Se ti piace il nostro sito votalo adesso con un click sul pulsante Google +1 qui sotto :


DEMENZA E ALZHEIMER : UTILIZZA LA CURCUMA

A lungo considerata impossibile da realizzare, la nuova ricerca rivela come un semplice spezia potrebbe contribuire alla rigenerazione del cervello danneggiato.

La curcuma è senza dubbio una delle, se non la più versatile spezia di guarigione nel mondo, con oltre 600 sperimentazioni confermano i benefici per la salute, e una storia antica ricca di profondo rispetto per la sua apparentemente povertà compassionevole di alleviare la sofferenza umana.

Ma, la maggior parte del fucus negli ultimi dieci anni è stata incentrata su una sola delle sue centinaia di fitocomponenti: vale a dire, il polifenolo primario nella curcuma conosciuta come la curcumina che dà la spezia suo colore ricco d’oro.

Questa attenzione alla curcumina ha portato allo sviluppo di alcuni prodotti molto buoni, come i fosfolipidi legati alla curcumina (ad es Meriva, BCM-95), che contribuisce notevolmente ad aumentare l’assorbimento e la bio-attività della curcumina. Ma, isolare la curcumina si riduce a una parte del potere terapeutico della curcuma – e qui sta il limite e l’arroganza dominante del modello di ‘isolare il principio attivo’.

In effetti, è diventato tipico all’interno della cosiddetta industria nutraceutica di emulare il modello della farmaceutica, che si concentra sull’identificazione di un particolare albero “monochimico” all’interno della foresta di complessità rappresentata da ogni agente botanico, cercando di standardizzare la consegna di ogni presunto ‘ ingrediente attivo’ con ogni servizio, come se fosse una droga farmaceutica.

Questi processi di estrazione e di isolamento genera anche formule di cui si fanno proprietari i ricercatori che le hanno isolate e in questo modo i produttori vogliono differenziare il loro prodotto da tutti gli altri e d’ora in poi catturare una parte maggiore della quota di mercato; una proposta di valore che serve il produttore e non il consumatore / paziente.

A dire il vero, non c’è una singola ‘pallottola magica’ negli alimenti e le erbe responsabili di generare un potere di guarigione di tutta la pianta. Vi sono, infatti, nella maggior parte delle piante curative o centinaia di composti orchestrati dal intelligente ‘mano invisibile’ di Dio o alimenti ‘Naturali’, o qualsiasi altra cosa si desidera chiamare, e che non può mai essere ridotto alla singola attività di un unico Fitocomposto quantificabile o chimico.

Oltre la ‘pallottola magica’ della curcumina

Ora, un eccitante nuovo studio pubblicato sulla rivista Stem Cell Research & Therapy fornisce un ulteriore conferma a sostegno del concetto che la curcumina da sola non è sufficiente a spiegare il potere curativo della curcuma come pianta intera. Lo studio ha trovato che un componente poco noto, liposolubile all’interno curcuma – Ar-tumerone – può fare “un candidato promettente per sostenere la rigenerazione nella malattia neurologica.”

Intitolato “Aromatic-turmerone induce la proliferazione delle cellule staminali neurali in vitro e in vivo”, i ricercatori tedeschi hanno valutato gli effetti di questo composto derivati dalla curcuma sulle cellule staminali neurali (NSC) – il sottogruppo di cellule cerebrali in grado di auto-rinnovamento continuo necessarie per la riparazione del cervello.

Lo studio ha trovato che quando le cellule cerebrali sono state esposte a ar-tumerone, le cellule staminali neurali sono aumentate in numero attraverso una maggiore proliferazione. Inoltre, queste cellule staminali neurali neo-formate hanno anche aumentato il numero di cellule neuronali completamente differenziate, indicando che un effetto curativo era in corso. Questo effetto è stato osservato anche in un modello animale vivo, mostrando che i topi iniettati con ar-tumerone nei loro cervelli si verifica un aumento neurale con una proliferazione delle cellule staminali e la creazione di cellule cerebrali sane di nuova formazione con esperienza.

Questo studio non è passato inosservato ai principali canali di informazione medica. Qui ci sono alcune buone recensioni, se si desidera esplorare le implicazioni in modo più approfondito:

Newsweek: Curry Potenza: Compound curcuma Aumenta crescita di cellule staminali del cervello

Guardiano Liberty Voice: Cure curcuma Evidence Grows

Monthly Prescribing Riferimento: curcuma può aiutare rigenerare le cellule cerebrali

Tempi di Malta: link curcuma Per Cervello cellulare di riparazione

Medical giornaliera: curcuma aiuta il tuo cervello guarire se stesso: rendere il tuo cervello

Database GreenMedInfo.com curcuma conferma di Brain-risparmio energetico!

Come forse già sapete, il nostro database è più esteso con un accesso aperto al database medico naturale a livello mondiale su oltre 1.800 diverse sostanze naturali, con oltre 1600 abstract dello studio sulle proprietà curative di curcuma indicizzati finora.

Se si dà un’occhiata alla lista di oltre 600 malattie che questa spezia (o i suoi componenti, ad esempio la curcumina) è stata in gradi di prevenire e / o curare, l’enorme volume di bibliografia è stupefacente.

L'articolo che stai leggendo continua sotto :
scuola di reiki bologna
REIKI : ARTE DI CURA CON LE MANI
SCUOLA DI REIKI BOLOGNA [ CLICK QUI ]

Sorprendentemente, abbiamo individuato oltre 180 vie fisiologiche – secondo la loro caratterizzazione farmacologica convenzionale, ad esempio, COX-2 inibitori, Interleuchina 6 down-regolazione – mediante il quale la curcuma o suoi componenti guariscono il corpo umano. Inoltre, troverete più di 100 articoli su proprietà neuroprotettive di curcuma in questa pagina: Turmeric as a Neuroprotective agent.

La ricerca indica chiaramente che la curcuma è un grande pianta di supporto al cervello. Per un maggiori informazioni potete leggere questi articoli:

• How Turmeric Can Save The Aging Brain From Dementia

• Turmeric Produces ‘Remarkable’ Recovery In Alzheimer’s Patients

• The Spice That Prevents Fluoride From Destroying Your Brain

Come ottenere il massimo dal vostro curcuma

Una delle domande in questo campo più frequente è ‘che cosa è il miglior tipo di curcuma o curcumina da usare’?

Ovviamente, data la suddetta ricerca, l’intero impianto sta per effettuare una vasta gamma di composti terapeutici rispetto alla sola curcumina . Eppure, la maggior parte degli studi si sono concentrati su quanta sostanza molecolare (milligrammi in una porzione) di un particolare composto si debba assumere.

E in realtà, non c’è una risposta generica a una domanda generica circa il modo migliore per prendere la curcuma / curcumina. La domanda viene sempre da un individuo con un particolare bisogno, e quindi, le raccomandazioni devono essere individuali a quella specifica persona.

Ad esempio, se si dispone di un’infiammazione del colon o polipi, e si sta tentando di utilizzare la curcuma per ridurre l’infiammazione lì o regredire escrescenze precancerose, quindi utilizzando l’intera pianta è migliore rispetto a una forma altamente biodisponibile di curcumina in forma di capsule (ad es Meriva), per esempio, che sarà probabilmente assorbito dal piccolo intestino e principalmente attraverso il passaggio nel fegato ma senza ottenere quantità sufficienti per l’intestino crasso. Quindi, nel caso che questa persona prenda un cucchiaino è relativamente difficile che riesca ad assorbire la curcuma può provocare al massimo la colorazione delle superfici malate del lume intestinale o del colon di quella persona evidenziando esattamente la forma necessaria per invertire sulla malattia.

Ma cosa succede se si ha qualcuno che vuole sperimentare un effetto sistemico, per esempio per l’artrite o per il cancro al cervello? In questi casi, ottenendo composti della curcuma come la curcumina attraverso la barriera glucuronidazione nel fegato con il pepe nero (piperine) in combinazione potrebbe essere ideale. Vi è certamente un posto per il modello ‘nutraceutico’ se correttamente applicato, soprattutto quando fornito come coadiuvante per il modello farmaceutico all’interno di un ambiente medico integrativo.

In definitiva, l’obiettivo è di non aspettare di avere un problema di salute serio ma che bisogna sforzarsi di prendere una ‘dose di eroica’ di qualsiasi estratto di erbe o cibo.

La cosa migliore è di utilizzare una piccola quantità in dosi alimentari in combinazione con ingredienti che agiscono in sinergia Recentemente abbiamo effettivamente dimostrato che l’assunzione del rosmarino in dosi alimentari può effettivamente migliorare la memoria.

Questo è il motivo per provare l’uso di curcuma in curry, o con l’aggiunta di un pizzico in un frullato, può essere un approccio ideale di supplementazione giornaliera, al posto della assunzione di capsule, la cui efficacia è discutibile e potrebbe aggiungere stress sul fegato si sta cercando di proteggere con questi interventi naturali. Basta ricordare la qualità è di tutto e di meno è più!

Fonte:

 

Fondatore di WorldTruth.Tv and WomansVibe.com Eddie (4121 Posts)Eddie L. è il fondatore e proprietario di WorldTruth.TV.

https://casabenessere.wordpress.com/2015/03/14/ecco-come-la-curcuma-cura-un-cervello-danneggiato-how-whole-turmeric-heals-the-damaged-brain/

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato con UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/newsletterspazio/operazioni.php

Corsi in Arrivo

reiki bologna


breathwork il potere del respiro

AMI LEGGERE ?

libri gratuiti benessere e crescita personale e spirituale

ACCEDI SUBITO ALLA BIBLIOTECA GRATUITA DI LIBRI DEL BENESSERE, CRESCITA PERSONALE E SPIRITUALE PIU' GRANDE DEL WEB. SCARICA I LIBRI GRATUITI CON UN CLICK QUI :

http://www.spaziosacro.it/interagisci/libri/index.php

FIRMA PER UNA LEGGE SULLE DISCIPLINE BIO-NATURALI

UNA LEGGE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI : FIRMA ANCHE TU

Ultimi 80 articoli

Ancora nessun commento ...
Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Entra ora !