SPAZIOSACRO
Tu sei qui:  / kundalini Yoga / Kundalini Yoga per equilibrare i 10 corpi spirituali

Kundalini Yoga per equilibrare i 10 corpi spirituali

Kundalini Yoga

KUNDALINI YOGA

per  equilibrare i 10 corpi spirituali

.
IL RIEQUILIBRIO DEI NOSTRI DIECI CORPI ATTRAVERSO LO YOGA KUNDALINI

questo yoga per noi e’ legato alla numerologia tantrica e agli esercizi per riequilibrare i 10 corpi spirituali di cui si parla
.
dagli insegnamenti di YOGI BHAJAN

*

yogi bhajan

jogi bhajan kundalini yoga

.
“Non c’è mai stato qualcuno come te, non esiste altri come te e mai esisterà un altro come te; tu sei totalmente unico, assolutamente unico e dovresti essere molto cosciente di ciò e fino ad un certo punto, orgoglioso. Dovresti riconoscerlo in te e renderti conto che tu come essere umano hai delle quali tà, un potenziale, un’abilità ed un potere che è un regalo è il tuo dono in questa vita. Ci hai lavorato, ci stai lavorando e in NESSUN MODO devi SOTTOVALUTARE ciò che SEI.” 

yogi bhajan
  .

KUNDALINI YOGA:

Kundalini è un termine della filosofia Advaita e di altre tradizioni yogiche tra le quali quella classica di Patañjal. La conoscenza della kundalini è nota ai maestri spirituali indiani fin dai tempi più antichi, ma è stata diffusa a livello di massa solo recentemente.

Con Kundalini si intende un’energia residuale della creazione (meglio nota come shakti) che si trova in ogni essere umano. In particolare Kundalini corrisponderebbe alla “forza generativa” in contrapposizione alle altre due forme di energia tradizionali cioè prana (o energia vitale) e fohat (o energia di movimento).

Kundalini, allo stato latente, risiede nell’osso sacro posto alla base della colonna vertebrale sopra un plesso] che si fa corrispondere al più basso dei chakra, detto in genere mulâdhâra, ed in particolare nella zona del perineo. Il suo nome deriva dalla parola kundala, che significa avvolto, arrotolato, spiraliforme, perché allo stato latente (detto anche dormiente), la kundalini si trova avvolta in tre spire e mezzo.

Il simbolo più usato per rappresentare la kundalini è il serpente, che assume così il simbolo di conoscenza. Fin dall’antichità, il serpente è stato considerato simbolo di trasformazione, grazie alla sua capacità di mutare la pelle ed è stato associato al benessere fisico, spirituale e all’illuminazione. Anche il Bastone di Asclepio, simbolo della moderna medicina, e il Caduceo di Ermete presentano rispettivamente uno e due serpenti che si avvolgono attorno ad un bastone.

Alcuni significati dei tre avvolgimenti sono: per ciò che riguarda il sacro mantra oṃ: il passato, il presente e il futuro, come stato di conscio: la veglia, il dormire e il sognare, i tre tipi di esperienza: soggettiva, sensoriale e assenza di esperienza, riferito ai tre guna (le qualità della natura): Sattva la Coscienza, Consapevolezza (armonia), Rajas l’Energia (azione), Tamas la Stabilità, l’inerzia (materia).

La rimanente metà dell’avvolgimento simboleggia la forza potenziale della trascendenza.

Kundalini è luce, è come l’intenso bagliore di una giovane e possente folgore, è suono, è Mantra, il suo dolce sussurro è simile al confuso ronzio di sciami di api in amore, essa produce melodiosa poesia.

Secondo gli yogi, tale energia si risveglia e dinamizza attraverso il sadhana (pratica della disciplina) ed entra nella direttrice centrale, detta Sushumna o Shusumna, nella fisiologia sottile delle tre principali nadi del corpo umano, così da risalire i chakra superiori fino alla sommità del cranio.

Lungo il suo percorso, la Kundalini attraversa i chakra risvegliandoli e potenziandoli. Giunta al settimo chakra, detto Sahasrara o anche “loto dai mille petali”, essa si connette con l’energia onnipervadente universale e questa connessione è detta yoga, termine che significa appunto unione; a questo livello l’individuo raggiunge uno stato che viene comunemente definito Realizzazione del Sé o risveglio secondo la tradizione indiana.
Lo scopo di questo corso introduttivo, è lo sperimentare il Kundalini Yoga come mezzo per riequilibrare i nostri dieci corpi.

Il Kundalini Yoga viene definito lo Yoga della consapevolezza, perché agisce sul risveglio dell’anima in modo molto veloce, rispetto ad altri yoga.

Ogni Krija è formato da una sequenza prestabilita; che non può essere modificata, perché così facendo si cambierebbe l’effetto.

Ogni sequenza DEL KUNDALINI YOGA è composta di un insieme di posizioni, mudra, suoni o mantra, pranayama e meditazioni che pur lavorando su di uno specifico stato dell’essere, lavorano sul tutto.

Il nostro lavoro si focalizza sul riequilibrio dei 10 corpi legati alla numerologia tantrica; scienza che attraverso il calcolo di 5 numeri dedotti dalla data di nascita, ci propone un quadro di chi siamo e di chi in realtà potremmo essere se lavoriamo coi nostri numeri.

TUTTAVIA E’ DI GRANDE UTILITA’ PER TUTTI

Come già detto le sequenze che utilizzeremo non possono essere modificate ma verranno adattate alle esigenze degli allievi per quanto riguarda i tempi e le modalità di esecuzione delle posture.

La riduzione dei tempi delle singole posture deve essere uguale; vale a dire che se per una postura sono previsti 5m. ed io la dimezzo devo dimezzare anche la durata di tutti i movimenti previsti nel Krija.

Ogni krija e meditazione ha un effetto immediato, la cui durata è limitata nel tempo; per avere un cambiamento duraturo ed efficace è richiesta la pratica giornaliera di almeno 40g.

In 40 giorni Si cambia un abitudine

in 90 giorni Confermi la nuova abitudine

in 120 giorni La nuova abitudine sei tu
in 1.000 giorni Avete la maestria sulla nuova abitudine

I minuti 3m. Campo elettromagnetico,

circolazione 11m.

Sistema nervoso e ghiandolare

22m. Riequilibrio delle tre menti

31m. Sistema endocrino e respiro agiscono sulle cellule, il corpo ed agisce sugli elementi e le proiezioni mentali

62m. Lavora sulla materia grigia, subconscio e proiezione esterna si integrano
2 e ½ ore è un ciclo completo di prana e apana, l’uno si unisce al tutto

.

INDICAZIONI GENERALI PER LA PRATICA

Ogni volta che si pratica KUNDALINI YOGA; anche da soli, è necessario aprire lo ” Spazio Sacro” e lo si fa attraverso il canto del’ ADI MANTRA o mantra principale.

Il mantra viene ripetuto per tre volte, la prima ha la funzione di accordare il corpo, come fosse uno strumento, la seconda è una proiezione interiore e di sintonizzazione col gruppo, la terza serve per svuotarsi dall’ego e divenire un canale.

ONG NAMO GURU DEV NAMO (mi inchino al divino maestro che è dentro me)

Più importante del significato delle parole, è la vibrazione che deve avvenire nel torace, nell’addome, e nella testa, per attivare il sistema ghiandolare e tutti gli organi del sistema corpo, per fare questo bisogna recitare i suoni come segue.

ONG deve essere un suono nasale, che fa vibrare il palato superiore agendo così sulla ghiandola pituitaria e l’ipotalamo.

NAMO nasce dall’ombelico, deve aprire la zona addominale

GURU il suono esce dal petto e dai polmoni e vibra nel chakra del cuore

DEV il suono riecheggia tra gola e naso per stimolare la ghiandola pituitaria (terzo occhio), passando per il centro della gola; Vach siddhi, il centro della verità’.

Segue la recitazione del Mangalacharan mantra………

AD GURE NAME…………mi inchino alla Saggezza primaria

JUGAD GURU NAME…… mi inchino alla Saggezza che è in ogni età

SAT GURE NAME………..mi inchino alla vera Saggezza

SIRI GURU DEV NAME ….mi inchino al grande Guru trasparente

Questo mantra può essere recitato una o più volte è un mantra protettivo

La procedura di chiusura della classe prevede, il canto di questa canzone:

May the long time sunshine upon you, all love surround you, and the pure light within you, guide your way on.

Che il sole ti illumini sempre, l’amore ti circondi e la pura luce dentro di te guidi il tuo cammino. Chiude la pratica la recitazione del BIJI mantra Sat Nam da una a tre volte, la sillaba Sat deve avere una durata di sette volte Nam.

Premettendo che; pur lavorando su un corpo si lavora sul tutto, e che al di la dei numeri espressi dalla nostra carta DI NASCITA, tutti siamo composti di tutti questi corpi, e quindi di tutti i numeri……..allora TUTTI POSSIAMO FARE KUNDALINI YOGA
Passeremo ad esplorare i vari corpi ad uno ad uno e per riequilibrarli avremo un insieme di posizioni, mudra, suoni o mantra, pranayama e meditazioni che pur lavorando su di uno specifico stato dell’essere, lavorano sul tutto.

.

.
Grazie Yogi Bhajan !
Insegnare è raggiungere l’anima degli altri perché quando l’anima viene illuminata, Dio trionfa. Insegnare è un dono di Dio. Ma come insegnanti potete deludere voi stessi ed i vostri studenti. Io ho la mia personale attitudine di fronte a questo. Io non piaccio alla maggioranza degli studenti. Un insegnante non è molto amorevole, non ha una personalità piacevole. Perché la colazione dell’insegnante è l’ego del suo studente, il pranzo è la personalità dello studente e la sua tisana serale sta nel mettere lo studente così nei guai che non riesce più ad uscirne. La sua cena sta nel porlo faccia a faccia con la morte e vedere se possa uscirne o meno. Ora, queste sono quattro responsabilità di un insegnante. Quindi,come potete essere popolari? Dov’è la vostra popolarità? Da nessuna parte. Dovete rendere i vostri studenti più forti di voi, migliori di voi e dieci volte più grandi di voi! Elevate i vostri studenti Affinche un giorno siano più grandi di voi! …..E lasciate andare gli altri con serenità…quelli che studenti non vogliono essere… Yogi Bhajan

Insegnanti, dovete rendere i vostri studenti più forti di voi, migliori di voi e dieci

volte più grandi di voi!

Il vostro completo investimento è il vostro studente.

Se al termine del vostro insegnamento il vostro studente non è più elevato di voi, siete incasinati,

avete commesso un errore.

Elevate i vostri studenti

Affinche un giorno siano più grandi di voi!

…..lasciate andare gli altri…quelli che studenti non erano….

Yogi Bhajan

Io sono stato molto fortunato ad essere venuto per servire ! di yogi bhajan

Lo scopo di un Insegnante è molto semplice:

donare alle persone onestamente quello che ha.

Non promuovete voi stessi o qualsiasi cosa che si adatti alle persone.

Ma date alle persone ciò che a loro serve, ciò che può elevarle: l’Energia.

Non mettete una clausola a questo.

Se è una pillola amara, lasciate che sia amara.

Non la copritela con lo zucchero.

È molto disonesto da parte di un Insegnante portare gli insegnamenti per accontentare la gente.

Insegni per formare le persone, per nutrirle, per tirare fuori

la loro realtà e personalità, eliminare i loro vuoti, le loro cadute e trabocchetti interiori.

Voi avete questa capacità. Attraverso questo insegnamento voi avete una qualità

davvero perfetta per stimolare la reale forza di una persona.

Non cercate la popolarità o la celebrità.

…in realtà noi siamo solo dei TESTIMONI, noi non iniziamo nessuno.

Se una persona è abbastanza folle o non sta abbastanza bene per iniziare se stesso o se stessa, la

nostra iniziazione non farà alcuna differenza.

È la qualità delle persone, la qualità dei loro pensieri, la qualità della loro percezione, la qualità della loro proiezione, la qualità

del loro comportamento e la qualità della loro vita che conta.

Non la quantità.

Il vostro lavoro è quando parlate, quando guardate, quando ascoltate, quando camminate, quando comunicate….

TUTTA l’attività della vostra vita crea un aspetto ed il suo effetto.

Comunque la chiamiate, tutto non è nulla se non l’energia dispiegata di Dio.

Noi abbiamo questa forza dormiente in noi. Siamo come un bocciolo di un fiore che non ha profumo.

Quando noi sbocceremo avremo profumo.

Donate alle persone l’altezza e la condizione per cui possono sbocciare e donategli il profumo con il quale possono godere della loro vita.

In cambio, esse vi saranno grate.

Potete soddisfare i vostri sentimenti, il vostro insegnare, i vostri drammi, i vostri traumi, le vostre missioni, i vostri sogni in molti altri modi.

L’Insegnante è qualcuno che purifica la persona per darle l’esperienza della sua personale purezza, pietà, forza, totalità, identità, del suo infinito.

E questo è il vostro lavoro. Non vi sto chiedendo di forzarlo, non vi sto chiedendo di estrarre un numero.

Vi sto solo spiegando cosa sia un Insegnante.

Se non seguite queste poche regole, non sarete altro che predicatori.

Avrete enormi congregazioni, sarete affascinanti, avrete molto carisma e alla fine il risultato è che non ci sarà nulla – nessun succo.

Sarà un’attitudine vissuta davvero temporaneamente.

Ma una volta che toccate qualcuno in maniera molto pura, ed elevate una persona e le donate la sua personale esperienza –

non la vostra – essa vi sarà grata per sempre.

E godrà della vita perché la sua percezione diventerà più grande.

Rendete grande la percezione della gente.

Quando insegnate, lasciate che lo studente sviluppi quell’esperienza.

Appena si verifica l’afflusso, ogni persona farà esperienza dell’elevazione.

La loro percezione diventa più forte. La loro vita diventa felice. E, in cambio, voi ne beneficerete.

Ma c’è una regola: “Itarashtam tithar Kashtam” – Nessuno venga a mani vuote!.

È una regola: se una persona verrà a voi a mani vuote,senza vero desiderio di cambiare o imparare, questa persona può sedere qui per

sei ore e praticare tutti i giorni….stare con voi tutti i giorni…. ma, al momento in cui se ne andrà da quella porta, se ne andrà a mani vuote.

“Così come venite, ve ne andrete.”

Questa è l’unica condizione, e non dipende da voi o da me.

Voi siete il veicolo.. Voi non siete la destinazione di una persona….voi siete il cammino..

È anche molto elegante per un insegnante ammettere cosa sa e cosa non sa.

Non ci dovrebbe essere il malinteso dello studente per cui l’insegnante sa tutto,

sa far tutto, è onnipresente, onni-questo e onni-quello. !

Questa è una qualità riservata a Dio, non all’insegnante. Voi siete il veicolo.

Il postino è il postino. È un uomo con la posta. Lui non comincia ad aprire e leggere le lettere.

Avete mai visto un postino arrivare a casa vostra,

suonare il vostro campanello, aprire le vostre lettere e cominciare a

leggervele?

Non provate a fare ciò: donate alle persone una personalità elevata e molto sottile.

Lasciate che godano della loro propria realtà. Donategli purezza, pietà.

E questa è la più grande benedizione che potete fare.

Quando fate questo per le persone Dio verrà attraverso di voi.

Mi piacerebbe ripetere: la personalità di un essere umano è niente più di un veicolo. Non è un’identità.

Nessun insegnante diventerà Guru o qualsiasi cosa simile.

Io posso farvi conoscere l’insegnante che mostra ogni falso orgoglio in questa vita –

nella sua prossima incarnazione potrete trovarlo

in un bagno, o sotto il lavello della cucina. Lo chiamano ‘scarafaggiò.

Ma se la vostra umiltà e fede vi porteranno a vedere dio in ogni cosa, sarete elevati al di

là dei poteri degli angeli. Voi godrete della realizzazione QUI.

Non dovete andare in paradiso. Sentirete il paradiso qui. La psiche elettromagnetica incontrerà l’intero campo elettromagnetico

e le cose cominceranno a venire a voi.

Anche se lentamente ma prima o poi verranno.

Ma ricordate, ogni dono ricevuto, se non lo misurate con una preghiera di pari importanza, peserà su

di voi.

Non importa quale regalo l’allievo può fare , non importa che donino buono o cattivo,

mettetelo sull’altare.

Mi alzo al mattino e nel momento della mia preghiera io prego.

E chiedo molte, molte volte: “Nel Tuo Nome, nella Tua Grazia, oh mio Signore, questa

cosa è venuta come dono da Te. È stata donata in fede, quindi soddisfa la fede

perché è questo che ti rende Dio.” !

Voi siete il veicolo. Voi non siete la destinazione di una persona. Voi siete il cammino.

Stasera io vi parlo per incoraggiarvi.

Ed io neanche esisto, ad eccezione dell’essere un veicolo per questi insegnamenti.

Io ve li ho portati. Io ho portato a termine il mio compito. In caso di qualsiasi

difficoltà, se volete raggiungermi, fino a che sono vivo, io sarò nella posizione di servirvi.

Nel Kundalini Yoga, come nel Sat nam o nella Numerologia tantrica…. più alti siete e

più umili siete.

Non dimenticate questo principio. Non lasciatevi andare in questo

pavoneggiarvi del “Sono un insegnante e dieci persone mi seguono.” Questo profilo è sbagliato.

Tu sei un insegnante ed hai il privilegio, dalla mano di Dio e per la grazia del Guru, di servire dieci persone.

Si tratta di energia diagonale. Questa eleva, muove. È l’energia a spirale. Eleva fino alla sommità.

Voi siete fisici, mentali e spirituali. Il terreno è arato, è stato concimato e tutto è fatto.

Quindi le cose sono state date.

Io non sono diventato un “Sat Guru.”

Né lo sono, né lo ero, né lo sarò.

Coloro che vengono a voi e che vogliono procedere oltre,

hanno il diritto di andare. Quelli che non vogliono, non devono.

Io ho studiato tutte le religioni. Le ho praticate. Me ne piacciono molte, e

mi piacciono concessioni specifiche in molte religioni. Come nel Cristianesimo mi piace

la generalizzazione: “Fidati di Dio, tutto va bene.”

A dire il vero io non ho intenzione di dire ad alcuno cosa fare. Ma devi dire a te stesso cosa fare.

Perché il cammino spirituale ti dice una cosa: un giorno devi alzarti faccia a faccia davanti al tuo Dio.

Ed i tuoi occhi saranno completamente immersi negli Occhi suoi.

Ed il tuo respiro sarà quel Grande Respiro. E dovrai rispondere a Dio di quanto reale e quanto onesto sei stato.

In quel momento non puoi contare la veloce e falsa moneta delle emozioni, dei sentimenti e delle tue conquiste terrene.

“In paradiso”, le tue conquiste celesti saranno al di sopra. È questa la valuta che vale lì. Se puoi

riscuotere qui quella valuta, sarai a posto. Se non puoi, non puoi.

Io sono stato molto fortunato ad essere venuto per servire.

È tutto quello in cui credo ed è tutto quello che sono. È un privilegio

essere con voi ad insegnare e parlare.

E vi sono grata!

La vostra personalità come insegnanti è basata sul puro servizio – servizio per elevare, mantenere

e tenere lo spirito di una persona in alto.

Mantenete accesa la candela.

Dipende da voi, quanto volete eccellere..

Con l’ego, non durerete.. Con meno ego non sarete mai distrutti..

Quando muore un santo, le persone lasciano cadere fiori. Quando muore un

uomo o un re, i piccioni lasciano cadere i loro escrementi.

Voi potete scegliere. Così quello che ho cercato di dirvi è che il giuramento esatto che dovete prestare, per voi, è

molto semplice:

“Non sono una donna, non sono un uomo, non sono una persona, non sono me

stesso. Sono un insegnante.”

Con questa forza concentrata, voi funzionate. Altrimenti sbaglierete

io NON SONO me stesso. Quindi voi chi siete? Voi siete il veicolo.

È la ragione per cui il mantra che apre una lezione è “Ong Namo Guru Dev na mo..”

Noi non diciamo “Om Namo”. Noi diciamo: “Ong Namo Guru Dev Namo”.

Oh trasparente – Guru Dev. !

Il trasparente mi ha reso trasparente!

‘Gurù significa colui che porta la luce nell’oscurità.

Mi inchino a te – “Ong Namo”. Oh sé totale creativo! O DIVINO

O guru!

È la ragione per cui Guru Nanak ha messo prima “Ek”. “Ek Ong Kar…” È la

Totale permutazione e combinazione a creare questo suono.

Fare esperienza di voi stessi, e di tutto in voi in questa armonia, è la

bellezza della vita.

Altrimenti sarete vittime della vostra eterna e permanente paura.

Per ogni successo, per ogni conquista, per ogni amore e per ogni cosa noi

vogliamo la novità.

Il piacere scaturisce dalla novità, dal godere della novità. Ma c’è anche un

piacere che è perenne, nel quale diventate nuovi ogni volta.

Questa è l’energia tantrica, l’energia diagonale.

Dovete resistere, non dovete fermarvi.

Dovete Sollevare lo spirito. Questo è quello che dovete fare.

E dirò anche: “Non ci sono regole.” Semplicemente, sedetevi ed onestamente

vibrate il mantra “Ong Namo Guru Dev Namo”. Lasciatelo passare. “Simulatelo, lo

realizzerete.”

La legge è: “Obbedire, Servire, Amare ed Eccellere”.

Questa è l’essenza spirituale.

Occorre la stessa energia per ottenere quello che volete ottenere o per reagire.

Se volete la popolarità terrena, andate avanti. Se volete la popolarità celeste, andate avanti.

Voi avete la scelta. Elevate le persone. In questo modo

loro verranno a voi, per il volere di Dio.

voi li state servendo a questo scopo – per aiutarli ad andare alla loro reale casa.

Voi non insegnate con la vostra personalità..

Voi siete un veicolo – lasciate fluire.

Voi potete non essere elevati. Non vi preoccupate. A chi importa quale sia

il vostro umore?

Se è pulito o non pulito, un elevatore è sempre un elevatore.

Lo chiamano ‘fork’ (lett. forca) e ‘lift’ (lett. sollevare).

Se solleva, è un elevatore,

altrimenti è solo una forca.

“Insegnante” significa colui che insegna come unire il finito all’infinito.

Mantenete le cose semplici. Non le complicate.

La maggioranza degli insegnanti cercano di impressionare i loro studenti facendo credere di essere grandi, splendidi, fantastici, bellissimi, bla, bla, bla.

Noi non impressioniamo; noi portiamo.

Domanda: Negli anni in cui ho insegnato talvolta non sono sicuro se ciò che

Sto insegnando sia accurato o…

Yogi Bhajan: Chi vuole essere sicuro? È la cosa più stupida. Sedete su quella panca dell’insegnante e supponete ipnoticamente che voi siete un Insegnante.

Andate con il volere del Guru e di Dio.

È il motivo per cui la prima cosa che vibrate è “Ong Namo Guru Dev Namo”.

Non è un test psicologico o una condizione biologica. Anche quando il paradiso non arriva attraverso di voi, sono paradisi stupidi, non vi

preoccupate di ciò.

Voi state servendo. Dio ha anche orecchie ed occhi per vedere. Se qualcuno ha intenzione di servire, Dio arriverà.

È la ragione per cui Dio è Onnipresente, Onnipotente e Onnisciente.

I vostri dubbi sono personali. Voi dovete indubbiamente servire.

Anche le persone immeritevoli prendono il sole. Non si paga un biglietto per questo. Non è una lotteria.

Che siate meritevoli o non meritevoli, ricordate solo una cosa: quando

sedete nel posto di un Insegnante, non sareste seduti lì se Dio non vi avesse concesso questo

onore.

Per quanto tempo questo onore è concesso dipende dalla vostra preghiera. È

chiaro questo?

Voi non state insegnando con la vostra personalità. Voi siete un veicolo –

lasciate fluire.

Domanda: Quindi la stessa cosa si applica nell’insegnare qualcosa di cui non hai fatto esperienza personalmente?

Yogi Bhajan: Voi farete l’esperienza. Un Insegnante con una mente

concentrata fa l’esperienza nel giro di secondi.. Essi insegnano e arrivano così in alto da dimenticare cosa fare dopo. È una scienza, è un’arte, funziona.

Funziona,Poiché avete cominciato con l’apertura dello spazio sacro, la purezza e la pietà del mantra ed avete portato il passato, il presente ed

il futuro in considerazione del tempo e dello spazio. È uno status molto elevato. Come essere umani potreste non concepire ora cosa state facendo.

Ma attraverso il tempo e lo spazio voi realizzerete che quello che state facendo è fantastico.

Domanda: Dopo una lezione quando uno studente fa una domanda della quale non sono sicuro, o alla quale non so rispondere, qual è l’approccio migliore?

Yogi Bhajan: Se non siete sicuri, non siate sicuri. Non c’è una pistola puntata alla vostra testa. Se non potete rispondere, cercate la risposta. Non c’è nulla di

sbagliato nel chiedere del tempo in più. Talvolta anche io chiedo: “Datemi del tempo.” Agli studenti non dispiace. E se non vi sentite di rispondere, dite semplicemente: “Non

voglio rispondere.” Voi siete l’Insegnante. Non siete una persona. Non state

discutendo la domanda come persona. Ricordate: “Non siete una donna. Non siete un uomo.Non siete una persona. Non siete voi stessi. Siete un insegnante.”

Questo è il giuramento.

Premete il bottone giusto e ci sarà l’esperienza giusta.

E non mettete in dubbio la lezione di qualcuno, il credo, il tempo e lo spazio o qualsiasi cosa. Questo è lo status dell’eternità, del non-essere,

dell’altruismo. È la pura vitalità dell’Infinito. Quindi…cosa c’è da preoccuparsi? Godetevelo.

Domanda: Puoi dire qualcosa a proposito di Shakti Pad?

Yogi Bhajan: Shakti Pad è uno stato molto divertente. Dovete passarci attraverso. È chiamato “stato del dubbio di sé”. “Io sono, io sono,

io non sono.”

“Essi sono, essi sono, essi non sono.” “È, è, non è.” “Non siamo, noi siamo, noi non siamo.” Ogni concetto è due volte ‘sì ed una volta ‘nò. È la più grande

spina nel fianco. Ma è un segno; è una laurea. Se qualcuno in quel momento semplicemente

diventa umile abbastanza da lasciarlo andare, non dovete nemmeno sollevare un mignolo.

Potete attraversarlo serenamente. Questo è quello che ho fatto. Io non conosco nessun’altra esperienza.

Le cose hanno cominciato ad accadere quando sei a completa disposizione,

io non ho voluto parteciparvi. Io ho solo lasciato fluire. Io ne stavo

godendo come ogni normale persona ne godrà.

Ma Colui che dona fa tutto comunque. Noi siamosolo spettatori. Possiamo ridere, possiamo godere, possiamo piangere, possiamo

essere felici, ma qualcosa sta succedendo. Noi siamo parte di questo. Non c’è problema.

Se voi servite qualcuno e questi vi dà un regalo di vita,

voi dovete donare questo regalo a Colui nella grazia del quale ciò è stato

donato.

È la ragione per cui noi diciamo sul dito di Giove (dito indice), il guru più

saggio: “io non sono me stesso.” Dire “io non sono me stesso” è la nostra sadhana.

E: “io non sono una donna” viene prima perché ‘jantee hai naà, viene prima la donna; viene

Prima l’elevazione della donna. “Non sono una donna. Non sono un uomo. Non sono

Una persona. Non sono me stesso. Sono un Insegnante.” È molto semplice.

Domanda: Hai accennato qualcosa a proposito della preghiera, e rapportandolo alla lezione.

Yogi Bhajan: Non posso dirvi quale tipo di preghiera io faccio. Io credo che

Tutti dovrebbero fare la loro propria preghiera. Se voi udiste le mie preghiere,

non vi piacerei affatto. Io faccio molti tipi di preghiere.

(grazie yogi, anche io faccio

molti ti di preghiere!!!!!!!)

Siate semplici,, siate retti,, e fatelo con un sorriso..

C’è una preghiera per essere umile e piacevole e chiedere perdono.

Un’altra

preghiera è che voi preghiate in un modo molto gentile.

Un’altra preghiera è quella in cui voi sentite e purificate voi stessi

Il tempo della preghiera. La preghiera èpersonale. La preghiera umile. La preghiera in armonia

La

vostra preghiera è tra voi ed il Creatore, senza regole e norme.

Arriva anche uno stadio nel quale non sapete cosa state dicendo e non sapete cosa state facendo, ma sta

succedendo.

Tre cose sono molto importanti nella vita. Non importa cosa stiate facendo.

Siate semplici, siate retti e fatelo con un sorriso.

Non credo che qualcuno possa fallire dopo aver fatto queste tre cose.

E questa è la trinità della vita. La vita è una bugia se non praticate queste tre cose.

Domanda: Quando insegno una serie, è importante farlo in maniera molto

Specifica come tu ce l’hai data? Talvolta sento l’esigenza di aggiungere qualcosa.

Yogi Bhajan: No, no. La prima cosa che tutti voi dovreste evitare è la

TENSIONE. E non siate in guerra: “IO DEVO essere ESATTO!”

Abbiate fiducia nel fatto che vi siete seduti e siete chi siete, l’Insegnante.

E Dio vi proteggerà. È ciò che significa ‘Ang Sang Wahe

Gurù (tradotto come ‘Dio è in ogni mio arto o fibrà). Vi proteggerà.

Fidatevi.

È il più grande insegnamento sul pianeta.

Fidatevi di Dio e continuate ad andare avanti. Non sarete feriti.

Un amico non lascia che veniate feriti. Come potrebbe Dio lasciare

che veniate feriti? Non vi preoccupate – Siate felici.

Guru Nanak lo dice in due parole:

“Sarbat da Bala”.:

Attraverso la Tua grazia tu vorrai il bene di tutti.

Lo scopo della vita è essere buoni con tutti – compresi i vostri nemici.

Perché non ci sono nemici; ci sono solo delle sfide.

E……..Noi insegniamo ed insegniamo ed insegniamo perché questo è l’unico modo che

conosciamo per raggiungere, raggiungere e raggiungere la vostra anima interiore.

Insegnare è raggiungere l’anima degli altri perché quando l’anima viene illuminata, Dio trionfa.

Insegnare è un dono di Dio.

Ma come insegnanti potete deludere voi stessi ed i vostri studenti.

Io ho la mia personale attitudine di fronte a questo. Io non piaccio alla maggioranza

degli studenti.

Un insegnante non è molto amorevole, non ha una personalità piacevole.

Perché la colazione dell’insegnante è l’ego del suo studente, il pranzo è la

personalità dello

studente e la sua tisana serale sta nel mettere lo studente così nei guai

che non riesce più ad uscirne.

La sua cena sta nel porlo faccia a faccia con la morte e vedere

se possa uscirne o meno.

Ora, queste sono quattro responsabilità di un insegnante.

Come potete così essere popolari?

Dov’è la vostra popolarità? Da nessuna parte.

Dovete rendere i vostri studenti più forti di voi, migliori di voi e dieci

volte più grandi di voi!

Il vostro completo investimento è il vostro studente.

Se al termine del vostro insegnamento il vostro studente non è più elevato di voi, siete incasinati,

avete commesso un errore.

Elevate i vostri studenti

Affinche un giorno siano più grandi di voi!!!!!!!!!!

E lasciate andare gli altri…

.

Yogi Bhajan

 

DALLA NUMEROLOGIA TANTRICA :

questo corso è ottimo per tutti gli allievi che sono venuti al seminario di numerologia tantrica poichè impareranno a riequilibrare i vari corpi con la kundalini yoga: posizioni, mantra, mudra, pranayama e meditazioni

 

numerologia tantrica esperire i numeri

numerologia tantrica esperire i numeri

 

SAT NAM SAT NAM SAT NAM WAHE GURU

© 2014, SpazioSacro.it – Testi non riproducibili neppure parzialmente senza autorizzazione -. Tutti i diritti Riservati.

Spazio Sacro : contatti

Ass. Cult. Spazio Sacro Studio e Sperimentazione Medicine Analogiche via Vaccaro 5 - 40132 BOLOGNA TelFax. 051-2984217 Cell. 333-8423018
I Nostri Soci

I nostri soci sono : 8414841484148414 

Diventa socio anche tu

Iscriviti [ click qui ]

Spazio Sacro su G+

I nostri Feed

Mappa Sito + 7 Feeds RSS : calendario medicine alternative italia calendario medicine alternative italia articoli medicine alternative blog blog spazio sacro libri gratuiti sulle medicine alternative corsi seminari eventi spazio sacro Feed Trova la Cura Naturale Privacy Policy Cookie  
spaziosacro
Benvenuti su www.SpazioSacro.it
reiki

Reiki


Reiki è una potente Arte di cura con le mani che usufruisce dell'Energia Vitale Universale.
[ Continua ... ]

breathwork

Breathwork


Il lavoro sul Respiro. Il respiro aiuta il Corpo, la mente e le emozioni. Per raggiungere armonia ed equilibrio -
[ Continua ... ]

reiki

Cristalloterapia Ayurvedica


I Cristalli agiscono per "informazione".
Sono Essi stessi l'informazione da dare [ Continua ... ].

reiki

Numerologia Tantrica


La Numerologia Tantrica è una Scienza Sacra della tradizione del Kundalini Yoga.
[ Continua ... ]

Scuola di Naturopatia [ click qui ] Alcuni tra i nostri seminari / corsi :
Se ti piace il nostro sito votaci :
Utilizziamo i Cookie : Privacy Policy
×
NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra Newsletter
e ricevi le ultime notizie, corsi ed eventi sul Mondo Olistico in Italia
I tuoi dati non verranno ceduti a terzi. Rispettiamo la tua privacy!
spaziosacro
Benvenuti su www.SpazioSacro.it
reiki

Reiki


Reiki è una potente Arte di cura con le mani che usufruisce dell'Energia Vitale Universale.
[ Continua ... ]

breathwork

Breathwork


Il lavoro sul Respiro. Il respiro aiuta il Corpo, la mente e le emozioni. Per raggiungere armonia ed equilibrio -
[ Continua ... ]

reiki

Le Segnature : l'Arte del Benedire
[ 24 Dicembre ... ].

 

Scuola di Naturopatia [ click qui ] Alcuni tra i nostri seminari / corsi :
Se ti piace il nostro sito votaci :
Utilizziamo i Cookie : Privacy Policy
×