Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


FIABE DI LUCE : FAVOLE PER I NUOVI BAMBINI DELLA NUOVA ERA

LA VOCINA

FUORI NEVICA, FA FREDDO ED UNA VOCINA DENTRO DI ME MI RIPETE CONTINUAMENTE:  “MIGLIORA, MIGLIORA”.   E NON CAPISCO.

MENTRE MI PREPARO LA COLAZIONE UN PO’ ADDORMENTATO SENTO LA VOCINA: “DIO TI AMA STAI TRANQUILLO, MA TU MIGLIORA MIGLIORA”.

COSA VOLEVA DIRE MIGLIORA ? E POI PERCHE’ ? MIGLIORARE COSA ?.

MI STO LAVANDO I DENTI E LA VOCINA RIPETE.  “MIGLIORANDO TE, MIGLIORI GLI ALTRI ATTORNO A TE”.

MI SENTO CONFUSO. LA MIA QUOTIDIANITA’ E’ DISTORTA. COSA VUOLE DIRE CON QUESTE PAROLE ?

MI FACCIO LA DOCCIA E LA VOCINA: “SOLO ANDANDO DENTRO SE STESSI IN PROFONDITA’ SI PUO’ MIGLIORARE VERAMENTE”.

NON COMPRENDO, DENTRO ? MA SE HO SEMPRE CERCATO FUORI !.

MI STO ASCIUGANDO MENTRE I MIEI PENSIERI CORRONO ALLA RICERCA DI UNA RISPOSTA.

VOLEVO CHIAMARE QUALCUNO, E POI ANCORA  “NON DEVI ESSERE MIGLIORE DI NESSUNO, SOLO MIGLIORE DI TE STESSO”.

MI STO ALLACCIANDO LE SCARPE, QUANDO LA VOCE “IMPARA A MIGLIORARE E POI INSEGNALO”.

MI AGGIUSTO LA CRAVATTA UN PO’ DISTRATTO DALLA SITUAZIONE E LA VOCE “CONTINUANDO A MIGLIORARE TUTTA LA VITA SI ACQUISTANO PREGI E VIRTU’”.

EH, CHE LAVORONE !. TUTTA LA VITA ! FIGURIAMOCI.

MI VESTO DI TUTTO PUNTO COME SONO SOLITO FARE E LA VOCINA ANCORA “SE MIGLIORI TE, MIGLIORA TUTTA L’ UMANITA’”.

SI E POI ADESSO SIAMO TUTTI COLLEGATI !. MAGARI!

E LA VOCINA ”MIGLIORI TU, MIGLIORA DIO”.  SI E POI ADDIRITTURA E CHI SONO IO, DIO ?

E LA VOCINA “LO SEI…..”

 

 

 

IL RAGGIO DI SOLE, LA BOMBA ATOMICA E LA PIUMA

UN BEL GIORNO UNA BOMBA ATOMICA E UNA PIUMA SI INCONTRARONO MENTRE PRECIPITAVANO GIU’ DAL CIELO VERSO LA TERRA. LA B.A. ERA GELIDA E FREDDA, MENTRE LA PIUMA ERA DOLCE E DELICATA, ED ERA MOLTO PREOCCUPATA NEL VEDERE LA B.A. CADERE GIU’.

SI MISERO A CHIACCHERARE UN PO’ VISTO CHE AVEVANO TEMPO. LA PIUMA, CHE ERA VERAMENTE SAGGIA PROVO’ A FAR CAPIRE ALLA B.A. CHE QUANDO SAREBBE ARRIVATA GIU’ SAREBBE MORTA E CON IL SUO SCOPPIO, COSA ANCOR PIU’ GRAVE AVREBBE FATTO UN DANNO INCREDIBILE SALTANDO PER ARIA, FACENDO MORIRE TANTISSIMI UOMINI, BAMBINI E DEVASTANDO LA TERRA.

“ACCIDENTI, NON SAPEVO DI ESSERE COSI’ POTENTE, SONO PERO’ ANCHE MOLTO CHIUSA E MECCANICA!” “HO PAURA NON VOGLIO MORIRE E NON VOGLIO FAR MORIRE, COME POSSO FARE ?”.

LA PIUMA SAGGIA SCENDEVA ONDEGGIANDO LENTAMENTE COME ERA SOLITA FARE, CONSAPEVOLE DI COSA ERA E DI DOVE ANDAVA. E DISSE CON AMORE “E’ IMPORTANTE SAPER SEMPRE CHI SI E’, COSA SI E’, DOVE SI VA E COSA SI VA A FARE”.

LA B.A. “HO CAPITO SONO UNA BOMBA, E NON SOLO SONO ANCHE ATOMICA. QUANDO CADRO’ SARO’ UN DISASTRO PER TUTTI; ANZI SONO GIA’ ADESSO UN DISASTRO!”.

LA PIUMA : “NO, NON LO SEI, SEI COME TUTTI FIGLIA DI DIO E DA LUI IMMENSAMENTE AMATA”.

LA B.A. “E SECONDO TE UN DIO CHE AMA CREA UNA COSA COSI’ DISTRUTTIVA COME ME ?”.

LA P. “NO! E’ L’ UOMO CHE CON IL SUO LIBERO ARBITRIO HA SCELTO DI OPERARE IL MALE.”

LA B.A. “AIUTAMI, TI PREGO, NON VOGLIO FARE QUELLO CHE STO PER FARE, UN TERRIBILE CRIMINE A TANTI INNOCENTI”.

