Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


TUMORI : Scoperti agenti antitumorali in foglie di olivo

ULIVO CONTRO IL CANCRO

Attività e chimiche componenti antiossidanti come potenziali agenti antitumorali in foglie di olivo

 

TRADUZIONE DA GOOGLE :

Studi epidemiologici hanno dimostrato che una riduzione del rischio di malattie croniche come il cancro e malattie cardiovascolari è correlata con un consumo regolare di frutta e verdura, molti dei quali sono ricchi di polifenoli. L'effetto additivo e sinergico di sostanze fitochimiche di frutta e verdura può ridurre le malattie croniche legate allo stress ossidativo nel corpo umano. Olea europaea L. foglia sono ricchi di componenti fenolici, che sono state proposte per svolgere un ruolo nella prevenzione del cancro. Lo scopo di questo studio era di identificare i componenti principali del Olea europaea L. foglia (cv. Leccino) conservati durante la preparazione decotto, al fine di delineare le attività antiossidante degli estratti grezzi e dei suoi composti isolati utilizzando diversi saggi in vitro compresa la capacità di DPPH radicalscavenging, capacità antiossidante totale (TAC), la xantina ossidasi (XO) effetto inibitorio e la capacità di ritardare il processo di perossidazione acido linoleico (ALP). Il decotto acquoso è stato partizionato ottenere quattro estratti e l'estratto n-butanolo ha mostrato la più alta attività antiossidante e il più alto contenuto fenolico totale. Indagine Fitochimico porta all'isolamento di tredici metaboliti secondari compresi fenolici semplici, flavonoidi, secoiridoidi cui strutture sono state chiarite da dati spettroscopici (1D e 2D NMR) e tecniche spettrometriche. Un significativo effetto dei radicali liberi contro DPPH è stato evidenziato nel fraxamoside (1) (EC50 62,6 micron) e taxifolina (5) (EC50 50,0 micron), isolato per la prima volta dal decotto acqua. Il composto più attivo nella valutazione TAC, era il glicole 3,4-diidro fenil (8) (0,90 equiv acido caffeico.) Mentre taxifolina e fraxamoside risultato il più efficienti inibitori dell'attività XO (IC50 2.7 e 5.2 mM, rispettivamente) . Secoxyloganin (4), oleuropeina (2) e tirosolo (6) ha mostrato la più alta attività ALP. Questo studio si aggiunge alla crescente corpo di dati a sostegno delle bioattività di sostanze fitochimiche e il loro potenziale impatto sulla salute umana.

 

FONTE :

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25102361

Antioxidant activity and chemical components as potential anticancer agents in the olive leaf (Olea europaea L. cv Leccino.) decoction.

De Marino SFesta CZollo FNini AAntenucci LRaimo GIorizzi M1.

Author information

Abstract

Epidemiological studies have shown that a reduced risk of chronic diseases such as cancer and cardiovascular diseases is correlated with a regular consumption of fruits and vegetable, many of which are rich in polyphenols. The additive and synergistic effect of phytochemicals in fruits and vegetables may reduce chronic diseases related to oxidative stress in human body. Olea europaea L. leaf are rich in phenolic components, which have been proposed to play a role in cancer prevention. The purpose of this study was to identify the main components in the Olea europaea L. leaf (cv. Leccino) preserved during the decoction preparation, in order to delineate the antioxidant activities of the crude extracts and its isolated compounds by using different in vitro assays including DPPH radicalscavenging capacity, total antioxidant capacity (TAC), xanthine oxidase (XO) inhibitory effect and the ability to delay the linoleic acid peroxidation process (ALP). The aqueous decoction was partitioned obtaining four extracts and the n-butanol extract showed the highest antioxidant activity and the highest total phenolic content. Phytochemical investigation leads to the isolation of thirteen secondary metabolites including simple phenolics, flavonoids, secoiridoids whose structures were elucidated by spectroscopic data (1D and 2D NMR) and spectrometric techniques. A significant free radical scavenging effect against DPPH has been evidenced in fraxamoside (1) (EC50 62.6 µM) and taxifolin (5) (EC50 50.0 µM), isolated for the first time from the water decoction. The most active compound in the TAC evaluation, was the 3,4 dihydro-phenyl glycol (8) (0.90 caffeic acid equiv.) while taxifolin and fraxamoside resulted as the most efficient inhibitors of XO activity (IC50 2.7 and 5.2 µM, respectively). Secoxyloganin (4), oleuropein (2) and tyrosol (6) showed the highest ALP activity. This study adds to the growing body of data supporting the bioactivities of phytochemicals and their potential impact on human health.

 

PROPRIETA’ DELL’ULIVO DA LEGGERE QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/un-grande-dono-della-natura

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Ancora nessun commento ...
Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Entra ora !