si dice nostra, cioè di noi, che dovrebbe come minimo esserlo! Finiamo spesso per impadronirci della vita dell’altro, fin quando ce lo permette, cioè fino al momento in cui arriverà a spaccarci il cuore pretendendo di riprendersela! E viceversa! Nessuno dovrebbe vivere per un’altra persona! Nessuno dovrebbe vivere di un’altra persona. Ognuno dovrebbe imparare a vivere di sé!

Che tragedia vedere sgranellarsi i nostri giorni e i nostri anni con la terribile aspettativa che ci fa vivere in felicità (o presunta tale), in funzione del fatto che una persona sia al nostro fianco o meno! Significa crearsi, giorno dopo giorno, con le nostre proprie mani, l’inferno, poiché quando ci si affida a qualcuno in un rapporto di
grande o addirittura piena dipendenza di fatto noi permettiamo che i successi e gli insuccessi di questa persona determinino lo stato di salute del nostro sistema nervoso, e qualche volta in modo irrimediabile! Punto d’appoggio illusorio, ci arrecherà grandi sofferenze il giorno in cui ci verrà a mancare.

Infatti prima o poi il nostro compagno, o la nostra compagna, si comporterà in modo tale da farci sentire messi da parte o allontanati, ed in quel momento il mondo ci crollerà addosso.
Ego distorto!

Allora, ricapitolando, niente altra metà della stessa mela, noi stiamo bene come stiamo, interi! Siamo esseri divini e perfetti esattamente così, non ci manca nulla! Si dice che noi esseri umani siamo stati fatti ad immagine e somiglianza di Dio. Vi pare dunque plausibile che Dio, che è perfetto, possa aver creato qualcosa che non lo sia? Non è logico!

Nell’amore si cercherà quindi non più qualcuno che ci completi, ma qualcuno che ci faccia vedere come tutto soggiorni già in noi. Il nostro compagno dovrebbe essere come un sole che ci illumina, permettendoci di vedere la nostra divina perfezione e come siamo completi da sempre!

L’amore della nostra vita dovrebbe farci semplicemente luce, luce, mentre condivide la vita con noi. Condividere la vita significa che, mentre ognuno vive e scopre la propria grandezza, illumina di entusiasmo l’altro, nell’osservazione della sua. La coppia divina, l’uno più uno che fa Uno. Questo ci renderà enormi! La luce d’amore del nostro compagno, della nostra compagna, illuminerà i nostri talenti assopiti e diverremo famosi per noi, senza rubarci la vita, senza elemosinare attenzioni, ma riscoprendoci e
illuminandoci di immenso nel nostro Essere Divini e Unici!

L’Amore è una cosa seria! O forse no?!

Monia Zanon
fonte : http://www.nonsoloanima.tv

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Cosa fare durante un terremoto

Cosa fare durante un terremoto

Sono informazioni nuove, che dicono l'opposto di quello che ci hanno insegnato per anni. Ricordo di aver sentito dire che durante un terremoto bisogna "accovacciarsi e coprirsi" o mettersi sotto il vano di una porta.

Per favore, leggete questo testo e diffondetelo: un giorno potrebbe salvare la vostra vita e quella dei vostri cari!

TRATTO DALL'ARTICOLO DI DOUG COPP SUL "TRIANGOLO DELLA VITA"

Mi chiamo Doug Copp. Sono Capo dei Soccorsi e Gestore di Calamità dell'American Rescue Team International (ARTI), la squadra di soccorsi più esperta del mondo. Le informazioni contenute in questo articolo salveranno delle vite in caso di terremoto.

Sono penetrato all'interno di 875 edifici crollati, ho lavorato con le squadre di soccorso di 60 paesi, ho fondato squadre di soccorso in diversi paesi e sono membro di molte squadre di soccorso di tanti paesi.

Per due anni sono stato un esperto nella Mitigazione delle Calamità per le Nazioni Unite. Dal 1985 ho lavorato nell'ambito di ogni grande catastrofe mondiale, a meno che non avvenissero simultaneamente.

Il primo edificio crollato nel quale sono penetrato era una scuola di Città del Messico durante il terremoto del 1985. Tutti i bambini si trovavano sotto il proprio banco. Tutti i bambini sono stati completamente schiacciati. Sarebbero sopravvissuti se si fossero distesi accanto ai propri banchi lungo i corridoi fra le diverse file di banchi. È stata una cosa oscena, non necessaria e mi sono chiesto perché i bambini non fossero nei corridoi fra i banchi. All'epoca non sapevo che ai bambini era stato detto di nascondersi sotto qualcosa.

È semplice: quando gli edifici crollano, il peso dei soffitti che crollano sugli oggetto o i mobili li schiaccia, lasciando uno spazio vuoto accanto ad essi. Questo spazio è quello che chiamo il "triangolo della vita". Più grande è l'oggetto, più è robusto, meno si schiaccerà. Meno l'oggetto si schiaccia, più grande sarà il vuoto, maggiore la probabilità che la persona che usa questo vuoto per salvarsi resti illesa. La prossima volta che vedrete edifici crollati alla televisione, contate i "triangoli" che si sono formati. Ce ne sono ovunque. Vedrete che è la forma più diffusa in un edificio crollato.

CONSIGLI DI SICUREZZA IN CASO DI TERREMOTO

1) Quasi tutti coloro che si accovacciano e si coprono quando crolla un edificio, vengono schiacciati e muoiono. Coloro che si nascondono sotto degli oggetti come tavoli o automobili, vengono schiacciati.

2) Gatti, cani e neonati spesso si raggomitolano naturalmente in posizione fetale. Anche voi dovreste farlo in caso di terremoto: è un istinto naturale di sicurezza/sopravvivenza. In questo modo si riesce a sopravvivere in uno spazio più piccolo. Avvicinatevi ad un oggetto: un divano, un oggetto grande che si schiaccerà leggermente, ma lascerà accanto a sé uno spazio vuoto.

3) Gli edifici in legno sono il tipo di costruzione più sicura in cui trovarsi durante un terremoto. Il legno è flessibile e si muove con la forza del terremoto. Se l'edificio in legno crolla, si creano ampi spazi vuoti per i sopravvissuti. Inoltre, in caso di crollo, il materiale di un edificio in legno è meno pesante e concentrato. Gli edifici di mattoni si spezzano in singoli mattoni, che possono causare lesioni fisiche, ma non schiacciare corpi come succede nel caso di edifici fatti di lastre di calcestruzzo.

4) Se vi trovate a letto di notte durante un terremoto, limitatevi a rotolarvi giù dal letto: intorno ad esso si creerà uno spazio vuoto in cui sarete al sicuro. Gli hotel potrebbero garantire un tasso di sopravvivenza molto più elevato se solo affiggessero dietro la porta di ogni camera un cartello che dica agli occupanti di distendersi sul pavimento in fondo al letto in caso di terremoto.

5) Se durante un terremoto non avete la possibilità di fuggire da un edificio attraverso una porta o una finestra, allora distendetevi e raggomitolatevi in posizione fetale accanto a un divano o una poltrona grande.

6) Quasi tutti coloro che durante il crollo di un edificio si posizionano sotto il vano di una porta muoiono. Perché? Se vi trovate sotto il vano di una porta e gli stipiti cadono in avanti o indietro, verrete schiacciati dal crollo del soffitto. Se gli stipiti cadono lateralmente, vi taglieranno in due. In entrambi i casi, verrete uccisi!

7) Non andate mai sulle scale. Le scale hanno un "momento di frequenza" diverso (oscillano separatamente rispetto alla parte principale dell'edificio). Le scale e il resto dell'edificio continuano ad oscillare urtando le une contro l'altro fino al cedimento strutturale delle scale stesse. Le persone che si trovano sulle scale prima che esse crollino, vengono orribilmente mutilate dai gradini che cedono. Anche se l'edificio non crolla, state lontani dalle scale. È altamente probabile che scale risultino danneggiate. Anche se non crollano durante il terremoto, le scale possono cedere in seguito, quando sono sovraccariche di persone in fuga. Bisognerebbe sempre controllare che siano sicure, anche quando il resto dell'edificio non è danneggiato.

8) Avvicinatevi alle mura esterne degli edifici o se possibile uscite all'aperto. È molto meglio essere all'esterno dell'edificio che all'interno. Se vi trovate all'interno, più siete lontani dal perimetro esterno dell'edificio, più alta è la possibilità che le vostre vie di fuga siano bloccate.

9) Le persone che si trovano in un autoveicolo vengono schiacciate quando la strada che si trova sopra di loro cede durante il terremoto e schiaccia il loro veicolo. Le vittime del terremoto di San Francisco rimasero all'interno dei loro autoveicoli e furono uccise. Sarebbero sopravvissute se fossero riuscite a scendere dalle auto e a sedersi o distendersi accanto ad esse. Tutte le auto schiacciate avevano intorno spazi vuoti alti quasi un metro, ad eccezione delle auto investite direttamente dai pilastri.

10) Penetrando all'interno di redazioni di giornali crollate e di altri uffici che contenevano molta carta, ho notato che la carta non si comprime. Intorno a delle pile di carta rimangono ampi spazi vuoti.

Passate parola e salvate la vita di qualcuno... Il mondo intero sta vivendo delle calamità naturali, quindi è bene essere preparati.

"Siamo angeli con un'ala sola: possiamo volare soltanto abbracciati"

Nel 1996 abbiamo girato un film che ha dimostrato l'attendibilità del mio metodo di sopravvivenza. Il governo federale turco, la città di Istanbul, l'università di Istanbul e ARTI hanno collaborato per filmare questo test pratico e scientifico. Abbiamo fatto crollare una scuola e una casa contenenti 20 manichini. 10 manichini si sono "accovacciati e coperti" e 10 hanno usato il mio metodo di sopravvivenza del "triangolo della vita". Dopo aver simulato un crollo causato da un terremoto, siamo penetrati fra le macerie all'interno dell'edificio per filmare e documentare i risultati. Il film, nel quale ho applicato le mie tecniche di sopravvivenza al crollo di edifici in condizioni scientifiche e direttamente osservabili, ha dimostrato che lo zero percento di coloro che si erano "accovacciati e coperti" sarebbero sopravvissuti.

È invece altamente probabile che il 100 percento di coloro che hanno usato il mio metodo del "triangolo della vita" sarebbero sopravvissuti. Questo film è stato visto da milioni di telespettatori in Turchia e nel resto d'Europa, mentre negli USA, in Canada e in America Latina è stato trasmesso dal programma Real TV.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

I NUMERI MAESTRI E L' 11:11

I Numeri Maestri e l’11:11
novembre 11, 2008 on 12:03 am

di Gillian MacBeth Louthan
Traduzione: Mariù per animeradianti.com

Tutto sulla Terra è determinato da una configurazione numerica. Tutta la vita può essere ridotta e spiegata dai numeri. Le correnti di queste sequenze numeriche portano in allineamento una serie di nuove comprensioni che aiuteranno ad equilibrare ogni essere umano.

I numeri su tutti i livelli aiutano ad allineare il corpo così che potrà essere capace di gestire le alte definizioni della luce fotonica che si sta rivelando. L’infusione di ogni numero è personalizzata per rispondere alle esigenze di ciascun individuo, consentendo il necessario rapporto di particelle di luce alle particelle numeriche. Mentre il cervello si adatta a queste nuove energie, avviene un innalzamento che consente all’individuo di uscire dalla condizione di uomo/animale e di sollevarsi a quella di uomo/luce.



Numeri e uomini vanno di pari passo. Dagli inizi del tempo conosciuto siamo sempre stati definiti da numeri come l’età, la data di nascita, il peso o da quanti cammelli si avevano in dote. I numeri sono sempre stati i nostri silenti compagni. Anche oggi ai bambini appena nati viene assegnato un numero che portano tutta la vita fino alla morte, momento in cui ne viene assegnato un altro. I numeri nel nostri orologi ci dicono quando andare, quando tornare, quando fermarci a bere un caffè, quando andare a dormire. I numeri sono “download ottici”…gli occhi sono un’estensione del cervello e quando gli occhi vedono questi numeri, un codice viene attivato nel cervello, per cui smettetela di preoccuparvi e cominciate a gioire.

 

Articolo correlato su LiberaMenteServo







Nel 1991/1992 il numero 11:11 venne dato agli umani come numero di attivazione che ci avrebbe condotti ad una nuova ottava della Luce Solare. Creando così una firma numerica che ci identifica e apre un portale per una maggiore comprensione del nostro vero sé. È un passaggio o un portale per il nostro più alto potenziale come umani alla ricerca della memoria divina. Il Singolo è una particolarità all’interno di “Tutto ciò che è”. Il singolo cerca sé stesso attraverso il riflesso del mondo che gli sta intorno. Questo portale offre l’opportunità di superare ogni limitazione che avete involontariamente dato a voi stessi. Questa energia resta attiva fino al 2012.


Numeri Maestri

I numeri maestri energeticamente accentuano il significato delle singole cifre. Sono considerati come alcune delle più potenti vibrazioni conosciute. Sono pensati per simbolizzare tutto il potenziale inutilizzato e per assistere l’uomo a raggiungere l’illuminazione. Queste energie stanno aspettando di essere imbrigliate da coloro che hanno gli occhi per vederle.

Quando sperimentate un download numerico, sia che siano numeri maestri (tutti numeri uguali) o codici personali (vedere sempre la stessa sequenza di numeri) fermatevi per un minuto intero e permettete a questa energia di nascere dentro di voi. Focalizzatevi sui vostri più profondi desideri e vedeteli manifestarsi. L’universo ha appena preso un’istantanea dei vostri pensieri. Liberate voi stessi da ogni preconcetto e lasciate che la luce rattoppi i buchi nelle vostre intenzioni. Ogni numero nel vostro Universo personale sta svegliando il vostro subconscio ad un nuovo modello di configurazione del DNA.


00, 000, 00:00

Il grande vuoto, l’ignoto che deve essere e che non è ancora nato. Spostarsi in un flusso dimensionale più elevato, saltando le matrici del tempo. Il portale della creazione prima della creazione. Un ricordarvi che siete sempre uno con l’universo. Sentite voi stessi al centro di tutto abbracciati dal Creatore ed amati incondizionatamente. Percorrete il cerchio interiore del completamento per completate ciò che deve essere completato.


11, 111, 11:11

Il portale della manifestazione istantanea. Lasciare andare la “manifestazione umana” e dare il benvenuto alla Creazione Cristica. Portali si aprono e portali si chiudono e voi siete tra tutti questi. Creazione consapevole con 13 secondi di intervallo tra un pensiero e l’altro. Diventare uno con l’Anima in abbondante creazione dei desideri del cuore.


22, 222, 22:22

La più alta sequenza di manifestazione/creazione senza frustrazione. Tutte le parole pensate, azioni e le intenzioni germoglieranno sia che la pioggia li aiuti a crescere o no. Uscire fuori dalla polarità. Il tempo va avanti con o senza di voi. Non create in automatico, dite la vostra nella vostra vita. Mantenete vive le vostre intenzioni, sapendo che quello che avete piantato con le vostre parole e azioni cresceranno e matureranno in accordo con le stagioni del cielo.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]


33, 333, 33:33

Questo numero vi offre una scelta. La trinità è attivata dentro al tetraedro nella struttura del vostro DNA. Questo numero vi offre l’opportunità di connettervi con esseri, maestri, guide e angeli altamente evoluti. La trinità è la santità in tutte le vostre scelte. Il vostro corpo, la mente e lo spirito sono in accordo con l’evoluzione della vostra Anima. Alla presenza di questo numero non potete essere indecisi. Connettetevi con la saggezza della Grande Anima e notate il sacro in tutte le vostre scelte senza guardare al risultato.


44, 444, 44:44

Nuove fondamenta di luce per la vostra vita. Nuove opportunità in arrivo senza neanche chiedere. Costruite il vostro futuro un pensiero alla volta, mattone dopo mattone. Non permettete a nessuno di buttare giù i vostri sogni con la loro negatività. Credete profondamente fino a che non vedrete i risultati. Tenete duro attraverso tutte le scelte e i cambiamenti. Restate ancorati a quello che sapete essere la divina verità e la nuova piattaforma di luce si solidificherà.


55, 555, 55:55

L’universo sta facendo dei cambiamenti per te sia che tu lo abbia chiesto o no. L’universo sta cambiando direzione per te con il permesso della tua Anima. Trattenete la visione fino a quando non approderete alla spiaggia del sé . Questo cambiamento può essere una risposta ad una lontana dimenticata preghiera. Il futuro è nascosto, per cui guardatelo con gli stessi occhi con cui guardereste un sogno tanto desiderato. Permettete alle correnti di portarvi un futuro pieno di possibilità ancora se per voi nascoste da dove vi trovate adesso.


66, 666, 66:66

La vibrazione del 6 si è trasmutata ad una vibrazione di luce ed è avvertita come un’emanazione divina. Troppo a lungo l’Umanità ha associato il 6 a tutto quello che era considerato negativo, oscuro, denso o addirittura demoniaco. Guardate semplicemente alla bellezza di un pianeta che vi ha dato forza vitale sin da quando siete nati. Il numero 6 vi sta chiedendo di tornare al seme originale della vita in riverenza per la sua numerica spiegazione. Il 6 appartiene alla Terra, ma c’è una bellezza divina nella terra e in quelli della terra. Madre Terra comincia a ritornare alla sua forma originaria anche senza il consenso dei suoi figli. Allineandovi con la vera essenza del numero 6 troverete un’armonia e una facilità inaspettata mentre percorrete le nuove vie della terra in fase di costruzione.


77, 777 o 77:77

Questa è la vibrazione del guerriero spirituale. Colui che percorre quello stretto sentiero interiore. Il 7 lavora per la luce e con la luce. Il 7 mangia, beve e parla di luce. Al 7 non è consentito di uscire fuori dai confini della luce per più di un attimo. Il 7 vi riporta a casa, il luogo dove i miracoli sono ad ogni istante, il luogo dove potete volare e danzare con le stelle. Il sette è il luogo dove meraviglia, magia e miracoli sono del tutto naturali. Sette è il vostro naturale stato d’essere.


88, 888, 88:88

Come in alto così in basso. Questa configurazione apre il portale dell’Infinito e ci guida nel rilascio di tutte le limitazioni. È il numero dell’andare oltre quello che consideriamo essere il nostro limite. Ci chiede di volare fino alla Luna e fermarci a guardare la Via Lattea nella via di ritorno. È pura spirituale energia atomica, pura sorgente di potere. È successo, prosperità e grandi imprese con la benedizione dell’Universo. È ricordare finalmente il nostro divino retaggio come promesso dal Creatore. È innalzare lo sguardo sopra le limitazioni terrestri e salire avanti verso un luogo di opulenza e generosità.


99, 999, 99:99

Completamento cosmico e personale. Significa passare al prossimo livello di amore e di servizio per l’evoluzione del pianeta attraverso l’auto-guarigione. Caduta libera dall’altezza del nove nella luce. Entrata e uscita sono nello stesso respiro. Attraverso il nove si ha un salto quantico verso doni sconosciuti. Siete pronti a vedere di più e ad essere più di quello che siete in questo momento?

di Gillian MacBeth Louthan – Traduzione: Mariù

Link Attivo: http://animeradianti.com/i-numeri-maestri-e-1111/ FONTE :
http://www.liberamenteservo.it/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

SCIE CHIMICHE : NUOVE PROVE

Cari amici, come forse saprete sono stato di recente ospite alla trasmissione Mistero (italia 1) in qualità di fisico che denuncia le scie chimiche.

Se non avete visto la trasmissione potete guardare il video al seguente link

http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/05/mistero-i-video-scie-chimiche-vulcani-e.html
e leggere gli approfondimenti citati in fondo all'articolo.

Quello che è stato detto in trasmissione mancava purtroppo della questione centrale, ovvero delle prove dell'esistenza delle scie chimiche, prove di cui avevo parlato a lungo nell'intervista.

TUTTA QUESTA PARTE, importantissima, E' STATA ELIMINATA NELLA FASE DI MONTAGGIO DEL PROGRAMMA,

Pare proprio che qualcuno abbia evitato che venissero mostrate in televisione troppe prove dell'orribile progetto con cui i governi ci avvelenano quotidianamente.

Ad ogni modo tutte le cose che "non mi hanno fatto dire in tv" le potete trovare negli articoli citati in fondo al video, nel dossier, nel power point, nell'articolo sulle contraddizioni dei negazionisti delle scie chimiche

http://scienzamarcia.altervista.org/dossier.html
http://scienzamarcia.altervista.org/ppt.html
http://scienzamarcia.altervista.org/contraddizioni.html
Nell'intervista avevo detto che la prova migliore consiste nell'osservazione del cielo ogni 10/20 minuti per qualche settimana, in maniera tale da verificare l'assoluta irregolarità del traffico aereo, che addirittura in certe giornate crolla da 200 aerei a 10 (senza che ci siano scioperi di sorta)

Avevo detto che DUE CONSIGLI COMUNALI ROMAGNOLI AVEVANO APPROVATO ALL'UNANIMITA' delle MOZIONI CONTRO LE SCIE CHIMICHE affermando testualmente che con un buon cannocchiale spesso si vede la scia non provenire dal motore (saranno mica tutti impazziti questi signori appartenenti a tutti ipartiti politici?).

Avevo detto che un'altra ottima prova consiste nel mettere a confronto quanto dicono i negazionisti delle scie chimiche i quali affermano che le "scie degli aerei" non possono schermare il sole che in una piccola parte di cielo, mentre il cielo mostra azioni dirette ad oscurare il sole o a ridurne notevolmente l'illuminazione; a volte infatti il cielo passa dall'azzurro al bianco nel giro di due ore per il passaggio di decine di aerei con scia.

Adesso, come ogni primavera passano piu' spesso la notte che il giorno, ma il mattino dopo il cielo è visibilmente sbiancato (ma non è foschia naturale). Come forse avrete visto in questi ultimi giorni molto spesso il cielo è biancastro, o a volte completamente velato, non da nuvole ma dalle scie degli aerei che si espandono e persistono a volte per ore. La notte passa un aereo ogni due minuti (il rombo e le luci di posizione li tradiscono sempre) mentre di giorno a volte ne vediamo solo uno ogni mezz'ora, segno sicuro che non è il traffico aereo civile ad impazzire la notte, ma l'operazione di irrorazione delle scie chimiche che viene svolta alacremente quando i nostri occhi non possono vedere le scie. Quando possono gli avvelenatori agiscono dissimulandosi come ladri nella notte

Per altro le scie di condensa si formano sopra gli 8 km, ma il suono, il rombo dei motori, mostra che gli aerei con scia passano molto più in basso, ed anche il fatto che se ne possa spesso distinguere nettamente la sagoma mostra la loro quota molto bassa; gli aerei di linea volano intorno ai 10 km di altezza e per questo non si vedono praticamente mai (a parte le fasi di decollo o di atterraggio).

NON CI CREDETE ANCORA? E ALLORA GUARDATE I VOLI AEREI COL SERVIZIO RADAR DISPONIBILE SU INTERNET: I VOLI CON SCIA NON APPAIONO SUL RADAR PERCHE' SONO VOLI CLANDESTINI!

guardate i voli visibili col radar su http://www.flightradar24.com/?
(maggiori informazioni su http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/04/unaltra-importante-prova-dellesistenza.html )

Per piacere, fate circolare queste informazioni
FONTE :
scienza.marcia@katamail.com

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Come posso sentire la mia guida chiaramente ? Come canalizzare nella Nuova Energia

Vorrei raccontarvi come ho iniziato a fare channeling e soprattutto come ho imparato a fidarmi delle informazioni che ricevevo dal Gruppo e di ciò che sentivo dentro il mio cuore. Iniziare a divulgare tali informazioni tramite Internet è stato facile, ma meno facile fu insegnare la loro applicazione pratica in seminari di due giorni. Questo avvenne quando iniziai a canalizzare dal vivo. Poiché le informazioni trasmessemi dal Gruppo riguardano la crescita dell'essere umano, essi vollero che nei miei seminari insegnassi anche channeling. Così oggi io e la mia compagna Barbara viaggiamo in tutto il mondo per diffondere queste informazioni (presentate anche in un seminario alle Nazioni Unite a Vienna, Austria).
Mi vengono rivolte molte domande su come ascoltare le proprie Guide, gli Angeli o il proprio Sè Superiore. Il problema più grande con questo tipo di domande è che esse implicano che noi esseri umani siamo separati da queste cose mentre in effetti siamo una sola cosa. Mentre l'umanità rapidamente si muove verso la consapevolezza dell'Unità, noi incominciamo a comprendere che è necessario praticare l'arte di ascoltare. Qui di seguito c'è un'introduzione al nostro lavoro che si prefigge di aiutare gli altri a collegarsi alla propria energia. Ecco come presentiamo queste informazioni nel corso dei nostri seminari, che sono, per ovvie ragioni, più completi e dettagliati. Barbara ed io siamo stati molto fortunati a tenere una classe anche alle Nazioni Unite a Vienna, Austria. Il nostro lavoro? Aiutare la gente a scoprire il loro potere e a trovare le loro risposte.

La domanda fatta più frequentemente è: "Come posso sentire la mia guida chiaramente?" Le Entità del Gruppo sono molto contente quando viene fatta questa domanda perché ciò dimostra che la persona che la pone è seriamente intenzionata a lavorare su sé stessa.

Il Gruppo dice che ci sono due modi, spesso mal interpretati, per imparare questa forma di comunicazione. Il primo è attraverso la capacità acquisita in una vita precedente e mantenuta nell'attuale esistenza. Ogni volta che acquisiamo delle capacità abbiamo la facoltà di portarle con noi nelle vite future. Nella canalizzazione, questi sono coloro che improvvisamente incominciano a "ricevere" molto chiaramente, persone come Ruth Montgomery, Lee Carroll and Edgar Cayce, che un giorno si sentirono toccare sulla spalla ed iniziarono a canalizzare. Queste persone hanno acquisito tale diritto grazie alla padronanza di questa forma di comunicazione in una vita precedente. In molti casi un evento traumatico costringe a riappropriarsi di questa abilità ma tutti noi possiamo imparare l'arte di ascoltare lo Spirito nella vita attuale. Il Gruppo dice che non è una cosa misteriosa come pensiamo. Noi tutti canalizziamo quando ci apriamo ad una qualsiasi forma di creatività.

Per illustrare il loro punto di vista, il Gruppo mi ha messo davanti ad un pianoforte. Quando mi siedo al pianoforte, sento una dolcissima musica risuonare nella mia testa. Il problema è che non so suonare il piano e perciò non sono in grado di esprimere l'ispirazione attraverso i tasti. Infatti, la maggior parte del tempo non sono neppure consapevole della musica dentro di me. Così come tutti noi possiamo imparare a suonare il pianoforte e a far fluire la naturale armonia della musica dentro di noi, allo stesso modo possiamo imparare ad ascoltare la nostra guida interiore a cui tutti noi abbiamo accesso. Inizialmente prendiamo consapevolezza delle nostre sensazioni ed in un secondo tempo impariamo ad interpretare ciò che riceviamo. Quando incominciamo lo studio del pianoforte, all'inizio sbagliamo e suoniamo alcune note stonate ed allo stesso modo, quando iniziamo a canalizzare, spesso mal interpretiamo quest' energia. Sfortunatamente, quando riceviamo qualcosa che riteniamo "sbagliato", di solito ci scoraggiamo e lasciamo perdere. Nelle lezioni di pianoforte, ci aspettiamo di fare errori mentre impariamo, ma nella canalizzazione non ci concediamo questa possibilità . La parte più interessante di questa analogia è che è molto più facile imparare l'arte della canalizzazione che imparare a suonare il pianoforte.

Quando il Gruppo mi chiese di insegnare channeling, io feci molte domande. La prima fu: "Qual è la differenza tra l'informazione canalizzata, la mia immaginazione ed il pensiero volitivo?"

Ecco la loro risposta: "Quello che tu chiami pensiero volitivo coinvolge il tuo ego. Mentre l'informazione entra, il tuo ego ha l'opportunità di ampliarla per renderla più importante di quello che doveva essere. Ha anche l'opportunità di sminuirla per riflettere le tue paure. Se tuttavia, rimuovi il tuo ego dall'equazione, tutte e tre sono esattamente la stessa cosa".

Il Gruppo spiega che a questo punto della nostra evoluzione sempre più esseri umani incominciano a canalizzare, mentre ci riappropriamo del nostro potere. Questo è un processo naturale di comunicazione e ci porterà ad una connessione completa con i nostri Sé Superiori. Questa connessione aperta ricollegherà ciò che noi vediamo come separato. Questa separazione è un'illusione della polarità ed aumentare la comunicazione con i nostri Sé Superiori ci porterà alla consapevolezza dell'unità.

Il Gruppo dice che tutti noi possiamo canalizzare se soltanto impariamo ad ascoltare. Ecco i nove punti offerti dal Gruppo per aiutarci a ricordare questa forma di ascolto.

1. Identificate la vostra prima forma di canalizzazione
2. Imparate ad interpretare l'energia
3. Aprite nuove sinapsi
4. Fidatevi dell'informazione e stabilizzate l'energia
5. Lasciate andare le vecchie credenze che vi frenano
6. Vincete la paura del ridicolo
7. Imparate a parlare la lingua dello Spirito
8. Rimuovete il mister
9. Fate pratica

1. Identificate la vostra prima forma di comunicazione
Ognuno di noi ha accesso alla fonte di tutta l'ispirazione. E' il nostro collegamento al nostro Sé Superiore. Nel corso dei miei seminari, io chiamo questa connessione la Mente Subconscia Universale. Quando mi collego ad essa, trovo il Gruppo. Quando Beethoven si collegava a questa fonte, nasceva la Quinta Sinfonia. Possiamo insegnarvi ad usare la mano sinistra, se non siete mancini, ma è importante sapere che avete maggiori abilità naturali usando la mano destra. Allo stesso modo possiamo insegnarvi ad essere sensitivi ma è possibile che la vostra principale forma di canalizzazione sia la musica. Se invece siete scrittori, allora la psicometria non fa per voi. Scoprire la vostra principale forma di canalizzazione è una parte importante per facilitare questo processo. Recentemente un artista molto noto in una sessione privata mi chiese come poteva imparare a canalizzare. Gli diedi alcune delle informazioni riportate qui di seguito ma gli dissi anche che egli era già un ottimo canale.

2. Imparate ad interpretare l'energia
Suonerete alcune note stonate quando inizierete, perciò concedetevi un po' di spazio per crescere. Se persisterete, imparerete presto ad interpretare quelle gentili sollecitazioni da parte dello Spirito. Purtroppo tutti noi siamo portati a pensare che, se ciò che si riceve non è perfetto, allora non proviene dalla Spirito, mentre in effetti nella maggior parte dei casi stiamo soltanto interpretando l'energia in modo scorretto. Mentre le immagini si formano nella vostra mente, dipende da voi metterle in parole. Se all'inizio l'informazione non è accurata significa semplicemente che non state interpretando l'immagine in modo corretto. Lo Spirito raramente ci parla in termini definiti. Il più delle volte, le idee sono nebulose o, come dice il Gruppo, sono soltanto leggeri "colpetti". Imparare ad ascoltare questi dolci colpetti e a credere in ciò che arriva… ecco l'essenza della comunicazione spirituale.

3. Aprite nuove sinapsi
Ci sono esercizi che potete fare per facilitare la formazione di nuove sinapsi nel vostro cervello. Il Gruppo suggerisce di compiere semplici azioni come lavarsi i denti con la mano non dominante o andare al lavoro cambiando ogni giorno strada. Fare le cose in modo diverso costringe il vostro cervello a formare nuove sinapsi tra l'emisfero destro e quello sinistro. Ci sono molti esercizi che aiutano a fare ciò, esercizi fisici che costringono entrambi gli emisferi a lavorare. Ci sono inoltre programmi di studio chiamati Ginnastica del Cervello che insegnano esercizi appropriati ed anche semplici tecniche di respirazione possono essere un valido aiuto. Equilibrare entrambi gli emisferi cerebrali apre la porta alla comunicazione con lo Spirito.

4. Fidatevi dell' informazione e stabilizzate l'energia
Per illustrare il flusso di energia proveniente dallo Spirito, il Gruppo ci ha presentato l'analogia di un grande pallone con due aperture. Lo Spirito immette l'energia e l'ispirazione nel vostro pallone, ma deve smettere quando il pallone è gonfio. Per mantenere il flusso costante è necessario fare un'apertura dalla vostra parte del pallone per permettere all'energia di fluire. Dipingete quadri, suonate musica, scrivete libri ed ancorate l'informazione. Ecco ciò che il gruppo intende per "appoggiarsi" all'informazione. Se voi ricevete un messaggio ma non lo diffondete, allora la prossima volta che arriverà non sarà così forte. Abituatevi a connettervi spesso e a fidarvi dell'informazione. Fate spazio al flusso dell'energia ed essa fluirà con più facilità. Stabilizzatela e le informazioni arriveranno.

5. Lasciate andare le vecchie credenze che vi frenano
Non avete bisogno di praticare tecniche di meditazione per parlare con lo Spirito. La maggior parte delle persone parla con lo Spirito mentre va al lavoro o lava i piatti. In uno dei nostri seminari noi insegniamo una tecnica che io chiamo "Meditazione in Ascensore", che è studiata per permettere la connessione con lo Spirito anche in mezzo al caos. Adesso che siamo nella nuova energia le cose sono molto più dirette. Non è più necessario raggiungere stati alterati di coscienza per parlare con lo Spirito, che è pronto quando NOI siamo pronti.

6. Non abbiate paura di apparire ridicoli
Il più grande blocco al collegamento con questa tremenda energia è la paura di apparire ridicoli. Superatela. Recentemente a Barcellona, Spagna, sono entrato in una sala dove si trovavano quaranta ingegneri per un seminario aziendale. La prima cosa che dissi fu che ero un canale e che questa informazione veniva dall'altra parte del velo. Nessuno rise e, più importante di tutto, nessuno se ne andò. Un giorno terremo un seminario sull'arte di apparire ridicoli. Liberarsi della paura di ciò che gli altri pensano di voi apre il canale che permette il fluire della energia pura.

7. Imparate a parlare il linguaggio dello Spirito
Non aspettatevi che lo Spirito parli la vostra lingua. Se lo facesse, probabilmente non gli credereste. Essi parlano la loro lingua che passa attraverso i vostri pensieri ed assomiglia molto alla vostra immaginazione. Le proprietà del velo ci inducono a pensare che se le informazioni provengono da noi allora non possono essere attendibili. Prendete in considerazione l'informazione, non importa da dove essa proviene. Usate lo strumento del discernimento e valutate ogni informazione in base al contenuto e non in base ad un'etichetta posta su di essa. In realtà, che differenza fa da dove proviene l'informazione se essa è colma d'amore ed utilità? Del resto, da dove pensate provengano le grandi idee?

8. Rimuovete il mistero
Al Gruppo non importa il termine "channeling", anche se a me piace usarlo. Essi dicono che questa parola racchiude fin troppo mistero, considerando che serve a descrivere una forma di comunicazione di base che noi tutti abbiamo. Il mistero può esistere soltanto dove c'è mancanza di conoscenza. A tutti noi piace un po' di mistero, ma quando esso diventa il fulcro della nostra vita la nostra energia viene mal incanalata. Se non concedete troppo spazio al mistero, allora vi appropriate del vostro vero potere. E' soltanto quando date potere al mistero che potete perdere il controllo della situazione. Se permettete alle entità con basse vibrazioni energetiche di entrare, allora esse entreranno. Conservate il vostro potere e guidate la conversazione esattamente come fareste conversando con un essere umano. Voi avete più potere di quanto pensiate. Cedere il nostro potere al misticismo è come lottare al buio. Godetevi il misticismo, ma rendetevi conto che il vero potere è dentro di voi.

9. Fate pratica
Mozart suonava il pianoforte all'età di due anni senza alcuna preparazione perché aveva già praticato quest'arte in una vita precedente e l'aveva portata con sé. Noi tutti invece dobbiamo fare pratica. Come nello studio del piano, non potete pretendere di imparare senza fare pratica. Non succede spesso che spegniamo la TV e diciamo "Amore, perché non facciamo una seduta di channeling questa sera?" Unitevi a persone con la vostra stessa vibrazione e fate pratica. Molte canalizzazioni avvengono mentre state parlando con qualcuno e scoprite di aver detto la frase perfetta, senza sapere da dove essa provenga. Fate spazio affinché ciò accada ed accadrà.

Quando il Gruppo si presentò a me per la prima volta sentii una meravigliosa, tenera risata. Ricordate che stiamo partecipando ad un Gioco meraviglioso, perciò, se lo Spirito si accorge che stiamo diventando troppo seri, ci farà il solletico per ricordarci che in fondo si tratta soltanto di un gioco.
Buon divertimento

Steve Rother e il Gruppo
Tradotto da Magda Cermelli e pubblicato in italiano su www.lightworker.it

Riportato da www.stazioneceleste.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli