Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Categoria: "Crescita spirituale"

Frasi di Einstein sulla spiritualita' e detti di personaggi famosi

Frasi di Einstein sulla spiritualità 

"La scienza senza la religione è zoppa. La religione senza la scienza è cieca"

"La mia religione consiste di un'umile ammirazione per l'illimitato spirito superiore che rivela se stesso nei leggeri dettagli che siamo capaci di percepire con la nostra mente gracile e debole"

"Quando la soluzione è semplice, Dio sta rispondendo"

"Dio non gioca a dadi con l'universo. Dio è sottile ma non è malizioso"

«Un essere umano è parte di un tutto che chiamiamo 'universo', una parte limitata nel tempo e nello spazio.

Sperimenta se stesso, i pensieri e le sensazioni come qualcosa di separato dal resto, in quella che è una specie di illusione ottica della coscienza.

Questa illusione è una sorte di prigione che ci limita ai nostri desideri personali e all'affetto per le poche persone che ci sono più vicine.

Il nostro compito è quello di liberarci da questa prigione, allargando in centri concentrici la nostra compassione per abbracciare tutte le creature viventi e tutta la natura nella sua bellezza»

"...analizzando e valutando ogni giorno tutte le idee, ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..."

"La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha dimenticato il dono"

"Tanto più avanza l'ulteriore evoluzione del genere umano, tanto più certo mi sembra quel sentiero verso la genuina religiosità che non si adagia sulla paura della vita, sulla paura della morte e sulla fede cieca"

"Ogni persona seriamente risoluta nella ricerca della scienza diventa convinta che nelle leggi dell'Universo si manifesta uno spirito – uno spirito di gran lunga superiore a quello dell'uomo, e uno di fronte al quale noi, con i nostri modesti poteri, dobbiamo sentirci umili"

"Il sentimento religioso degli scienziati prende la forma di un entusiastico stupore di fronte all'armonia della legge naturale, che rivela una intelligenza di tale superiorità che, comparati con essa, tutto il sistematico pensiero e l'azione del genere umano non ne sono che un riflesso completamente insignificante"

"La cosa più bella che possiamo sperimentare è il mistero; esso è la sorgente di tutta la vera arte e la vera scienza"

"Tutto il nostro lodato progresso tecnologico - la nostra molta civiltà – è come la scure nella mano di un criminale patologico"

"Dovremmo stare attenti a non fare dell'intelletto il nostro Dio; esso ha, certamente, muscoli potenti, ma nessuna personalità"

"Chiunque si accinga a eleggere se stesso come giudice del vero e della conoscenza è affondato dalla risata degli Dei"

"L'uomo che considera la propria vita e quella dei suoi simili senza senso non è soltanto sfortunato ma è quasi squalificato per vivere"

"L'autentica religione è il vero vivente; vivente tutt'uno con l'anima, tutt'uno con la bontà e la rettitudine"

"Mi fa arrabbiare come nient'altro l'insieme di dicerie che girano sul mio  conto. Io non credo affatto in un Dio personale che giudica l'uomo per il suo operato"

"Due cose mi ispirano soggezione - i cieli stellati sopra e l'universo morale dentro"

"Sono convinto che alcune attività e pratiche, politiche e sociali, delle organizzazioni cattoliche sono dannose e pericolose per la comunità intesa nel suo insieme, qui e dovunque"

"Non posso immaginare un dio che premi e punisca gli oggetti della sua creazione, i cui fini siano modellati sui nostri - un dio, in breve, che non è che un riflesso della fragilità umana. Né posso credere che un individuo sopravviva alla morte del suo corpo, sebbene gli animi deboli nutrano tali opinioni per paura o per ridicolo egoismo" 

 

Frasi e Detti di Personaggi Famosi 

Quanto manca alla vetta?  Tu sali e non pensarci!  ( F. W. Nietzsche )

Al saggio tutta la Terra é aperta, perchè patria di un' anima bella é il mondo intero. ( Democrito)

Ascoltami: verso la morte sei spinto dal momento della nascita. Su questo e su pensieri del genere dobbiamo meditare, se vogliamo attendere serenamente quell'ultima ora che ci spaventa e ci rende inquiete tutte le altre. (Seneca)

C'é nelle cose umane una marea che colta al flusso mena alla fortuna:perduta, l'intero viaggio della nostra vita si arena su fondali di miserie. (Shakespeare, Giulio Cesare)

Che cos'è il tempo? Se non me lo chiedi lo so; ma se invece mi chiedi che cosa sia il tempo, non so rispondere. (Agostino)

Chi non conosce la storia é costretto a riviverla. ( Anonimo )

Chi non conosce la verità é soltanto uno sciocco; ma chi, conoscendola, la chiama bugia, é un malfattore.( B. Brecht )

Chi pensa è immortale, chi non pensa muore. ( Averroè )

Chi si accorcia di vent'anni la vita, accorcia di altrettanto la paura della morte. (Shakespeare, Giulio Cesare)

Chiedetevi se siete felici, e cesserete di esserlo.(John Stuart Mill)

Ci sarà un buon governo solo quando i filosofi diventeranno re o i re diventeranno filosofi.(Platone)

Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo è tutto quello che sanno. (Oscar Wilde) 

Ci sono più cose in cielo e in terra che non ne sogni la tua filosofia. ( Shakespeare, Amleto )

Ci vuole tutta la vita per imparare a vivere e quel che forse sembrerà più strano, ci vuole tutta la vita per imparare a morire. (Seneca)