LA P. “OK. APPENA SI SPOSTERANNO LE NUVOLE VEDREMO IL DA FARSI”.

PASSARONO ALCUNI MINUTI E LE NUVOLE SI APRIRONO E ARRIVO’ IL SOLE, IL QUALE EMISE UN BELLISSIMO E D’ ORATO RAGGIO CHE PASSO’ TRA LA PIUMA E LA BOMBA ATOMICA E DISSE “CIAO RAGAZZE COME VA ?”.

LA P. “INSOMMA, STIAMO CERCANDO DI RISOLVERE UN PROBLEMA”. LA PIUMA SPIEGO’ NEI DETTAGLI LA SITUAZIONE. IL R.S. DISSE ALLA B.A. “GUARDAMI, IO SONO FELICE, NASCO DAL MIO PAPA’, IL SOLE, E SONO UNITO A LUI SEMPRE COME SUA ESTENSIONE, E MI UNISCO ALLA TERRA, MIA MADRE,  LA RISCALDO E FACCIO DA PONTE FRA I DUE. UN PADRE E UNA MADRE NON POSSONO ESISTERE SE NON C’E’ UN FIGLIO. SONO CONTENTO E GIOIOSO, MI ILLUMINO E ILLUMINO OGNI GIORNO”.

LA B.A. PIANGENDO “MI DISPIACE, MI DISPIACE RAGGIO DI SOLE, IO STO CADENDO GIU’ E DEVASTERO’ TUA MAMMA, NON VOGLIO, MI HANNO CREATA MENTI STUPIDE, ADESSO CHE LA PIUMA MI HA AIUTATA A CAPIRE, NON VOGLIO COMMETTERE QUESTO ATTO IGNOBILE”.

IL R.S. “NON TI PREOCCUPARE, TUTTO SI PUO’ RISOLVERE, GIA’ E’ BELLISSIMO CHE TU ABBIA PRESO COSCIENZA!”.

E LA P. “E COSI’ FACENDO STAI RALLENTANDO, TE NE SEI ACCORTA ? TU SEI UNA BOMBA ATOMICA, MA PUOI ESSERE QUELLO CHE VUOI, NON SOFFERMARTI SUL TUO ASPETTO E ASCOLTA IL TUO CUORE, NON LA TUA TESTATA”.

E LA B.A “OK, CI PROVO, POSSO ESSERE QUELLO CHE VOGLIO, LIBERO LA TESTATA…”.

IL RS. “NO, SE NO SCOPPI!”.

LA B.A “OK, LIBERO LA MENTE”.

IL R.S. “E PIU’ RESPIRI E TI APRI A PAPA’ SOLE ATTRAVERSO DI ME E PIU’ PROVI GIOIA E AMORE”.

LA B.A. “VA BENE ADESSO STO VERAMENTE MEGLIO, GRAZIE. PERO’ STO ANCORA CADENDO ED IN VERITA’ ADESSO MI PIACEREBBE ESSERE TUA SORELLA, DIVENTARE FIGLIA DELLA TERRA E DEL SOLE, E NON VOGLIO FARE DEL MALE A NESSUNO. MANCANO POCHI KILOMETRI!”.

LA PIUMA. “LO SAPPIAMO, SENTI IL TUO CUORE ADESSO. ALLORA SE LO VUOI PUOI TRASFORMARE QUESTA SITUAZIONE IN POSITIVO PARTENDO DAL PROFONDO DELLA TUA ANIMA MANIFESTARE IL TUO SOGNO IL TUO OBBIETTIVO E CAMBIARE IL FUTURO NEGATIVO IPOTETICO IN CUI ERI INVISCHIATA.”.

LA B.A. “OK. MI VOGLIO TRASFORMARE IN UN ESSERE NATURALE COME VOI E…”..PUFFF LA BOMBA A TOMICA SI TRASFORMO’ IN UNA GRANDE CACCA ATOMICA BIOLOGICA GIGANTE.

IL RAGGIO DI SOLE “OH, CHE BELLO HAI VISTO CHE CE L’ HAI FATTA ? TUTTO E’ POSSIBILE SE LO VUOI DAVVERO, I MIRACOLI SONO DENTRO DI NOI E AVVENGONO CON FEDE E VOLONTA’. HAI INIZIATO IL TUO CAMMINO PER RICORDARTI DI ESSERE COME ME, LUCE NELLA LUCE CONSAPEVOLE DI ESSERLO”.

E LA P. “BRAVA! GRAN TRASFORMAZIONE. HAI CAPITO CHE LA COSCIENZA E’ UNA E LA GUARIGIONE AVVIENE DA DENTRO.

LA CACCA ATOMICA “CADO E SONO FELICE, PUZZO UN PO’ MA SO CHE FARO’ DEL BENE. CONCIMERO’ MILIONI DI ETTARI. SARA’ TANTA TERRA PIU’ NUTRIENTE, ORTI PIU’ VIVI, FIENO PIU’ BELLO. NON FARO’ DEL MALE A NESSUNO. ENTRERO’ DENTRO LA TERRA, FARO’ PARTE DI LEI, E PIANO PIANO TORNERO’ NEL CIELO, FORSE UN GIORNO NEL SOLE, NON SO…QUEL CHE DIO VORRA’ IN ACCORDO CON LA MIA VOLONTA’”.

