Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


IN VIAGGIO VERSO LA PASQUA - PRIMA TAPPA

Pace a tutti. Alcuni hanno gia’ fatto con noi questo cammino, tuttavia risentirlo nel cuore e’ scoprire nuove emozioni. Per chi fosse nuovo diciamo che ci farebbe piacere percorrere un altro po’ di strada insieme, tuttavia sentitevi liberi.

Non siamo cattolici ma pensiamo con tutto il cuore che GESU’ (ed e’ mondialmente riconosciuto) e’ il MAESTRO DELL’AMORE, dell’amore fino al sacrificio, dell’amore fino alla morte MA CHE VINCE LA MORTE ! Quindi e’ maestro di GIOIA !

GRAZIE DI CAMMINARE CON NOI. Ci sono oggi piu’ che mai “tanti poveri Cristo” che soffrono sulla terra ed e’ anche per loro che preghiamo e inviamo luce e benedizioni


IN VIAGGIO VERSO LA PASQUA . LA SETTIMANA SANTA: LA PASSIONE, MORTE E RESURREZIONE DI GESU' e la nostra trasformazione :
1° TAPPA


Disegno di GESU’ della bambina AKIANE che ha avuto visioni su di lui

UN ABBRACCIO A VOI CHE CONDIVIDERETE CON NOI IL PASSAGGIO DALLA PASSIONE E MORTE ALLA RESURREZIONE DI GESU’… AL NOSTRO CAMBIAMENTO, UNA NUOVA PASQUA
VI ABBRACCIAMO E CHIEDIAMO A GESU’ DI BENEDERVI TUTTI
E NOI BENEDICIAMO LUI CHE HA FATTO GRANDI COSE PER NOI!
GRAZIE!

CARMEN ed EMMANUEL

Ci faremo aiutare in questo percorso da MARIO PINCHERLE DAL SUO LIBRO: MELCHISEDEK:IL RE VERO E DA AUGUST CURY DAL SUO LIBRO: GESU’ IL MAESTRO DELLA SENSIBILITA’. Autori che ringraziamo dal profondo del cuore


IN CAMMINO VERSO LA PASQUA….
dalla nascita, alla passione e morte di Gesu’ fino alla sua resurrezione….
.
Ora e’ tempo di cambiamento
Le coscienze si stanno risvegliando
L’alito divino
Sottilmente delicatamente
Timidamente
Rida’ vita alle anime timorose

E’ davvero il tempo di una svolta
E’ davvero il tempo di seguire l’onda del PENSIERO VIVENTE

Dal Natale alla Pasqua:
.
“Tutta la Terra in una trepidante aspettativa mondiale, qualche decennio prima della nascita di GESU’, attendeva il misterioso evento sovrannaturale del ritorno del Messia, quell’Adonai che, quasi quattromila anni prima era sceso sulla terra ed era stato chiamato RE VERO cioe’ MELCHI-SEDEK
Di questo evento si conoscevano molte cose:il luogo dove il bambino sarebbe potuto ri-nascere, il SEGNO (Sigillo reale) che avrebbe avuto sul petto per farsi riconoscere dagli uomini e il momento esatto della sua nascita, segnato da una congiunzione planetaria
In paesi lontani tre “Magi” stanno calcolando tutti i dati legati allo straordinario evento. Questo fatto e’ documentato. I popoli cantavano “Torna piccolo Adonai, noi ti aspettiamo, vieni!” e venne GESU’, Grande sacerdote dell’ordine di MELCHISEDEK !

Dice PINCHERLE potrei scrivere di Gesu’ con i soliti slanci del cuore ma in questi secoli ve ne sono stati anche troppi. Voglio la “fredda soluzione di un teorema” (lo dice per una svolta)
Gesu’ stesso dice “se non fossi venuto a spiegarvi tutto sareste giustificati”

“Voglio la certezza che Gesu’ e’ venuto sulla terra per far funzionare l’uomo.
La sua forza non e’ la sofferenza, la croce, ma la conoscenza che, grazie a lui si ammanta di amore, diventa eterna, cosmica, rassicurate e gioiosa.

Un autorevole studioso ha scritto: “l’innovazione cristiana di porre al centro della salvezza soltanto la passione e la morte di Gesu’ quale riscatto dell’umanita’ dal peccato e’ l’idea di un grande FARISEO che dice: Cristo e’ morto per salvare gli empi ! “

Ma la realta’ e’ completamente diversa…nella Bibbia, nel libro dei Salmi ,troviamo la chiave messianica per svelare questo mistero che per 2.000 anni e’ rimasto incompreso (si parla del ritorno del re-vero, Gesu’, che ritorna per indicare agli uomini la strada verso la perfezione):

“NEL SEGNO DELLA STELLA DEL MATTINO,
DAL GREMBO DELL’AURORA TI HO CREATO
SCENDESTI DAL MIO SENO (IL SENO DI DIO E’ LA RUACH CIO’ LO SPIRITO SANTO, CIOE’ L’ASPETTO FEMMINILE DELLA TRINITA’!) MIA TENERA GIOVANE RUGIADA.

GIURA IL SIGNORE E MAI SI PENTE:
TI ELEGGO ORA ETERNO SACERDOTE
NEL MODO STESSO CHE HO GIA’ ELETTO MELCHI-SEDEK, RE VERO (questa e’ la terza venuta del figlio di Dio nel mondo!)”

(salmo, 110-4)
*******

IL NOME DI DIO: IEUE’

Il nome di DIO ha 4 lettere:
la lettera I e’ pensiero che si condensa si coagula, e’ un punto pensante, una testa, un capo
la lettera E’ e’ il pensiero che si fa verbo suona che giunge fino agli estremi limiti dell’universo e’ l’azione del pensiero che pulsa…le due E sono le braccia ,gli arti del pensiero
la terrea U (anticamente F) e’ pensiero che si espande e tende all’infinito, un immenso corpo che comprende e unisce tutte le cose, un grande tronco che unisce tutti i rami e tutte le foglie
la lettera SCIN e’ pensiero che va, va e viene E’ simbolo della venuta, il vascello cosmico

IEUE’ significa pensiero che si concentra e si espande,le forze primigenie della natura: contrazione ed espansione…moto perenne….
Nella duplice azione divina tutto resterebbe astratto se non ci fosse inclusa la funzione della venuta

COSI’ DIO E’ CON NOI E’ L’EMMANUEL, E’ GESU’, IESUE CHE E’ GESU’ COL SIGILLO REGALE SUL PETTO

Sul petto del piccolo uomo che rappresenta l’infinito Dio appare, come vedremo, la lettera SCIN, la nave cosmica, il simbolo della venuta
E’ il segno, il sigillo regale dell’uomo che, venuto sulla terra, percorrendo LA VIA ricolmo di perfezione e’ divenuto l’Emmanuel grazie al fenomeno della SCHEKINA’

Ma perche’ DIO CONSACRO’ GESU’ GRANDE SACERDOTE DELL’ORDINE DI MELCHI-SEDEK ?
E PERCHE’ FU INVECE CHIAMATO CRISTO CHE SIGNIFICA L’UNTO?

Poiche’ Gesu’ si rivolgeva al padre col nome di ABBA (sulla croce infatti cosi’ lo chiamava e viene riportato nei vangeli) i suoi discepoli lo chiamavano
BAR ABBA cioe’ figlio di Dio !!!

(E perche’ nei testi cattolici si parla di barabba come di un ladrone? In realta’ la folla dei fedeli, Davanti al sinedrio romano Voleva salvare BAR-ABBA cioe’ il figlio di Dio!)

Sant’ Ireneo si figura Gesu’ infermo, inglorioso e indecoroso……
Nulla di piu’ errato
Gesu’, la Schekina’ e’ la perfezione piena e completa
Gesu’ ama la gioia e non il dolore
Chiede agli uomini di amare la vita e tutte le creature

Non c’e’ Gesu’ dove la vita umana non ha valore, dove c’e avidita’ di sacrificio, dove esiste un eroismo inutilmente cruento
Gesu’ non crocifigge se stesso. Lo crocifigge l’uomo.
Non c’e’ Gesu’ la dove i cambiamenti sono manovrati dai potenti per i loro fini egoistici
Non c’e’ Gesu’ dove scorre melliflua l’ipocrisia, dove si mette paura alla gente, dove si parla di colpa e di obblighi

E invece c’e’ Gesu’ dove esistono l’Amore, la comunione, l’amicizia, la purezza, la responsabilita’. La tenerezza. Il rispetto, l’ansia di guarire i mali del mondo, la dove c’e poesia, armonia, pienezza di vita, pensiero creativo, pensiero a risonanze universale…..
Amore cosi’ grande…e incondizionato…..vuoi anche morire per salvare una vita !

Gesu’ e’ La luce dello spirito
La gratitudine
Grazie Gesu’, Re Vero.

IN CAMMINO VERSO LA PASQUA

MA COME RAGGIUNGERE GESU’ VERO?
Come raggiungerlo se gli uomini non lo conoscono?
Hanno insegnato loro ad invocarlo dicendo: “Signore abbi pieta’ di noi! Signore misericordia!”
E’ stata storpiata anche la sua preghiera al Padre, e i fedeli dicono “ Signore, non ci indurre in tentazione !”
Ma Dio e’ misericordioso e non induce nessuno in tentazione, dire quello e’ come offenderlo!!

L’uomo non sa cosa significhi la parola NAZARENO e gli hanno detto che questo nome derivi da una citta’ che in realta’ NON esisteva al tempo di Gesu’.
Nel nuovo TESTAMENTO egli fu chiamato GRANDE SACERDOTE DELL’ORDINE DI MELCHISEDECH ma i cattolici cristiani non sanno neppure il perche’.

Fu chiamato CRISTO CHE SIGNIFICA “UNTO” e i cattolici non sanno che questa parola deriva da un errore.

Di Gesu’ si parla in modo sbagliato,
Gesu’ e’ un tema che mette a disagio nelle conversazioni, cosi’ come succede quando parliamo della morte…. E Gesu’ e’ la Vita !

Troppo “sentimento”, troppe bugie, troppi stereotipi…. Informiamoci……

Gesu’ era Ebreo?
Gesu’ era giudeo , gli amici, i parenti, i primi discepoli di Gesu’ furono tutti ebrei.
Sono gli ebrei a portare il primo messaggio cristiano in tutto l’impero di Roma
Il piu’ grande protagonista della religione cattolica e’ certamente SAULO, (che poi prese il nome di PAOLO) .
Egli disse di se stesso: “ Io sono un vero ebreo, circonciso all’ottavo giorno dalla mia nascita. Appartengo alla tribu’ di Beniamino e quindi sono un purissimo ebreo. Ma suo padre era un “Civis Romanus” che aveva sposato una Farisea.
La chiesa di Roma e l’ istituzione del pontificato trae le sue origini dalle innumerevoli “CURTI JUDAEI” che sono state deportate dalla palestina e dall’Asia minore ed erano stati presto liberati dalla schiavitu’.
Si parla malvolentieri delle origini giudaiche del Cristianesimo di Roma. E’ un problema che alcuni antisemiti cristiani occidentali cercano in tutti i modi di ignorare.
E’ imbarazzante per loro dover ammettere che Gesu’ era sicuramente un Ebreo e che era NAZARENO (= N-ASAR) E CIOE’ SEGUACE DI MELCHISEDEK (=ASAR) IL RE VERO.

“Io sono sceso sulla terra
Per regalare all’uomo
Una nascita nuova.
Se davvero rinasce
L’uomo vive nel REGNO
E non vedra’ mai piu’ la morte”

(Eschilo)

Lo storico Jules Isaac, strenuo difensore del suo popolo ebraico e propugnatore dell’”innocenza” dei giudei rispetto al delitto del deicidio dice:

“ Gli autori Cristiani dimenticano spesso che ai tempi di Gesu’ la diaspora ebraica era un fatto compiuto da secoli. La maggior parte del popolo ebraico non viveva piu’ in palestina. Non si puo’ dunque affermare che la maggioranza degli ebrei abbia rifiutato e respinto Gesu’, anzi e’ probabile che molti non lo abbiano neppure conosciuto.
Eppure Si diceva che dovunque passava, Gesu’, salvo rare eccezioni, il “suo” popolo lo accoglieva con entusiasmo e lo testimoniano i vangeli stessi.
Questo popolo dunque ha cambiato di colpo parere e modo di comportarsi e si e’ rivoltato verso di lui da un momento all’altro?
Cosi’ viene affermato ma non provato.

In mezzo al suo popolo Gesu’ trovava discepoli; i nemici accaniti, in mezzo a quel popolo, erano giudei romanizzati.

Popolo maledetto? No ! La maledizione di Dio e’ dunque senza basi storiche oltre che teologiche.
Dirsi antisemita e cristiano allo stesso tempo e’ come odiare e amare Gesu’, mescolando l’oltraggio con la venerazione. Veramente assurdo.

KARL BARTH, il piu’ grande teologo Cristiano di questo secolo dice: “ L’anti-ebraismo del nazismo puo’ essere giustamente qualificato come un sentimento radicalmente e fondamentalmente anti-cristiano, tanto le due fedi, quella ebraica e quella cristiana, sono intimamente legate a un solo destino”

GLI EBREI:

Alcuni scrittori mistici vedono nella sorprendente sopravvivenza d’Israele una prova inconfutabile della reale esistenza di Dio nella storia dell’umanita’.
Non poche minoranze religiose nel corso dei secoli sono scomparse dalla faccia del pianeta, ma Israele resta nonostante le peregrinazioni, le persecuzioni: l’Ebreo sembra indistruttibile.
Il richiamo oscuro a questa misteriosa permanenza lungo il correre dei millenni ci fa pensare ad un ebraismo fedele alla parola, attento alla lingua vera e ricercatore della nostra arcana storicita’ smarrita.

Questo Ebraismo pero’ non esiste. Gli Ebrei si fermano alla lettera. Non giungono allo spirito.
TRASMETTONO UN MESSAGGIO CHE NON CAPISCONO, TUTTAVIA LO TRASMETTONO.

Il segreto della sopravvivenza del popolo ebraico non sembra che risieda nel MONOTEISMO, NON SI PUO’ DIRE CHE SI BASI SULLA FORZA, ne’ sulla ricchezza perche’ spesso il popolo ebraico fu povero , non si puo’ pensare neppure ad uno spirito patriottico forte, ne’ ad una cultura comune poiche’ gli ebrei si sono amalgamati con i popoli che li ospitavano….

Si potrebbe ben dire che il segreto della sopravvivenza di Israele si basa SULLA TESTIMONIANZA.
La testimonianza estremamente sconvolgente: la nascita dell’uomo perfetto.

Anche i CRISTIANI SONO “TESTIMONI”, attestano la venuta di Gesu’ e contano il loro tempo planetario a partire dall’anno zero che corrisponde all’istante in cui Gesu’ apparve sul pianeta.
I Cristiani riconoscono l’essenza e il valore di questa testimonianza anche se ormai soltanto alla lontana conoscono l’esatta posizione del loro “anno zero”.

Invece la testimonianza d’Israele non e’ piu’ cosi’ chiara
Il “segreto” della loro sopravvivenza e’ talmente segreto che essi ne hanno perduto la chiave
Eppure esso esiste. L’”evento”, il fatto straordinario esiste.

Ma la vera testimonianza diretta sembra essere quella del popolo degli ACCADI vissuto piu’ di 5.000 anni fa in Mesopotamia.

Questo e’ evidente in sculture e immagini ritrovate, immagini veramente strane: rappresentano un popolo con gli occhi estremamente aperti ,immagini che danno un senso di meraviglia perche’ solo chi ha visto qualcosa di eccezionale, un fatto straordinario poteva avere e trasmettere!
Il ricordo di questa testimonianza e’ stato tramandato e in parte travisato da Israele.
Il popolo Ebraico attende ancora il ritorno del Messia e se esso ci crede deve basare questa sua fede su di un fatto reale! (Gli Accadi lo avevano a loro trasmesso!)

Generalmente si attende qualcuno che e’ gia’ venuto , piu’ che un arrivo e’ un ritorno.
Chi torna?
Un grande sacerdote, un grande Re legittimo e vero: Melchi-sedek che e’ detto, nella lingua di Gesu’, N-ASAR e cioe’ NAZZARENO
ANCORA IN CAMMINO ….

la nascita di Gesu’. La SCHEKINA’.
La parola Schekina’ e’ formata da tre archetipi S K N che significano viene, penetra, trasforma.

La SCHEKINA’ e’ il piu’ grandioso fenomeno dell’umanita’. Questo fenomeno e’ legato alla figura di Gesu’
E’ la viva presenza di DIO sulla terra che si effettua grazie al TOTALE PERFEZIONAMENTO DELL’UOMO.
E’ legato al parto di una donna non fecondata da un maschio. Altre religioni la chiamano ANIMA MUNDI ed e’ femminile.

Perche’ il cattolicesimo ha “tagliato fuori il femminile? Perche’ ci ha sempre parlato di un padre, di un figlio e dello Spirito Santo che da quello che almeno hanno per decenni insegnato a me era comunque “solo” lo Spirito di Dio?
MA NELL’ANTICHITA’ VIENE BEN DETTO : E’ IL FEMMINILE DIO CHE FECONDA E GENERA OGNI COSA!

UNA DONNA accoglie nel suo seno LA PAROLA VIVENTE e riveste questo PENSIERO PERFETTO CON LA SUA CARNE E COL SUO SANGUE IN UN ATTO DI INFINITO AMORE, DI COMPLETO ABBANDONO. Parliamo di MARIA LA MAMMA DI Gesu’.

Nasce cosi’ l’uomo fuori dal tempo l’UOMO COSMICO l’ADAM KADMON
Questo fenomeno dimostra che l’umanita’, perfezionandosi, ha effettivamente la possibilita’ di accedere all’eternita’

PERCHE’ IL CATTOLICESIMO CI PARLA DI UNA SOLA VENUTA DEL CRISTO E DEL SUO UNICO RITORNO “QUANDO VERRA’ A GIUDICARE I VIVI E I MORTI?

Dalla bibbia stessa questo non e’ vero. E’ un errore.

Tutti noi, volenti o nolenti, consapevoli o inconsapevoli camminiamo sulla strada della SCHEKINA’ per diventare “l’uomo perfetto”: essa e’ la via della verita’, la vita, LA VIA

L’onda della vita, l’alito della perfezione vuole penetrare tutti. La Schekina’ e’ la collaborazione tra Creatore e Creature. Nel principio non vi erano fratture tra IL PENSIERO VIVENTE e le sue manifestazioni, tutto era vero, buono , perfetto, non esisteva l’odio perche’ NON VI ERA SEPARAZIONE.
Materia e spirto, luce e tenebra erano un’unica realta’ . L’uomo e la donna erano una creatura unica.
La separazione e’ nata dal fatto di aver sminuito la meta’ del creato, dal non aver compreso la tenebra.
L’uomo non e’ piu’ immagine di dio ma sbiadita somiglianza.

Rimane solitario a consumare il frutto della divisione tra il bene e il presunto male, che in realta’ non e’ altro che l’altra meta’ del bene!
Il male esiste, ma e’ uno sfunzionamento creato dalla stupidita’ dell’uomo. Avrebbe dovuto comprendere che C’E’ LA LUCE TENEBROSA E IL BUIO LUMINOSO …CHE SONO COMPENETRATI.

Ma DIO ha racchiuso in tutti gli esseri la formula del ritorno. L’AMORE ESPRIME SE’ STESSO CREANDO COMPLETEZZA

I TERMINI ANTITETICI DI MATERIA E SPIRITO, LUCE E TENEBRA, PIENO E VUOTO SONO L’ESPRESSIONE DEL PULSARE SEGRETO DELLE CREATURE VIVENTI.

L’uomo perfetto , il Melchisedek, e’ la meta finale della creazione. La perfezione si raggiunge nella completezza, nel saper vedere la tenebra nella luce, o la luce nella tenebra, nel saper comprendere le funzioni del pensiero, cioe’ i 22 Archetipi con i quali dio ha creato il mondo.
Ogni cosa ha bisogno del suo opposto per esprimersi compiutamente.
La saggezza DELLA CONTEMPLAZIONE sa scoprire queste tappe segrete.
Spesso pero’, nell’umanita’ ha la prevalenza la parola troppe volte ripetuta e non la PAROLA VERA.

Ma lungo la strada della SHEKINA’ giunge puntuale per tutti il momento in cui i figli della TERRA divengono figli del COSMO. Quel Gesu’ che fu chiamato Bar-abba dai suoi seguaci (cioe’ figlio di dio) e’ la SHEKINA’ e’ la forma perfetta e suprema dell’uomo.

E’ l’immagine di Dio e non la somiglianza!

(molto testo e’ preso da Pincherle Mario che ringrazio di cuore!)

Con Gesu’ nel cuore ti offriamo spunti per una meditazione . Grazie!

La passione di CRISTO: lunedi’ santo

pensieri da August Cury dal suo libro: gesu’ il maestro della sensibilita’

GESU’: AUTENTICO E AMICO

Nel corso della sua vita Cristo manifesto’ un potere straordinario.
Le sue parole lasciavano interdetti i suoi interlocutori e oppositori ed esaltavano le moltitudini.

Quando inizio’ il suo “Calvario” nel Getsemani mostro’ un volto che i discepoli non avrebbero mai pensato di vedere, quello della sua fragilita’.

Il nostro comportamento in generale e’ proprio l’opposto:abbiamo una necessita’ quasi paranoica di esibire i nostri successi e di ricevere applausi. mentre nascondiamo le nostre miserie e preferiamo non mostrare i nostri punti deboli
Il Maestro invece ebbe il coraggio di confessare ai suoi tre amici piu’ intimi quello che sentiva dentro dicendo a chiare lett ere: una tristezza mortale mi opprime

Come fa uno che ha curato lebbrosi, ciechi e che ha resuscitato dai morti ad affermare che e’ avvolto da una angoscia cosi’ profonda? Com’e’ possibile che una persona che non ha avuto paura nemmeno di fronte alla prospettiva di subire fratture multiple a seguito di lapidazione dire ora che la sua anima e’ depressa fino alla morte?
I discepoli abituati alla fama del maestro rimasero profondamente scossi da quella manifestazione di sofferenza e fragilita’. Lo ritenevano un superuomo dotato di natura divina.

Nella nostra concezione umana Dio non soffre, non ha paura, non prova ne’ dolore ne’ ansia
Dio e’ superiore ai sentimenti che perturbano l’umanita’.
In Galilea apparve qualcuno che proclamava di essere si’ figlio di Dio, ma che tanto lui che suo Padre provavano emozioni si preoccupavano e amavano singolarmente ogni essere umano..
Il pensiero di Gesu’ scandalizzo’ gli ebrei che proclamavano l’esistenza di un Dio imperturbabile ed irraggiungibile.

I discepoli non erano consapevoli del fatto che il maestro di li’ a poco sarebbe stato condannato, torturato e crocifisso, non come figlio di Dio ma come figlio dell’uomo.
Le sue sofferenze furono le stesse di qualsiasi altro uomo:le frustate, le spine, i chiodi della croce penetrano nel corpo fisico di un uomo
I discepoli, affascinati dal potere di Cristo non avrebbero mai immaginato che avrebbe sofferto e avrebbe avuto bisogno di loro. Ma ecco che all’improvviso il maestro non solo comunica a loro di essere triste ,ma che gli piacerebbe che gli facessero compagnia e pregassero con lui.
Gesu’ visse in pieno l’arte dell’autenticita’ ma i discepoli, spaventati, non compresero…e si addormentarono….

Gesu’ non nascondeva i propri sentimenti, invece noi tendiamo a trattenerli e finiamo per essere autopunitivi e impietosi verso noi stessi
Come se non ci fosse consentito sbagliare o avere momenti di fragilita’.

Ci sono persone che non espongono mai i loro sentimenti e nessuno li conosce come sono dentro, ne’ il coniuge, ne’ il compagno, ne’ i figli, ne’ gli amici piu’ intimi, nonostante abbiamo una profonda necessita’ di condividere.

Il maestro dei maestri della scuola della vita, ci ha lasciato un modello vivo di cosa significa essere una persona emozionalmente sana. Cadde in una profonda tristezza sapendo tutto quello che lo aspettava, ma non ebbe paura ne’ vergogna a dichiarare apertamente le sue emozioni agli amici
E loro trascrissero sui papiri questa caratteristica della sua personalita’ e la diffusero nel mondo…..

Buona purificazione
Questa e’ la settimana della purificazione
Delle emozioni da esprimere condividere e trasmutare…
Del cambiamento

Per poi Rinascere…

Grazie Maestro Gesu’!

AIUTACI TUTTI NEL MONDO A PERCORRERE LA NOSTRA VIA E GRAZIE DI SOSTENERCI CON IL TUO ESEMPIO !!
LA TERRA HA BISOGNO DI RINASCERE, TUTTA
E GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA’ CONTINUANO A SPERARE, OLTRE OGNI VANA SPERANZA


Carmen ed Emmanuel di spaziosacro
http://www.spaziosacro.it

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
Notte di natale
24 DICEMBRE (a bOLOGNA)
LE SEGNATURE : L'ARTE DEL BENEDIRE

LA NOTTE DI NATALE DI OGNI ANNO LA NOSTRA ASSOCIAZIONE ORGANIZZA UNA SERATA CON FINI UMANITARI PER TRAMANDARE GLI INSEGNAMENTI DELLA NOSTRA TERRA CHE DESIDERIAMO NON VADANO PERDUTI ! Per imparare a segnare il fuoco sacro-herpes zoster- l'herpes labiale, le bruciature, le lombalgie, per togliere gli ossiuri, per la segnatura del "sangue" ed altre segnature ...'. [ Continua la lettura e/o iscriviti ... ]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Ancora nessun commento ...
Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Entra ora !