Considero il mondo per quello che é : un palcoscenico dove ciascuno deve recitare la sua parte . (Shakespeare)

Cos’è la giovinezza ? Un sogno. Cos’è l’amore ? Il contenuto del sogno. (Kierkegaard)

Diffidate di un filosofo che sa di sapere. (Norberto Bobbio)

Dio ci ha dato due orecchie, ma soltanto una bocca, proprio per ascoltare il doppio e parlare la metà. (Epitteto)

Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo. (Voltaire)

Due cose riempiono l'animo con sempre nuovo e crescente stupore e venerazione, quanto più spesso e accuratamente la riflessione se ne occupa: il cielo stellato sopra di me, e la legge morale in me.(Kant)

E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)

E' una bella prigione, il mondo. ( Shakespeare, Amleto )

Ecco il nostro errore: vediamo la morte davanti a noi e invece gran parte di essa è già alle nostre spalle: appartiene alla morte la vita passata.(Seneca)

Entro i confini del mondo non vi può essere esilio di sorta:nulla infatti che si trovi in questo mondo é estraneo all'uomo.(Seneca)

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza. ( Dante, Inferno XXVI )

Gli uomini, non avendo potuto guarire la morte, la miseria, l'ignoranza, hanno risolto, per vivere felici, di non pensarci. (Pascal)

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. (Karl Popper)

Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze. (Bobbio)

Il cuore ha ragioni che la ragione non conosce. (Blaise Pascal)

Il diavolo è un ottimista se crede di poter peggiorare gli uomini. (Karl Kraus)

Il divorzio risale probabilmente alla stessa epoca del matrimonio. Ritengo, comunque, che il matrimonio sia più antico di qualche settimana.(Voltaire)

Il dolore non va temuto. Infatti se é intenso é breve, se é lungo non é intenso.(Epicuro)

Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola. Solo gli imbecilli son sicuri di ciò che dicono. (Voltaire)

Il falso è suscettibile d'una infinità di combinazioni, ma la verità ha solo un modo d'essere.(Rousseau)

Il giusto altro non è che l'utile del più forte. (Trasimaco)

Il linguaggio è un labirinto di strade, vieni da una parte e ti sai orientare, giungi allo stesso punto da un'altra parte e non ti raccapezzi più... (Wittgenstein)

Il mondo é stato fatto per l' uomo, e non l' uomo per il mondo. (F.Bacone)

Il mondo nasce per ognun che nasce al mondo. (Pascoli)

Il mondo non è senza Dio, Dio non è senza il mondo. (Schleiermacher)

Il pensare é uno dei massimi piaceri concessi al genere umano . ( B. Brecht )

Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi. (B. Russell)

Il sogno è il teatro dove il sognatore è allo stesso tempo sia la scena, l'attore, il suggeritore, il direttore di scena, il manager, l'autore, il pubblico e il critico. (Jung)

Il supremo male che possa capitare è commettere ingiustizia; non vorrei né patirla né commetterla, ma, fra le due, preferirei piuttosto patire che commettere ingiustizia.(Platone)

Impara tutto, vedrai che poi nulla é superfluo. (Ugo di San Vittore)

In qualsiasi genere di vita troverai diletti, svaghi e piaceri se saprai render leggeri i tuoi mali invece che renderli odiosi. (Seneca )

L’arte è magìa liberata dalla menzogna di essere verità. (Adorno, "Minima moralia")

L’uomo è condannato ad essere libero: condannato perché non si è creato da se stesso, e pur tuttavia libero, perché, una volta gettato nel mondo, è responsabile di tutto ciò che fa. (Sartre)

La bellezza delle cose esiste nella mente di chi le osserva. (Hume)

La bellezza è la miglior lettera di raccomandazione per una donna. (Aristotele)

La Chiesa é esattamente ciò contro cui Gesù predicò e contro cui insegnò ai suoi discepoli a combattere. (Nietzsche)

La cosa migliore é vivere nell'uguaglianza; il nome stesso della moderazione già solo a pronunciarsi é bello;seguirla,poi,é quanto di meglio c'é per gli uomini. (Euripide, Medea)

La decisione cristiana di trovare il mondo brutto e cattivo, ha reso brutto e cattivo il mondo.(Nietzsche)

La filosofia non serve a nulla, dirai; ma sappi che proprio perchè priva del legame di servitù é il sapere più nobile. (Aristotele)

La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca. (Heidegger)

La maggior parte degli uomini sono filosofi in quanto operano praticamente e nel loro pratico operare è contenuta implicitamente una concezione del mondo, una filosofia. (Gramsci)

La morte non va temuta perchè quando ci siamo noi non c'é lei e quando c'é lei non ci siamo noi. ( Epicuro )

La morte sorride a tutti;un uomo non può far altro che sorriderle di rimando.(Marco Aurelio)

La parola è un'ombra dell'azione. (Democrito)

La ragione é, e deve solo essere, schiava delle passioni, e non può rivendicare in nessun caso una funzione diversa da quella di obbedire e di servire ad esse. (Hume)

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

La ragione umana viene afflitta da domande che non può respingere, perché le sono assegnate dalla natura della ragione stessa, e a cui però non può neanche dare risposta, perché esse superano ogni capacità della ragione umana.(Kant)

La religione é un narcotico con cui l'uomo controlla la sua angoscia, ma ottunde la sua mente. (Freud)

La ricompensa per una cosa ben fatta è averla fatta. (Emerson)

La speranza é il sogno di chi é sveglio. ( Aristotele )

La stoltezza ha questo di proprio: ricomincia sempre da capo la vita. ( Epicuro )

La virtù non ha padroni: quanto più ciascuno la onora, tanto più ne avrà. ( Platone )

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare. (Arthur Schopenauer)

La vita può essere capita solo all'indietro, ma va vissuta in avanti. (Kierkegaard)

L'evoluzione che porta dall'ameba all'uomo sembra essere evidentemente un progresso per i filosofi  ma si ignora se l'ameba sia d'accordo o no con questa opinione. (Bertrand Russell)

Libertà va cercando, ch' é si cara come sa chi per lei vita rifiuta. (Dante)

L'intelligenza è invisibile per l'uomo che non ne possiede. (Schopenhauer)

L'unica difesa contro il mondo è conoscerlo bene. (Locke)

L'unico modo per liberarsi da una tentazione é cederle. (O. Wilde)

L'uomo é difficile da scoprire, ed egli é per se stesso la più difficile delle scoperte. (Nietzsche)

L'uomo è misura di tutte le cose: di quelle che sono, per quanto sono, e di quelle che non sono, per quanto non sono. (Pratagora)

L'uomo è nato libero e ovunque è in catene. (Rousseau)

L'uomo è un dio mancato. (Sartre)

L'uomo ha bisogno di quello che ha in sè di peggiore per raggiungere ciò che di migliore esiste in lui.(P. Coelho).

Negli stessi fiumi scendiamo e non scendiamo , siamo e non siamo . ( Eraclito )

Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice nella miseria. (Dante, Inferno V)

Nessun piacere è di per se stesso un male: però i mezzi per procurarsi certi piaceri arrecano molti più tormenti che piaceri.(Epicuro)

Nessuno é così favorito da non avere accanto a sè,al momento della morte,qualcuno che gioisca del triste evento.(M. Aurelio)

Non bisogna tenere in massimo conto il vivere come tale, bensì il vivere bene. ( Platone )

Non cantata, l'azione più nobile morirà. (Pindaro)

Non c'é nulla interamente in nostro potere, se non i nostri pensieri. ( Cartesio )

Non devi adoperarti perché gli avvenimenti seguano il tuo desiderio, ma desiderarli così come avvengono, e la tua vita scorrerà serena.(Epitteto)

Non é felice chi non pensa di esserlo. (P. Siro)

Non é irreligioso chi rinnega gli dei del volgo, ma chi le opinioni del volgo applica agli dei ( Epicuro )

Non é vero che abbiamo poco tempo: la verità é che ne perdiamo molto. (Seneca)

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare. (Seneca)

Non esistono domande imbarazzanti, bensì risposte imbarazzanti. (O.Wilde)

Non esistono fatti, ma solo interpretazioni. ( Nietzsche )

Non si piange sulla propria storia, si cambia rotta. (Spinoza)

O siamo capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, o dobbiamo lasciarle esprimere. Non è possibile sconfiggere le idee con la forza, perché questo blocca il libero sviluppo dell'intelligenza.(Che Guevara)

Occhio per occhio e il mondo diventa cieco. (Gandhi)

Ogni anima é uno specchio vivente dell' universo. ( Leibniz )

Ogni vero uomo deve sentire sulla propria guancia lo schiaffo dato a qualunque altro uomo. (Che Guevara)

Per chi intraprende cose belle, é bello soffrire, qualsiasi cosa gli tocchi. ( Platone )

Per scoprire l'autentica oggettività del mondo l'uomo non deve pensare il mondo come una parte di sè, ma deve sentire se stesso come una parte del mondo. (Abbagnano)

Perder tempo a chi più sa, più spiace. (Dante)

Possiamo essere liberi solo se tutti lo sono. (Hegel)

Quando insegni, insegna allo stesso tempo a dubitare di ciò che insegni. (Ortega y Gasset)

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare.(Nietzsche)

Rendimi casto, ma non ora. (Agostino)

Riconoscere sé stessi come individui può essere facile ma l’importante è riconoscere che sono individui anche gli altri. (Italo Calvino).

Ricordati che il miglior medico é la natura:guarisce i due terzi delle malattie e non parla male dei colleghi.(Galeno)

Ricordati che sei nato mortale di natura e hai avuto un tempo limitato:ma con i tuoi ragionamenti sulla natura sei assurto all'infinità e all'eternità e hai contemplato le cose che sono, che furono e che saranno. (Metrodoro)

Riguardo agli dèi, non ho la possibilità di accertare nè che sono, nè che non sono, opponendosi a ciò molte cose: l'oscurità dell'argomento e la brevità della vita umana. (Protagora)

Se ad un Dio si deve questo mondo, non ci terrei ad essere quel Dio: l'infelicità che vi regna mi strazierebbe il cuore. (Schopenhauer)

Se è vero che in ogni amico v'è un nemico che sonnecchia, non potrebbe darsi che in ogni nemico vi sia un amico che aspetta la sua ora? (Papini)

Se esiste un uomo non violento, perché non può esistere una famiglia non violenta? E perché non un villaggio? una città, un paese, un mondo non violento? (Gandhi)

Se gli uomini non commettessero talvolta delle sciocchezze, non accadrebbe assolutamente nulla di intelligente. (Ludwig Wittgenstein)

Se l'uomo distoglierà dall'aldilà le sue speranze e concentrerà sulla vita terrena tutte le forze rese così disponibili, riuscirà probabilmente a rendere la vita sopportabile per tutti e la civiltà non più oppressiva per alcuni. (Freud)

Se un uomo è gentile con uno straniero, mostra d'essere cittadino del mondo, e il cuor suo non è un'isola, staccata dalle altre, ma un continente che le riunisce. (Bacone Francesco)

Se un uomo parte con delle certezze finirà con dei dubbi; ma se si accontenta di iniziare con qualche dubbio, arriverà alla fine a qualche certezza.(F.Bacone)

Senza un avversario la virtù marcisce . ( Seneca )

Si possono concepire i filosofi come persone che compiono sforzi estremi per sperimentare fino a che altezza l' uomo possa elevarsi . ( Nietzsche )

Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima. (Einstein)

Spesso le idee si accendono una con l'altra, come scintille elettriche. (Engels)

Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere. (Wittgenstein)

Tutto ciò che è stato scritto dagli uomini sulle donne deve essere ritenuto sospetto dal momento che essi sono ad un tempo giudici e parti in causa. (Kant)

Tutto ciò che è umano, comunque appaia, è umano soltanto perchè vi opera e vi ha operato il pensiero. (Hegel, "Lezioni di storia della filosofia")

Tutto ciò che può essere detto, può essere detto chiaramente. (Wittgenstein)

Tutto è follia fuorchè il folleggiare. Tutto è degno di riso fuorchè il ridersi di tutto. (Leopardi)

Un esperto è una persona che sa sempre di più su sempre di meno, fino a sapere tutto di nulla.(Max Weber)

Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno. (Albert Einstein)

Uno è per me diecimila, se è il migliore. (Eraclito)

Vivi ogni giorno della tua vita come se fosse l'ultimo. (Seneca )

 

Frasi estratte dal sito

www.giarresi.net

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Quando il Discepolo e' pronto, il Maestro giunge

Quando il Discepolo è pronto, il Maestro giunge

"Per conoscere gli esseri, per sapere se sono fedeli, sinceri, forti, saggi, generosi, basta osservare come attraversano le prove.

Finché va tutto bene e niente li preoccupa o li fa soffrire, è impossibile rendersi conto di ciò che essi valgono in profondità. 

Altrimenti, perché credete che l’Iniziazione incominci con alcune prove?

.
Conoscete le prove terribili alle quali, nell’antichità, gli Iniziati sottoponevano quelli che volevano diventare loro discepoli.?


Conquistare un Iniziato è molto difficile, e a ragione: egli non vi accetterà nel suo cuore, nella sua anima e nel suo spirito, prima di avervi un po’ esaminati, perché non può correre il rischio di mettere le sue ricchezze in un vascello che alla minima tempesta rischia di colare a picco.

Ma se vede che la nave è solida, che nonostante le tempeste il discepolo si mostra stabile, resistente e paziente, allora, sì, l’Iniziato gli dà tutto ciò che possiede: la sua fiducia, il suo amore, la sua stima, i suoi tesori."

Omraam Mikhaël Aïvanhov 

Persone “strane” gli Inziati!!! E difficile è anche decifrarne il comportamento, i silenzi, i gesti, le parole; considerare che ogni Maestro è portatore di una propria umanità e di una consapevolezza di sé, spesso inaccettabile per gli altri.

Si premetta che, ovviamente, la nostra attenzione è qui rivolta alla figura del Maestro, con la M maiuscola, non a coloro che seppur dotati di considerevole saggezza, non hanno acquisito e ricevuto la cosiddetta iniziazione.

Infatti, non esiste Maestro senza iniziazione, peraltro, variando essa stessa da soggetto a soggetto, ed anche da tipologia a tipologia. Ma non vogliamo complicare la riflessione sulle diverse varianti, semplicemente sostenere che quando si è innanzi ad un Iniziato chi è dotato di media lux lo avverte. E spesso lo avverte tramite una sensazione preziosissima e complessa che è la prima in assoluto che sovviene all’ “impatto” energetico: in un primo momento, accade frequentemente un’empatia fortissima, un’attrazione fulminante, una sorta di innamoramento, il focalizzarsi di quasi tutti i pensieri su quel soggetto; in un secondo momento, lo sconvolgimento fisico avvertito il più delle volte come una sorta di malessere (mal di testa, spasmi al piloro, fuoco nelle viscere).

Fatto sta che, inspiegabilmente, comincia ad attivarsi un vortice d’energia che rapisce tutti i sensi e dà manifestazione di sé nella fame insaziabile, nella sete incalmabile, nel sonno alterato che porta ad una verbalizzazione comune ed evidentissima in tutti: iniziano i perché, le domande, la frenesia, la ricerca. In una parola, il desiderio.

Ovviamente che sia ben chiaro, non il desiderio sessuale (seppur taluni possano anche male interpretare il sintomo, credere di avvertire proprio quello e così sviare dall’approccio originario e naturale quel che è semplicemente il primo passo sulla strada verso la ricerca di stessi e delle risposte alle proprie domande); e non deve esserlo, sia per non confondere i piani quella questione, sia perché l’amore, l’infatuazione, l’attrazione in realtà non sono per il Maestro che ci sta di fronte, ma per tutto ciò che in noi stessi si sta svegliando, sconvolgendo ogni nostro ormone e pensiero.

Consideriamo che il Maestro, se è tale, già conosce se stesso, ossia è già pervenuto alla classificazione e alla armonica convivenza delle proprie emozioni e sensazioni con quelle altrui, e che le sappia gestire soprattutto; quindi verosimilmente non v’è nulla in lui che miri a fare del proprio interlocutore bottino di guerra.

Il vero Iniziato non è un collezionista di farfalle (per usar un eufemismo) e probabilmente, terrenamente parlando, ha già il proprio Giardino fiorito, se non addirittura sia giunto allo stadio della scelta del percorso “solitario” che non è la solitudine o l’esser single, ma qualcosa d’altro.

Per cui chiunque abusi o vi lascia intendere, con ammiccamenti espliciti o anche subliminali, un evidente interesse sessuale, statene pur certi, quella non è la persona giusta a condurvi dalla base alla cima della “scala” che vi siete prefissati di percorrere. In questo caso, attendete fermi, non è lui il Maestro che aspettavate.

Ecco, non perdersi dietro questo abbaglio è fondamentale perché il discepolo (a volerla dire con Aïvanhov) non incontra il Maestro per un’esperienza nuova d’amore terreno, ma finalmente per conoscere ed innamorarsi di se stesso. Il vero Iniziato sa tutto questo (ossia conosce il proprio magnetismo energetico e la reazione altrui ad esso che può virare in molteplici illusioni ottiche prima di comprenderne il nocciolo), e qualora dovesse accadere quel che è stato sopra descritto, saprà tenerlo nella giusta considerazione, rinnovando fiducia ed abbassando il livello di paura nell’allievo.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

All’allievo PURO d’animo, non capiterà più di confondere i due piani, e più serenamente seguirà il proprio Maestro nel percorso verso se stesso. All’IMPURO di cuore, diversamente, in maniera esponenziale inizieranno a manifestarsi fobie, malesseri, ossessioni, su se stesso e sul Maestro fino addirittura all’abbandono del verso senso del percorso. E se vi sarà da pugnalare alle spalle altri allievi o il Maestro stesso, lo farà col sorriso sulle labbra. Ma a lui sfuggirà la verità, ossia che un vero Maestro è già andato oltre, mentre lui precipita nell’abisso. E non attendetevi - né giammai implorate – il perdono dal Maestro: questa è una parola inesistente nel suo vocabolario e nel suo cuore, perché in lui vi è la consapevolezza dell’altrui diritto all’errore, di cui non si interessa né si interroga, essendo esso stesso (l’errore) esclusivo manifestarsi del libero arbitrio altrui.

Questo, dunque, il primo passo affinchè poi conseguentemente vengano a svilupparsi nuove curiosità (che sono espressioni semplicemente delle energie che vanno rinnovandosi, quasi in una ripresa d’antica memoria), nuovi piccoli passi da cui scaturiranno amarezze, delusioni, contrasti, piccole soddisfazioni e piccole-grandi conquiste.

E sappiate che il vero (od un serio) Maestro, se è davvero un Maestro, è colui che non risponderà mai alle vostre incalzanti domande: MAI! Piuttosto è colui innanzi al quale vi sorgeranno innumerevoli quesiti: questo è il suo compito, a voi – invece - cogliere le risposte celate nel vostro cuore, e dopo averle colte, saperle decifrare per il reale significato che esse hanno, senza nessuna aggiunzione, modifica o falsificazione.

Un Iniziato, se tale realmente è, sa che non è suo compito percorrere la strada altrui, e sa tenersi distante al punto giusto. A lui non è consentito trovare la soluzione o le risposte agli ostacoli del cuore del discepolo, seppur probabilmente già le conosca. E’ suo obbligo tenere tutto per sé, perché nessuno ha il diritto di modificare o influire il modus procedendi dell’allievo anche nei rapporti che costui ha con gli altri (propri genitori, compagno, amici, fratelli, figli). Quand’anche lo vedesse perdersi, sbandare, sparire, fuggire, quand’anche provasse rabbia e delusione, il suo compito è passare oltre.

Un vero Maestro non si ferma più del necessario, giunge quando l’allievo è pronto a ricevere la sua energia, ma poi continua il proprio viaggio, come le meteore che a rotazione ciclica passano accanto, mai interrompendo il proprio moto. Umanamente questo spesso viene codificato come un “tradimento”, un ingiustificato allontanamento, una perdita, addirittura in casi estremi – molto frequenti – si arriva anche a demonizzare o a tacciare e diffamare il Maestro d’esser senza sentimenti, senza cuore. Ciò rientra nella norma, l’Iniziato lo sa benissimo, lo tiene in giusto conto e – sebbene possa sembrare all’allievo spietato – prova a far comprendere che il suo tempo è limitato, motivo per cui non può fermarsi a pensare cosa gli altri pensano di lui, seppur si tratti del suo allievo più amato, che mai immaginerà, invece, quanto sia stato caro ed importante per il Maestro stesso.

Plasticamente, per rendere il concetto: nessuno mai ha potuto o potrà fermare il moto di una meteora, l’unico modo è farsi meteora a propria volta, e iniziare un moto comune, il più delle volte a distanza (spazialmente parlando), ma da fratelli; ricordando che tra due VERI Iniziati non v’è inibizione, non esiste anzianità di valore, c’è solo equidistanza da un punto: il Centro.

Una vera e propria “tavola rotonda”. Ma per farne parte?

Non basta volere, si deve essere adatti. L’adeguatezza è un responso che giunge dopo anni, anni e anni, spesso di dolori, di privazioni, di prove dure che (nella particolare ottica finalizzata all’iniziazione) per nostra fortuna, per chi come noi che scriviamo e voi che leggete, ha scelto “l’esperienza terrena”, giungeranno per il solo fatto d’aver emesso il primo vagito, d’esser nati.

L’esperienza terrena, sebbene bistrattata ed odiata delle volte, contestata e disprezzata, è la più completa e forte fonte di Conoscenza nell’intero Universo. Esistere sulla Terra è un privilegio, ed i privilegi sono fardelli. L’incarnazione di per sé, ma soprattutto quella sul dominio “Terra”, ha, appunto, il privilegio di poter sperare di ottenere stadi di conoscenza tali che in “altri posti” pervengono, per intenderci, con il decuplo dell’impegno e delle opportunità.

Quindi, quando giunge un Maestro (uno di quelli veri, intendiamo), e se sospettate che esso sia tale, innanzitutto rendetevi ancor più pronti, lasciate tutto e seguitelo (diceva la Bibbia, particolarmente pregna di messaggi esoterici). E se concretamente non potete lasciar tutto (com’è giusto che sia) non negatevi, però, un’occasione Unica. Potrebbe non ricapitarvi più nel vostro “viaggio”. La vostra indecisione potrebbe ledere quell’unica possibilità di comprendere il “perché siete su questa Terra”.

Insomma, le meteore continuano il proprio moto, e ciò a prescindere dal fatto che voi ci siate o meno al loro fianco. Così è il Maestro: fatevi, allora, meteora a vostra volta decifrando, nel silenzio del vostro Essere, i veri messaggi ricevuti dal Maestro, epurandoli dalle “lucine colorate” che, ovviamente, perché l’esperienza sia totalizzante e autentica, pressano e presseranno perché voi ritardiate la vostra emancipazione spirituale.

Ciò fino a quando, oltre alla Consapevolezza, non avete imparato a praticare la Devozione. Dopo difficilmente un’illusione ottica potrà deviare la vostra vista.

Vi saranno, poi, discepoli che tali resteranno, poi focalizzandosi sul potenziamento del proprio Maestro interno, e discepoli-iniziati che sceglieranno come destinazione prima l’Universo, accogliendo il moto perpetuo delle meteore più eccelse.


www.metafisicadelcolore.it

 

.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Padre Nostro in Aramaico con meditazione di R. Steiner

QUESTO E’ IL PADRE NOSTRO ORIGINALE : E’ IN ARAMAICO

(come e’ diverso da quello che ci hanno insegnato alla scuola!): 

 

Padre nostro che sei nei cieli, santo è il tuo nome, 

il tuo regno viene, la tua volontà si compie nella terra come nel cielo. 

tu doni a noi il pane di oggi e di domani. 

Tu  perdoni i nostri debiti nell'istante in cui li perdoniamo ai nostri debitori.  

Tu non ci induci in tentazione, ma, nella tentazione, tu ci liberi dal maligno

 ******************************************************************************* 

MEDITAZIONE SUL PADRE NOSTRO DI R.STEINER 

Pater Noster 

Il “Padre Nostro” – afferma Steiner – in origine “non era altro che una meditazione. La

meditazione è più basata sul pensiero, e con essa, mediante i pensieri delle grandi guide

dell’umanità, si cerca di armonizzarsi con le correnti divine che attraversano il mondo. Con

la preghiera si raggiunge lo stesso risultato in un modo più basato sul sentimento”

(R.Steiner: Il Padre nostro – Antroposofica, Milano 1994, p.7).

 

Che si dia come una meditazione o come una preghiera dipende dunque da noi o, per

meglio dire, dalla natura di ciò che gli portiamo incontro. E’ pur vero, comunque, che la

meditazione implica sempre la preghiera (poiché implica il sentire) e che la preghiera può

sempre elevarsi alla meditazione (al pensiero). 

 

“Padre nostro che sei nei cieli”.

 

Padre non solo mio, dunque, ma di tutti gli uomini. Tutti gli uomini sono perciò miei

fratelli.

Ma anche il Cristo è figlio del Padre, e quindi nostro fratello.

“Iddio disse a Mosè: “Io sono quegli che sono”. Poi disse: Dirai così ai figluoli d’Israele:

L’Io sono m’ha mandato da voi” (Es 3,14).

Se il Padre di tutti gli uomini è l’Io-sono, l’Io-sono è allora l’Io di tutti gli uomini o l’Io

universale.

L’Io-sono è “nei cieli” perché è al di là della soglia che divide la sfera dell’essere da quella

dell’esistere. Normalmente, sperimentiamo la prima durante il sonno, prima della nascita e

dopo la morte, mentre sperimentiamo la seconda durante la veglia e nel corso della vita tra

la nascita e la morte. L’antichità conosceva l’essere, ma non lo conosceva ancora come Io

(come soggetto); la modernità conosce l’Io, ma non lo conosce ancora come essere (come

spirito). Dice il Cristo: “Dio è spirito, e quei che l’adorano, devono adorarlo in spirito e

verità” (Gv 4,24). 

 

“Sia santificato il Tuo nome”.

 

“Santifica” o “glorifica” l’Io chiunque sia capace di conoscerlo o riconoscerlo come essere

o spirito (“Voi siete dèi” – Gv 10,34): di conoscerlo o riconoscerlo, ossia, al di là della

soglia o al di là dello spazio e del tempo. L’Io che abitualmente conosciamo non va infatti

al di là, nello spazio, del corpo fisico e, nel tempo, della nascita e della morte. Per questa

coscienza dell’Io (che giudica “secondo la carne”) l’ego è una realtà “profana”

(astrattamente esistenziale), e non uno spirito “santo”. Per “santificare” l’Io occorre dunque

“santificare” la coscienza dell’Io e, per “santificare” la coscienza dell’Io, occorre

“santificare” il pensiero che la edifica e regge.

 

 

Padre che fosti, che sei e sarai

Nella nostra più intima essenza.

Il Tuo Nome venga da noi

Glorificato e santificato.

Il Tuo Regno si estenda

Attraverso le nostre azioni

E il nostro modo di vita.

La Tua Volontà venga da noi

Attuata quale Tu l’hai posta

Nella nostra intima essenza.

L’alimento dello Spirito,

Il Pane di Vita, Tu porgi

In sovrabbondanza per tutte

Le mutevoli situazioni dell’esistenza.

Concedi che la nostra misericordia

Verso gli altri serva da pareggio

Dei peccati da noi compiuti

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
il linguaggio informatico di Dio
LIBRO IN VENDITA Scritto dal Dott. Emanuel Celano - Un testo unico che coniuga informatica, fisica quantistica e spiritualità
IL LINGUAGGIO INFORMATICO DI DIO [ QUI ]

A danno del nostro essere.

Non lasciare che il Tentatore

Agisca su di noi oltre

La misura delle nostre forze

Poiché in Te, o Padre santo,

Non esiste tentazione alcuna,

Essendo il Tentatore solo

Illusione e inganno dal quale

Tu ci liberi, grazie alla luce

Della conoscenza di Te, nel cuore.

La Tua potenza e magnificenza

Agiscano su di noi, dall’alto,

Attraverso i tempi dei tempi.

Amen.

Rudolf Steiner

 

 

Lo Spirito Santo, in quanto “Spirito di verità”, è spirito conoscitivo o gnostico (“Egli vi

insegnerà ogni cosa”, “Egli vi guiderà verso tutta la verità” - Gv 14,26 e 16,13). E come

nessuno può andare al Padre se non attraverso il Figlio, così nessuno può andare al Figlio se

non attraverso lo Spirito Santo (“In verità, vi dico: chi accoglie colui che io manderò,

accoglie me, e chi accoglie me, riceve colui che mi ha mandato” – Gv 13,20).2 

 

“Venga il Tuo regno”.

Conosciamo, normalmente, il regno minerale, il regno vegetale, il regno animale e il regno

umano. Già quest’ultimo non lo conosciamo però bene, tant’è che siamo portati non solo a

non distinguerlo dal regno animale, ma anzi a inserirvelo. Come poi non sappiamo nulla dei

regni superiori della terza (Angeli, Arcangeli, Principati), della seconda (Potestà, Virtù,

Dominazioni) e della prima gerarchia (Troni, Cherubini, Serafini), così nulla sappiamo dei

regni inferiori degli spiriti dell’elemento solido (gnomi), degli spiriti dell’elemento liquido

(ondine), degli spiriti dell’elemento aereo (silfidi) e degli spiriti dell’elemento calorico

(salamandre).

Qual è dunque il regno del Padre? E’ il regno dei regni: ovvero, il regno che crea tutti i

regni, fondandone e governandone l’armonia.

“Venga il tuo ordine”: quello del “diavolo” non è infatti che l’ordine di Dio rovesciato o

invertito, cosicché ciò che è ultimo nel regno di Dio divenga il primo nel regno del diavolo,

e viceversa. Avvertire l’armonia è compito del sentire. Non di certo di quello ordinario,

personale o soggettivo, ma di un sentire che si sia reso capace (in virtù di una previa ascesi

del pensare) di sperimentare e conoscere (oggettivamente) il valore, il contenuto o la

sostanza morale delle cose, attraverso la loro bellezza o bruttezza. 

 

“Sia fatta la Tua volontà”.

 

L’agire può esserci imposto dalla volontà della costituzione (fisica) che abbiamo, del

temperamento (eterico) che abbiamo o del carattere (astrale) che abbiamo, e non posto dalla

volontà dell’Io che siamo. L’Io individuale che siamo è però inabitato dall’Io universale

che è (il Cristo, infatti, così prega il Padre per i propri discepoli:“E la gloria che tu mi desti,

io l’ho data loro, affinché siano una sola cosa, come noi siamo una cosa sola, io in essi e tu

in me”- Gv 17,22). Perché sia fatta la (vera) volontà dell’Io individuale occorre dunque che

sia fatta la volontà dell’Io universale. Possiamo dire perciò: “Perché sia fatta la mia volontà,

voglio che sia fatta la Tua”.

La volontà dell’Io-sono è fatta ovunque, ma non ancora nell’uomo. Nella natura, minerali,

piante e animali dicono (con la Vergine): “Fiat voluntas Tua”, mentre l’uomo dice: “Fiat

voluntas mea”. Ma la voluntas che l’uomo crede sua non è la sua, bensì quella della natura

che è in lui e che, proprio in quanto è in lui, non ha più l’innocenza e la santità di quella che

è fuori di lui. Se quest’ultima osserva necessariamente il volere dell’Io universale che la

trascende, quella che è in lui dovrebbe infatti osservare liberamente il volere dell’Io

universale che immàne all’Io individuale (così da poter affermare, con Paolo: “Dunque non

son più io che vivo, ma è Cristo che vive in me” – Gal 2,20).

 

“Come in cielo così in terra”.

 

Com’è l’essere (che è al di là della soglia) così dovrebbe essere l’esistere (che è al di qua

della soglia). Senza l’essere, l’esistere è “vuoto”.

La Vergine è infatti “piena” di grazia e

il Cristo, l’Unigenito del Padre, è “pieno” di grazia e di verità.

www.steiner.com

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Il vostro potere e' elevare gli altri. Chi eleva gli altri, Dio lo elevera'

Il vostro potere è elevare gli altri. Chi eleva gli altri, Dio lo eleverà

Siete venuti qui da tutte le parti della terra, e  continuerete a venire qui da tutte le parti della terra per secoli a venire. Questa terra ha il suo karma e il suo dharma, vi arricchisce ogni volta che venite qui, come ha fatto per secoli. E’ una tradizione, è un’abitudine ed è una benedizione. E' la dimora delle anime custodi di questo pianeta.

E ' una storia umana. Si tratta di un percorso che sarà sempre lì, che vivrà, fiorirà e si espanderà. Questo percorso appartiene a coloro che non sono di giaccio, i cui cuori non sono diventati di pietra, le cui teste non sono diventate così piene da non poter sentire la voce dell'anima. Questo percorso  appartiene a coloro che renderanno giustizia a se stessi, che ascolteranno le loro anime e le loro passioni, mentali e spirituali, che non saranno spiritualmente ciechi o fanatici, e che non saranno troppo pigri per camminare. Questo percorso appartiene a coloro che, con tutte le loro forze e debolezze, continuano a servire gli altri.

Ed io vi prometto che coloro che serviranno gli altri, Dio onnipotente non ha altro potere che servire loro, questa è l'unica via.

Il vostro potere non è nella vostra forza e debolezza, in ciò che mostrate e nelle vostre capacità, nei vostri titoli e nei vostri riconoscimenti, nel vostro denaro, e nei giochi che giochate.

Il vostro potere è elevare gli altri. Chi eleva gli altri, Dio lo eleverà, perché è la volontà di Dio elevare tutti. Quando vivete nella vostra divinità, Egli non vi lascerà cadere.

Siamo tutti pionieri l'Età dell'Acquario. Nessun uomo può dare qualcosa ad un altro uomo che non sia amore. Nessun uomo può dare altro ad un uomo che non sia speranza. Nessun uomo può dare ad un altro uomo niente altro che servizio. L'unica cosa che potete fare è agire come un elevatore, muoversi nel fango e sollevare l'altra persona, adagiarla sul percorso in modo che possa proseguire. Voi mi ponete la domanda: "Se comincio a farlo tutto il tempo, cosa ne sarà di me?" Poi il grande elevatore chiamato Dio verrà, e Lui andrà nel fango e vi solleverà. C'è un affare migliore di quello?

Ricordate noi siamo qui per iniziare un'epoca, per  avviare un’Era, per celebrare il passaggio dall'età dei Pesci nell'Era dell'Acquario. Siamo qui per festeggiare. Noi siamo i pionieri. Noi siamo i pionieri del Dharma.  Chiniamo la testa in preghiera e apriamo i nostri cuori. camminiamo con lo spirito su questa terra benedetta.

Dovete essere intelligenti, imparare l'arte, attraversare il mondo e guarire le creature di Dio. Questo è il vostro lavoro, e ciò che in realtà direte  è: "Ave, ave Guru Ram Das guarisci il mondo."

Il vostro compito è quello di guarire il mondo e di elevare e sollevare tutti. Ognuno sarà guarito. Prendete una persona dal suo sé inferiore, alzate il fossato così da poterla sollevare. Il mantra del Età dell'Acquario è "tenete il passo", aiutate a sostenere tutti. Se non vi lasciate andare giù e non lasciate gli altri andare giù, Dio vi servirà. Egli non vi deluderà.

Che Dio vi guidi durante questo cammino. Che possiate capire che siete bambini benedetti e che avete un lavoro da svolgere. Possa il vostro cuore comprendere che Dio vi appartiene da sempre, dentro e fuori. Che il vostro dolore non tocchi il vostro domani, che le vostre benedizioni siano per tutti, che la vostra felicità sia condivisa, e che i vostri sorrisi possano dare speranza agli altri.

YOGI BHAJAN

www.yogibhajan.com

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

tanto piu' dai, tanto piu' ci sara' posto per ricevere altro

DICE IL DIVINO ALL’UOMO:

Vivere una vita spirituale non significa essere privato di tutti i beni
terrestri dei quali hai bisogno e che rendono la vita più facile.

Significa semplicemente che hai a tua disposizione tutto ciò che ti necessita per il
bene del tutto e per il Mio onore e la Mia gloria.

Quando hai terminato di servirti di una qualsiasi cosa, essa Mi viene restituita con amore e
gratitudine, giacché riconosci che tutto ciò che possiedi Mi appartiene.
Vedrai che tanto più dai, tanto più ci sarà posto per ricevere altro.
Accetta tutto ciò di cui hai bisogno, ma non cercare mai di possederlo.

Più sei possessivo nei confronti di qualunque cosa, più alte sono le probabilità
che hai di perderla. Le mie riserve sono così piene da traboccare, e se
adegui i tuoi valori, non ti mancherà nulla.

 Ma ricorda sempre di metterMi
al primo posto, di ringraziare per tutto e di restituirMi ciò che hai finito
di usare.

da: "Eileen Caddy" -

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php


#spaziosacro

TROVA LA CURA NATURALE

TROVA LA CURA NATURALE CON UN CLICK

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

https://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli