Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


ROSACEA : cure naturali

Le cure naturali per curare acne rosacea naturalmente? Le cure naturali per la rosacea purtoppo possono interessare moltissime persone vista la diffusione della patologia, la rosacea una malattia cronica della pelle e tendenzialmente donne, di carnagione chiara di età compresa tra 30 e 60 anni hanno una maggiore probabilità di esserne colpite. I sintomi ed i segni della rosacea comprendono, zone arrossate sul viso, bolle rosse o pustole sul naso, guance, fronte e / o il mento, evidenti piccoli vasi sanguigni sul naso e / o le guance (detti teleangectasie) e tendenza ad arrossamenti ed arrossire.

 

 

 

Cure naturali acne rosacea

Acne rosacea cure naturali

Rosacea può anche presentarsi sotto forma di naso rosso a patata.

 

Ciò viene chiamato rinofima.

 

Oppure come una sensazione di bruciore sugli occhi, e ciò viene chiamato rosacea oculare.

 

Possibili trattamenti e cure utili per migliorare la condizione del soggett ocolpito da acne rosacea:

Durante i trattamenti convenzionali per la rosacea è bene evitare i fattori scatenanti della rosacea che potrebbero avere effetti negativi anche sulla cura. La terapia laser può essere una buona soluzione per ridurre le vampate di calore e la comparsa di vasi sanguigni.

 

Crema a base di Chrysanthellum Indicum, una pianta molto efficace nella cura della rosacea. Infatti i componenti di tale pianta sembrano rafforzare i capillari. Un ampio studio che ha coinvolto 246 persone affette da rosacea ha testato la sicurezza e l'efficacia di una crema contenente un estratto di cento Chrysanthellum indicum (applicata 2 volte al giorno). Dopo 12 settimane dal trattamento i risultati della cream sono stati molto evidenti e si è verificato un netto miglioramenti dei sintomi della rosacea come gli arrossamenti delle zone del viso compite dalla rosacea.

Crema al tè verde. Uno studio svolto nel 2005 negli Stati Uniti ha dimostrato come questa crema aiuti coloro affetti da rosacea. Molte persone che sono state coinvolte nei test di tale studio avevano bolle rosse e pustole, altre avevano degli evidenti vasi sanguini. Ad alcuni ( coloro con le pustole) è stata applicata, due volte aggiorno, la crema al tè verde e ad altri una normale crema di tipo placebo. Solo coloro a cui è stata applicata la crema al tè verde, dopo 4 settimane hanno mostrato netti miglioramenti.

Crema a base di Niacinamide: questa sostanza è composta dalla Vitamina B3 e viene tipicamente utilizzata per curare la rosacea. Si pensa che serva a migliorare la barriera cutanea, migliorare il livello di umidità della pelle, e ridurre l' infiammazione. Uno studio simile a quello effettuato sulla crema al Tèverde ( una parte di persone hanno usato la crema di Niacinamide ed altre una crema base di tipo placebo) ha dimostrato che coloro che hanno usato la crema a base di Niacinamide hanno avuto un miglioramento nella barriera cutanea.

Liquirizia: trattamento topico usato per la rosacea. Studi effettuati sulla liquirizia hanno dimostrato che questa serve ad alleviare l'arrossamento cutaneo entro 4 a 8 settimane dall'uso di tale pianta.

Enzimi digestivi: Alcune persone che hanno la rosacea spesso soffrono di indigestione, soprattutto dopo aver mangiato pesante. Uno studio ha dimostrato che aggiungendo enzimi digestivi ai cibi, i pazienti hanno trovato miglioramento nella digestione e della rosacea.

Vitamine di tipo B: Uno studio ha dimostrato che l' inadeguata riboflavina, causata da un apporto alimentare insufficiente o di scarso assorbimento nel tratto digestivo, può essere associato alla rosacea. Ecco perché è consigliata l'implementazione di Vitamina B.

Crema a base di acido azelaico: tale crema ha elementi presenti nel frumento, nel segale e nell'orzo. Tali elementi pare abbiano un effetto molto positivo nella cura della rosacea, riducendo le pustole, gli arrossamenti e le bolle. In particolare, l'Università British Columbia ha fatto uno studio che ha scoperto che una crema fatta al 20% di acido azelaico è altrettanto efficace rispetto al metronidazolo topico (crema 0,75 per cento) nel ridurre il numero di papule. Inoltre, entrambe le creme hanno apportato un pari miglioramento dei sintomi di secchezza, bruciore, prurito della pelle affetta da rosacea. Fra gli effetti collaterali dell' acido azelaico: esaltazione delle zone scure della pelle.

Intolleranze alimentari: anche queste possono causare la rosacea in quanto gli alimenti possono provocare il rilascio di sostanze chimiche che dilatano i vasi sanguigni . Infatti è bene mangiare in modo da rispettare le proprie intolleranze alimentai.

9) Aceto di mele: il mangiare con un condimento di aceto di mele è uno dei rimedi "casalinghi" per la rosacea. Si pensa l'aceto di mele stimoli il rilascio di enzimi digestivi che contribuiscono la normalizzazione dell'equilibrio batterico intestinale.

Altri rimedi naturali per la rosacea:

Aloe

Bardana

Camomilla

Betaina HCl

Trifoglio rosso

Rosa

Selenio

Vitamina B

Zinco

Considerazioni finali sulle cure naturali per l'acne rosacea:

In conclusione, se pensi che il rossore sulle gote che non scompare, o che le bollicine sottocutanea della zona più rossa del tuo viso siano normali, forse è il caso di consultare un medico. Qualora si trattasse di rosacea, ci sono tantissime soluzioni naturali come hai potuto imparare in questo articolo.

http://www.inerboristeria.com/acne/cure-naturali-acne-rosacea.html

 

------------------------------

La rosacea è una malattia infiammatoria cronica della pelle (dermatosi) che colpisce prevalentemente la parte centrale del viso (guance, naso,fronte). La pelle del volto si presenta arrossata con papule, pustole e teleangectasie. Spesso si assiste a un ispessimento (ipertrofia) dei tessuti, che a volte diviene particolarmente evidente a livello del naso, che si presenta gonfio e bulboso (rinofima). Oltre ai problemi cutanei, la rosacea può provocare, seppur raramente, manifestazioni oculari (per esempio, blefarocongiuntivite) e cheratite. Pur assumendo a volte un aspetto acneico, si differenzia dall’acne essenzialmente per l’età di insorgenza e per l’assenza di comedoni. Questa dermatosi si presenta prevalentemente nelle persone di mezza età e nelle persone con carnagione e capelli chiari. Le donne ne sono colpite più degli uomini. Le cause di insorgenza della rosacea sono sconosciute, ma si ritiene probabile un’origine vascolare legata sia a una predisposizione genetica sia a cause ambientali. La tendenza ad arrossire facilmente in conseguenza a stimoli emotivi (eccitazione, ansia, paura ecc.), esterni (caldo, freddo, luce solare, sforzi fisici ecc.) o fisiologici (digestione, ingestione di cibi piccanti, assunzione di bevande alcoliche, vampate della menopausa ecc.) è considerata un fattore predisponente. Anche l’assunzione di alcuni farmaci (vasodilatatori e alcuni antipertensivi) può scatenare (o peggiorare) il quadro clinico. È stato infine ipotizzato che nell’insorgenza della rosacea possano essere coinvolti sia batteri (Helicobacter pilori) che acari (Demodex folliculorum).

 

Trattamento della Rosacea con gli oligoelementi

Trattandosi di una dermatosi infiammatoria progressiva, il trattamento farmacologico, di esclusiva competenza del dermatologo, deve essere iniziato il più presto possibile.

Se il problema viene sottovalutato, la malattia progredisce e può deturpare il volto, Alcune norme comportamentali possono contribuire a migliorare la condizione, o quantomeno, non aggravarla.

• Evitare, per quanto possibile, i fattori scatenanti (cibi caldi o spezia- ti, esposizione al sole, al caldo o al freddo intensi, sbalzi di temperatura ecc.).

• Usare creme protettive contro i raggi UV, con fattore di protezione pari almeno a 15, meglio se resistenti all’acqua. Dal momento che non è ben chiaro se i raggi UVB o gli UVA siano fattori scatenanti, è consigliabile dare la preferenza a filtri che li blocchino entrambi, Utilizzare inoltre creme idratanti che proteggano la pelle anche nei confronti delle temperature rigide e del vento.

• Dopo aver fatto un bagno in mare o in piscina, togliere immediatamente dalla pelle il cloro e il sale che si sono depositati.

• Evitare prodotti cosmetici contenenti sostanze potenzialmente irritanti come ad esempio l’alcol, il benzoilperossido, il mentolo, I ‘eucaliptolo; in ogni caso preferire prodotti privi di profumo.

Per le donne può essere di aiuto l’uso di make up coprente (colore verde) che è in grado di mascherare l’aspetto eritematoso della pelle sottostante,

 

Rimedi omeopatici consigliati per la Rosacea

• Le lesioni hanno una distribuzione simmetrica: Amica, una monodose alla i 5CH, 3 volte a settimana, fino al miglioramento. Questo rimedio agisce positivamente anche sui capillari dilatati.

• Gli zigomi e le guance presentano dolori brucianti e trafittivi peggiorati dal caldo, specie nelle donne con mestruo scarso o nella menopausa: Sanguinaria canodensis, 5 granuli alla 5CH, 2 volte al giorno.

• Per la terapia spec[fica del rinofima, ossia del naso con arrossamento e teleangectasie: Lachesis, una monodose alla 300H, una volta ogni 10-20 giorni.

 

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Le cure della fitoterapia

I rimedi qui elencati non sostituiscono le cure mediche, ma possono essere utili per alleviare i sintomi della malattia.

• In tutti i casi di rosacea: preparare una miscela d’erbe con 20 g di radice di bardana, 15 g di foglie di ribes nero, 15 g di foglie di rusco; porre un cucchiaino del mix in una tazza di acqua calda, lasciare in infusione per 10 minuti, quindi filtrare e berne una tazza al mattino e una alla sera.

Abbinare l’assunzione di 30 gocce di tintura madre (TM) di bardana, 3 volte al giorno, 15 minuti dopo pranzo e dopo cena.

 

Trattamento con i macerati glicerici

In tutti i casi di rosacea: assumere Aesculus hippocastanum, 50 gocce in poca acqua, due volte al giorno, per 4-6 mesi consecutivi.

 

Tratta mento con gli oligoelementi

È utile abbinare al trattamento fitoterapico prescelto l’impiego degli oligoelementi più indicati.

• manganese-cobalto: i fiala tutti i giorni per alcuni mesi, la mattina al risveglio.

• zinco: i fiala tutti i giorni per 3-4 mesi, a metà mattina.

• rame: 3 fiale a settimana, a metà giornata, per 2 mesi.

http://www.altrasalute.it/pelle_000026.html

 

---------------------------------------

 

La rosacea è un disturbo piuttosto comune e difficile da sconfiggere. Anche l'alimentazione e alcuni rimedi naturali possono aiutare a restituire alla pelle di chi ne soffre un aspetto migliore

 

Come curare la rosacea con l'alimentazione e altri rimedi naturali

La rosacea è un disturbo piuttosto comune in cui la pelle, arrossata, assume un aspetto simile a quello della pelle acneica. I sintomi principali sono, infatti, macchie rosse o rosate, piccoli brufolini rossi che possono contenere pus, cisti rossastre, occhi irritati o congiuntivite e la presenza di piccoli vasi sanguigni rotti sulla superficie della pelle.

 

Per molte persone che ne soffrono l’unico problema è diventare facilmente rossi in viso o avere una pelle molto sensibile ai raggi solari e in molti casi nemmeno si sa di soffrire di un disturbo che potrebbe essere opportunamente trattato. I sintomi, che tendono sì ad essere cronici, ma la cui gravità può oscillare nel tempo, possono essere alleviati utilizzando detergenti specifici, creme, antibiotici o altri medicinali. Non solo, anche il laser, la luce pulsata e la terapia fotodinamica possono ridurli ad un ricordo anche per mesi o anni.

 

Se, però, non si vogliono assumere medicinali o non ci si vuole sottoporre ai trattamenti si può tentare un’altra strada: quella di una corretta alimentazione e dei rimedi naturali.

 

Cibi “sì” e cibi “no”

 

Annunci Google

 

Get Exception Reports.

www.telerik.com/analyticsResolve app crashes quickly. Reduce support. Get started free.

Rossore Della Pelle

www.larocheposay.itRiassorbe i Rossori Localizzati. Riassorbe i Rossori Localizzati.

Alcuni alimenti favoriscono la comparsa dei sintomi della rosacea. Evitarli, invece, aiuta ad alleviarli. In generale chi soffre di rosacea dovrebbe evitare il cioccolato, il vino rosso, cibi speziati, le bevande calde e gli alcolici, ma i fattori scatenanti possono variare da persona a persona. Per identificarli può essere utile tenere un diario alimentare. Oltre a quelli già citati, fra di essi potrebbero essere inclusi:

 

i latticini: yogurt, panna acida e molti formaggi;

salsa di soia;

estratto di lievito;

melanzane, avocado e spinaci;

alcuni legumi, ad esempio i piselli;

agrumi, pomodori, banane, prugne, uvetta e fichi;

birra, vodka, gin, bourbon e spumante

Fra i cibi che aiutano a combattere la rosacea sono, invece, inclusi quelli non speziati, quelli freschi, le bevande fresche non alcoliche e quelle senza caffeina, i formaggi senza latte.

 

I rimedi naturali

 

Esistono, poi, dei rimedi naturali che possono aiutare a ridurre i sintomi della rosacea, ma è sempre bene fare attenzione a non irritare ulteriormente una pelle già di per sé piuttosto sensibile. Eccone alcuni:

 

Applicazioni di aceto diluito (1 parte di aceto e 6 di acqua). L’aceto è un disinfettante naturale e può ridurre il numero di lieviti e batteri sulla pelle. Meglio, però, provarlo su un piccolo pezzo di pelle prima di utilizzarlo su tutto il viso: in alcune persone l’effetto ottenuto potrebbe essere contrario rispetto a quello desiderato. Se la prova non aggrava la rosacea le applicazioni possono essere ripetute quotidianamente o settimanalmente.

Applicazioni di tè verde. Riducono rossore e infiammazione grazie alle proprietà anitinfiammatorie del tè verde.

Creme a base di Chrysanthellum indicum. La loro efficacia è dimostrata da uno studio pubblicato sul Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology, secondo cui il loro utilizzo non ha particolari effetti collaterali.

Creme a base di vitamina B3. Uno studio pubblicato sulla rivista Cutis ha dimostrato che una particolare forma di vitamina B3, la niacinamide, può migliorare lo stato della pelle in 4 settimane.

Creme a base di acido azelaico. E’ una sostanza ottenibile da grano, orzo e segale che secondo uno studio pubblicato sugli Archives of Dermatology è efficace in caso di rosacea con brufoli e foruncoli. La ricerca ha dimostrato la validità sia di creme al 20%, sia di gel al 15%, ma la’cido azelaico può avere effetti collaterali, ad esempio evidenziare le aree della pelle inscurite.

http://www.benessereblog.it/post/42797/come-curare-la-rosacea-con-lalimentazione-e-altri-rimedi-naturali

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Ancora nessun commento ...
Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Entra ora !