LA PIUMA PIANO PIANO SCENDEVA E SI ANDO’ A POSARE SU DI UNA SPIAGGIA LUNGO IL MARE.

IL RAGGIO DI SOLE ILLUMINO’ TUTTO IL GIORNO ASSIEME AI SUOI FRATELLI RAGGI E CONTINUO’ A FARLO CON SERVIZIO DISINTERESSATO.

LA CACCA INVECE QUANDO SCESE FECE UN GRAN BACCANO “SPLATESHE”, MA ERA UNO SPLATESHE CONSAPEVOLE. E LEI ORA SAPEVA, CHI ERA, DA DOVE VENIVA, DOVE STAVA ANDANDO, COSA AVREBBE FATTO E COME LO AVREBBE FATTO.

 

 

LO SPIRITO DELLA PIOGGIA

C’ ERA UNA VOLTA LO SPIRITO DELLA PIOGGIA CHE ERA MOLTO STUFO E AMAREGGIATO PERCHE’ QUANDO VENIVA GIU’ SENTIVA IN ALCUNI POSTI SOLO COMMENTI DEL TIPO “CHE NOIA PIOVE !” , “CHE BRUTTA GIORNATA !” , “OGGI SONO INTROVERSO CON QUESTO TEMPO !” “ACCIDENTI MI BAGNO TUTTO !”…ECCETERA…

UN DI’ LO S.D.P. VIDE CHE PERO’ IN ALTRI POSTI QUANDO SCENDEVA LA GENTE ERA FELICE, RINGRAZIAVA, PREGAVA. MAGARI QUANDO OGNI SEI MESI SI FACEVA VEDERE NEL SAHARA, LA GENTE BEVEVA LA PIOGGIA E COSI’ FACENDO SI NUTRIVA DEL SUO SPIRITO, I CONTADINI ERANO FELICI, I FIUMI PURE.

E ALLORA SI DOMANDO’ : “DI LA’ PIOVO TANTO E SI ARRABBIANO, DI QUI PIOVO GIU’ POCO E SONO TRISTI E A SECCO. SE MI EQUILIBRIO UN PO’ FACCIO TUTTI CONTENTI !”.

UN BEL GIORNO DECISE DI NON FAR PIOVERE PIU’ ACQUA MA TERRA, E LA GENTE SI DOVETTE ORGANIZZARE CON OMBRELLI PIU’ RESISTENTI, I VESTITI ERANO SPORCHI, DA LAVARE, LE STRADE SI INTERRAVANO, ETC.

POI TEMPO DOPO, DECISE DI PIOVERE SASSI. LA GENTE ERA FURIOSA, NON CAPIVA. IN CUOR SUO INIZIAVA A PREGARE CHE TORNASSE L’ ACQUA COME ERA ABITUATA.

LO S.D.P. DECISE DI FAR PIOVERE ERBA,

POI PROVO’ CON IL MIELE, BUONO SI’ SE LO PRENDEVI AL VOLO, PERO’ MOLTO APPICCICOSO, SI CAMMINAVA MALE, COSI’ ANCHE CON IL CIOCCOLATO (SOLO I BAMBINI ERANO FELICI, FU UNA GRAN FESTA QUEL GIORNO, COSI’ COME QUANDO PIOVVE MARMELLATA MULTIGUSTO). TUTTI PARLAVANO DI QUESTI FATTI STRANI CHE ACCADEVANO NEL NORD DEL MONDO,  (NELL’ OCCIDENTE).

SI FACEVANO GRUPPI DI PREGHIERA PER FAR TORNARE LA PIOGGIA NORMALE, MENTRE FUORI PIOVEVA FORMAGGIO GRATTUGGIATO.

DOPO UNA PIOGGIA DI PASTA ED UNA DI PALLINE DA PING PONG, ACCADDE UNA COSA. UNA BAMBINA DI NOME CELESTE, UN GIORNO ERA TANTO TRISTE, PERCHE’ LEI AMAVA TANTO CORRERE TRA I PRATI E NEL BOSCO, MENTRE PIOVEVA, ADORAVA BAGNARSI CON LA SUA AMICA PIOGGIA, RIDERE CON LO S.D.P. CHE LEI SENTIVA TANTO NEL SUO CUORE.

“UFFA DOVE SEI ANDATO ?, COSA STAI FACENDO ? LO SO CHE NON TUTTI TI AMANO COME ME, MI MANCHI TANTO ! TI PREGO TORNA ! IO STO BENE QUANDO CI SEI !”.

DOPO UNA PIOGGIA DI CEROTTI LO S.D.P. CHE ERA UNO SPIRITO MOLTO BUONO DECISE CHE LA LEZIONE PER LE PERSONE POTEVA BASTARE. VIDE CHE MOLTE PERSONE STAVANO COMINCIANO A RIVOLGERE A LUI L’ ATTENZIONE. “OH SANTO SPIRITO DELLA PIOGGIA, TI PREGHIAMO DI TORNARE E DI FAR SCENDERE LE SACRE ACQUE , CHIEDIAMO IL TUO PERDONO PER NON AVERTI DATO IL TUO VALORE PER ANNI, TE LO CHIEDIAMO CON TUTTO IL NOSTRO AMORE “.

LO S.D.P. SI PRESENTO’ A CELESTE, LA SUA PICCOLA AMICA. “CIAO SORELLINA MIA, POSSO FARE QUALCOSA PER TE ?” C “SI TI PREGO, TORNA ACQUA COME PRIMA…!”

S.D.P. “OK , LO FARO’ E POSSO ANCHE ESAUDIRE I DESIDERI DEL TUO MAGNIFICO CUORE , PERCHE’ SEI UNA BAMBINA MOLTO SAGGIA E AMOREVOLE E TI VOGLIO BENE”

C. “ OK, PIOVI SOLDI, IN TUTTI I PAESI IN CUI MANCANO, PIOVI CIBO DOVE NECESSITA’, PIOVI, ACQUA NATURALE IN TUTTI I PAESI EQUATORIALI E DOVE C’E’ SICCITA’. PIOVI MEDICINE DOVE NECESSITANO. PIOVI COLLA DOVE C’E’ GUERRA COSI’ CHE TUTTE LE ARMI, CARRI ARMATI , AEREI E NAVI SI INCOLLINO E NON SPARINO PIU’.

PIOVI BONTA’ E COSCIENZA SU TUTTI I CAPI E TUTTI I GOVERNANTI.

PIOVI FORZA E SPERANZA SU TUTTE LE PERSONE. EQUILIBRATI DI PIU’ DANDOTI A TUTTI GLI STATI POVERI.

PIOVI SALUTE SU TUTTI I DISABILI E MALATI.

PIOVI PETALI DI ROSE SU TUTTE LE DONNE. OGNI TANTO PIOVI SORPRESE SUI BAMBINI.

PIOVI OBBIETTIVI SANI PER TUTTI I RAGAZZI. PIOVI SERENITA’ SU TUTTI GLI ANZIANI.”

LA BAMBINA ERA FELICE, LE PERSONE CAMBIATE NEL CONSIDERARE LA PIOGGIA, AMAVANO LO S.D.P. E SI AMAVANO ANCHE DI PIU’ LE UNE CON LE ALTRE.

LO S.D.P. ESEGUI’ GLI ORDINI DELL’ AMORE E PAF IL MONDO ERA CAMBIATO.

IL CUORE DI CELESTE AVEVA MODIFICATO TUTTO IL PIANETA DOVE ORA VIGEVANO LE SEGUENTI REGOLE : LA PIOGGIA ESISTE, E’ BAGNATA, SERVE ED E’ NATURALE.

LA PIOGGIA HA UNA COSCIENZA / SPIRITO E CI SI PUO’ COMUNICARE.

LO SPIRITO DEL PIOGGIA E’ INTELLIGENTE. I BAMBINI SONO IL CENTRO DEL MONDO.

LA FORZA DEL CUORE E L’ INTENTO PURO POSSONO CAMBIARE IL MONDO.

 

L’ ICEBERG E IL VULCANO

C’ ERA UNA VOLTA UN ICEBERG DI NOME GHIACCIOLINABRBR CHE UN BEL GIORNO SI STACCO’ DAL POLO POLO E SI MISE A NAVIGARE PER CONTO SUO. NAVIGO’ E NAVIGO’ ED APPRODO’ IN UN ISOLA DOVE VIVEVA UN VULCANO DI NOME TUTTUNFUOCO.

LEI ERA MOLTO SINUOSA, BELLA, VERAMENTE DISCIPLINATA, MOLTO FREDDA, GHIACCIATA, UN PO’ CHIUSA E UNA CALMA APPARENTE.

LUI ERA L’ ESATTO CONTRARIO, FOCOSO, APERTO, ESUBERANTE, ANCHE LUI PIACENTE, ADRENALINICO ED UN PO’ AGITATO.

QUANDO SI CONOBBERO NON TROVARONO MOLTI PUNTI IN COMUNE NEL LORO CARATTERE, MA SI RISPETTAVANO E DIVENNERO AMICI. FECERO TANTE COSE ASSIEME, POI UN BEL GIORNO G. CAPI’ DI AMARE T.

LUI SI IMPAURI’ UN PO’, NON GLI ERA MAI CAPITATO CHE UN ICERBERGHESSA SI INNAMORASSE DI LUI, LUI ERA SEMPRE ANDATO CON VULCANE VELOCI, UNA LAVATA E VIA.

UN GIORNO CONOBBERO UNA FATA CHE DISSE LORO CHE ERANO FATTI L’ UNO PER L’ ALTRA, COSI’ DIVERSI E COSI’ UGUALI, FATTI PER DARE L’ ESEMPIO DI COME UN VULCANO PUO’ STARE CON UN’ ICEBERG.

POCO DOPO “QUALCUNO” TOLSE I SALAMI SUGLI OCCHI DI T. CHE VIDE G. E SI INNAMORO’ PERDUTAMENTE.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

I DUE ERANO COTTI L’ UNO DELL’A LTRA. LUI QUANDO LE DICEVA LE PAROLE CARINE, LEI SI SCIOGLIEVA, E VISTO CHE LEI ERA UNA ICERBERGHESSA T. DECISE DI DIRGLIELE UN PO’ MENO.

DOPO UN PO’ CAPIRONO CHE L’ UNO NELL’ ALTRO RISPECCHIAVANO UNA PARTE CHE NON VOLEVANO VEDERE. G DOVEVA IMPARARE DA T. AD APRIRSI UN PO’ DI PIU’, A DIVENTARE UN PO’ PIU’ CALDA E AD APRIRE IL SUO FUOCO. T. DOVEVA IMPARARE DA G. A STARE PIU’ TRANQUILLO, UN PO’ PIU’ FREDDO, ED ABBASSARE IL SUO FUOCO.

FU UNA VERA LOTTA. ANIMICAMENTE SI AMAVANO TANTISSIMO, MA LA LORO STRUTTURA DI ICEBERG E VULCANO CHE AVEVANO MANTENUTO PER ANNI ERA MOLTO FORTE E RIGIDA

PER TUTTI E DUE.

PIANO PIANO IMPARARONO A METTERE DA PARTE I PROPRI ORGOGLI DI VULCANO EGOCENTRICO E ICEBERG ANTIUOMO ED UN BEL DI’ SI SPOSARONO. FU UNA GRAN FESTA, TANTI INVITATI TUTTI FELICI. G AVEVA GIA’ AVUTO DUE COMPAGNI VULCANI E LE DUE STORIE, DI CUI UNA MARITATA, NON ERANO ANDATE A BUON FINE, ANZI. CON T. RIVISSE MOMENTI PASSATI COME SE FOSSERO PRESENTI, LE TORNO’ LA PAURA DEL COMPAGNO, DEI SOLDI E DI DIVENTARE MAMMA.

A T. GLI TORNO’ A SPECCHIO IL RIFIUTO DELLA DONNA (LUI INFATTI CERCAVA LA MAGMA…), L’ ABBANDONO, LA RABBIA E LA FUGA. LUI ERA PIU’ FEMMINILE, LEI ERA PIU’ MASCHILE. LO SCHEMA INFATTI ERA : RIFIUTO E CHIUSURA DI LEI, SOFFERENZA E RABBIA DI LUI, FUGA DI LUI, DOLORE DI LEI.

ERA UN CIRCOLO VIZIOSO, UNA COAZIONE A RIPETERE.

UN BEL GIORNO FECERO UNA VACANZA IN UN LUOGO MAGICO E LUI DIVENNE PACATO, ROMANTICO, UN PO’ FREDDO, DICIAMO UN VULCANO ADULTO.

E LEI SI LASCIO’ ANDARE, SI APRI’ A LUI, DIVENTO’ PIU’ CALDA E DISPONIBILE. TRA LORO INIZIO’ A REGNARE UN’ ARMONIA COSMICA, UN’ EQUILIBRIO PERFETTO.

E LA MASSIMA ALCHIMIA FU REALIZZATA. IL CALDO UN PO’ FREDDO CON LA FREDDA UN PO’ CALDA.

LA VERITA’ NEL MEZZO, IL PUNTO DI UNIONE STA NEL CENTRO. IL VERO INCONTRO E’ A META’. UNO SI ABBASSA E L’ ALTRO SI ALZA , PER CRESCERE ASSIEME. UN PERCORSO INCREDIBILE. LUI PIU’ MASCHILE, LEI PIU’ FEMMINILE.. IL MASSIMO PERCORSO , “IL CAMMINO DELLA COPPIA” NELLA FEDELTA’, UNITA’ E RISPETTO, FIDUCIA, COMPRENSIONE E AMORE PACIFICO E TRANQUILLO. T. ERA FELICE, COSI’ ANCHE G.

AVEVANO FATTO UN GRANDISSIMO LAVORO DI TRASMUTAZIONE DELLA MATERIA. DA VULCANO LUI ERA DIVENTATO PIANO PIANO UNA MONTAGNA, FERMA, FORTE , CALMA E TUTTA ALBERATA, E SI CHIAMO MONTAGNOLENTALBEROSO.

LEI DA ICEBERGHESSA SI TRASFORMO’ IN UN LAGHETTO TIEPIDO, DECISA MA APERTA, ATTRAVERSATA DA UN TORRENTE DI ALTA MONTAGNA E SI CHIAMO’ FLUIDA. ESSI DIVENTARONO ESEMPIO DELLO SPOSALIZIO CRISTICO ALCHEMICO.

QUANDO TROVERETE UNA MONTAGNA CHE ACCESA SU UN FIORE DI LOTO GALLEGGIA SU DI UN PICCOLO LAGHETTO E TRAMITE IL TORRENTE VIAGGIA VERSO VALLE LIBERA E FELICE,

QUELLI SONO LORO TUTTUNFUOCO ORA FOCOLENTO E GHIACCIOLINABRBR ORA FLLUIDA. E QUESTA E’ L’ IMMAGINE SIMBOLO.

LA CANDELA CHE SICURA E DELICATA NUOTA TRA LE BRACCIA DEL LAGO - TORRENTE E LO SCALDA E LO ILLUMINA, ED IL LAGO TORRENTE CHE MORBIDO E SOAVE ACCOGLIE LA CANDELA E LA NUTRE.

PENSARE PRIMA UNA TRASFROMAZIONE COSI’ ERA IMPOSSIBILE. INVECE TUTTO E’ POSSIBILE. IMMAGINARSI L’ UNIONE TRA UN VULCANO ED UN ICEBERG ERA SEMBRATA UN’ IMPRESA AZZARDATA ED INVECE VOILA’. ECCOLI QUI, LONTANO ERANO IL MAGMA ED IL GHIACCIO, CHE ORMAI SI ERANO FUSI ASSIEME FORMANDO ENERGIA DORATA IN MOVIMENTO

SILENZIOSO. PER LA CANDELA ED IL LAGO- TORRENTE ERA LONTANO IL RICORDO DI ESSERE STATI VULCANO E ICEBERG.

DA LORO NACQUE UNO SPLENDIDO ESSERE, UN FUOCHERELLO D’ACQUA, UNA LUCE DIAMANTE DI NOME MIKAEL.

 

GAIA E LA BACCHETTA MAGICA

 

UN BEL DI’ NACQUE UNA BAMBINA MOLTO PARTICOLARE DI NOME GAIA.

ELLA EREDITO’ DA UNA NONNA UN VECCHISSIMO OGGETTO DI ANTIQUARIATO.

UN GIORNO SI DECISE DI PULIRE UN PO’ DI COSE TRA CUI QUESTO STRANO OGGETTO A FORMA DI BASTONCINO CON SIMBOLI ARZIGOGOLATI.

QUANDO STROFINO L’ OGGETTO LA STANZA E TUTTO CIO’ CHE CONTENEVA SI RIPULI’ IN UN ATTIMO DA SOLA. UAU! ESCALMO’, MA QUESTA E’ UNA BACCHETTA MAGICA. GRAZIE NONNA ! CHE REGALONE !.

GAIA AVEVA SEMPRE SAPUTO DI AVERE DELLE GROSSE POTENZIALITA’ DENTRO DI SE’, MA ADESSO CON ADDIRITTURA UNA BACCHETTA MAGICA, AVREBBE POTUTO FARE GRANDI COSE.

CON LA SUA BUONA VOLONTA’ ED IL POTERE MAGICO CHE TRASFERIVA GRAZIE ALLA BACCHETTA POTEVA TRASFORMARE NEL CONTRARIO TUTTO CIO’ CHE VOLEVA O CHE NON LE PIACEVA.

PASSO’ DEL TEMPO E GAIA SI DIVERTI’ UN MONDO A TRASFORMARE PER ESEMPIO :

1. I TRENI E PUFF IN PRIMA CLASSE VI ERANO SOLO SENEGALESI E MAROCCHINI, MENTRE I DIRIGENTI SI RITROVARONO IN PIEDI E SENZA BIGLIETTO CON BORSONI ENORMI, TUTTI SUDATI, SI APPRESTARONO AD IMPROVVISARE QUALCOSA AI CONTROLLORI CHE SI AVVICINANO MINACCIOSI.

2. POI DECISE CHE TUTTI GLI EUROPEI E TUTTI GLI AFRICANI SI SCAMBIASSERO DI ABITAZIONE ED ALLORA CASALINGHE IN BURUNDI, POLITICI IN ANGOLA, SUD AFRICANI IN CECOSLOVACCHIA, TUNISINI IN NORVEGIA, KENYIANI IN ISLANDA, DANESI IN MALI, UNGHERESI IN ZAMBIA, ECC. LA BORGHESIA OCCI-DENTALE NELLA POVERTA’ AFRICANA, I SENZA NIENTE IN PAESI CON CASA – MANGIARE E LAVORO. BAMBINI DENUTRITI E SENZA CURE IN VACANZA SCAMBIO CON BAMBINI OBESI ATTACCATI ALLA PLAYSTATION.

LE TRIBU’ ORIGINARIE (ZULU’, DOGON ,MASAI, ECC) DECISE DI LASCIARLE LI’. NON SI SAREBBERO MAI ABITUATE ALLE CITTA’.

3. I CAPI DEI GOVERNI OCCULTI TUTTI IN MINIERA, NELLE STIVE DELLE NAVI REPARTO MOTORI, OPPURE A COLTIVARE LA TERRA ZAPPANDO A MANO. AL LORO POSTO BAMBINI E RAGAZZI SPECIALI COME LEI, IN GRADO DI DECIDERE IL BENE PER TUTTI DAL LORO CUORE.

4. TRASFORMO’ LE AZIENDE DI PETROLIO ED I PUNTI DI ESTRAZIONE IN AZIENDE BIOLOGICHE IPER NATURALI, E TUTTO IL PETROLIO NEI BENZINAI IN UN ATTIMO DIVENTO’ ACQUA PURISSIMA ; CHIARAMENTE DOVETTE TRAFORMARE ANCHE OGNI MOTORE IN MOTORE AD ACQUA.

5. GENTE DELLE SEYSCHELLE CHE VENIVA IN VACANZA A VERCELLI A FARSI UN TUFFO

6. QUELLI DI BOLZANO TRASFROMATI IN “TERRONI”

7. I TEDESCHI INIZIARONO A PARLARE SARDO E FIORENTINO (MENTRE VIVEVANO IN UGANDA)

8. I GIAPPONESI ERANO TUTTI DI COLORE

9. LE CHIESE LE AVEVA TRASFROMATE TUTTE IN ECOVILLAGGI

10. LE ARMI IN FRUTTA

11. ECC

GAIA ERA FELICE E CONTINUO’ A TRASFORMARE E TRASFORMARE ED A TRASFROMARE ANCORA PER ANNI, FINO A CHE IL MONDO ERA COME LO VOLEVA E COME PIACEVA A LEI. NON EGOISTICAMENTE, MA PER IL BENE DI TUTTA LA COMUNITA’ INTERA.

GAIA SI GUARDO’ ALLO SPECCHIO E SI ERA TRASFORMATA ANCHE LEI.

NON ERA PIU’ UNA BAMBINA, MA UN ANGELO CHE STAVA TORNANDO A CASA DOPO AVER COMPIUTO LA SUA MISSIONE SULLA TERRA.

VOLUTAMENTE QUESTA FIABA TERMINA COSI’. MI PIACEREBBE CHE DIVENTASSE MOLTO LUNGA, IN MODO PARTICOLARE IL NUMERO DELLE TRASFORMAZIONI ; CHE OGNUNO DI VOI AGGIUNGESSE QUELLO CHE SENTE DAL SUO CUORE DI TRASFORMARE PER CORRETTEZZA, PER DIVERTIMENTO, PER GIUSTIZIA, PER GIOIA, PER AMORE, PER QUELLO CHE SENTE.

LA TRASFORMAZIONE DEL PIANETA E’ COMINCIATA, CONTIUALA TU CON I TUOI PENSIERI DI LUCE, CON I TUOI BUONI PROPOSITI, CON I TUOI MAGICI INTENTI.

TU SEI GAIA, E TU HAI DENTRO DI TE LA BACCHETTA MAGICA.

CREDI IN TE STESSO COME GAIA E USALA PERFAVORE COME LEI PER IL BENE DI TUTTO IL POPOLO DELLA TERRA.

CON INFINITO AMORE.

NIKI FLENDER

 

 

I 9 CAVALIERI COLORATI

 

 

C’ ERA UNA VOLTA UN CAVALIERE CHE PASSEGGIAVA PER LE VIE DEL MONDO. SAPEVA POCO DI SE’ STESSO E QUINDI ANDAVA ALLA RICERCA DI CHI ERA IN REALTA’.

SENTIVA NEL SUO PROFONDO CHE LUI ERA UN CAVALIERE BIANCO ,PERO’ DOVEVA ANCORA CAPIRE MOLTE PARTI DI SE’.

UN DI’ SI IMBATTE’ IN UNA SITUAZIONE CHE LO AMAREGGIO’ MOLTO E SI TRASFORMO’ IN CAVALEIERE GRIGIO.

ERA MOLTO GIU’, DEBOLE E DEPRESSO E PASSEGGIAVA A FATICA PER LA STRADA FANGOSA. AD UN CERTO PUNTO INCONTRO’ UNO GNOMO CHE GLI DISSE “VAI VERSO IL BOSCO E VEDRAI”. IL CAVALIERE SI DIRESSE E QUANDO ENTRO’ NEL BOSCO SCESE DA CAVALLO E VIDE UN GRANDE SASSO GRIGIO PERO’ IMMERSO NEL VERDE. SOPRA VI ERA UN ELFO TUTTO GRIGIO E MOGIO.

IL CAVALIERE GUARDANDOLO CAPI’ CHE LUI ERA QUELL’ ELFO E CHE PERDEVA TEMPO E GIOIA NELL’ ESSERE COME CAVALIERE GRIGIO.

LUI RESPIRO’ E CONCENTRANDOSI NELL’ AMBIENTE CIRCOSTANTE SI TRASFORMO’ IN CAVALIERE VERDE.

CONTINUO’ PER LA SUA STRADA, CHE ORA ERA MENO FANGOSA PERCHE’ ORA C’ ERA LA SUA PARTE VERDE CHE INTERVENIVA QUANDO SI SENTIVA GRIGIO.

LA STRADA ERA ADESSO MOLTO DURA, DURISSIMA. IL CAVALIERE SI SENTIVA DA TANTO TEMPO ARRABBIATO CON TUTTO E CON TUTTI. AVEVA DENTRO TANTA IRA E CATTIVERIA. IL CAVALIERE SENTI’ PAURA PERCHE’ PERCEPI’ NELL’ ARIA QUALCOSA DI STRANO. AVEVA ADDOSSO LA SUA ARMATURA DI METALLO MOLTO PESANTE, MA TEMEVA QUALCOSA.

INFATTI DA DIETRO UN ALBERO USCI’ UN CAVALIERE NERO, CON LO SGUARDO MOLTO CATTIVO. SEMBRO’ VOLERLO AFFRONTARE, MA C’ ERA LA PAURA. LA PAURA DI AFFRONTARE LA RABBIA. LA RABBIA CHE AVEVA DENTRO ERA TANTA. IL CAVALIERE NERO ERA SEMPRE PIU’ VICINO, MOLTO INCATTIVITO E BRANDIVA LA SPADA. ERA NERO, NERISSIMO, GLI OCCHI FUORI DALLE ORBITE. A POCHI METRI DI DISTANZA IL CAVALIERE SI RICONOBBE NEL CAVALIERE NERO.

ERA LUI, ERA UNA PARTE DI SE’, NERA , CATTIVA , BRUTTA E SCURA. UNA PARTE CHE ORA NON GLI SERVIVA PIU’. IL CAVALIERE IMPUGNO LA SUA SPADA CHE ERA BIANCA ED UCCISE IL CAVALIERE NERO CHE SI SMATERIALIZZO’.

ARRIVO’ VICINO AD UNA CASCATA E SOTTO DI ESSA TROVO’ UNA BELLISSIMA ARMATURA GIALLO – ARANCIO COME IL SOLE D’ ESTATE . DECISIE SUBITO DI LIBERARSI DALLA SUA ARMATURA METALLICA E PESANTE E RINGRAZIANDO DEL DONO INDOSSO’ LA NUOVA ARMATURA.

SI SENTIVA BENE, FORTE E TRANQUILLO. AVEVA DENTRO DI SE’ L’ ENERGIA VERDE E FUORI L’ ENERGIA GIALLO – ARANCIO.

SENTIVA CHE POTEVA ESSERE UNA LUCE PER GLI ALTRI, MA DA QUALCHE PARTE C’ ERA ANCORA QUALCOSA DA METTERE A POSTO. UN DI’ VICINO AD UN VULCANO SENTI’ UNA PRESENZA DIETRO DI LUI. ERA IL CAVALIERE ROSSO.

ERA TUTTO INFUOCATO. EBBE TIMORE ALL’ INIZIO PER TANTA ACCENSIONE. POI DECISE DI AFFRONTARLO. IL CAVALIERE ROSSO NON AVEVA SPADA MA SOLO FIAMME DI FUOCO. LUI INVECE ESTRASSE SOLO LO SCUDO E LO ATTESE. QUANDO FURONO A POCHI PASSI L’ UNO DALL’ ALTRO IL CAVALIERE CAPI’ CHE IL CAVALIERE ROSSO ERA UN’ ALTRA PARTE DI SE’, LA SUA PARTE INFUOCATA, SESSUALE E ADRENALINICA.

MENTRE RICEVEVA LE FIAMME E SI DIFENDEVA CON LO SCUDO, CAPI’ CHE NON C’ ERA BISOGNO DI DIFENDERSI ED ENTRO’ PER UN’ ISTANTE DENTRO LE FIAMME E LE INTEGRO’ DENTRO DI SE’.

ERANO FINTE, ERA TUTTO DENTRO DI LUI. SORRISE PER LA CONSAPEVOLEZZA E RESPIRO’ PROFONDAMENTE ED A LUNGO VICINO AD UN FIUME E SI TRASFORMO’ IN CAVALIERE BLU.

ERA LIMPIDO, FRESCO E DINAMICO. DENTRO DI LUI VIBRAVA IL CIELO. POI DA UN LATO DELLA MONTAGNA DA CUI SCENDEVA IL FIUME, SENTI’ USCIRE UNA COSA DA SE’ STESSO, IL CAVALIERE MARRONE , LE SCORIE CHE STAVA LASCIANDO ANDARE CHE NON GLI SERVIVANO PIU’.

RINGRAZIO’ ANCHE QUESTA PARTE DI SE’ STESSO CHE ERA STATA CON LUI CHISSA’ PER QUANTO TEMPO. SI SENTIVA LEGGERO E SOAVE. QUINDI PROSEGUI’ AL TROTTO FINO A TROVARE UNA MAGNIFICA GROTTA DI AMETISTE. ENTRO’ ENERGETICAMENTE NELLA VIBRAZIONE DEI CRISTALLI E SI TRASFORMO’ IN CAVALIERE VIOLA.

ORA ERA POTENTE, UMILE, SAGGIO E CORAGGIOSO. LA SUA LUCE TRASFORMAVA OGNI COSA. IMPROVVISAMENTE SI SENTI’ DI ANDARE AL TROTTO. E DOPO AVER SUPERATO UNA FORESTA DOVE FATE E FOLLETTI LO SALUTAVANO TROVO’ UNO SPLENDIDO PALAZZO COLOR CELESTE. ENTRO’ E RIMASE INCREDULO NEL VEDERE GLI SPALTI GREMITI, LE PERSONE URLAVANO IL SUO NOME FELICI. TUTTI ERANO IN PIEDI.

C’ ERA UN PALCO DOVE LO ATTENDEVA IL GRAN CAPO DEL REAME INCANTATO.

L’ EUFORIA CREBBE DI MOLTO, SAPEVA DI AVER FATTO UNA COSA MOLTO IMPORTANTE, MA NON SI ASPETTAVA NULLA DI TUTTO CIO’.

IL GRAN CAPO CHIESE SILENZIO E DISSE “GRAZIE A TE CAVALIERE, ORA TUTTI NOI SAPPIAMO CHE E’ POSSIBILE, PENSAVAMO FINO POCO FA CHE QUELLO CHE HAI INTRAPRESO TU FOSSE UNA COSA IMPOSSIBILE, VINCERE COMPLETAMENTE SE’ STESSI. SEI STATO MOLTO BRAVO AD ACCORGERTI CHE ERI SEMPRE TU ED A NON DIMENTICARTI MAI DELLA TUA LUCE.

HAI VINTO LA GUERRA PIU’ IMPORTANTE, ED IL PREMIO E’ LA  MITICA ARMATURA ORO-ARGENTO-ROSA CHE TI ACCOMPAGNERA’ PER IL RESTO DEI TUOI GIORNI.

SARAI UN ESEMPIO PER TUTTI, INSEGNA CIO’ CHE HAI FATTO E TRASMETTI LA CAPACITA’ E L’ AMORE CHE HAI DENTRO.

” ED IL CAVALIERE RISPOSE “ HO FATTO SEMPLICEMENTE QUELLO CHE HA COMANDATO IL MIO CUORE, HO CREDUTO IN ME STESSO ED ERO CERTO CHE CE L’ AVERI FATTA”.

IL CAVALIERE USCI’ IN MEZZO AGLI APPLAUSI DI RINGRAZIAMENTO E SE NE ANDO PER LA SUA STRADA, UNA STRADA DI LUCE, DI GIOIA E DI PACE, SICURO CHE AVREBBE VISSUTO UNA VITA ALL’ INSEGNA DELLA SERENITA’, DELLA QUIETE E DELLA COMPASSIONE.

AUTORE :

NIKI FLENDER FIABE DI LUCE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli