Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Categoria: "Notizie scottanti"

Si parte: cosa metto in valigia?

Fra tutte le attività necessarie per pianificare una vacanza, non va esclusa la preparazione della valigia. Soprattutto se abbiamo sempre poco tempo, è meglio pensare in anticipo cosa portarci in viaggio, in modo da ottimizzare i tempi. Se facciamo una lista delle cose utili, sapremo cosa dovremo lavare per metterlo pronto, sapremo per tempo cosa manca all’appello e soprattutto eviteremo di portarci un bagaglio eccessivamente pesante. Se la nostra meta è il mare, ci sono alcune voci della lista che andranno bene per qualsiasi destinazione, dalla Liguria a Capo Verde.

 

L’abbigliamento passepartout

A parte il costume e il telo, ci sono dei capi che non devono mai mancare in un bagaglio intelligente: un paio di jeans, qualche t-shirt basic, una giacca nera, un abitino elegante. Pensando alle scarpe, oltre alle infradito per la spiaggia, il numero ideale è tre paia: uno comodo tipo sneaker multi-uso, uno più elegante da usare in serate meno casual e, infine, le paperine, meglio quelle che si arrotolano e si mettono in borsa dentro il loro sacchettino. Saranno perfette nei look più informali, ma vi salveranno anche in caso di piedi stanchi o tacchi rotti. Tutti i capi dovrebbero abbinarsi fra loro: questo vi permetterà di ridurre il peso del bagaglio pur mantenendo il vostro stile.

 

Non dimenticare la protezione solare

Se si va al mare è fondamentale munirsi di creme solari. Non è necessario ricordare che l’esposizione deve essere graduale e, nei primi giorni, solo durante le ore meno calde. L’ideale è dotarsi di creme a protezione variabile, in modo da abbassare la schermatura mano a mano che la pelle si abbronza. Oltre alla protezione per il corpo – che deve essere scelta in base al fenotipo di appartenenza – è necessaria quella per il viso, che non può essere la stessa del corpo.

Ricordarsi inoltre che, se si preferisce prendere il sole in topless, è meglio usare una crema specifica per il seno, molto più delicato del resto del corpo e anche del viso.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

Infine, non tutti pensano che anche i capelli si stressano all’esposizione del sole, lo danno solo a vedere più lentamente rispetto alla pelle. È possibile scegliere fra i vari prodotti disponibili in commercio, meglio se acquistati nei saloni di acconciatura, dove l’offerta prevede prodotti specifici e professionali, in formato spray o olio ristrutturante da applicare durante e dopo l’esposizione.

 

La giusta idratazione

L’esposizione prolungata al sole sottopone tutto il nostro organismo a uno stress che è bene reintegrare con la giusta idratazione. Al rientro dalla spiaggia, quindi, usiamo dei detergenti delicati per lavare via salsedine e sabbia, cui fare seguire una bella dose di crema idratante che restituisca equilibrio alla pelle. Senza dimenticare i capelli, che avranno bisogno di essere nutriti e riparati usando oli ricostituenti e maschere nutrienti.

 

Make-up anche in spiaggia

Sebbene non sia consigliabile truccarsi prima di esporsi al sole, nel momento in cui la nostra pelle ha raggiunto un buon livello di abbronzatura (e quindi di autoprotezione) possiamo pensare di approfittare della nostra bonne mine per truccarci un po’. In nostro aiuto interviene il make-up water-proof, che ormai include tutte le tipologie di cosmetici. La regola importante è non esagerare con troppi strati, quindi basterà stendere una buona BB cream, per uniformare l’incarnato, possiamo scolpire un po’ gli zigomi con due colpi di pennello ed evidenziare gli occhi con una linea di matita. Sulle labbra, meglio una nuance nude, che oltre a dare un look naturale può servire anche come protezione solare. Il tocco divertente possiamo darlo con uno smalto colorato alle unghie di mani e piedi, che ci aiuterà ad avere un aspetto curato senza essere troppo sofisticato.

http://www.fioriblu.it/benessere-bellezza/cura-del-corpo/si-parte-cosa-metto-in-valigia.htm

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

ADOZIONI DEL CUORE: Pesio e Baloo

Cari amici,

Lo sappiamo bene che quando si avvicina l'estate è ancora più difficile trovare adozione per gli animali in difficoltà,

ma vogliamo e dobbiamo provarci perché di tempo non ne abbiamo più: per questi due cani è arrivato il momento di cambiare vita, ora.

Per loro vi chiediamo la massima condivisione e divulgazione. Due situazioni diverse ma accomunate da un triste destino che vogliamo cambiare,

ma ci riusciremo soltanto col vostro aiuto!

 

PESIO

Tirato fuori dal canile di Oristano nel febbraio scorso sperando in un'adozione in tempi rapidi, portato in stallo a Roma,

per lui non è mai arrivata una richiesta. Facendo il test ci siamo accorti della filariosi e di un soffio al cuore.

Insomma, non si può certo dire che la vita gli stia sorridendo! Ma noi siamo cocciuti e testardi e vogliamo che guarisca presto

(sta reagendo molto bene alle terapie) e soprattutto che arrivi per lui una “meravigliosa adozione del cuore”.

Vogliamo che affronti questo periodo di terapia, sapendo che presto lascerà gli stalli temporanei di questi mesi

per una casa che sia per sempre!

Pesio è un simil jack russell, ha un’età presunta di 4 anni, convive tranquillamente con le altre femmine, con altri maschi pure,

purché non particolarmente dominanti. Non ama i gatti.

Adora andare in giro in macchina e si lega immediatamente alla figura umana che si prende cura di lui.

 

 

 

BALOO

Baloo è un boxer puro, ha circa 7 anni ed ha un carattere dolcissimo. Fa le feste e adora essere coccolato. Nonostante la sua vita “non semplice”

è sempre allegro e appena vede qualcuno inizia a scodinzolare e come un bimbo dagli occhioni languidi sembra dirti “dai vieni a giocare con me”!

Baloo è positivo alla leishmania ma dopo il trattamento si è stabilizzato.

Con gli altri cani non sappiamo molto... è uscito pochissime volte dal recinto in cui si trova…

è proprio per questo che cerchiamo per lui una famiglia che sappia dargli ciò che fino ad oggi gli è stato sempre negato.

L’ideale sarebbe per lui una famiglia che abbia anche bimbi piccoli ma che non abbia altri cani maschi, che abbia il buon cuore di

non permettere che trascorra gli ultimi anni della sua vita in un recinto isolato da tutto e tutti.

 

 

 

Sia Pesio sia Baloo si trovano a Roma ma sono adottabili in tutto il centro nord. Agli adottanti di Roma e Provincia

offriamo lezioni gratuite di addestramento per avere le “dritte” necessarie per un attimale inserimento in famiglia fin dal primo giorno.

 

Per info Simona 3479918277 simona@associazione-alfa.org

Manuela 3887340487 manuela@associazione-alfa.org

 

ALFA Associazione Love For Animals

 

 

Mob: 3296513900

3296595516

E-mail: info@associazione-alfa.org

adozioni@associazione-alfa.org

www.associazione-alfa.org

Pagina Facebook: ALFA Associazione Love For Animals

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Un'analisi del sangue per scoprire l'Alzheimer

La diagnosi dell'Alzheimer potrebbe presto andare incontro a un'evoluzione. Uno studio di ricercatori dell'Araclon, un'azienda spagnola, sta per giungere alla messa a punto di una nuova analisi del sangue che potrebbe indicare l'insorgenza della malattia.

Il nuovo metodo, descritto sulle pagine del Journal of Alzheimer's Disease, si basa sulla valutazione dei livelli del peptide amiloide nel sangue, quello responsabile dello sviluppo della patologia.

Secondo i ricercatori spagnoli, la concentrazione del peptide libero sarebbe proporzionale alla presenza della malattia e al suo stadio di evoluzione: “il test è in grado di distinguere tra individui sani e pazienti con lieve deficit cognitivo che prelude all'Alzheimer", hanno spiegato gli autori.

Anche un team di ricercatori americani sta lavorando allo stesso obiettivo. Gli scienziati dello Scripps Research Institute, in Florida,in Florida, hanno messo a punto un sistema diagnostico in grado di rilevare la presenza della patologia neurologica grazie a migliaia di molecole sintetiche utilizzate per ricercare specifici anticorpi.

Gli scienziati americani partono dal presupposto che patologie come l'Alzheimer causano la produzione di proteine modificate, nei confronti delle quali l'organismo reagisce. Per arrivare a identificare tali proteine, il team di ricerca guidato dal prof. Kodadek ha messo in atto una strategia innovativa servendosi di peptoidi, una serie di molecole che svolgono un lavoro di ricerca sugli anticorpi potenzialmente modificati che circolano nel sangue.

Come base per la sperimentazione, i ricercatori si sono serviti di un gruppo di topi colpiti da encefalite autoimmune, malattia simile alla sclerosi multipla. Grazie a circa mille peptoidi, i medici sono riusciti a individuare una piccola percentuale di proteine modificate che contraddistinguevano i campioni di sangue dei soggetti colpiti dalla malattia. I ricercatori hanno poi trasferito questa conoscenza sul morbo di Alzheimer, identificando tre peptoidi che differenziano le persone malate da quelle sane.

Il test realizzato in base a questa sperimentazione, pubblicata sulla rivista Cell, affronterà ora un trial con numeri più importanti e che riguarderà soggetti provenienti da diverse regioni del mondo e che mostrano diversi gradi della patologia. Per arrivare a una vera e propria diffusione del test, tuttavia, sarà necessario anche individuare una procedura più accessibile, sia a livello di costi che di complessità generale.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

Un altro gruppo di ricercatori del Columbia University Medical Center di New York ha invece scoperto una determinata concentrazione di un particolare peptide nel flusso sanguigno che potrebbe anche in questo caso indicare un elevato rischio di sviluppo dell'Alzheimer. La ricerca statunitense ha identificato nel peptide Amiloide Beta 42 il possibile indicatore. Secondo i risultati dello studio, nel sangue dei pazienti che avrebbero successivamente sviluppato l'Alzheimer erano stati riscontrati elevati livelli di questo peptide. Questi livelli, inoltre, sono diminuiti subito dopo l'inizio della malattia, con un meccanismo simile a quello delle concentrazioni dei lipidi nei casi di attacco cardiaco: livelli elevati prima, livelli diminuiti subito dopo.

Secondo gli scienziati la diminuzione dei livelli di A Beta 42 potrebbe essere giustificata da una compartimentazione del peptide nel liquido cerebrospinale (o liquor) che riempie le cavità all'interno del cervello. Per analizzare il liquor, però, occorrerebbe un prelievo spinale molto più invasivo, meno ripetibile e più doloroso di un semplice esame del sangue.

La possibilità quindi di tenere sotto controllo il livello del peptide incriminato attraverso una semplice prelievo sanguigno sarebbe di gran lunga preferibile e permetterebbe ai medici di prevedere lo sviluppo e il decorso della malattia con un certo anticipo. "Una diagnosi precoce potrebbe essere realmente importante per contrastare la patologia", concludono i ricercatori.

La scoperta del Columbia University Medical Center di New York apre nuove e incoraggianti prospettive diagnostiche, consentendo di capire per tempo se la persona rischia di ammalarsi di Alzheimer o di un altro tipo di demenza e, conseguentemente, predisporre la profilassi e le terapie adeguate.

Numerose altre indagini scientifiche hanno dimostrato, infatti, come prevenire per tempo l'Alzheimer, soprattutto modificando alimentazione e stile di vita, possa ridurre significativamente le probabilità di ammalarsi nel futuro.

 

http://www.italiasalute.it/news.asp?id=9359

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Piu' ferro nel sangue allontana il Parkinson

La malattia di Parkinson è più improbabile con alti livelli di ferro nel sangue. A scoprirlo è una ricerca dell'Eurac di Bolzano firmata da Irene Pichler e pubblicata su Plos Medicine. Stando all'analisi effettuata in collaborazione con un team di scienziati internazionali, è emersa un'associazione positiva fra i livelli di ferro nel sangue e la probabilità di sviluppare la malattia, nesso reso evidente dalla randomizzazione mendeliana, un metodo di analisi biologica.

Gli effetti della concentrazione di ferro nel sangue sono stati valutati prendendo in considerazione tre polimorfismi a carico dei geni HFE e TMPRSS6. I ricercatori hanno elaborato una meta-analisi per ogni polimorfismo combinandola con gli esiti di alcuni studi che hanno analizzato l'impatto genetico sui livelli di sangue in un campione molto vasto di persone, circa 22 mila fra Europa e Australia. A ciò è stata affiancata ... stata affiancata un'ulteriore meta-analisi riguardante l'impatto genetico sul rischio di insorgenza del Parkinson che ha coinvolto quasi 21 mila persone colpite dal morbo e quasi 89 mila soggetti sani che costituivano il gruppo di controllo.

Comparando tutti i dati a disposizione, i ricercatori hanno concluso che per ogni aumento della concentrazione di ferro nel sangue pari a 10 mg/dl si registra una riduzione del rischio di insorgenza della malattia del 3 per cento.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

Si tratta di una scoperta importante perché si potrebbe ipotizzare una semplice integrazione del minerale per l'abbattimento del rischio di Parkinson in soggetti a rischio.

http://www.italiasalute.it/news.asp?id=6634

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Sperma fonte di benessere

I vantaggi per le donne legati al liquido seminale maschile

Qualcuno la userà come pretesto per pratiche erotiche disinibite, ma la ricerca della Columbia University sugli elementi nutritivi dello sperma maschile ha una base assolutamente scientifica. Secondo gli studiosi americani, lo sperma dell'uomo garantirebbe un apporto notevole in termini nutritivi grazie alla presenza di proteine, fruttosio e vitamina C: “le femmine di alcune specie consumano abitualmente sperma del proprio maschio come se fosse cibo, utilizzando i nutrienti del liquido seminale per sostenere il proprio corpo e fecondare le proprie uova".

Consuetudine non replicabile dagli stessi uomini, come spiegano gli scienziati: “se i maschi usassero il proprio seme per alimentarsi invece che per la fecondazione delle uova, perderebbero la propria possibilità riproduttiva. Quindi è interesse del maschio che la maggior parte del proprio raggiunga le uova".

Che l'importanza dello sperma non si esaurisse nella capacità di fecondare le donne lo aveva detto anche un'altra ricerca firmata da un team dell'Università di Adelaide, in Australia, secondo cui il liquido seminale maschile svolge un ruolo fondamentale per la preparazione del sistema immunitario della donna, in modo che esso sia maggiormente ricettivo nei confronti del feto.

Secondo gli esiti dello studio pubblicato sull'Australian Health and Medical Research Congress, le donne che hanno un'esposizione allo sperma frequente nei mesi che precedono il concepimento mostrano anche una possibilità inferiore di complicazioni durante la gravidanza, in particolare pre-eclampsia e crescita ridotta del feto.

I ricercatori hanno rilevato su modello murino che l'esposizione frequente al liquido seminale innalza il numero di un tipo di cellule immunitarie, i linfociti T, fondamentali nello sviluppare quella tolleranza necessaria ad accogliere il feto.

I motivi per cui lo sperma agirebbe in questo modo sono due: innanzitutto induce il sistema immunitario della donna a riconoscere l'impronta immunologica paterna, e in secondo luogo incoraggia una tolleranza maggiore dell'ambiente immunitario, svolgendo un ruolo simile a quello di un vaccino.

http://www.italiasalute.it/news.asp?id=2792

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli