Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


Le piante che filtrano l'inquinamento

Secondo la Nasa le migliori piante che dovremmo tenere in casa e in ufficio sono:

·         1. Palma da datteri nana

·         2. Felce di Boston

·         3. Nephrolepis obliterata

·         4. Falangio

·         5. Aglaonema

·         6. Palma di bambù

·         7. Fico beniamino

·         8. Potos

·         9. Anthurium andraeanum

·         10. Liriope

·         11. Rhapis excelsa

·         12. Gerbera jamesonii

·         13. Tronchetto della felicità

·         14. Edera comune

·         15. Sansevieria trifasciata

·         16. Dracena marginata

·         17. Spatafillo

·         18. Chrysanthemum morifolium

Avete almeno una di queste piante in casa?

Francesca Biagioli

 

Le piante da appartamento ci aiutano a purificare l’aria delle stanze in cui viviamo. Ma come possiamo fare per scegliere le piante migliori? Da anni i ricercatori si stanno occupando di questo argomento che è stato approfondito anche dalla Nasa. Ora un nuovo studio contribuisce a darci nuovi suggerimenti.

Dalla State University di New York arriva un nuovo studio che indica le piante migliori per purificare l’aria di casa. Secondo gli esperti l’inquinamento dell’aria di casa è una minaccia ambientale da non sottovalutare per la salute umana. A parere dei ricercatori, circondarci di piante che purificano l’aria può diventare un aiuto prezioso.

I ricercatori hanno scoperto che alcune piante sono migliori di altre nel rimuovere la categoria principale degli inquinanti domestici, cioè i composti organici volatili (VOC). Con le piante giuste, insomma, l’aria di casa diventa più pulita e sicura.

Gli edifici, sia vecchi che nuovi, secondo gli esperti possono presentare al proprio interno dei livelli elevati di VOC, a volte così alti che è possibile sentirne l’odore. Tra questi composti troviamo l’acetone, il benzene e la formaldeide, che sono nocivi per la salute quando li respiriamo. A lungo andare queste sostanze possono provocare asma e allergie.

Secondo gli autori dello studio, uno dei metodi migliori per rimuovere il VOC dalle nostre case è scegliere le piante giuste. I ricercatori hanno misurato le diverse concentrazioni di VOC in alcune stanze dopo aver inserito differenti tipologie di piante.

I ricercatori hanno testato 5 tra le più comuni piante da appartamento e 8 tra i VOC più diffusi. Si sono resi conto che alcune piante assorbono determinate sostanze meglio di altre.

Ecco le piante utilizzate durante lo studio:

1) Crassula argentea

2) Chlorophytum comosum

3) Guzmania lingulata

4) Consolea falcata

5) Dracaena fragrans

Tutte le piante si sono dimostrate in grado di assorbire i VOC testati dai ricercatori e la Guzmania lingulata si è rivelata la migliore.Tra le piante da appartamento che depurano l’aria di casa (e dell'ufficio) troviamo inoltre il ficus, il bambù, il filodendro e la gerbera. Avete già qualcuna di queste piante in casa vostra? 

Marta Albè 

 

Sono belle, colorate e arredano la nostra casa donandole spesso anche un tocco esotico. Ma se vi dicessimo che le piante da interni sono anche in grado di migliorare la qualità dell’aria che respiriamo e limitare l'inquinamento domestico?

Verso la fine degli anni ‘80 la NASA condusse uno studio approfondito sulla capacità delle piante da appartamento di purificare l’aria. Dalla ricerca emerse un risultato molto interessante: le piante non solo sono in grado attraverso la fotosintesi clorofilliana di assorbire anidride carbonica e di rilasciare ossigeno, ma molte di esse riescono a neutralizzare sostanze organiche volatili (VOC) spesso presenti nelle nostre abitazioni grazie a degli enzimi detti metilotrofi.

Ma vediamo in dettaglio quali sono le 15 piante maggiormente indicate a purificare l’aria di casa nostra.

1. Lingua di Suocera (Sansevieria trifasciata 'Laure ntii')

Nota anche come lingua di suocera, questa pianta da interni è una delle più efficaci nel depurare l’aria. È in grado di filtrare e rendere inoffensiva la formaldeide spesso presente nei prodotti per la pulizia, nella carta igienica o nei tessuti per la cura personale. Sistematene una in bagno: saprà prosperare anche in condizioni di luce scarsa.

2. Ficus (Ficus benjamina)

Questa pianta molto diffusa può aiutarci a filtrare molti agenti inquinanti come la formaldeide, contenuta nei tappeti e nei mobili di casa, ma anche il tricloroetilene ed il benzene. Il ficus non è una pianta facilissima, ma se scegliete una posizione in casa dove c'è la giusta esposizione solare ed effettuate un’annaffiatura regolare, sarà molto longeva.

3. Crisantemo (Chrysantheium morifolium)

I coloratissimi fiori del crisantemo oltre a donare una nota di vivacità alla vostra casa o al vostro ufficio, vi aiuteranno a filtrare il benzene, normalmente presente nei collanti, nelle vernici, nelle plastiche e nei detersivi. Ricordatevi di collocarlo in un punto dove possa godere della luce intensa del sole che farà germogliare i suoi fiori.

4. Aloe (Aloe vera)

Questa pianta, appartenente alla famiglia delle succulente, è molto semplice da coltivare e può dimostrarsi un fidato alleato contro la formaldeide e il benzene. Un buon posto per collocarla potrebbe essere una finestra ben illuminata in cucina. Oltre alle sue proprietà purificanti dell'aria dal suo estratto si ottengono delle ottime creme lenitive per la pelle.

5. Dracena (Dracaena marginata)

Grazie alle sue bordature di un rosso intenso, la dracena aggiunge sicuramente un tocco di colore ai nostri ambienti ed il suo arbusto può crescere per diversi metri. È l'ideale per combattere sostanze come lo xilene, il tricloroetilene e la formaldeide, che come abbiamo già detto possono essere presenti in lacche o vernici.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
Notte di natale
24 DICEMBRE (a bOLOGNA)
LE SEGNATURE : L'ARTE DEL BENEDIRE

LA NOTTE DI NATALE DI OGNI ANNO LA NOSTRA ASSOCIAZIONE ORGANIZZA UNA SERATA CON FINI UMANITARI PER TRAMANDARE GLI INSEGNAMENTI DELLA NOSTRA TERRA CHE DESIDERIAMO NON VADANO PERDUTI ! Per imparare a segnare il fuoco sacro-herpes zoster- l'herpes labiale, le bruciature, le lombalgie, per togliere gli ossiuri, per la segnatura del "sangue" ed altre segnature ...'. [ Continua la lettura e/o iscriviti ... ]

6. Dracena (Dracaena deremensis Warneckii)

Può combattere gli agenti inquinanti contenuti in oli e vernici. Cresce in modo rigoglioso anche in presenza di scarsa luce. Il suo fusto sottile è sovrastato da una chioma di foglie allungate e può raggiungere un’altezza sorprendente.

7. Azalea (Rhododendron simsii)

Questo fantastico arbusto fiorito è perfetto per combattere la formaldeide presente nel compensato e nelle schiume isolanti. La loro capacità filtrante sembra essere maggiore se esposte in un luogo fresco, l'importante che sia ben illuminato.

8. Pothos (Scindapsus aures)

Un'altra fedele alleata nella lotta alla formaldeide. Vi consigliamo di posizionarne qualche vaso nel vostro garage, dove a causa dei gas di scarico ricchi di formaldeide l'aria non sarà delle migliori, È una pianta molto robusta e spartana ed è in grado di crescere anche con scarsa luce.

9. Gerbera (Gerbera jamesonii)
La gerbera è una pianta da fiore ideale per rimuovere la trielina, spesso presente nei capi d’abbigliamento lavati a secco. Ponetela nella vostra lavanderia o in stanza da letto ma fate attenzione: ha bisogno di molta luce. Di notte meglio rimuoverla dalle stanze in cui dormite.

10. Edera Comune (Hedera helix)

L'edera è ottima per inibire la formaldeide presente in molti prodotti per la pulizia della casa. Inoltre sembra che sia in grado di ridurre la diffusione di particelle inquinanti trasmesse con le feci degli animali domestici.

11. Filodendro (Philodendron oxycardium)

Questa pianta rampicante non è indicata in quelle famiglie dove ci sono bimbi piccoli o animali domestici, poiché risulta estremamente tossica se ingerita. In compenso è ottima nel filtraggio delle sostanze inquinanti volatili in particolare con la formaldeide.

12. Palma di bamboo (Chamaedorea sefritzii)

Questa piccola palma cresce bene in zone d'ombra e spesso produce fiori e piccoli frutti. È uno dei migliori filtri naturali contro il benzene e il tricloroetilene ma è anche capace di neutralizzare la formaldeide.

13. Spatifillo (Spathiphyllum Mauna Loa)

Questo giglio richiede una esposizione in penombra ed una annaffiatura regolare una volta la settimana per poter produrre i suoi candidi fiori bianchi. È imbattibile nella lotta dei più comuni composti organici volatili, quali il benzene, la formaldeide e il tricloroetilene ma risulta efficace anche con toluene e xilene.

14. Aglaonema (Aglaonema Crispum Deborah)

L'Aglaonema cresce anche in condizioni di scarsa luce e produce fiori e frutti rossi. È in grado di filtrare diversi inquinanti atmosferici.

15. Falangio (Chlorophytum comosum)

Se non avete un pollice verde invidiabile la il falangio è la pianta che fa per voi. Molto resistente, poco soggetta a malattie, facile da allevare necessita solo di molta luce. Grazie al suo fitto fogliame e ai fiori bianchi la pianta è in grado di filtrare benzene, ossido di carbonio, formaldeide e xilene.

La natura, ancora una volta, ci dimostra di avere sempre soluzioni efficaci ad impatto e costo zero.

Lorenzo De Ritis

Quali sono i migliori alberi anti inquinamento? In Italia e altrove nel mondo sono in corso degli studi molto interessanti con l’obiettivo di individuare quali siano gli alberi in grado di aiutarci a ridurre l’inquinamento.

Gli studi ora in corso sono condotti dal CNR-Ibimet di Bologna e dall’Università di Southampton, nel Regno Unito. Le ricerche, pubblicate sulla rivista scientifica Landscape and Urban Plan ning, si sono occupate della situazione della città di Londra e hanno verificato che gli alberi in città rimuovono tra le 850 e le 2100 tonnellate di Pm10 all’anno.

Non dobbiamo però tenere conto soltanto del ben noto Pm10. Infatti, a parere degli esperti, a preoccuparci dovrebbe essere soprattutto il Pm2,5, un particolato molto fine che contiene sostanze derivanti dalle attività umane, come nitrati e solfiti.

Secondo gli studi condotti dall’American Forestry Association, un albero di circa 20 metri di altezza può assorbire ogni anno circa 1000 grammi di particolato. Ecco allora che è facile comprendere quanto gli alberi siano importanti per preservare la nostra salute e per ridurre l’inquinamento.

Scopriamo quali sono 10 tra i migliori alberi che possono aiutarci a ridurre l’inquinamento, con le immagini del Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio (Conalpa).

1) Orniello

 

2) Olmo comune

 

3) Gelso nero

 

4) Frassino maggiore

 

5) Leccio 

 

6) Gingko

 

7) Acero campestre 

 

8) Biancospino

 

9) Bagolaro

 

10) Tiglio

 

Marta Albè

www.greenme.it

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Ancora nessun commento ...
Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Entra ora !